Le prêtre et théologien Hans Küng est mort. Ce gouffre courait entre lui et son âge Joseph Ratzinger: Küng était doué de génie, Ratzinger absolument pas!

- Nouvelles de l'Église -

LE PRÊTRE ET THÉOLOGUE HANS KÜNG EST MORT. CET ABYSSE COURSE ENTRE LUI ET LE COETANEOUS JOSEPH RATZINGER: KÜNG ÉTAIT BRILLANT, RATZINGER ABSOLUMENT NON!

.

Hans Küng a toujours été une personne d'une rare gentillesse, aussi naturellement doué d'une apparence physique qui le faisait ressembler à un acteur Hollywood, surtout dans la tranche d'âge entre cinquante et soixante ans, quand la beauté naturelle a également combiné le charme typique des hommes mûrs qui ont commencé leur voyage vers la vieillesse sous la meilleure forme. Une belle figure donc, masculin et charmant, cela n'avait rien à voir avec les figures de ces prêtres et de ces théologiens qui, dans leur apparence physique, apparaissent souvent comme des taches planant, l'asexué et le féminin.

.

auteur
Ariel S. Levi Gualdo

.

.

Format PDF Imprimer l'article

 

.

.

.

Hans Küng, prêtre et théologien (Sursee, 19 mars 1928 - † Tubinga, 6 avril 2021). Photo prise à l'occasion de son 80e anniversaire

Dans le jargon journalistique, il s'appelle “crocodile” la pièce déjà écrite et placée dans le tiroir en attendant la mort du célèbre personnage. Les archives des journalistes sont les pieds de crocodiles. Ecrire un court article, le cas échéant, à propos d'un personnage complexe et controversé, ce n'est pas facile. Cela dit, je déclare qu'aucun des Pères de L'île de Patmos avait un prêt crocodile pour le prêtre et théologien germano-suisse Hans Küng.

.

J'ai souvent fait référence à Hans Küng, récemment aussi dans un de mes livres dédié à deux hérétiques célèbres de très petite taille: Kiko Argüello et Carmen Hernandez, les initiateurs de la Voie Néocatéchuménale, un véritable concentré d'hérésies de retour. Le tout avec une différence formelle et substantielle: les hérétiques ont toujours été des esprits supérieurs et très brillants, Pense juste à un Arius ou à un Pélage. Contrairement aux deux bohemiens Espagnols qui ont fait expirer même l'hérésie, toujours l'apanage des esprits les plus sublimes. Et juste dans ce livre que j'ai appelé La secte Néocatéchuménal. Hérésie est devenu Kiko et a habité parmi nous, Je recommence à utiliser ce célèbre théologien comme paradigme.

.

Donner un hérétique à ceux qui tombent et restent dans une hérésie substantielle et formelle Ce n'est pas une insulte, mais une simple constatation factuelle liée à la sphère de la doctrine de la foi. Ou mieux compris: Je connais des hérétiques à part entière qui, sur le plan humain, sont des personnes d'une rare amabilité; et le même, sur le plan éthique et moral, ce sont des gens au comportement impeccable. Au lieu de cela, je connais autant de personnes, doté de la doctrine la plus pure et la plus orthodoxe, théologiens zélés impeccables, avec qui j'essaye d'éviter d'être en compagnie pendant seulement dix minutes, tant je les considère comme humainement désagréables et parfois même répulsifs.

.

Au fil des ans, dissertant sur divers thèmes théologiques, j'ai souvent désigné le révérend professeur Hans Küng comme un hérétique dangereux, l'accusant à plusieurs reprises d'avoir réalisé des travaux de démolition dévastateurs par la déstructuration méthodique de certains des dogmes fondamentaux de la foi catholique;.

.

Je n'ai peut-être jamais déclaré et écrit que Hans Küng était un méchant, une mauvaise personne ou un sujet médiocre désagréable? Bien sûr que non! Hans Küng a toujours été une personne d'une rare gentillesse, aussi naturellement doué d'une apparence physique qui le faisait ressembler à un acteur Hollywood, surtout dans la tranche d'âge entre cinquante et soixante ans, quand la beauté naturelle a également combiné le charme typique des hommes mûrs qui ont commencé leur voyage vers la vieillesse sous la meilleure forme. Une belle figure donc, masculin et charmant, cela n'avait rien à voir avec les figures de ces prêtres et de ces théologiens qui, dans leur apparence physique, apparaissent souvent comme des taches planant, l'asexué et le féminin.

.

Hans Küng était une véritable étoile montante de la théologie, avec des dons intellectuels et spéculatifs naturels et des qualités oratoires et communicatives que les autres théologiens n'avaient pas, parmi ceux-ci, son éminent contemporain Joseph Ratzinger. Tous deux ont péri dans l'assemblée du Concile Vatican II entre 1962 et 1965, tous les deux au début de la trentaine, mais avec cette différence: quand Josef Ratzinger a parlé, les auditeurs se disaient "c'est un très bon théologien", quand à la place Hans Küng a parlé, les auditeurs, d'être profondément fasciné par sa silhouette, de son oratoire et de sa profonde compétence, ils se sont dit "cela atteindra qui sait quels niveaux dans quelques années".

.

Le résultat des deux est universellement connu: Hans Küng est devenu un orateur d'hérésies, Joseph Ratzinger est devenu archevêque métropolitain de Munich, Préfet de la Congrégation pour la Doctrine de la Foi et plus tard 265e successeur du Bienheureux Apôtre Pierre.

.

Que je suis du côté ecclésial et doctrinal de Joseph Ratzinger et non par Hans Küng, ça ne peut en aucun cas m'induire, pour une affection émotionnelle irrationnelle, nier la preuve des faits: Hans Küng, intellectuellement et spéculativement, il avait des qualités naturelles supérieures à celles de Joseph Ratzinger très élevées. Si en fait le premier était par nature un génie, le second était une personne intelligente douée pour les études théologiques. Et la différence entre un génie et un sujet intelligent et doué est vraiment remarquable. puis, avec le passage du temps, il arriva que le premier devint un hérétique dangereux et le second Souverain Pontife [extrait de l'ouvrage cité, une fois. 43-44, J'ai éd. Roma 2019, Editions L'île de Patmos].

.

Je danni che Hans Küng produits étaient remarquables, à partir d'une intelligence brillante avec toutes les capacités supérieures qui lui sont liées, utilisé pour nuire à l'Église et au monde théologique. C'est pourquoi les prêtres, ceux qui croient encore au jugement de Dieu, à la vie éternelle, au paradis, dans l'Enfer et le Purgatoire - ce qui n'est pas du tout évident de nos jours - ils feraient bien d'offrir de saintes messes de suffrage pour l'âme de ce frère qui est le nôtre, qui en aura sûrement beaucoup besoin.

.

De Isola Patmos, 6 avril 2021

.

.

Chers lecteurs,

nous avons besoin de toi, lis QUI

merci!

.

.

.

mettre

sur la page Facebook d'Edizioni L'Isola di Patmos que vous pouvez ouvrir en cliquant sur le logo ci-dessous:

.

.

Visitez les pages de notre boutique de livres QUI et de soutenir nos éditions d'acheter et de diffuser nos livres.

.

 

.

«Vous connaîtrez la vérité et la vérité vous affranchira» [Gv 8,32],
mais apporter, répandre et défendre la vérité non seulement
les risques, mais aussi les coûts. Aidez-nous à soutenir cette île
avec vos offres via le système sécurisé Paypal:









ou vous pouvez utiliser le compte bancaire:

payable aux Editions L'île de Patmos

IBAN IT 74R0503403259000000301118
dans ce cas, nous envoyer un avertissement par courriel, parce que la banque
Il ne fournit pas votre e-mail et nous ne pouvions pas vous envoyer une
action de grâces [ [email protected] ]

.

.

.

.

.

Padre Ariel S. Levi Gualdo

À propos de Padre Ariel S. Levi Gualdo

Presbytère et théologien ( Cliquez sur le nom pour lire tous ses articles )

68 réflexions sur "Le prêtre et théologien Hans Küng est mort. Ce gouffre courait entre lui et son âge Joseph Ratzinger: Küng était doué de génie, Ratzinger absolument pas!

  1. Merci Père. J'ai entendu cette triste nouvelle à la télé. En vérité, je ne me souvenais pas où j'avais entendu ce nom avant, Hans Küng, mais avec cet article, elle m'a rappelé que je l'avais lu dans l'un de ses livres que j'avais acheté pour la première fois à Father. Honneur et crédit pour votre franchise pour en avoir parlé ici de la manière que Küng mérite, sans rhétorique. merci. Nous sommes encore dans l'octave de Pâques et je souhaite donc vous souhaiter, ainsi qu'à tous les religieux de l'île de Patmos” rejoint la rédaction, une joyeuse et sainte Pâques🙏

  2. L'usage qu'il a fait du génie et du charme qu'il lui a donné pourrait l'amener à savourer cet enfer qu'il a tant snobé pour lui-même et minimisé pour les fidèles.. Je donnai, ainsi que la miséricorde parfaite, c'est aussi la justice parfaite. Mais nous prions aussi pour ces âmes rebelles, surtout s'ils sont prêtres, venez.

  3. Mah.. toute cette haine (pas de son père, mais par certains commentateurs) vers si… comme s'il était d'usage de trouver un livre de Kung sur l'étagère de Signora Maria da Roccacanuccia.
    mais s'il vous plaît!

    Les sujets de type A sont beaucoup plus dangereux. Minutella ou les fondateurs susmentionnés du chemin néocatéchuménal. Ces derniers traversent “populace”. Ils s'attirent, avec des méthodes sournoises, des gens simples et souvent naïfs, pour les remplir de leurs absurdités. H. Kung, ou vous avez étudié la théologie, ou en tout cas vous avez de bonnes capacités intellectuelles pour pouvoir le comprendre, ou il est impossible de comprendre pleinement sa pensée. 10/100/1000 fois Hans Kung plutôt que 1 Minutella.

    et alors, avec cette chose de l'enfer.. ni lui ni Von Balthasar n'ont jamais prétendu (Pour autant que je sache) que l'enfer est vide ou qu'il n'existe pas. Ils souhaitaient juste que ce soit vide. En espérant que l'enfer est vide, ça me semble juste un bel espoir, symptôme de bonté de cœur, contrairement à toute cette armée de traditionalistes rancuniers qui voudraient voir la moitié de l'humanité tomber dans les flammes ardentes de l'enfer peut-être pour le simple fait d'avoir commis des actes solitaires impurs. Allez.

    1. je ne suis pas si vieux, mais je me souviens que jusqu'à il y a quelques années, il n'était pas rare de trouver des livres de Kung dans les sections de livres des supermarchés… Je ne sais pas si quelqu'un les a achetés, cependant c'était indicatif.

      En dehors de cela, il y a de bonnes raisons d'être en colère contre lui, tout d'abord les interviews sur Repubblica dans lesquelles il a tourné zéro sur la foi et la morale, minant la foi du simple.

      De plus, de nombreux clercs ont été formés sur lui, qui a ensuite diffusé ses hérésies parmi les fidèles.

      Sinon Kung ne croyait pas à l'enfer éternel, comme on peut facilement le vérifier avec un outil technologique prodigieux appelé “moteur de recherche” https://www.bishop-accountability.org/news2013/11_12/2013_12_16_Grill_ControversialTheologian.htm

    2. Je désaccord. Perfino la signora Maria da Roccacanuccia ebbe modo di apprezzare le teorie di Hans Kung, per es quando parlò dal pulpito di Che Tempo che Fa, Colombe, guidato dall’insipiente conduttore, poté anche istruire il popolo bue sulle responsabilità del pontefice regnante Benedetto XVI per gli scandali sessuali nella Chiesa. Senza contraddittorio, ca va sans dire. Il mondo non va a rotoli per caso; peccato per la signora Maria.

      1. Per inverso, il mio amico Giuliano Ferrara, durante un’intervista al suo programma 8 e Mezzo lo fece nero, non ricordo la data esatta, comunque era l’autunno del 2007 ou 2008.

        1. La differenza tra Fazio e Ferrara è solo nel ruolo loro attribuito dai padroni del discorso: il poliziotto buono e il poliziotto cattivo. Ma entrambi sono la carta moschicida con cui acchiappare le mosche di tutti i colori. en particulier, Ferrara ha la missione (e i soldi) per attirare la cosiddetta destra cattolica (italienne) nell’area di influenza del sionismo internazionale e, notamment, per orientarla politicamente all’appoggio delle iniziative belliche in Medio Oriente di Israele. Personalmente mi ha sempre colpito, da ateo professo quale si dichiara, la sua conoscenza della fede cattolica e, en partie, la sua cultura teologica. Immagino che sia persona colta e gradevole da frequentare, mais… dagli amici mi guardi Iddio che ai nemici ci penso io.

  4. Certainement Hans Kung était un homme d'une intelligence extraordinaire et avait des compétences intellectuelles inégalées, mais cela ne suffit pas pour ne pas perdre la foi. Être né en 1960, Je me souviens quand, vers le milieu des années 1980, Hans Urs von Balthasar (dans une interview avec Vittorio Messori publiée dans le journal “se produire”) dit (mots textuels): "Hans Kung n'est plus chrétien". "Cela ne signifiera plus catholique", Messori a répondu. Ma de Balthasar Ribadì: «Il n'est plus chrétien!», expliquant que le Christ, par Kung, il n'était qu'un prophète comme les autres. J'aurais dû garder cette copie de “se produire”, ces jours-là, il aurait été utile de relire ces mots.

    1. Cher Mino,

      Je n'ai pas non plus cette copie d'Avvenire, Mais ça ne fait rien. Si mon témoignage peut vous aider, je peux vous donner deux confirmations différentes.

      premier, ce que vous rapportez de Vittorio Messori à propos de cette interview est un fait qui correspond à la pure vérité, J'ai eu l'occasion d'échanger il y a des années avec la personne concernée à ce sujet.

      selon, le Vénérable Père Divo Barsotti, qui était très attaché à Hans Urs von Balthasar dans les dernières périodes de sa vie avant la mort de ce grand théologien suisse, dans une interview privée qui a eu lieu à la Casa San Sergio, à Settignano di Firenze, dans le maintenant lointain 2002, parlant précisément des théologiens qui n'étaient plus, pas tellement de non-catholiques, mais pas des chrétiens, il m'a désigné comme le paradigme de Hans Kung, dont j'ai mis en évidence pour la première fois ses dons intellectuels et spéculatifs profonds et sans aucun doute extraordinaires.

      C'est ce que je peux confirmer par connaissance directe.

      1. Il a certainement fait un cadeau à beaucoup de nos lecteurs en envoyant ce lien.
        merci beaucoup!

    1. M. Fabio Merci pour le lien. Excellent article de “Information catholique”. Cit. “…le postulat du modernisme le plus extrême, c'est-à-dire que la Vérité demeure mais est adaptée à l'époque dans laquelle nous vivons. en fonction de vos circonstances de vie, des cultures.” bien, ils ont raison, malheureusement, la ligne suivie par l'Église catholique aujourd'hui est précisément celle-ci. Laudetur Iesus Cristus e Ave Maria a tutti i presente 🙏

    1. Il devrait demander à ceux de la Congrégation la Doctrine de la Foi, ou aux membres de la Commission théologique internationale, ils sont capables de vous répondre

  5. A parte il Can. 1404, dubito che i mediocri mordano la mano di chi li nutre: per questo la domanda l’ho fatta qui!

  6. Lo stesso mi diceva dei due un altro “hérétique”, persona perbene, teologo intelligente (non però nella scelta degli allievi arcivescovi) e ospite delizioso nel più bel palazzo di Catania.
    E.S.

  7. Reverendo Don Ariel, non capisco il nesso tra Hans Kung e il Cammino Neocatecumenale e quali sarebbero le eresie di ritorno di suddetta realtà ecclesiale?Eresie di ritorno poi in che senso?Ha scomodato addirittura Ario, Pelagio, la trovo una esagerazione.Ario sosteneva che la natura del figlio ,fosse inferiore a quella del padre, negava la natura divina di Cristo, Pelagio invece sosteneva l’inutilità della grazia, affermava che era sufficiente la volontà umana per salvarsi, dove vede il nesso con il Cammino Neocatecumenale?Non è il primo che accusa il Cammino, ma simili accuse sono nuove non le avevo mai sentite.Addirittura accostare il Cammino a Hans Kung mi sembra piuttosto improbabile come cosa.Lei sa bene come dare visibilità ai suoi libri, ma sinceramente mi sembra abbastanza maldestro come tentativo.

    1. credo sia lei che prima di scomodarsi a scrivere questi commenti che non stanno né in cielo né in terra, dovrebbe prendere il mio libro, qui sont 290 pages, leggerlo e poi criticarlo nel merito, smontando pezzo per pezzo ciò che non tanto sostengo, ma che dimostro con una ineccepibile documentazione.
      autrement, lei si lancia a parlare, criticare ed emettere giudizi su qualche cosa che non conosce ma soprattutto su un lavoro di cui ignora totalmente i contenuti.
      Et tout cela, le sembra per caso anche serio?

      1. Don Ariel Caro, sto commentando quello che lei ha scritto, non invento nulla. Ha chiamato in causa gli iniziatori del Cammino Neocatecumenale, in un articolo che tratta di Hans Kung, mi sfugge il nesso , le sarei grata se lo chiarisse.Li ha accusati di essere ariani e pelagiani, accuse alquanto bizzarre ,che non trovano riscontro in alcun documento ufficiale della Chiesa. Dice di avere dei documenti?La prego di mostrarceli e dato che è noto che la Chiesa ha approvato il Cammino e le sue catechesi, benchè lei ritenga questa approvazione solo un atto amminsitrativo, affermazione assai discutibile e fallace, rimane pur vero che la Chiesa non dispensaatti amministrativia cuor leggero e senza ragione.Se vuole essere così gentile da rendere pubblico il suo libro e gratis, io e la la Chiesa le saremo grati, se sarà utile a far luce su qualche aspetto ancora forse oscuro. Per parte mia non ho intenzione di comprarlo, in questi tempi di ristrettezze e di crisi, preferisco destinare la somma a scopi molto più utili. Spero che questo libro non sia il solito pamphlet o solo sue elucubrazioni, ne sarei molto delusa.Grazie

        1. Chère Madame,

          non finga di fare la gentile e la carina, perché lei è semplicemente una attaccabrighe non in grado di comprendere neppure quello che legge ma che presume però di commentare, ciò non perché vuole affatto capirecosa che non le interessa affattoma perché vuole solo attaccare.

          Con me che le parole le so usare forse meglio di lei, soprattutto sul piano della logica, della metafisica e anche della retorica, non si può giocare andando a manipolare i testi e affermando

          «sto commentando quello che lei ha scritto […] ha chiamato in causa gli iniziatori del Cammino Neucatecumenale»

          Lei non ha assolutamente letto quel che ho scritto, lei sta tentando di manipolare quel che ho scritto, mostrando appunto di non essere neppure in grado di commentare ciò che realmente è scritto nell’articolo, ossia quanto segue:

          «Spesso ho fatto richiami ad Hans Küng, récemment aussi dans un de mes livres dédié à deux hérétiques célèbres de très petite taille: Kiko Argüello et Carmen Hernandez, les initiateurs de la Voie Néocatéchuménale, un véritable concentré d'hérésies de retour. Le tout avec une différence formelle et substantielle: les hérétiques ont toujours été des esprits supérieurs et très brillants, Pense juste à un Arius ou à un Pélage. Contrairement aux deux bohemiens Espagnols qui ont fait expirer même l'hérésie, toujours l'apanage des esprits les plus sublimes. E proprio in questo mio libro intitolato La setta neocatecumenale. Hérésie est devenu Kiko et a habité parmi nous, Je recommence à utiliser ce célèbre théologien comme paradigme […]»

          E più avanti scrivo:

          avec le passage du temps, il arriva que le premier devint un hérétique dangereux et le second Souverain Pontife [extrait de l'ouvrage cité, une fois. 43-44, J'ai éd. Roma 2019, Editions L'île de Patmos].

          Cosa vuol dire questo, con tanto di citazione all’opera e richiamo alle pagine riportate? Vuol dire che sto citando il passo di un libro all’interno del quale sono contenute le mie dettagliate analisi, documentazioni e prove. donc, se lei non legge questo testo dettagliato che si articola in 290 pages, potrà fare solo la parte della povera sprovveduta che convinta di essere furba e di cogliere tutti quanti in castagnaavendo come neokatekika perlomeno cinque o sei marce in più come dono del tutto speciale dello Spirito Santoesordisce affermando

          «mi sfugge il nesso, le sarei grata se lo chiarisse»

          Ma io ho chiarito tutto, bene e a fondo in un libro, è lì che sono raccolte documenti e prove, se lo legga e la smetta di fare domande capziose che possono indurre a dubitare della sua stessa umana intelligenza.

          Per quanto riguarda l’invito a rendere il mio libro pubblico e gratis, come lei esorta, Je demande, con un velo di misericordiosa pena: a voi Neocatecumenali, le decime, ve le fanno pagare gratis? Le opere faraoniche che avete costruito in giro per il mondo, inclusi un centinaio di seminari, avec une telle opere a gratis li avete realizzati? Pourquoi voir, un neocatecumenale che parla di mettere a disposizione gratis qualche cosa o di dare gratis il frutto di un duro lavoro, è davvero equiparabile a Ilona Staller che tiene lectiones maître sulla castità. Cosa quest’ultima che, senza pena di umano ridicolo, possono fare solo i seguaci di Kiko e Carmen.

        2. Carissima Sara. Leggo sempre con interesse tutto quello che qui viene scritto. Ho capito bene lei che cosa dice e sono sicuro che padre Ariel prima o poi le risponderà ancora. Io per la verità, e lo voglio dire a tutti a partire da padre Ariel, essendo io il Re degli scettici, negli anni passati e fino ad ora ho provato a capire leggendo di qua e leggendo di là, e in passato ho frequentato alcuni amici delRinnovamento nello Spiritoa parte i Cristiani Cattolici, e ho frequentato anche gli Evangelisti e anche i Testimoni di Geova. Ho alcuni miei parenti che da due tre decenni fanno parte del Movimento Neocatecumenale. Ora sono quasi vecchio, e posso dire che se Dio esiste, e spero che sia così, resta il fatto che la Fede è la cosa più importante e che nessuno ha la verità in tasca, ognuno la racconta a modo suoMa credo io, che i testimoni di Geova sono quelli che più si sono documentati e poi sono sorridenti, e si farebbero uccidere ma non sconfessare, credo siano documentati anche per quanto riguarda lo studio della Bibbia. Insomma tra tutte le campane che ho sentito, le loro mi sembrano suonare meglio. Io non ricordo padre Ariel che cosa pensa di loro, so che dice che i Neocatecumeni sono un Cancro nella Chiesa, questo me lo ricordo bene, ma che cosa pensa dei Testimoni di Geova non ricordo .. Sono molto curioso nonostante la mia età, ho visto tantissime conferenze di Mauro Biglino, ed anche se mi è simpatico non è che Mauro mi abbia convinto di qualcosa. Mi è chiaro che chi crede ci crede e basta, indipendentemente da tutto ció che vorrebbero insegnarci tutti.

  8. Alla Redazione dei Padri dell’Isola di Patmos

    Diversi giorni fa, a proposito del discusso teologo, di cui conosco qualcosa a livello di parole crociate, osai domandare cosa ci fosse di eretico nel rigettaredecisamente l’idea (stabilita dal Concilio di Trento e ribadita da Paolo VI), che Adamo ed Eva siano esseri umani realmente esistiti, e che tutto il genere umano abbia avuto inizio da Adamo

    Con i modesti mezzi, offerti della mia cultura-passione sul tema, in poche rigje ho voluto sottolineare come la mente degli uomini che ci hanno preceduto nell’alta prestoria, oltre a essere una mente raffinatamente simbolica, oltre a esprimere delle fondamentali intuizioni religiose (Julien Riers), era anche una mente straordinariamente tecnica (con i mezzi di allora naturalmente) come ci mostrano le pitture rupestri orodotte e l’eccezionale numero di strumenti musicali di queste epoche lontanissime (fluati a scala pentatonica) che sono ben anteriori alla indifendibile cronologia biblica. Tali straordinarie capacità si rivelano anche nel nostro cugino sapens, ossia il neandertal (ma ci si potrebbe spingere all’H. erectus) che a buon diritto dovrebbe occupare il posto dell’Adamo michelangiolesco nella cappella Sistina
    Ora non contesto al moderatore di cassare gli interventi non graditi e quindi accetto la decisione di silenziarmi, tuttavia il tema posto incidentalmente dal teologo mi sembra tutt’altro che secondario per la comprensione del nostro tempo e, peut-être, la posizione di Hans Kung sul monogenismo, perscomoda che sia, andrebbe seriamente discussa al di là

    1. Antonio Caro,

      lei ha postato un commento diviso in tre pezzi inviati separati che la redazione non è in grado di attaccare assieme, anche perché alla fine di ogni commento mancano alcune parole.
      Dovrebbe inviarceli attaccati.

    2. Revendo Don Ariel, noto che non mi pubblica e mi ha dato una risposta particolarmente piccata e nervosa e non capisco perchè.Credo di essermi espressa in modo rispettoso ed educato, quindi non capisco il suo atteggiamento.Mi sembra di aver posto delle domande semplici, se non vuole rispondere è libero di farlo, però mi sembra un comportamento poco trasparente, che non giova certo alla sua credibilità.Ha diritto a pubblicare i suoi libri e di criticare il Cammino, spero però voglia riconoscerci lo stesso diritto a criticare e a manifestare il nostro dissenso rispetto quanto esprime.Converrà che i suoi libri, non sono certo il “gospel”, ils sont, con tutta probabilià, l’espressione della sua opinione personale, rispettabile quanto si voglia, ma pur sempre una opinione su tante, non è certo l’assoluto, nè lei è detentore della “vérité”. Accusa il Cammino di eresia, ha diritto di farlo, però dovrebbe provare quanto dice, con documenti inoppugnabili, altrimenti quanto afferma non è credibile. Se ha documenti li mostri altrimenti è inutile parlarne, se come dice dimostrano qualcosa, le invii alla Cong.per la Dottrina della Fede, la Chiesa le sarà grata. Diversamente non posso che pensare che siamo di fronte alle solite bufale o illazioni, menzogne o addirittura calunnie , o un artificio di bassa lega,per dare visibilità ai propri libri. Con il suo atteggiamento crea tutte le condizioni e premesse, per non comprare il suo libro e relegarlo tra quelli da non leggere.Buona domenica.

      1. La smetta di ribadire senza rispondere, secondo lo stile classico e consolidato dei Neocatecumenali, conosco benissimo questo stile.
        Se uno vi risponde nel merito e vi inchioda con affermazioni e domande precise, voi cambiate discorso e attaccate la persona per cercare di metterla nella condizione di doversi difendere dalle vostre accuse menzognere, quindi sviate il discorso.
        avec moi, questo gioco non attacca.
        Inoltre lei è pure bugiarda quando afferma:

        «noto che non mi pubblica»

        Tutto ciò che ha mandato è stato pubblicato, quindi lei mente.

        Inoltre lei afferma:

        «i suoi libri, non sono certo il “Vangelo”».

        très vrai! Adesso però risponda: e le catechesi di Kiko e di Carmen che cosa sono? Non sono forse, pour vous, il soffio dello Spirito Santo che parla attraverso le loro bocche? dites-moi … mon dica … chiunque parlae possiamo essere d’accordoè opinabile e contestabile, bien. E quando Kiko e Carmen, depuis des années, nelle loro catechesi, hanno affermato, scritto e diffuso tra i mega-catechisti affermazioni gravemente eterodosse, possiamo dire che le loro catechesi «non sono certo il “gospel”».

        Répondez à cette question: réponse, réponse, réponse! Non cambi discorso lanciando altre accuse: réponse! Le catechesi di Kiko e Carmen, sono la voce più pura e cristallina dello Spirito Santo, Oui ou non?
        réponse!

        1. Una strategia intelligente per rispondere ai neocatecumenali potrebbe essere far notare come idiozia ed ignoranza non siano vietate dallo Statutoapprovato dalla Chiesa! – e dunque chiunque neghi che il Cammino sia idiota e fondato su falsi presupposti teologici, liturgici e storici, è eretico e contesta l’autorità ecclesiastica.
          Ciò che non è espressamente proibito è approvato. Così ripetono come un mantra.
          E siccome l’idiozia non è proibita, è da considerare approvata dalla Chiesa.

  9. Beh li devo spezzare in tre parti perchè non mi bastano 1600 caractères, stavolta pensavo d’aver fatto bene rispetto alla volta precedente, Forse mi manca un’istruzione per capire il da farsi
    In ogni caso la sintesi pubblicata è sufficiente a far comprendere il senso del mio dire.
    Approfitto per correggere alcuni refusi (vedo poco e mi ostino a non operarmi)

    Con i modesti mezzi, offerti della mia cultura-passione sul tema, in poche rigje ho voluto sottolineare come la mente degli uomini che ci hanno preceduto nell’alta prestoria, oltre a essere una mente raffinatamente simbolica, oltre a esprimere delle fondamentali intuizioni religiose (Julien Ries), era anche una mente straordinariamente tecnica (con i mezzi di allora naturalmente), come ci mostrano le pitture rupestri da loro prodotte e l’eccezionale numero di strumenti musicali provenienti da queste epoche lontanissime (flauti a scala pentatonica) che sono ben anteriori alla indifendibile cronologia biblica. Tali straordinarie capacità si rivelano anche nel nostro cugino sapens, ossia il neandertal (ma ci si potrebbe spingere all’H. erectus) che a buon diritto dovrebbe occupare il posto dell’Adamo michelangiolesco nella cappella Sistina
    Il tema è quindi questo: perchè l’ufficiale monogenismo non può essere contestato da Kung o chicchessia?
    NB L’evoluzionismo non è da me chiamato in causa, visto che Neandertal, Denisova e Sapiens sapiens si sono incrociati tra loro e quindi hanno convissuto

  10. Caro Don Ariel non sono io a dover rispondere, il libro lo ha scritto lei.Mi ha inchiodato?Veramente non me ne sono accorta, quando lo avrebbe fatto?Se per cortesia vuole spiegarmi quali accuse menzognere le avrei fatto, le sarei grata?Ho detto che non mi pubblica ed è vero, non ha pubblicato tutto quello che ho scritto, ha censurato un mio intervento. Lei mi attribuisce affermazioni che non mi appartengono e ripete grossolanamente ,i soliti clichè, triti e ritriti e consunti, dimostrando una grande approsimazione e rozzezza di metodo.Ripete i soliti luoghi comuni, ormai smentiti migliaia di volte e lo fa perchè non sa rispondere.Quello che io penso delle catehesi di Kiko e Carmen è secondario, ma non penso certamente quello che lei riporta, a dire il vero non ho mai conosciuto nessuno del Cammino che lo pensasse nè dire le sciocchezze che ha riportato Non cerchi di alzare cortine fumogene, spostando il discorso stiamo parlando di lei, non degli iniziatori del Cammino Neocatecumenale. Quali sarebbero poi queste catechesi eterodosse che sarebbero state diffuse ai catechisti?Ha per caso notizia di qualche censura o intervento da parte della Cong.per la Dottrina della Fede o qualche condanna delle catehesi di Kiko e gli iniziatori del Cammino?A me non risulta, ma se lei ha documenti in questo senso li pubblichi o altrimenti sono calunnie.Oppure ,comme je pense, sono sue speculazioni, suoi punti di vista personali che rispetto ma non condivido.Spero che non abbia la presunzione e la sfrontatezza di sostituirsi alla Congregazione per la Dottrina della Fede.Pubblichi se può.

    1. Si rende conto che lei sfugge a ogni risposta nel merito, cambia discorso e solleva altre questioni?
      Et, ce faisant, si sente pure furba e dotata di particolari ispirazioni pneumatologiche, questo è l’elemento tragico che caratterizza lei e quelli come lei.

      Domandi a un qualsiasi psichiatra come si chiama questo suo modo di agire che denota anzitutto una predisposizione ad alterare anche gli elementi più evidenti e palesi della realtà, mediante incessanti tentativi di manipolazione dei dati reali e di sviamento da precise domande che le sono state poste con ineccepibile chiarezza.

      E’ tutto contenuto qui, par ordre chronologique, basta che legga quello che ha scritto, ciò che le ho risposto e chiesto, quindi come ha sempre e di prassi replicato negando risposta, cambiando discorso e sollevando tutt’altre questioni.

      Lei polemizza per il gusto cieco di polemizzare, puis, quando le viene risposto smontando ciò che di falso sostiene, a quel punto ribatte non rispondendo alle domande precise che le sono state rivolte, cambiando discorso e sollevando altre questioni. E se qualcuno le fa notare che non ha risposto e che ha cambiato discorso, lei torna all’attacco non rispondendo e cambiando discorso per l’ennesima volta.

      Madame, glielo dico con il cuore affranto del pastore il cura d’anime: lei è veramente una persona profondamente e seriamente disturbata a livello psicologico che come tale necessità di un bravo direttore spirituale per quanto riguarda la sfera spirituale e di un bravo psicologo per quanto riguarda invece il suo aspetto psico-comportamentale bisognevole di cure e supporti.

  11. Il Padre Ariel non ha certo bisogno di appoggi da parte di nessuno, tantomeno da parte di un tepido cattolico come me. Tuttavia leggendo i continui attacchi che gli vengono rivolti, in specie dai neocatecumenali, mi permetto anch’io di testimoniare.

    Frequentando, pour diverses raisons, sempre in punta di piedi ma con attenzione, les églises, ho incontrato sacerdoti veramente Santi, tanta gente qualsiasi con storie di vita incredibili che potrebbe scrivere libri. Ma anche un numero preoccupante di pazzi da manicomio iper-attivi in sette, congreghe, tribù e fazioni, tutti accumunati da una irrefrenabile competitività divisiva. Questi ultimi sembrano poi i veri padroni della scena: nei c.d. consigli, nel volontariato, negli affari economici, nei giornali, nella Caritas ecc.. Forse è un male antico dal quale non ci si riesce a liberare, ma ne esce una chiesa frammentata piena di confusione e conflitti. Sembra quasi che ci siano varie specie e sottospecie di cattolico. Non mi pare che l’insegnamento di Cristo andasse in quella direzione.

  12. Scusi Don Ariel, ma lei scherza o parla seriamente?Scrive un libro nel quale accusa gli iniziatori del Cammino , di essere eretici, ha affermato che il Cammino è una setta protestante ebraica, sostiene inoltre di avere prove del fatto che Kiko e Carmen sarebbero pelagiani e ariani, le ho chiesto le prove di quanto afferma , non solo non ha risposto ,ma sta anche aggredendo e offendendo, poi sarei io ad avere bisogno di uno psichiatra?Ma lei come ragiona?Il libro non l’ho mica scritto io, lo ha scritto lei, Je répète, è lei che ha il dovere di dimostrare le sue affermazioni, non io.Non debbo rispondere proprio a nulla , a parte che le ho anche risposto, mentre lei non ha risposto a nulla e tenta di divagare. Non ha argomenti e quindi offende, aggredisce, dimostrando veramente uno scarso livello intellettuale. Ripeto la domanda spero mi risponderà: Lei sostiene che il Cammino sia una setta protestante ebraica, questa è una sua opinione personale o è una affermazione basata su criteri oggettivi o su qualche documento magisteriale ?Può mostrarci qualche condanna della CDF o di altra Congregazione Romana, che confermi le sue accuse?Per parte mia faccio riferimento a S.G.P.II il quale defini il Cammino:Itinerario di formazione cattolicaAltri due Papi hanno incoraggiato il Cammino e lo hanno considerato positivamente, gli Statuti sono approvati dalla S.Sede e il direttorio catechistico anche.Ognuno è libero di dire e pensare ciò che vuole, ma per me conta ciò che la Chiesa e il Papa stabiliscono, il resto sono chiacchiere al vento che non hanno alcun senso.

    1. «le ho chiesto le prove di quanto afferma, non solo non ha risposto, ma sta anche aggredendo e offendendo»

      Madame,

      lei è veramente molesta oltre i limiti dell’umana decenza. O come suo dirsi: Je lei “ci è” ou “ci fa”?
      Io ho scritto un libro dettagliato e leicon spirito da stalker professionistaseguita a scrivere che vuole le prove?
      Lei reclama le prove?
      E dove dovrei dargliele, qui in un forum di discussione con quattro parole?
      dites-moi: per quale motivo secondo lei avrei scritto un libro? Non pensa che lo abbia scritto proprio per raccogliere e fornire le prove articolate in 290 pages?

      Sia gentile, la smetta con questa pantomima, non sia ridicola e soprattutto non sia molesta sino a questi livelli. Lei sta infatti ridicolizzando se stessa e dimostrato all’atto pratico in che modo certi settaristi attaccano briga, non rispondono e cambiano discorso a ogni domanda ragionevole che gli viene rivolta.

      1. Don Ariel, scusi se mi permetto, ma forse l’unica soluzione per uscire da questo impasse e mettere il suo libro in vendita con lo sconto del 50% 😂😂😂 Mi scusi
        🙏🙏🙏

        1. Vous ne pouvez pas.
          E poi chi le paga, le spese di stampa e di distribuzione?
          la 60% del prezzo di copertina è assorbito dalla spese.

          1. Padre la mia voleva soltanto essere una battuta, forse infelice, ma intanto con la signora Sara non vedo altra via d’uscita😁🙏🙏🙏

  13. Caro Roberto ma quali attacchi?Sto ponendo solo delle domande sul suo libro.Ma Don Ariel non risponde purtroppo.Secondo me sul Cammino Neocatecumenale si sbaglia ed ha preso una cantonata, se questo significa attaccarlo mi sembra veramente ridicolo.Non si possono esprimere dubbi sulle sue affermazioni perchè si senta attaccato?Mi creda nessuno vuole attaccarlo, vogliamo solo capire dove vuole arrivare e cosa dice.Voglio sperare che le sue critiche siano mosse da buona fede e non da altri interessi.

  14. Gentile signora Sara, cerca prove di eresie e abusi? Ici, ils sont.
    Vuole illustrarci come mai ad uno degli ultimi passaggi del cosiddetto Cammino ci si debba proclamare figli del demonio?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato millantare che lo Spirito Santo gli si è manifestato in forma di colomba?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato autonominarsi esorcista?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato affermare di parlare sempre per ispirazione divina?
    Ascolti lui stesso ai minuti 7,52 e 15,40 qui: http://www.youtube.com/watch?v=Xl1vv1dEiiU
    Non le basta?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato auto proclamarsiangelo, inviato”?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato stravolgere il testo di Eb 2,14 per dire che l’uomo è schiavo del demonio?
    Ascolti lui stesso ai minuti 24,48 e 27,16 qui: http://www.youtube.com/watch?v=Yz_6XYDI0AI

    Perché i sacerdoti che non vi vogliono li chiamate faraoni? Loro sono consacrati, hanno studiato e li disprezzate.
    Ai vostri ignorantissimi catechisti invece date obbedienza assoluta attribuendogli “perspicacité” e ispirazione permanente.
    Pourquoi?

    E lasci perdere la solfa del “nous avons approuvé”, i primi a disobbedire al vostro statuto siete voi.
    Se la Chiesa ha pazienza e non interviene duramente è per i piccoli, per recuperarli evitando scismi, come minacciò il signor Arguello.
    Siete tutti uguali, dischi rotti che suonano la stessa musica, incapaci di argomentare e aggressivi verso chi vi contesta. Tipici adepti di una setta. Patetici.

    1. Eccezionale signor *Apostataanche se non credo lei siaApostata😁 Grazie per i link, me li salvo, non si sa mai🙏🙏🙏

  15. Reverendo Don Ariel, mi rendo conto di essere molesta, ma lo capisco, fare domande dirette e chiare è antipatico, però è lei la causa di questo mio atteggiamento perchè continua a non rispondere.Lei ha scritto un libro di 290 pages, non sono stupida da pensare che lo riporti interamente sul blog, ma poichè io sono convinta che sia una bufala, la prego di convincermi del contrario.Vorrei che citasse le prov , prima di comprarlo. Se le prove sono evidenti , non dovrebbe essere così difficile accennarle brevemente, in modo che le si possa verificare.Si metta nei miei panni, lei comprerebbe un libro a scatola chiusa, senza verificarne la veridicità?Farebbe un incauto acquisto?Le chiedo la cortesia di citare queste “prouver” che dice di possedere che dimostrerebbero che Kiko e Carmen sono ariani e pelagiani di ritorno.A mio modestissimo parere il suo libro contiene solo sue elucubrazioni, senza alcun fondamento. Nello stesso tempo dovrebbe anche dire, con chiarezza, che il libro rappresenta solo il suo pensiero, non quello della Chiesa, che lei non condivide che la Chiesa Cattolica appoggi il Cammino, come non condivide l’atteggiamento degli ultimi tre Papi che lo hanno approvato, encouragé, sostenuto .Con questo non voglio dire che il Cammino Neocatcumenale le debba piacere per forza, nè che è un dogma della fede, nè le voglio negare il diritto di criticarlo, ma dovrebbe dire chiaramente e per onestà intelletuale, che esprime solo una valutazione personale.Lei ha il diritto di criticare ma anche gli altri hanno il medesimo diritto.Non comprerò e inviterò a non


    1. «Lei ha scritto un libro di 290 pages, non sono stupida da pensare che lo riporti interamente sul blog, ma poichè io sono convinta che sia una bufala, la prego di convincermi del contrario»

      Lei si rifiuta di leggere un libro, che pur malgrado attacca senza conoscere, chiedendomi in pratica di scriverne un altro per convincerla che il libro che lei non ha letto non sia una bufala?
      Sara, lei è fantastica!

      «Si metta nei miei panni, lei comprerebbe un libro a scatola chiusa, senza verificarne la veridicità

      Si metta nei panni di un malato di tumore: lei farebbe la chemioterapia a scatola chiusa senza poter prima verificare che saranno distrutte tutte le cellule tumorali? E dopo essere stata colpita da un infarto, andrebbe in sala operatoria a farsi operare al cuore, si, a scatola chiusa, senza avere garanzia che tutto andrà bene e che tornerà in salute come prima e più di prima?

      maintenant, mia dolce Sara, io capisco che lei, peut-être, a malapena ha sentito nominare Aristotele, ma pensa davvero di proseguire con questi esilaranti giochini al gira che ti giro e ti rigiro la frittata con uno che si è formato sui principi della logica aristotelica?

      Le ripeto, non sia ridicola. E semmai risponda a tutti i quesiti che le ha sollevato il lettore che si firma L’Apostata.

      «Con questo non voglio dire che il Cammino Neocatcumenale le debba piacere per forza, nè che è un dogma della fede, nè le voglio negare il diritto di criticarlo, ma dovrebbe dire chiaramente e per onestà intelletuale, che esprime solo una valutazione personale»

      Ci sono state famiglie che per avere osato emettere un timido sospiro sui mega-catechisti e, jamais, su Kiko e Carmen, sono state letteralmente distrutte a livello umano e psicologico.

      Bugiarda ipocrita!

      Ci sono stati nonni che non sono andati al battesimo dei nipoti perchè i figli li hanno battezzati in parrocchia, rifiutandosi di battezzarli la notte di Pasqua secondo il “Rito kikiano”.

      Bugiarda ipocrita!

      Ci sono stati vescovivivi, sani, vegeti e in grado di confermare il tuttoche hanno dovuto proteggere dalle peggiori calunnie ex seminaristi dei seminari kikiani mère, usciti dagli stessi e ammessi nei seminari diocesani, sui quali sono state sparse menzogne e infamie invereconde.

      Bugiarda ipocrita!

      E tu, osi scrivere che quello alla critica è un diritto? et depuis, dans le Chemin néocatéchuménal, si può criticare la direttiva data anche dall’ultimo dei mega-catechisti?

      Bugiarda ipocrita!

  16. Don Ariel Caro, mi rifiuto di leggere il suo libro, perchè non mi da garanzie di autenticità, perchè rappresenta solo la sua opinione personale e soggettiva, che non mi interessa, perchè manca di oggettività, fondamento ed è faziosa.E con il suo atteggiamento alimenta i miei dubbi e sospetti.Epoco chiaro e questo rafforza i miei dubbi.Cosa ne sa lei se io conosco Aristotele o meno e comunque, cosa significa?Se conosce Aristoltele può ripondere alle mie domande, invece continua a non farlo ed io credo di aver capito il perchè, probabilmente l’ho presa in castagna e non sa che pesci pigliare.Lei riferisce dei fatti che sarebbero avvenuti nelle comunità neocatecumenali, uso il condizionale perchè si dovrebbe verificarli , ed io non credo ciecamente a nessuno.Ma anche se fossero fatti reali , non vedo cosa dimostrerebbero? Semmai i limiti umani, mais je demande: Lei conosce qualcuno perfetto nella Chiesa?Lei è perfetto, non sbaglia mai?Questi supposti errori la autorizzano a condannare il Cammino come eretico ariano o pelagiano?Se la mettessimo su questo piano allora dovremmo condannare la Chiesa, senza appello, decapitare il clero, come nella rivoluzione francese e nella rivoluzione dei Soviet, per tutti gli scandali che ha dato, per i tanti casi di pedofilia, abusi e altro genere .Non so lei ma io non ragiono così e non mi sembra un modo serio di ragionare. Se questo è il suo metodo, secondo me si sbaglia di grosso, perchè significa sparare nel mucchio.Di eccessi ed errori umani è piena la storia della Chiesa, ma non per questo possiamo condannarla. Ma siamo seri !

    1. «mi rifiuto di leggere il suo libro, perchè non mi da garanzie di autenticità, perchè rappresenta solo la sua opinione personale e soggettiva, che non mi interessa, perchè manca di oggettività, fondamento ed è faziosa»

      Il suo è un giudizio lapidario senza appello dato a qualche cosa che non conosce e che lei stessa dichiara di non conoscere, di non voler esaminare e di non voler assolutamente leggere, ma che pur malgrado giudica in modo impietoso.

      Meno male che un soggetto come lei non ha possibilità alcuna di vincere un concorso in magistratura. Lei sarebbe infatti capace a comminare la pena dell’ergastolo a una persona basandosi sui suoi puri umori, senza leggere neppure le carte processuali, dichiarando a tutti quanti gli altri membri della corte d’assise di non avere bisogno di leggere le carte, di esaminare le prove e tutti gli atti processuali per dare una severa sentenza di condanna.

      Sappia inoltre che esiste qualche cosa di molto peggiore dello sparare concetti aberranti, quello di non rendersi neppure conto che sono decisamente e totalmente aberranti. Questi sono «gli indubitabili buoni frutti del Cammino Neocatecumenale», lei ne è la prova.

  17. Consiglio spassionato per padre Ariel: Scriva un libro di tre pagine (interlinea 2,5) che raccolga tutte le affermazioni ortodosse di Kiko e Carmen dal 1968 ad oggi e lo venda al modico prezzo di € 0,50 così da ovviare al problema. In tal modo i neocatecumenali avrebbero la soddisfazione di comprendere le sue accuse ed eviteranno il volgare inconveniente di sottrarre denaro alla sacra decima. Per la copertina consiglio un’opera qualsiasi di Lucio Fontana: risparmierebbe in toner ed avrebbe un’immagine che rappresenta in modo puntuale, preciso ed emblematico lo spessore teologico del Neocatecumenato. Due piccioni con una fava! je sais, sono un genio.

  18. Se le premesse sono quelle che leggo su questo blog, figuriamoci il libro, a naso direi proprio di avere indovinato, no grazie preferisco vivere, come diceva uno spot del passato. Non comprerò il libro e inviterò a non comprarlo, preferisco assai più la Sacra Scrittura, il catechismo della Chiesa Cattolica, i documenti magisteriali, o qualche buon libro di spiritualità.Questo genere di libri li lascio agli amanti del genere.Non c’è bisogno di scomodare la magistratura, certe cose le capirebbe anche un bambino.Non parli di concetti aberranti, evidentemente lei non si rende conto di quello che scrive, mi creda non se lo può permettere, bene per lei che non legga il suo libro, mi verrebbe la tentazione di rispondere e mi creda, ne sarei in grado, non sono una stupida, come invece lei sembra credere.Crede veramente che non si sarebbe capaci di confutare le sciocchezze che ha scritto?Si sbaglia di grosso!Si crede un sapientone, mais croyez-moi, non lo è affatto e mantengo un linguaggio educato e rispettoso rispettando l’abito che porta, ma povera Chiesa.Vuole giudicare i frutti del Cammino?E’ sicuro che i frutti del suo ministero siano migliori?Lo spero per lei, ma da come scrive mi vengono seri dubbi. Je répète, povera Chiesa siamo messi proprio male!

    1. «preferisco assai più la Sacra Scrittura, il catechismo della Chiesa Cattolica, i documenti magisteriali, o qualche buon libro di spiritualità»

      Bravissima!
      Allora incominci a leggere questo documento, Il est appelé Le mystère de la Rédemption, in esso è categoricamente proibito tutto ciò che i neocatecumenali fanno nelle loro liturgie, ed il tutto è fotografato, filmato e quindi documentato senza pena di smentita.
      Qualora lei si azzardasse a dire che non è vero che da decenni i kiki fanno esattamente tutto quello che questo documento proibisce, io comincerò a pubblicare i filmati dellemesse kike”. E fatto questo lei dirà che sono documenti falsi, che si tratta solo di fotomontaggi. Perché il settarista fanatico non ragiona, spara a raffica, série … ‘ndo coijo cojio!

  19. Gentile signora Sara, elle a déclaré: “… io non credo ciecamente a nessuno.
    bien.
    Lo ha detto al signor Arguello tutte le volte che ha sbandierato di aver visto la Madonna, cambiando più volte versione?
    Lo ha detto al signor Arguello tutte le volte che ha sentenziato che ogni cosa che lui e i suoi catechisti dicono, anche se sbagliata, magicamente viene intesa correttamente da chi ascolta per l’intervento dello Spirito Santo?
    Lo ha detto al signor Arguello tutte le volte che si è vantato che lui e i suoi catechisti sono permanentemente ispirati?
    Lo ha detto al signor Arguello che ha negato per anni l’esistenza dei testi delle catechesi millantando l’ispirazione dello Spirito Santo, poi obbligato a presentarle ha rifiutato le correzioni.?
    Lo ha detto al signor Arguello che dopo l’approvazione ha prima detto che era volontà del Papa che fossero pubblicate, poi che la pubblicazione era una catastrofe, e poi ha segretato tutto.?
    Lo ha detto al signor Arguello che il direttorio è l’unico testo non consultabile di tutta la Chiesa? Se è conforme al Catechismo perché nasconderlo? Se è una tale meraviglia perché non diffonderlo?
    Lo ha detto alla Cara Estinta S. Carmen (leggasi Sora Carmen) quando ha avuto il coraggio di scrivere che la Madonna l’aveva appellatabenedetta tu fra le donneincaricandola di riformare la Chiesa?
    Lo ha detto ai suoi catechisti che in tutte le vostre celebrazioni violate Messale e statuto? Ha chiesto loro perché la Liturkikia è intoccabile e il Messale può essere stravolto a piacimento?
    réponse, merci.

    1. Caro Apostata cosa dovrei dire a Kiko?Non è importante se abbia visto la Madonna o meno, la foi catholique, nè la mia, si basano su questo.Quello conta è che la Chiesa abbia approvato il carisma, il resto è secondario e conta solo per chi , comme elle,vuole polemizzare in modo meschino. Sono sciocchezze alle quali non vale la pena di rispondere e che lasciano il tempo che trovano.Le dico solo questo: Si sbaglia a dire che nelle nostre celebrazioni violiamo il Messale e lo Statuto perchè è una falsità. Anticipando già le sue risposte, ormai noiosamente note, la invito a dimenticarsi della lettera di Arinze perchè è superata dalla successiva approvazione dello Statuto.Che sia superata è un dato di fatto, provato mille volte e mai accettato, con grande perviciacia e ottusità.Lo Statuto infatti ha più valore, dal punto di vista canonico, e non vale dire che la lettera di Arinze è ricordata in calce come nota, quindi dovremmo applicarla.L e note in calce dello Statuto, non ricordano solo la lettera di Arinze, ma ricordano anche l’Epistola Ogniqualvolta a(une fois 36) e c’è un accenno anche alla nota laudatoria di Mons. Bugnini del 1974 e anche della notificazione della Cong.per il Culto Divino del 1988 che approvava le celebrazioni del Cammino, nè vale dire che la lettera di Arinze annulla il preesistente perchè allora ciò vale anche per lo Statuto.Eevidente che lo Statuto superi tutti questi interventi, quindi è puerile insistere sulla lettera di Arinze, ormai un ectoplasma.Per il l resto sono stupidaggini, puerili e cretine da rispedire al mittente.

      1. Le presento Benedetto XVI, che proprio in occasione del riconoscimento amministrativo da parte del Pontificio Consiglio per il Laici, non manca di dare ai Noecatecumenali una spazzolata memorabile:

        «La celebrazione nelle piccole comunità, régie par les livres liturgiques, qui doit être fidèlement suivi, et avec la particularité a approuvé les statuts de la voie, Il a pour mission d'aider ceux qui sont en cours de l'itinéraire néocatéchuménal à percevoir la grâce d'être inséré dans le mystère salvifique du Christ, qui rend possible un témoignage chrétien également en mesure de prendre les traits du radicalisme. À la fois, la progressiva maturazione nella fede del singolo e della piccola comunità deve favorire il loro inserimento nella
        vita della grande comunità ecclesiale, qui est dans la célébration liturgique de la paroisse, dans lequel et pour lequel elle met en œuvre le Néocatéchuménat (cfr Statuti, art. 6),
        sa forme ordinaire. Mais même si le chemin est important de ne pas se séparer de la communauté paroissiale, précisément dans la célébration de l'Eucharistie qui est le véritable lieu de l'unité de tous, dove il Signore ci abbraccia nei diversi stati della nostra maturità spirituale e ci unisce nell’unico pane che ci rende un unico corpo»
        (voir QUI)

        Benoît XVI, proprio nel suo discorso fatto in occasione del vostro riconoscimento amministrativo, vi ricorda:

        1. dovete sottostare all’autorità del Vescovo;
        2. dovete essere docili nei riguardi dei parroci;
        3. dovete fare vita parrocchiale;
        4. non dovete fare celebrazioni eucaristiche separati dalla comunità parrocchiale;
        5. le vostre celebrazioni devono essere aperte a tutti;
        6. dovete seguire con scrupolo i libri liturgici senza nulla aggiungere e senza nulla togliere al Messale Romano;
        7. etc. … etc. …

        bien: danze propiziatorie al suono di bonghi, balletti e trenini, rientrano anch’essi in quanto dispone l’Ordinamento Generale del Messale Romano?
        Voi rispettate il tutto?
        Anche il Benedetto XVI del 20 janvier 2012 è da considerare superato?

        I video che a suo parere avrebbero violato la privacy delle persone, in verità mostravano come i Neocatecumenali e i preti presi a noleggio e gestiti dagli onnipotenti mega-catechisti come meri consacratori di ostie, dessero la comunione alle persone sedute che si passavano di mano in mano i copponi di vino, fregandosene di tutte le disposizioni data dalla Chiesa.
        cette, vi fece inferocire, i vostri abusi liturgici documentati assieme alla disubbidienza che è insita in voi, che pubblicamente negate e mentitecome fa lei spudoratamente – puis, chiuse le porte delle vostre salette private, nelle celebrazioni a porte chiuse fate quel che vi pare.

        https://www.youtube.com/watch?v=yyWiBBlMJ_I&t=6s

        https://www.youtube.com/watch?v=rseOn_Ehm9U

        https://www.youtube.com/watch?v=sSXSqgoSk80

        etc. … etc. …

  20. Caro Don Ariel accetto l’invito a leggere la Redemptionis Sacramentum, anzi direi di leggerla insieme, badando però di non la strumentalizzarla.Legga però anche lepistola Ogniqualvolta , di G.P.II, stesso Papa, sotto il cui fu pubblicata la RS.Accenna alle celebrazioni delle comunita:”Sono l’annuncio del Vangelo, la testimonianza in piccole comunità e LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA IN GRUPPI (cf. Notificazione sulle celebrazioni nei gruppi del « Cammino Neocatecumenale » in L’Osservatore Romano, 24 décembre 1988)….”.Crede che S.G.P.II potesse scrivere queste parole a cuor leggero?La verità è che le celebrazioni del Cammino sono secondo il Rito Romano, approvato da S.Paolo VI, con ridottissimi adattamenti ciò è ampiamente provato, potrei dimostrarlo anche se temo che sarebbe inutile.Non faccio tutto l’elenco ma quello che si fa nelle celebrazioni del cammino è contemplato dal Messale Romano e da altre norme liturgiche, oltre le concessioni contenute nell’art.13 dello Statuto.Pubblichi pure questi video, cosa aspetta?Se posso darle un consiglio da amica però eviti di violare la privacy, pubblicando video che coinvolgono persone, senza la loro autorizzazione, incorrerebbe in un reato, come fece, qualche suo sodale qualche anno fa. Per fare guerra al Cammino, pensò bene di pubblicare un video di una celebrazione, senza autorizzazione, nel quale si violava la privacy e si vedevano anche i visi e anche di minori, disabili. Si affrettarono a toglierlo dopo che li informammo che li avremmo denunciati, la prego non scenda a tali livelli di bassezza e viltà, mi stia

  21. Scusate se mi intrometto ma evidentemente io ero stato troppo ottimista a pensare che mettendo lo sconto del 50% sul libro di padre Ariel La secte Néocatéchuménal il problema si sarebbe risolto😁
    Je, i neocatecumenali che conosco, io li vedo, et je le répète, io li vedo così
    poi magari sbaglio, li vedo degli esaltati e presuntuosi e per nulla dotati di spirito umano, non dotati di vera umanità. In generale sono in molti in questo mondo che hanno dimenticato dove abita la vera umanità, tutti trovano sempre il modo di giustificarsi, Je parle en général… ed i religiosi forse sono i peggiori, perché con la scusa dime l’ha detto Dio, è Lui che ha scritto le regole, è lui che ha fatto le leggi” , fanno quello che vogliono, interpretando di comodo quello che è scritto nelle Sacre scritture che purtroppo si prestano a diverse e molteplici interpretazioni, e allora ognuno interpreta come vuole 😁 Ovviamente non tutti trovano questo capro espiatorio. Ma è una buona scusante per chiunque professi una qualunque religione, è un modo di giustificarsi.
    Questa è la mia opinione.
    La maggior parte dei neocatecumenali che conosco però sono così, tutto fumo e niente arrosto, a livello umano, empatico. Anche dei cattolici tradizionaliclassici” pour ainsi dire, caro padre Ariel mi dispiace, ma non è che poi io sia tanto soddisfatto anche di loro e per i motivi già detti. I neocatecumenali poi, loro passano il segno.

  22. A Sara, o chi per lei.

    Le sue patetiche contorsioni verbali per non rispondere a nulla, come tutti gli altri Neocat sempre fanno, sono storia vecchia, e mi ricordano tanto un ignorantissimo tizio Neocat duro e puro.

    Senza parlare della buffonata di minacciare denunce, voi che dovete chiedere perdono a chi vi ha fatto del male. au sujet de, l’avete detto a Nostro Signore che sulla croce ha sbagliato? Invece di chiedere perdono ai suoi aguzzini ha detto al Padre di perdonarli. pourquoi?

    E l’idiozia secondo la quale lo statuto avrebbe modificato il Messale Romano? Storia vecchia anche questa. Lei non sa o finge di non sapere che lo Statuto è solo un atto administratif e il Messale è prescrittivo, ovvero si può fare solo quello che permette esplicitamente, tutto il resto è vietato. Gli ubbidite? pas du tout, basterebbe la ridicola pantomima manducatoria tutti insieme appassionatamente come Kiko comanda.

    Incapace di argomentare e rispondere, come tutti i Neocat che devono circoncidere la ragione. In questo lei dà prova di esserci riuscita benissimo, per la gioia dei suoi catechisti.

    Visto che lei non è stata capace di rispondere ad alcunché, le chiedo un’ultima cosa: perché per difendere il Cammino dovete ricorrere alla menzogna?

    Vada, gentile Sara o chi per lei, vada dal signor Arguello a farsi esorcizzare. Nonostante la logorrea nulla dice: lei sembra posseduta dal demonio muto tanto caro ai catechisti. Come sa bene lo sfoderano ogni volta che un malcapitato non vuole rivelare i fatti suoi dinanzi a tutti.

    Vada a farsi esorcizzare da Kiko, vada

    1. Beh vuole farci leggere per cortesia, dove sta scritto che l’approvazione dello Statuto è un atto amministrativo?Mi dica per cortesia dove ha attinto questa informazione, dal codice di diritto canonico forse?Se si in quale articolo?E’ una informazione certa o come sospetto è una delle tante sciocchezze dette da Don Ariel?Per cortesia colmi questa mia lacuna, perchè a me risulta nuova. Il Messale è prescrittivo?Bene allora mi spieghi perchè il Papa e non solo, mettono il crocefisso al centro dell’altare, quando non è prescritto dal Messale?Si je me trompe, mi trovi , nelle rubriche del Messale ,l’articolo che prescrive di mettere il crocefisso al centro dell’altare per cortesia e quando l’ha trovato me lo mostri.Se il Messale è prescrittivo in modo categorico lo è per tutto, non si possono fare due pesi e due misure ipocritamente, solo per alcune cose.Di fatto il Messale Romano non prescrive la croce al centro dell’altare, ma il Papa la mette lo stesso, perchè capisce che le norme sono per l’uomo e non il contrario, parafrasando il vangelo è i segni sono importanti più delle norme che sono a servizio delle persone non viceversa.Invece pare che voi facciate, deux poids et deux mesures, legalisti e rubricisti per quello che non vi piace, libertari per quello che vi piace,?Un discorso ipocrita,faux, doppiopesita che non regge.La verità fa male caro mio.

    2. Caro Apostata, se il messale romano è prescrittivo, lo è per tutto eppure Papa Benedetto XVI poneva la croce al centro dell’altare, senza che fosse prescritta.Lo stesso fa Papa Francesco, eppure il Messale Romano.Se lo è la prego di mostrarmi quale articolo del messale romano la contempla.La croce può stare nei pressi o anche sopra ma non è prescritto che stia al centro.Che facciamo due pesi e due misure, su alcune cose è prescrittivo e altre no?Oppure è una filastrocca che avete imparato a memoria e ripetete come un mantra?Ma a chi volete impapocchiare?Quindi il suo discorso è puramente demagogico e dimostra ipocrisia e malafede. Se stiamo a quanto lei dice il primo a non rispettare il Messale è proprio Papa Francesco che mette la corce al centro dell’altare,non prescritta dal Messale, per cortesia non sia ridicolo.Le norme liturgiche sono importanti ma non sono tutto, la cosa più importante della Messa non sono le norme liturgiche, ma quello che si celebra e la grazia che si riceve nel sacramento.Epiù importante la partecipazione consapevole dei fedeli che il legalismo.Le sarei grato se mi dicesse dove ha attinto l’informazione che l’approvazione dello Statuto sarebbe un atto amministrativo?Chi è la fonte Don Ariel?Allora siamo propria posto!Da dove ha tratto questa informazione?Dal Codice di diritto Canonico?Quale articolo, lo vuole indicare?Quale documento della Chiesa dice una cosa simile?Oppure è l’ennesima trovata di Don Ariel?E solo voi potete credere a queste sciocchezze, solo voi potete comprare i suoli libri, veri pamphlet, dei veribest sellers” .

  23. Purtroppo con i neocatecumenali è impossibile discutere, vogliono averla vinta loro, qualsiasi documento gli si metta davanti agli occhi loro vogliono avere sempre l’ultima parola. Lo dico per esperienza personale. Davanti a noi sul tavolo Statuto del Cammino , documenti dei discorsi di Papi, La lettre de Arinze, Redemptionis Sacramentum e vari altri documenti, tutti stampati da poter leggere e confrontare alla fine la risposta è stata “CA va bien, non vuol dire niente. Se Don …… lo fa vuol dire che va bene. Io di lui , qui est un prêtre, mi fido.
    L’unica speranza è solo che il Papa dica chiaramente come devono comportarsi in tutte le circostanze, compresa e soprattutto per la Liturgia.

  24. Don Ariel Caro, mi compiaccio che abbia letto quel discorso di Papa BXVI°, sembra però che le sia sfuggito qualche passaggio, lo ricordo.Il Papa disse anche:”La Chiesa ha riconosciuto nel Cammino un particolare dono che lo Spirito Santo ha dato ai nostri tempi e l’approvazione degli Statuti e del “Direttorio Catechetico” ne sono un segno”.Ha letto bene?Per BXVI il CN non è una setta eretica-protestante, come lei sembra credere, ma un dono dello Spirito Santo, chi sbaglia dei due lei o BXVI?Il Papa ribadisce che lo Statuto e il Direttorio sono approvati dalla Chiesa, come vede non menziona alcunatto aministrativo”, ma la definisce “approbation” di un nuovo carisma, dotato anche di personalità giuridica pubblica.Anche sull’essere docili ai vescovi e i parroci sembra ripetere i soliti clichè, luoghi comuni.Anche i parroci sono chiamati ad essere paterni con i fedeli e a non soffocare il carisma, non spadroneggiare.Sulle celebrazioniseparateha toppato di grosso, dimostra di non conoscere lo Statuto il quale all’art.13 afferma:” § 2. I neocatecumeni celebrano l’Eucaristia domenicale nella piccola comunità, dopo primi vespri della Domenica. Tale celebrazione ha luogo secondo le disposizioni del Vescovo diocesano. Le celebrazioni dell’Eucaristia delle comunità neocatecumenali al sabato sera fanno parte della pastorale liturgica domenicale della parrocchia e sono aperte anche ad altri fedeli”.Lo Statuto è chiaro per chi voglia capirlo non necessita di spiegazioni. Non sono messe separate ma della parrocchia, ha letto bene?Studi Don Ariel è impreparato, voit…

  25. Caro Don Ariel la ringrazio di aver citato quel discorso di BXVI , sembra però che gli sia sfuggito qualche passaggio importante che ricordo:”La Chiesa ha riconosciuto nel Cammino un particolare dono che lo Spirito Santo ha dato ai nostri tempi e l’approvazione degli Statuti e del “Direttorio Catechetico” ne sono un segno”.Come vede per Papa BXVI il Cammino è un dono dello Spirito Santo, non quindi un a setta eretica-protestante?Quindi il suo giudizio è errato o pensa per caso che sia stato il Papa a sbagliare?Anzitutto le celebarzioni delle comunità non sono separate, se legge lo Statuto art.13 dice quanto segue ART. 13 virgule 2 2. I neocatecumeni celebrano l’Eucaristia domenicale nella piccola comunità, dopo i primi vespri della Domenica. Tale celebrazione ha luogo secondo le disposizioni del Vescovo diocesano. Le celebrazioni dell’Eucaristia delle comunità neocatecumenali al sabato sera FANNO PARTE DELLA PASTORALE LITURGICA DOMENICALE DELLA PARROCCHIA e sono aperte anche ad altri fedeli”.Mi sembra sufficientemente chiaro, quindi lei si sbaglia.Il Cammino è ubbidiente ai Vescovi e anche ai parroci, però i pastori debbono essere paterni, non spadroneggiare sul gregge affidato, come dice S.Paolo, nè spegnere i carismi che sorgono nella Chiesa.Dobbiamo seguire con scrupolo ilibri liturgici, ma non essere schiavi del legalismo, perchè la liturgia è per la santificazione dell’uomo, come recita la Sacrosantum Concilium e come i Papi stessi fanno, infatti mettono la croce al centro dell’altare, non prescritta dal Messale.Quindi studi di più Don Ariel, vede che figure che

    1. Vedo che la commissione di mega-catechisti che si è messa a lavoro dietro Sara non demorde: aucune réponse sur le fond, cambiano discorso, eludono in ogni modo le domande e poi accusano l’interlocutore di non rispondere.

      Il discorso di Benedetto XVI io l’ho riportato tutto, basterebbe che voi, commissione di scriventi, apriste il link con il discorso integrale, che io ho fedelmente riportato per intero. Contrariamente a voi, che dei discorsi di Giovanni Paolo II e Benedetto XVI tagliate sempre e solo la frase «riconoscenti per gli indubitabili buoni frutti». Saltando poi tutto il resto nel quale, sia l’uno che l’altro, per anni vi hanno rivolto numerose rampogne. Sulle quali avete però sempre sorvolato, anzi non le avete proprio mai sentite.
      Giovanni Paolo II e Benedetto XVI chiamavano a Roma Kiko e Carmen assieme allutile idiota Padre Mario Pezzi per rivolger loro dei rimproveri? E loro uscivano dall’incontro dicendo: «Ci hanno approvatici hanno approvati

      Affermando:

      Dobbiamo seguire con scrupolo ilibri liturgici, ma non essere schiavi del legalismo, perchè la liturgia è per la santificazione dell’uomo, come recita la Sacrosantum Concilium

      lei dimostra di non conoscere neppure le prime tre lettere dell’alfabeto della sacra liturgia, sino a imputare alla Sacrosanctum Concilium ciò che non ha mai scritto.
      La sua ignoranza e quella della commissione di scriventi che la segue e la istiga è infatti talmente crassa da ignorare persino il significato della parola canone.

      Inutile spiegarvi che il canone si chiama così proprio perché è fisso, rigido e immodificabile e che mai, né la Sacrosanctum Concilium né altri documenti lo hanno reso instabile e modificabile ad abusivo piacimento.

      Credo che il discorso possa chiudersi qui, perché interloquire con chi non risponde, cambia discorso, solleva altre questioni e poi accusa gli altri di non rispondere, è come parlare di continenza sessuale con il Signor Rocco Siffredi. Inevitabilmente, le discours, non porterà a a niente.

      E’ stato un piacere, andate con Dio e cordiali saluti.

  26. Caro Don Ariel lei conosce approssimativamente le celebrazioni del Cammino, e comincio a temere che conosca poco anche il Messale Romano il quale non proibisce affatto l’uso di altri strumenti , anche se esorta a privilegiare l’organo, quindi anche chitarra e bongo sono permessi, pur preferendo l’organo come strumento più idoneo.Non ci sono danze propriziatorie nè trenini, forse lei è confuso, o vuole scherzare e ironizzare ma farlo sull’eucarestia è fuori luogo soprattutto per un presbitero.Non mi intrattengo sulla danza nella liturgia, argomento che ha un fondamento storico, le faccio notare però che la danza , nelle celebrazioni del Cammino,avviene a celebrazione terminata, quindi non è un atto liturgico, non danziamo durante la Messa, come forse lei crede.Si informi sembra poco informato e ripete dei clichè dei blog che voglio denigrare il cammino che spiccano in quanto a disinformazione e fake mews.Poi mostra di avere disprezzo dei suoi confratelli, definendoli in quel modo, questo non è certo bello da parte di un uomo che indossa la talare.Lei dice che si passavano la coppa uno all’altro?Mi sembra strano io non ho mai visto nulla di simile, ho visto invece, prima dell’approvazione definitiva dello Statuto ,che il presbitero o diacono o ministro straordinario della comunione , dava il calice e l’ostia al fedele seduto, ma per questo rientrava nei permessi orale concessi da G.P.II come anche Papa BXVI ebbe a dire nel 2005 nell’udienza al Cammino:”Dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio, Giovanni Paolo II..Si informi meglio.

    1. Je suis désolé, io non prendo lezioni di liturgia dagli eretici che non rispondono nel merito, cambiano discorso, eludono in ogni modo le domande e poi accusano l’interlocutore di non rispondere.

  27. A Sara, o chi per lei.

    Leggendo quel che ha scritto, sono certo che l’unica volta che non ha mentito è stato quando, all’ultimo passaggio del Padre Nostro, dit-il “il demonio è mio padre”, in obbedienza al signor Arguello.

    Vero, lei è proprio figlia del padre della menzogna.

    excusez-moi, le suggerirei comunque un interessante libretto, si chiama Vangelo, e lo trova online gratis, a differenza del Cammino dove tutto è a pagamento.
    Provi a leggerlo, scoprirà che Nostro Signore aveva parole di comprensione verso tutti i peccatori, salvo gli ipocriti.

    Si regoli, si vous le pouvez.

  28. Père Ariel Caro, Cara Sara. Sembra la storia infinita qui😁
    E comunque anche se lo sembra, dopo tutto questo scritto non è giusto che finisca così 😁 Padre non può arrendersi così 😁 . En dehors de cela, devo riconoscere a Padre Ariel, che avendo pubblicato il mio commento, quello del giorno 21 aprile alle 18:58 dimostra che non ha paura, alcun timore di pubblicare frasi che su altri siti cattolici non verrebbero pubblicate. Perché non credo di avere scritto in quel commento frasi di elogio alle regioni 😁 Quindi Grazie.
    et de toute façon… Je répète, non può finire così 😁

Laisser un commentaire

Votre adresse email ne sera pas publiée. les champs requis sont indiqués *

 caractères restants

Ce site utilise Akismet pour réduire le spam. Découvrez comment vos données de commentaire est traité.