O presbítero e teólogo Hans Küng morreu. Este abismo correu entre ele e sua idade Joseph Ratzinger: Küng foi dotado de gênio, Ratzinger absolutamente não!

- notícias Church -

O SACERDOTE E TEÓLOGO HANS KÜNG ESTÁ MORTO. ESTE ABISMO CORRE ENTRE ELE E O COETÂNEO JOSEPH RATZINGER: KÜNG ERA BRILHANTE, RATZINGER ABSOLUTAMENTE NÃO!

.

Hans Küng sempre foi uma pessoa de rara simpatia, também naturalmente dotado de uma aparência física que o fazia parecer um ator Hollywood, especialmente na faixa etária entre cinquenta e sessenta anos, quando a beleza natural também combinou o encanto típico de homens maduros que iniciaram sua jornada rumo à velhice da melhor forma. Uma bela figura, portanto, masculino e charmoso, que nada tinha a ver com as figuras daqueles padres e desses teólogos que em sua aparência física muitas vezes aparecem como pontinhos pairando entre os andróginos, o assexual e o feminino.

.

Autor
Ariel S. Levi Gualdo

.

.

PDF artigo formato de impressão

 

.

.

.

Hans Küng, padre e teólogo (Sursee, 19 Março 1928 - † Tubinga, 6 Abril 2021). Foto tirada por ocasião do seu 80º aniversário

No jargão jornalístico é chamado “crocodilo” a peça já escrita e colocada na gaveta aguardando a morte do famoso personagem. Os arquivos dos jornalistas estão a pés de crocodilos. Escreva um pequeno artigo, se alguma coisa, sobre um personagem complexo e controverso, Não é fácil. Dito isto, declaro que nenhum dos Padres de A ilha de Patmos tinha um pronto crocodilo pelo presbítero e teólogo suíço-alemão Hans Küng.

.

Muitas vezes tenho feito referências a Hans Küng, recentemente também em um livro meu dedicado a dois hereges famosos de tamanho muito pequeno: Kiko Argüello e Carmen Hernandez, os iniciadores do Caminho Neocatecumenal, um verdadeiro concentrado de heresias de retorno. Tudo com uma diferença formal e substancial: hereges sempre foram superiores e mentes muito brilhantes, apenas pense em um Ário ou Pelágio. Ao contrário dos dois boêmios Espanhóis que fizeram até mesmo a heresia expirar, sempre a prerrogativa das mentes mais sublimes. E bem neste meu livro chamado A seita Neocatecumenal. Heresia tornou Kiko e habitou entre nós, Eu volto a usar este famoso teólogo como um paradigma.

.

Dar um herege para aqueles que caem e permanecem na heresia formal e substancial não é um insulto, mas uma simples observação factual ligada à esfera da doutrina da fé. Ou melhor compreendida: Eu conheço hereges que, no nível humano, são pessoas de rara amabilidade; e o mesmo, no nível ético e moral, são pessoas de conduta impecável. Em vez disso, eu conheço tantas pessoas, dotado da doutrina mais pura e ortodoxa, teólogos zelosos impecáveis, com quem tento evitar estar na companhia por apenas dez minutos, tanto eu os considero humanamente desagradáveis ​​e às vezes até repelentes.

.

Ao longo dos anos, dissertando sobre vários temas teológicos, frequentemente apontei o Reverendo Professor Hans Küng como um herege perigoso, acusando-o várias vezes de ter realizado obras de demolição devastadora através da desestruturação metódica de alguns dos dogmas fundamentais da fé católica;.

.

Talvez eu nunca tenha declarado e escrito que Hans Küng era um cara mau, uma pessoa má ou um assunto desagradável medíocre? Claro que não! Hans Küng sempre foi uma pessoa de rara simpatia, também naturalmente dotado de uma aparência física que o fazia parecer um ator Hollywood, especialmente na faixa etária entre cinquenta e sessenta anos, quando a beleza natural também combinou o encanto típico de homens maduros que iniciaram sua jornada rumo à velhice da melhor forma. Uma bela figura, portanto, masculino e charmoso, que nada tinha a ver com as figuras daqueles padres e desses teólogos que em sua aparência física muitas vezes aparecem como pontinhos pairando entre os andróginos, o assexual e o feminino.

.

Hans Küng foi uma verdadeira estrela em ascensão da teologia, com dons intelectuais e especulativos naturais e qualidades oratórias e comunicativas que outros teólogos não possuíam, entre estes, seu distinto contemporâneo Joseph Ratzinger. Ambos morreram na assembleia do Concílio Vaticano II entre 1962 e 1965, ambos em seus trinta e poucos anos, mas com essa diferença: quando Josef Ratzinger falou, os ouvintes diziam uns aos outros "este é um teólogo muito bom", quando, em vez disso, Hans Küng falou, ouvintes, em ser profundamente fascinado por sua figura, de sua oratória e de sua profunda competência, eles disseram uns aos outros "isso vai atingir quem sabe quais níveis em alguns anos".

.

O resultado de ambos é universalmente conhecido: Hans Küng tornou-se um orador de heresias, Joseph Ratzinger tornou-se arcebispo metropolitano de Munique, Prefeito da Congregação para a Doutrina da Fé e posteriormente 265º sucessor do Beato Apóstolo Pedro.

.

Que estou do lado eclesial e doutrinário de Joseph Ratzinger e não por Hans Küng, não pode de forma alguma me induzir, para afeição emocional irracional, negar a evidência dos fatos: Hans Küng, intelectual e especulativamente ele tinha qualidades naturais maiores do que as de Joseph Ratzinger muito elevadas. Se de fato o primeiro foi por natureza um gênio, o segundo era uma pessoa inteligente, dotada para estudos teológicos. E a diferença entre um gênio e um sujeito inteligente e talentoso é verdadeiramente notável. E, em seguida, com a passagem do tempo, aconteceu que o primeiro se tornou um herege perigoso e o segundo Sumo Pontífice [trecho de do trabalho citado, uma vez. 43-44, Eu ed. Roma 2019, Edições A ilha de Patmos].

.

Eu danni che Os produzidos por Hans Küng foram notáveis, partindo de uma inteligência brilhante com todas as habilidades superiores conectadas a ela, usado para prejudicar a Igreja e o mundo teológico. É por isso que os padres, aqueles que ainda acreditam no julgamento de Deus, para a vida eterna, ao paraíso, no Inferno e no Purgatório - o que não é nada óbvio hoje em dia - fariam bem em oferecer as Santas Missas de sufrágio pela alma deste nosso irmão, que com certeza vai precisar muito.

.

Da ilha de Patmos, 6 Abril 2021

.

.

Caros leitores,

nós precisamos de você, leitura Quem

Obrigado!

.

.

.

colocar

na página do Facebook da Edizioni L’Isola di Patmos que você pode abrir clicando no logotipo abaixo:

.

.

Visite as páginas de nossa loja livro Quem e apoiar nossas edições compra e espalhando nossos livros.

.

 

.

«Você saberá a verdade, ea verdade vos libertará» [GV 8,32],
mas trazer, difundir e defender a verdade não só de
riscos, mas também os custos. Ajude-nos a apoiar esta ilha
com as suas ofertas através do sistema Paypal seguro:









ou você pode usar a conta bancária:

a pagar a Editions A ilha de Patmos

IBAN TI 74R0503403259000000301118
neste caso, envie-nos um aviso de e-mail, porque o banco
Ele não fornece o seu e-mail e nós não poderíamos enviar-lhe um
ação de graças [ [email protected] ]

.

.

.

.

.

Padre Ariel S. Levi Gualdo

Acerca de Padre Ariel S. Levi Gualdo

Presbítero e Teólogo ( Clique no nome para ler todos os seus artigos )

61 thoughts on "O presbítero e teólogo Hans Küng morreu. Este abismo correu entre ele e sua idade Joseph Ratzinger: Küng foi dotado de gênio, Ratzinger absolutamente não!

  1. Obrigado Pai. Eu ouvi essa notícia triste na TV. Na verdade, não me lembrava de onde tinha ouvido esse nome antes, Hans Küng, mas com este artigo ela me lembrou que eu li em um de seus livros que comprei primeiro para o pai. Honra e crédito por sua franqueza por falar sobre isso aqui da maneira que Küng merece, sem retórica. Obrigado. Ainda estamos na oitava da Páscoa e, portanto, desejo desejar a você e a todos os religiosos da ilha de Patmos” juntou-se à equipe editorial, uma Feliz e Santa Páscoa🙏

  2. O uso que fez do gênio e do encanto que lhe deu pode levá-lo a saborear aquele Inferno que tanto desprezou para si e minimizou para os fiéis. Deus, bem como misericórdia perfeita, também é justiça perfeita. Mas também oramos por essas almas rebeldes, especialmente se eles são padres, Sem essa.

  3. Mah.. todo esse ódio (não de seu pai, mas por certos comentaristas) verso se… como se fosse costume encontrar um livro de Kung na estante da Signora Maria da Roccacanuccia.
    mas, por favor!

    Assuntos do tipo A são muito mais perigosos. Minutella ou os fundadores já mencionados do caminho Neocatecumenal. O último romper “população”. Eles atraem para si mesmos, com métodos dissimulados, pessoas simples e muitas vezes ingênuas, para enchê-los com suas bobagens. H. Se, ou você estudou teologia, ou em qualquer caso, você tem boas habilidades intelectuais para ser capaz de entendê-lo, ou é impossível entender totalmente seu pensamento. 10/100/1000 vezes Hans Kung ao invés de 1 Minutella.

    E, em seguida, com essa coisa do inferno.. nem ele nem Von Balthasar jamais reivindicou (até onde sei) que o inferno está vazio ou que não existe. Eles apenas desejavam que estivesse vazio. Esperando que o inferno esteja vazio, parece-me apenas uma bela esperança, sintoma de bondade de coração, ao contrário de todo aquele exército de rancorosos tradicionalistas que gostariam de ver metade da humanidade cair nas chamas do inferno, talvez pelo simples fato de ter cometido atos solitários impuros. Vamos.

    1. Eu não sou tão velho, mas lembro que até alguns anos atrás não era incomum encontrar livros de Kung nas seções de livros de supermercados… Não sei se alguém os comprou, no entanto foi indicativo.

      Para além disto, existem boas razões para estar com raiva dele, antes de mais nada as entrevistas no Repubblica nas quais ele atirou zero na fé e na moral, minando a fé do simples.

      Além disso, muitos clérigos foram treinados nele, que então disseminou suas heresias entre os fiéis.

      Caso contrário, Kung não acreditava no inferno eterno, como pode ser facilmente verificado com uma ferramenta tecnológica prodigiosa conhecida como “motor de busca” https://www.bishop-accountability.org/news2013/11_12/2013_12_16_Grill_ControversialTheologian.htm

    2. Eu discordo. Até a Signora Maria da Roccacanuccia foi capaz de apreciar as teorias de Hans Kung, por exemplo, quando ele falou do púlpito do Che Tempo che Fa, Onde, liderado pelo condutor insípido, ele também foi capaz de educar os bois sobre as responsabilidades do atual pontífice Bento XVI pelos escândalos sexuais na Igreja. Sem contraditório, É evidente. O mundo não desmorona por acidente; pena da dona maria.

      1. Para inverso, meu amigo Giuliano Ferrara, durante uma entrevista em seu programa 8 e Mezzo deixou preto, Não lembro a data exata, no entanto, era o outono de 2007 ou 2008.

        1. A diferença entre Fazio e Ferrara está apenas no papel que lhes é atribuído pelos mestres da fala.: o policial bom e o policial mau. Mas ambos são o papel de voar para pegar moscas de todas as cores. especificamente, Ferrara tem a missão (e o dinheiro) atrair a chamada direita católica (italiano) na área de influência do sionismo internacional e, notavelmente, orientá-lo politicamente para apoiar as iniciativas de guerra israelense no Oriente Médio. Pessoalmente, sempre me impressionou, como um ateu declarado como ele se declara, seu conhecimento da fé católica e, em parte, sua cultura teológica. Eu acho que ele é uma pessoa educada e agradável para se conviver, mas… Deus, olhe para mim dos amigos, eu cuido dos meus inimigos.

  4. Certamente Hans Kung era um homem de inteligência extraordinária e tinha habilidades intelectuais incomparáveis, mas isso não é suficiente para não perder a fé. Tendo nascido em 1960, Eu lembro quando, em meados da década de 1980, Hans Urs von Balthasar (em entrevista a Vittorio Messori publicada no jornal “Futuro”) disse (palavras textuais): "Hans Kung não é mais cristão". "Isso significará não ser mais católico", Messori respondeu. Ma de Balthasar Ribadì: «Ele não é mais cristão!», explicando que Cristo, por Kung, ele não era nada além de um profeta como os outros. Eu deveria ter guardado aquela cópia do “Futuro”, nestes dias teria sido útil reler essas palavras.

    1. Caro Mino,

      Eu também não tenho aquela cópia do Avvenire, mas não importa. Se meu testemunho pode ajudá-lo, posso dar-lhe duas confirmações diferentes.

      Primeiro, o que você relata de Vittorio Messori sobre aquela entrevista é um fato que corresponde à pura verdade, Tive a oportunidade de trocar pontos de vista há anos com a pessoa em causa a este respeito.

      Segundo, o Venerável Padre Divo Barsotti, que foi muito apegado a Hans Urs von Balthasar nos últimos períodos de sua vida antes da morte deste grande teólogo suíço, em entrevista privada realizada na Casa San Sergio, em Settignano di Firenze, caminho de volta em 2002, precisamente falando dos teólogos que não eram mais, não tanto não católicos, mas não apenas cristãos, ele apontou para mim como o paradigma de Hans Kung, do qual eu primeiro trouxe à luz seus profundos e, sem dúvida, extraordinários dons intelectuais e especulativos.

      Isso é o que posso confirmar por conhecimento direto.

      1. Ele certamente deu um presente a muitos de nossos leitores ao enviar este link.
        muito obrigado!

    1. Sr. Fabio Obrigado pelo Link. Excelente artigo de “Informação católica”. CIT. “…o postulado do modernismo mais extremo, ou seja, a verdade permanece, mas é adaptada aos tempos em que vivemos. dependendo das circunstâncias de sua vida, de culturas.” Bem, eles estão certos, infelizmente, a linha seguida pela Igreja Católica hoje é precisamente esta. Laudetur Iesus Cristus e Ave Maria a tutti i presente 🙏

    1. Ele deve perguntar aos da Congregação para a Doutrina da Fé, ou aos membros da Comissão Teológica Internacional, eles são capazes de te responder

  5. Além de Can. 1404, Duvido que o medíocre morda a mão de quem os alimenta: é por isso que fiz a pergunta aqui!

  6. Lo stesso mi diceva dei due un altro “herege”, persona perbene, teologo intelligente (non però nella scelta degli allievi arcivescovi) e ospite delizioso nel più bel palazzo di Catania.
    E.S.

  7. Reverendo Don Ariel, non capisco il nesso tra Hans Kung e il Cammino Neocatecumenale e quali sarebbero le eresie di ritorno di suddetta realtà ecclesiale?Eresie di ritorno poi in che senso?Ha scomodato addirittura Ario, Pelagio, la trovo una esagerazione.Ario sosteneva che la natura del figlio ,fosse inferiore a quella del padre, negava la natura divina di Cristo, Pelagio invece sosteneva l’inutilità della grazia, affermava che era sufficiente la volontà umana per salvarsi, dove vede il nesso con il Cammino Neocatecumenale?Non è il primo che accusa il Cammino, ma simili accuse sono nuove non le avevo mai sentite.Addirittura accostare il Cammino a Hans Kung mi sembra piuttosto improbabile come cosa.Lei sa bene come dare visibilità ai suoi libri, ma sinceramente mi sembra abbastanza maldestro come tentativo.

    1. credo sia lei che prima di scomodarsi a scrivere questi commenti che non stanno né in cielo né in terra, dovrebbe prendere il mio libro, que são 290 páginas, leggerlo e poi criticarlo nel merito, smontando pezzo per pezzo ciò che non tanto sostengo, ma che dimostro con una ineccepibile documentazione.
      Caso contrário, lei si lancia a parlare, criticare ed emettere giudizi su qualche cosa che non conosce ma soprattutto su un lavoro di cui ignora totalmente i contenuti.
      E tudo isso, le sembra per caso anche serio?

      1. Caro Don Ariel, sto commentando quello che lei ha scritto, non invento nulla. Ha chiamato in causa gli iniziatori del Cammino Neocatecumenale, in un articolo che tratta di Hans Kung, mi sfugge il nesso , le sarei grata se lo chiarisse.Li ha accusati di essere ariani e pelagiani, accuse alquanto bizzarre ,che non trovano riscontro in alcun documento ufficiale della Chiesa. Dice di avere dei documenti?La prego di mostrarceli e dato che è noto che la Chiesa ha approvato il Cammino e le sue catechesi, benchè lei ritenga questa approvazione solo un atto amminsitrativo, affermazione assai discutibile e fallace, rimane pur vero che la Chiesa non dispensaatti amministrativia cuor leggero e senza ragione.Se vuole essere così gentile da rendere pubblico il suo libro e gratis, io e la la Chiesa le saremo grati, se sarà utile a far luce su qualche aspetto ancora forse oscuro. Per parte mia non ho intenzione di comprarlo, in questi tempi di ristrettezze e di crisi, preferisco destinare la somma a scopi molto più utili. Spero che questo libro non sia il solito pamphlet o solo sue elucubrazioni, ne sarei molto delusa.Grazie

        1. Cara Senhora,

          non finga di fare la gentile e la carina, perché lei è semplicemente una attaccabrighe non in grado di comprendere neppure quello che legge ma che presume però di commentare, ciò non perché vuole affatto capirecosa che non le interessa affattoma perché vuole solo attaccare.

          Con me che le parole le so usare forse meglio di lei, soprattutto sul piano della logica, della metafisica e anche della retorica, non si può giocare andando a manipolare i testi e affermando

          «sto commentando quello che lei ha scritto […] ha chiamato in causa gli iniziatori del Cammino Neucatecumenale»

          Lei non ha assolutamente letto quel che ho scritto, lei sta tentando di manipolare quel che ho scritto, mostrando appunto di non essere neppure in grado di commentare ciò che realmente è scritto nell’articolo, ossia quanto segue:

          «Spesso ho fatto richiami ad Hans Küng, recentemente também em um livro meu dedicado a dois hereges famosos de tamanho muito pequeno: Kiko Argüello e Carmen Hernandez, os iniciadores do Caminho Neocatecumenal, um verdadeiro concentrado de heresias de retorno. Tudo com uma diferença formal e substancial: hereges sempre foram superiores e mentes muito brilhantes, apenas pense em um Ário ou Pelágio. Ao contrário dos dois boêmios Espanhóis que fizeram até mesmo a heresia expirar, sempre a prerrogativa das mentes mais sublimes. E proprio in questo mio libro intitolato La setta neocatecumenale. Heresia tornou Kiko e habitou entre nós, Eu volto a usar este famoso teólogo como um paradigma […]»

          E più avanti scrivo:

          com a passagem do tempo, aconteceu que o primeiro se tornou um herege perigoso e o segundo Sumo Pontífice [trecho de do trabalho citado, uma vez. 43-44, Eu ed. Roma 2019, Edições A ilha de Patmos].

          Cosa vuol dire questo, con tanto di citazione all’opera e richiamo alle pagine riportate? Vuol dire che sto citando il passo di un libro all’interno del quale sono contenute le mie dettagliate analisi, documentazioni e prove. Portanto, se lei non legge questo testo dettagliato che si articola in 290 páginas, potrà fare solo la parte della povera sprovveduta che convinta di essere furba e di cogliere tutti quanti in castagnaavendo come neokatekika perlomeno cinque o sei marce in più come dono del tutto speciale dello Spirito Santoesordisce affermando

          «mi sfugge il nesso, le sarei grata se lo chiarisse»

          Ma io ho chiarito tutto, bene e a fondo in un libro, è lì che sono raccolte documenti e prove, se lo legga e la smetta di fare domande capziose che possono indurre a dubitare della sua stessa umana intelligenza.

          Per quanto riguarda l’invito a rendere il mio libro pubblico e gratis, come lei esorta, a maravilha, con un velo di misericordiosa pena: a voi Neocatecumenali, le decime, ve le fanno pagare gratis? Le opere faraoniche che avete costruito in giro per il mondo, inclusi un centinaio di seminari, com tal opere a gratis li avete realizzati? Por que ver, un neocatecumenale che parla di mettere a disposizione gratis qualche cosa o di dare gratis il frutto di un duro lavoro, è davvero equiparabile a Ilona Staller che tiene lectiones magistrales sulla castità. Cosa quest’ultima che, senza pena di umano ridicolo, possono fare solo i seguaci di Kiko e Carmen.

        2. Carissima Sara. Leggo sempre con interesse tutto quello che qui viene scritto. Ho capito bene lei che cosa dice e sono sicuro che padre Ariel prima o poi le risponderà ancora. Io per la verità, e lo voglio dire a tutti a partire da padre Ariel, essendo io il Re degli scettici, negli anni passati e fino ad ora ho provato a capire leggendo di qua e leggendo di là, e in passato ho frequentato alcuni amici delRinnovamento nello Spiritoa parte i Cristiani Cattolici, e ho frequentato anche gli Evangelisti e anche i Testimoni di Geova. Ho alcuni miei parenti che da due tre decenni fanno parte del Movimento Neocatecumenale. Ora sono quasi vecchio, e posso dire che se Dio esiste, e spero che sia così, resta il fatto che la Fede è la cosa più importante e che nessuno ha la verità in tasca, ognuno la racconta a modo suoMa credo io, che i testimoni di Geova sono quelli che più si sono documentati e poi sono sorridenti, e si farebbero uccidere ma non sconfessare, credo siano documentati anche per quanto riguarda lo studio della Bibbia. Insomma tra tutte le campane che ho sentito, le loro mi sembrano suonare meglio. Io non ricordo padre Ariel che cosa pensa di loro, so che dice che i Neocatecumeni sono un Cancro nella Chiesa, questo me lo ricordo bene, ma che cosa pensa dei Testimoni di Geova non ricordo .. Sono molto curioso nonostante la mia età, ho visto tantissime conferenze di Mauro Biglino, ed anche se mi è simpatico non è che Mauro mi abbia convinto di qualcosa. Mi è chiaro che chi crede ci crede e basta, indipendentemente da tutto ció che vorrebbero insegnarci tutti.

  8. Alla Redazione dei Padri dell’Isola di Patmos

    Diversi giorni fa, a proposito del discusso teologo, di cui conosco qualcosa a livello di parole crociate, osai domandare cosa ci fosse di eretico nel rigettaredecisamente l’idea (stabilita dal Concilio di Trento e ribadita da Paolo VI), che Adamo ed Eva siano esseri umani realmente esistiti, e che tutto il genere umano abbia avuto inizio da Adamo

    Con i modesti mezzi, offerti della mia cultura-passione sul tema, in poche rigje ho voluto sottolineare come la mente degli uomini che ci hanno preceduto nell’alta prestoria, oltre a essere una mente raffinatamente simbolica, oltre a esprimere delle fondamentali intuizioni religiose (Julien Riers), era anche una mente straordinariamente tecnica (con i mezzi di allora naturalmente) come ci mostrano le pitture rupestri orodotte e l’eccezionale numero di strumenti musicali di queste epoche lontanissime (fluati a scala pentatonica) che sono ben anteriori alla indifendibile cronologia biblica. Tali straordinarie capacità si rivelano anche nel nostro cugino sapens, ossia il neandertal (ma ci si potrebbe spingere all’H. erectus) che a buon diritto dovrebbe occupare il posto dell’Adamo michelangiolesco nella cappella Sistina
    Ora non contesto al moderatore di cassare gli interventi non graditi e quindi accetto la decisione di silenziarmi, tuttavia il tema posto incidentalmente dal teologo mi sembra tutt’altro che secondario per la comprensione del nostro tempo e, talvez, la posizione di Hans Kung sul monogenismo, perscomoda che sia, andrebbe seriamente discussa al di là

    1. Antonio Caro,

      lei ha postato un commento diviso in tre pezzi inviati separati che la redazione non è in grado di attaccare assieme, anche perché alla fine di ogni commento mancano alcune parole.
      Dovrebbe inviarceli attaccati.

    2. Revendo Don Ariel, noto che non mi pubblica e mi ha dato una risposta particolarmente piccata e nervosa e non capisco perchè.Credo di essermi espressa in modo rispettoso ed educato, quindi non capisco il suo atteggiamento.Mi sembra di aver posto delle domande semplici, se non vuole rispondere è libero di farlo, però mi sembra un comportamento poco trasparente, che non giova certo alla sua credibilità.Ha diritto a pubblicare i suoi libri e di criticare il Cammino, spero però voglia riconoscerci lo stesso diritto a criticare e a manifestare il nostro dissenso rispetto quanto esprime.Converrà che i suoi libri, non sono certo il “Evangelho”, eles são, con tutta probabilià, l’espressione della sua opinione personale, rispettabile quanto si voglia, ma pur sempre una opinione su tante, non è certo l’assoluto, nè lei è detentore della “verdade”. Accusa il Cammino di eresia, ha diritto di farlo, però dovrebbe provare quanto dice, con documenti inoppugnabili, altrimenti quanto afferma non è credibile. Se ha documenti li mostri altrimenti è inutile parlarne, se come dice dimostrano qualcosa, le invii alla Cong.per la Dottrina della Fede, la Chiesa le sarà grata. Diversamente non posso che pensare che siamo di fronte alle solite bufale o illazioni, menzogne o addirittura calunnie , o un artificio di bassa lega,per dare visibilità ai propri libri. Con il suo atteggiamento crea tutte le condizioni e premesse, per non comprare il suo libro e relegarlo tra quelli da non leggere.Buona domenica.

      1. La smetta di ribadire senza rispondere, secondo lo stile classico e consolidato dei Neocatecumenali, conosco benissimo questo stile.
        Se uno vi risponde nel merito e vi inchioda con affermazioni e domande precise, voi cambiate discorso e attaccate la persona per cercare di metterla nella condizione di doversi difendere dalle vostre accuse menzognere, quindi sviate il discorso.
        comigo, questo gioco non attacca.
        Inoltre lei è pure bugiarda quando afferma:

        «noto che non mi pubblica»

        Tutto ciò che ha mandato è stato pubblicato, quindi lei mente.

        Inoltre lei afferma:

        «i suoi libri, non sono certo il “Vangelo”».

        Verissimo! Adesso però risponda: e le catechesi di Kiko e di Carmen che cosa sono? Non sono forse, para você, il soffio dello Spirito Santo che parla attraverso le loro bocche? Me conta … Me conta … chiunque parlae possiamo essere d’accordoè opinabile e contestabile, bem. E quando Kiko e Carmen, por ano, nelle loro catechesi, hanno affermato, scritto e diffuso tra i mega-catechisti affermazioni gravemente eterodosse, possiamo dire che le loro catechesi «non sono certo il “Evangelho”».

        Responda a esta pergunta: resposta, resposta, resposta! Non cambi discorso lanciando altre accuse: resposta! Le catechesi di Kiko e Carmen, sono la voce più pura e cristallina dello Spirito Santo, sim ou não?
        resposta!

        1. Una strategia intelligente per rispondere ai neocatecumenali potrebbe essere far notare come idiozia ed ignoranza non siano vietate dallo Statuto – aprovou-Igreja! – e dunque chiunque neghi che il Cammino sia idiota e fondato su falsi presupposti teologici, liturgici e storici, è eretico e contesta l’autorità ecclesiastica.
          Ciò che non è espressamente proibito è approvato. Così ripetono come un mantra.
          E siccome l’idiozia non è proibita, è da considerare approvata dalla Chiesa.

  9. Beh li devo spezzare in tre parti perchè non mi bastano 1600 caracteres, stavolta pensavo d’aver fatto bene rispetto alla volta precedente, Forse mi manca un’istruzione per capire il da farsi
    In ogni caso la sintesi pubblicata è sufficiente a far comprendere il senso del mio dire.
    Approfitto per correggere alcuni refusi (vedo poco e mi ostino a non operarmi)

    Con i modesti mezzi, offerti della mia cultura-passione sul tema, in poche rigje ho voluto sottolineare come la mente degli uomini che ci hanno preceduto nell’alta prestoria, oltre a essere una mente raffinatamente simbolica, oltre a esprimere delle fondamentali intuizioni religiose (Julien Ries), era anche una mente straordinariamente tecnica (con i mezzi di allora naturalmente), come ci mostrano le pitture rupestri da loro prodotte e l’eccezionale numero di strumenti musicali provenienti da queste epoche lontanissime (flauti a scala pentatonica) che sono ben anteriori alla indifendibile cronologia biblica. Tali straordinarie capacità si rivelano anche nel nostro cugino sapens, ossia il neandertal (ma ci si potrebbe spingere all’H. erectus) che a buon diritto dovrebbe occupare il posto dell’Adamo michelangiolesco nella cappella Sistina
    Il tema è quindi questo: perchè l’ufficiale monogenismo non può essere contestato da Kung o chicchessia?
    NB L’evoluzionismo non è da me chiamato in causa, visto che Neandertal, Denisova e Sapiens sapiens si sono incrociati tra loro e quindi hanno convissuto

  10. Caro Don Ariel non sono io a dover rispondere, il libro lo ha scritto lei.Mi ha inchiodato?Veramente non me ne sono accorta, quando lo avrebbe fatto?Se per cortesia vuole spiegarmi quali accuse menzognere le avrei fatto, le sarei grata?Ho detto che non mi pubblica ed è vero, non ha pubblicato tutto quello che ho scritto, ha censurato un mio intervento. Lei mi attribuisce affermazioni che non mi appartengono e ripete grossolanamente ,i soliti clichè, triti e ritriti e consunti, dimostrando una grande approsimazione e rozzezza di metodo.Ripete i soliti luoghi comuni, ormai smentiti migliaia di volte e lo fa perchè non sa rispondere.Quello che io penso delle catehesi di Kiko e Carmen è secondario, ma non penso certamente quello che lei riporta, a dire il vero non ho mai conosciuto nessuno del Cammino che lo pensasse nè dire le sciocchezze che ha riportato Non cerchi di alzare cortine fumogene, spostando il discorso stiamo parlando di lei, non degli iniziatori del Cammino Neocatecumenale. Quali sarebbero poi queste catechesi eterodosse che sarebbero state diffuse ai catechisti?Ha per caso notizia di qualche censura o intervento da parte della Cong.per la Dottrina della Fede o qualche condanna delle catehesi di Kiko e gli iniziatori del Cammino?A me non risulta, ma se lei ha documenti in questo senso li pubblichi o altrimenti sono calunnie.Oppure ,como eu penso, sono sue speculazioni, suoi punti di vista personali che rispetto ma non condivido.Spero che non abbia la presunzione e la sfrontatezza di sostituirsi alla Congregazione per la Dottrina della Fede.Pubblichi se può.

    1. Si rende conto che lei sfugge a ogni risposta nel merito, cambia discorso e solleva altre questioni?
      E ao fazê-lo, si sente pure furba e dotata di particolari ispirazioni pneumatologiche, questo è l’elemento tragico che caratterizza lei e quelli come lei.

      Domandi a un qualsiasi psichiatra come si chiama questo suo modo di agire che denota anzitutto una predisposizione ad alterare anche gli elementi più evidenti e palesi della realtà, mediante incessanti tentativi di manipolazione dei dati reali e di sviamento da precise domande che le sono state poste con ineccepibile chiarezza.

      E’ tutto contenuto qui, in ordine cronologico, basta che legga quello che ha scritto, ciò che le ho risposto e chiesto, quindi come ha sempre e di prassi replicato negando risposta, cambiando discorso e sollevando tutt’altre questioni.

      Lei polemizza per il gusto cieco di polemizzare, e, em seguida, quando le viene risposto smontando ciò che di falso sostiene, a quel punto ribatte non rispondendo alle domande precise che le sono state rivolte, cambiando discorso e sollevando altre questioni. E se qualcuno le fa notare che non ha risposto e che ha cambiato discorso, lei torna all’attacco non rispondendo e cambiando discorso per l’ennesima volta.

      senhora, glielo dico con il cuore affranto del pastore il cura d’anime: lei è veramente una persona profondamente e seriamente disturbata a livello psicologico che come tale necessità di un bravo direttore spirituale per quanto riguarda la sfera spirituale e di un bravo psicologo per quanto riguarda invece il suo aspetto psico-comportamentale bisognevole di cure e supporti.

  11. Il Padre Ariel non ha certo bisogno di appoggi da parte di nessuno, tantomeno da parte di un tepido cattolico come me. Tuttavia leggendo i continui attacchi che gli vengono rivolti, in specie dai neocatecumenali, mi permetto anch’io di testimoniare.

    Frequentando, por várias razões, sempre in punta di piedi ma con attenzione, as igrejas, ho incontrato sacerdoti veramente Santi, tanta gente qualsiasi con storie di vita incredibili che potrebbe scrivere libri. Ma anche un numero preoccupante di pazzi da manicomio iper-attivi in sette, congreghe, tribù e fazioni, tutti accumunati da una irrefrenabile competitività divisiva. Questi ultimi sembrano poi i veri padroni della scena: nei c.d. consigli, nel volontariato, negli affari economici, nei giornali, nella Caritas ecc.. Forse è un male antico dal quale non ci si riesce a liberare, ma ne esce una chiesa frammentata piena di confusione e conflitti. Sembra quasi che ci siano varie specie e sottospecie di cattolico. Non mi pare che l’insegnamento di Cristo andasse in quella direzione.

  12. Desculpe-Don Ariel, ma lei scherza o parla seriamente?Scrive un libro nel quale accusa gli iniziatori del Cammino , di essere eretici, ha affermato che il Cammino è una setta protestante ebraica, sostiene inoltre di avere prove del fatto che Kiko e Carmen sarebbero pelagiani e ariani, le ho chiesto le prove di quanto afferma , non solo non ha risposto ,ma sta anche aggredendo e offendendo, poi sarei io ad avere bisogno di uno psichiatra?Ma lei come ragiona?Il libro non l’ho mica scritto io, lo ha scritto lei, Eu repito, è lei che ha il dovere di dimostrare le sue affermazioni, non io.Non debbo rispondere proprio a nulla , a parte che le ho anche risposto, mentre lei non ha risposto a nulla e tenta di divagare. Non ha argomenti e quindi offende, aggredisce, dimostrando veramente uno scarso livello intellettuale. Ripeto la domanda spero mi risponderà: Lei sostiene che il Cammino sia una setta protestante ebraica, questa è una sua opinione personale o è una affermazione basata su criteri oggettivi o su qualche documento magisteriale ?Può mostrarci qualche condanna della CDF o di altra Congregazione Romana, che confermi le sue accuse?Per parte mia faccio riferimento a S.G.P.II il quale defini il Cammino:Itinerario di formazione cattolicaAltri due Papi hanno incoraggiato il Cammino e lo hanno considerato positivamente, gli Statuti sono approvati dalla S.Sede e il direttorio catechistico anche.Ognuno è libero di dire e pensare ciò che vuole, ma per me conta ciò che la Chiesa e il Papa stabiliscono, il resto sono chiacchiere al vento che non hanno alcun senso.

    1. «le ho chiesto le prove di quanto afferma, non solo non ha risposto, ma sta anche aggredendo e offendendo»

      senhora,

      lei è veramente molesta oltre i limiti dell’umana decenza. O come suo dirsi: mas ela “ci è” ou “ci fa”?
      Io ho scritto un libro dettagliato e leicon spirito da stalker professionistaseguita a scrivere che vuole le prove?
      Lei reclama le prove?
      E dove dovrei dargliele, qui in un forum di discussione con quattro parole?
      Me conta: per quale motivo secondo lei avrei scritto un libro? Non pensa che lo abbia scritto proprio per raccogliere e fornire le prove articolate in 290 páginas?

      Sia gentile, la smetta con questa pantomima, non sia ridicola e soprattutto non sia molesta sino a questi livelli. Lei sta infatti ridicolizzando se stessa e dimostrato all’atto pratico in che modo certi settaristi attaccano briga, non rispondono e cambiano discorso a ogni domanda ragionevole che gli viene rivolta.

      1. Don Ariel, scusi se mi permetto, ma forse l’unica soluzione per uscire da questo impasse e mettere il suo libro in vendita con lo sconto del 50% 😂😂😂 Mi scusi
        🙏🙏🙏

        1. Não é possível.
          E poi chi le paga, le spese di stampa e di distribuzione?
          O 60% del prezzo di copertina è assorbito dalla spese.

          1. Padre la mia voleva soltanto essere una battuta, forse infelice, ma intanto con la signora Sara non vedo altra via d’uscita😁🙏🙏🙏

  13. Caro Roberto ma quali attacchi?Sto ponendo solo delle domande sul suo libro.Ma Don Ariel non risponde purtroppo.Secondo me sul Cammino Neocatecumenale si sbaglia ed ha preso una cantonata, se questo significa attaccarlo mi sembra veramente ridicolo.Non si possono esprimere dubbi sulle sue affermazioni perchè si senta attaccato?Mi creda nessuno vuole attaccarlo, vogliamo solo capire dove vuole arrivare e cosa dice.Voglio sperare che le sue critiche siano mosse da buona fede e non da altri interessi.

  14. Gentile signora Sara, cerca prove di eresie e abusi? Aqui estão elas.
    Vuole illustrarci come mai ad uno degli ultimi passaggi del cosiddetto Cammino ci si debba proclamare figli del demonio?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato millantare che lo Spirito Santo gli si è manifestato in forma di colomba?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato autonominarsi esorcista?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato affermare di parlare sempre per ispirazione divina?
    Ascolti lui stesso ai minuti 7,52 e 15,40 que: http://www.youtube.com/watch?v=Xl1vv1dEiiU
    Non le basta?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato auto proclamarsiangelo, inviato”?
    Vuole illustrarci come mai il signor Arguello ha osato stravolgere il testo di Eb 2,14 per dire che l’uomo è schiavo del demonio?
    Ascolti lui stesso ai minuti 24,48 e 27,16 que: http://www.youtube.com/watch?v=Yz_6XYDI0AI

    Perché i sacerdoti che non vi vogliono li chiamate faraoni? Loro sono consacrati, hanno studiato e li disprezzate.
    Ai vostri ignorantissimi catechisti invece date obbedienza assoluta attribuendogli “discernimento” e ispirazione permanente.
    Porque?

    E lasci perdere la solfa del “nós aprovado”, i primi a disobbedire al vostro statuto siete voi.
    Se la Chiesa ha pazienza e non interviene duramente è per i piccoli, per recuperarli evitando scismi, come minacciò il signor Arguello.
    Siete tutti uguali, dischi rotti che suonano la stessa musica, incapaci di argomentare e aggressivi verso chi vi contesta. Tipici adepti di una setta. Patetici.

    1. Eccezionale signor *Apostataanche se non credo lei siaApostata😁 Grazie per i link, me li salvo, non si sa mai🙏🙏🙏

  15. Reverendo Don Ariel, mi rendo conto di essere molesta, ma lo capisco, fare domande dirette e chiare è antipatico, però è lei la causa di questo mio atteggiamento perchè continua a non rispondere.Lei ha scritto un libro di 290 páginas, non sono stupida da pensare che lo riporti interamente sul blog, ma poichè io sono convinta che sia una bufala, la prego di convincermi del contrario.Vorrei che citasse le prov , prima di comprarlo. Se le prove sono evidenti , non dovrebbe essere così difficile accennarle brevemente, in modo che le si possa verificare.Si metta nei miei panni, lei comprerebbe un libro a scatola chiusa, senza verificarne la veridicità?Farebbe un incauto acquisto?Le chiedo la cortesia di citare queste “provar” che dice di possedere che dimostrerebbero che Kiko e Carmen sono ariani e pelagiani di ritorno.A mio modestissimo parere il suo libro contiene solo sue elucubrazioni, senza alcun fondamento. Nello stesso tempo dovrebbe anche dire, con chiarezza, che il libro rappresenta solo il suo pensiero, non quello della Chiesa, che lei non condivide che la Chiesa Cattolica appoggi il Cammino, come non condivide l’atteggiamento degli ultimi tre Papi che lo hanno approvato, encorajados, sostenuto .Con questo non voglio dire che il Cammino Neocatcumenale le debba piacere per forza, nè che è un dogma della fede, nè le voglio negare il diritto di criticarlo, ma dovrebbe dire chiaramente e per onestà intelletuale, che esprime solo una valutazione personale.Lei ha il diritto di criticare ma anche gli altri hanno il medesimo diritto.Non comprerò e inviterò a non


    1. «Lei ha scritto un libro di 290 páginas, non sono stupida da pensare che lo riporti interamente sul blog, ma poichè io sono convinta che sia una bufala, la prego di convincermi del contrario»

      Lei si rifiuta di leggere un libro, che pur malgrado attacca senza conoscere, chiedendomi in pratica di scriverne un altro per convincerla che il libro che lei non ha letto non sia una bufala?
      Sara, lei è fantastica!

      «Si metta nei miei panni, lei comprerebbe un libro a scatola chiusa, senza verificarne la veridicità

      Si metta nei panni di un malato di tumore: lei farebbe la chemioterapia a scatola chiusa senza poter prima verificare che saranno distrutte tutte le cellule tumorali? E dopo essere stata colpita da un infarto, andrebbe in sala operatoria a farsi operare al cuore, Então, a scatola chiusa, senza avere garanzia che tutto andrà bene e che tornerà in salute come prima e più di prima?

      Agora, mia dolce Sara, io capisco che lei, talvez, a malapena ha sentito nominare Aristotele, ma pensa davvero di proseguire con questi esilaranti giochini al gira che ti giro e ti rigiro la frittata con uno che si è formato sui principi della logica aristotelica?

      Repito, non sia ridicola. E semmai risponda a tutti i quesiti che le ha sollevato il lettore che si firma L’Apostata.

      «Con questo non voglio dire che il Cammino Neocatcumenale le debba piacere per forza, nè che è un dogma della fede, nè le voglio negare il diritto di criticarlo, ma dovrebbe dire chiaramente e per onestà intelletuale, che esprime solo una valutazione personale»

      Ci sono state famiglie che per avere osato emettere un timido sospiro sui mega-catechisti e, nunca é, su Kiko e Carmen, sono state letteralmente distrutte a livello umano e psicologico.

      Bugiarda ipocrita!

      Ci sono stati nonni che non sono andati al battesimo dei nipoti perchè i figli li hanno battezzati in parrocchia, rifiutandosi di battezzarli la notte di Pasqua secondo il “Rito kikiano”.

      Bugiarda ipocrita!

      Ci sono stati vescovivivi, sani, vegeti e in grado di confermare il tuttoche hanno dovuto proteggere dalle peggiori calunnie ex seminaristi dei seminari kikiani mãe, usciti dagli stessi e ammessi nei seminari diocesani, sui quali sono state sparse menzogne e infamie invereconde.

      Bugiarda ipocrita!

      E tu, osi scrivere che quello alla critica è un diritto? e uma vez que, no Caminho Neocatecumenal, si può criticare la direttiva data anche dall’ultimo dei mega-catechisti?

      Bugiarda ipocrita!

  16. Caro Don Ariel, mi rifiuto di leggere il suo libro, perchè non mi da garanzie di autenticità, perchè rappresenta solo la sua opinione personale e soggettiva, che non mi interessa, perchè manca di oggettività, fondamento ed è faziosa.E con il suo atteggiamento alimenta i miei dubbi e sospetti.Epoco chiaro e questo rafforza i miei dubbi.Cosa ne sa lei se io conosco Aristotele o meno e comunque, cosa significa?Se conosce Aristoltele può ripondere alle mie domande, invece continua a non farlo ed io credo di aver capito il perchè, probabilmente l’ho presa in castagna e non sa che pesci pigliare.Lei riferisce dei fatti che sarebbero avvenuti nelle comunità neocatecumenali, uso il condizionale perchè si dovrebbe verificarli , ed io non credo ciecamente a nessuno.Ma anche se fossero fatti reali , non vedo cosa dimostrerebbero? Semmai i limiti umani, mas eu pergunto a ela: Lei conosce qualcuno perfetto nella Chiesa?Lei è perfetto, non sbaglia mai?Questi supposti errori la autorizzano a condannare il Cammino come eretico ariano o pelagiano?Se la mettessimo su questo piano allora dovremmo condannare la Chiesa, senza appello, decapitare il clero, come nella rivoluzione francese e nella rivoluzione dei Soviet, per tutti gli scandali che ha dato, per i tanti casi di pedofilia, abusi e altro genere .Non so lei ma io non ragiono così e non mi sembra un modo serio di ragionare. Se questo è il suo metodo, secondo me si sbaglia di grosso, perchè significa sparare nel mucchio.Di eccessi ed errori umani è piena la storia della Chiesa, ma non per questo possiamo condannarla. Ma siamo seri !

    1. «mi rifiuto di leggere il suo libro, perchè non mi da garanzie di autenticità, perchè rappresenta solo la sua opinione personale e soggettiva, che non mi interessa, perchè manca di oggettività, fondamento ed è faziosa»

      Il suo è un giudizio lapidario senza appello dato a qualche cosa che non conosce e che lei stessa dichiara di non conoscere, di non voler esaminare e di non voler assolutamente leggere, ma che pur malgrado giudica in modo impietoso.

      Meno male che un soggetto come lei non ha possibilità alcuna di vincere un concorso in magistratura. Lei sarebbe infatti capace a comminare la pena dell’ergastolo a una persona basandosi sui suoi puri umori, senza leggere neppure le carte processuali, dichiarando a tutti quanti gli altri membri della corte d’assise di non avere bisogno di leggere le carte, di esaminare le prove e tutti gli atti processuali per dare una severa sentenza di condanna.

      Sappia inoltre che esiste qualche cosa di molto peggiore dello sparare concetti aberranti, quello di non rendersi neppure conto che sono decisamente e totalmente aberranti. Questi sono «gli indubitabili buoni frutti del Cammino Neocatecumenale», lei ne è la prova.

  17. Consiglio spassionato per padre Ariel: Scriva un libro di tre pagine (interlinea 2,5) che raccolga tutte le affermazioni ortodosse di Kiko e Carmen dal 1968 ad oggi e lo venda al modico prezzo di € 0,50 così da ovviare al problema. In tal modo i neocatecumenali avrebbero la soddisfazione di comprendere le sue accuse ed eviteranno il volgare inconveniente di sottrarre denaro alla sacra decima. Per la copertina consiglio un’opera qualsiasi di Lucio Fontana: risparmierebbe in toner ed avrebbe un’immagine che rappresenta in modo puntuale, preciso ed emblematico lo spessore teologico del Neocatecumenato. Due piccioni con una fava! eu sei, sono un genio.

  18. Se le premesse sono quelle che leggo su questo blog, figuriamoci il libro, a naso direi proprio di avere indovinato, no grazie preferisco vivere, come diceva uno spot del passato. Non comprerò il libro e inviterò a non comprarlo, preferisco assai più la Sacra Scrittura, il catechismo della Chiesa Cattolica, i documenti magisteriali, o qualche buon libro di spiritualità.Questo genere di libri li lascio agli amanti del genere.Non c’è bisogno di scomodare la magistratura, certe cose le capirebbe anche un bambino.Non parli di concetti aberranti, evidentemente lei non si rende conto di quello che scrive, mi creda non se lo può permettere, bene per lei che non legga il suo libro, mi verrebbe la tentazione di rispondere e mi creda, ne sarei in grado, non sono una stupida, come invece lei sembra credere.Crede veramente che non si sarebbe capaci di confutare le sciocchezze che ha scritto?Si sbaglia di grosso!Si crede un sapientone, mas acredite em mim, non lo è affatto e mantengo un linguaggio educato e rispettoso rispettando l’abito che porta, ma povera Chiesa.Vuole giudicare i frutti del Cammino?E’ sicuro che i frutti del suo ministero siano migliori?Lo spero per lei, ma da come scrive mi vengono seri dubbi. eu repito, povera Chiesa siamo messi proprio male!

    1. «preferisco assai più la Sacra Scrittura, il catechismo della Chiesa Cattolica, i documenti magisteriali, o qualche buon libro di spiritualità»

      Bravissima!
      Allora incominci a leggere questo documento, Apelou Sacramentum, in esso è categoricamente proibito tutto ciò che i neocatecumenali fanno nelle loro liturgie, ed il tutto è fotografato, filmato e quindi documentato senza pena di smentita.
      Qualora lei si azzardasse a dire che non è vero che da decenni i kiki fanno esattamente tutto quello che questo documento proibisce, io comincerò a pubblicare i filmati dellemesse kike”. E fatto questo lei dirà che sono documenti falsi, che si tratta solo di fotomontaggi. Perché il settarista fanatico non ragiona, spara a raffica, a série … ‘ndo coijo cojio!

  19. Gentile signora Sara, lei ha affermato: “… io non credo ciecamente a nessuno.
    Bem.
    Lo ha detto al signor Arguello tutte le volte che ha sbandierato di aver visto la Madonna, cambiando più volte versione?
    Lo ha detto al signor Arguello tutte le volte che ha sentenziato che ogni cosa che lui e i suoi catechisti dicono, anche se sbagliata, magicamente viene intesa correttamente da chi ascolta per l’intervento dello Spirito Santo?
    Lo ha detto al signor Arguello tutte le volte che si è vantato che lui e i suoi catechisti sono permanentemente ispirati?
    Lo ha detto al signor Arguello che ha negato per anni l’esistenza dei testi delle catechesi millantando l’ispirazione dello Spirito Santo, poi obbligato a presentarle ha rifiutato le correzioni.?
    Lo ha detto al signor Arguello che dopo l’approvazione ha prima detto che era volontà del Papa che fossero pubblicate, poi che la pubblicazione era una catastrofe, e poi ha segretato tutto.?
    Lo ha detto al signor Arguello che il direttorio è l’unico testo non consultabile di tutta la Chiesa? Se è conforme al Catechismo perché nasconderlo? Se è una tale meraviglia perché non diffonderlo?
    Lo ha detto alla Cara Estinta S. Carmen (deve ler Sora Carmen) quando ha avuto il coraggio di scrivere che la Madonna l’aveva appellata “Bendita és tu entre as mulheres” incaricandola di riformare la Chiesa?
    Lo ha detto ai suoi catechisti che in tutte le vostre celebrazioni violate Messale e statuto? Ha chiesto loro perché la Liturkikia è intoccabile e il Messale può essere stravolto a piacimento?
    resposta, Obrigado.

    1. Caro Apostata cosa dovrei dire a Kiko?Non è importante se abbia visto la Madonna o meno, a fé católica, nè la mia, si basano su questo.Quello conta è che la Chiesa abbia approvato il carisma, il resto è secondario e conta solo per chi , como ela,vuole polemizzare in modo meschino. Sono sciocchezze alle quali non vale la pena di rispondere e che lasciano il tempo che trovano.Le dico solo questo: Si sbaglia a dire che nelle nostre celebrazioni violiamo il Messale e lo Statuto perchè è una falsità. Anticipando già le sue risposte, ormai noiosamente note, la invito a dimenticarsi della lettera di Arinze perchè è superata dalla successiva approvazione dello Statuto.Che sia superata è un dato di fatto, provato mille volte e mai accettato, con grande perviciacia e ottusità.Lo Statuto infatti ha più valore, dal punto di vista canonico, e non vale dire che la lettera di Arinze è ricordata in calce come nota, quindi dovremmo applicarla.L e note in calce dello Statuto, non ricordano solo la lettera di Arinze, ma ricordano anche l’Epistola Ogniqualvolta a(uma vez 36) e c’è un accenno anche alla nota laudatoria di Mons. Bugnini del 1974 e anche della notificazione della Cong.per il Culto Divino del 1988 che approvava le celebrazioni del Cammino, nè vale dire che la lettera di Arinze annulla il preesistente perchè allora ciò vale anche per lo Statuto.Eevidente che lo Statuto superi tutti questi interventi, quindi è puerile insistere sulla lettera di Arinze, ormai un ectoplasma.Per il l resto sono stupidaggini, puerili e cretine da rispedire al mittente.

      1. Le presento Benedetto XVI, che proprio in occasione del riconoscimento amministrativo da parte del Pontificio Consiglio per il Laici, non manca di dare ai Noecatecumenali una spazzolata memorabile:

        «La celebrazione nelle piccole comunità, regulado pelos livros litúrgicos, que deve ser seguido fielmente, e com a particularidade aprovou os Estatutos do Caminho, Ele tem a tarefa de ajudar aqueles que estão passando o itinerário neocatecumenal a perceber a graça de ser inserido no mistério salvífico de Cristo, que torna possível um testemunho cristão também capaz de assumir as características de radicalismo. Ao mesmo tempo, la progressiva maturazione nella fede del singolo e della piccola comunità deve favorire il loro inserimento nella
        vita della grande comunità ecclesiale, que é na celebração litúrgica da paróquia, na qual e para o qual implementa o Neocatecumenato (cfr Statuti, arte. 6),
        sua forma ordinária. Mas nem mesmo quando o caminho é importante separar-se da comunidade paroquial, precisamente na celebração da Eucaristia, que é o verdadeiro lugar da unidade de toda a, dove il Signore ci abbraccia nei diversi stati della nostra maturità spirituale e ci unisce nell’unico pane che ci rende un unico corpo»
        (veja Quem)

        Bento XVI, proprio nel suo discorso fatto in occasione del vostro riconoscimento amministrativo, vi ricorda:

        1. dovete sottostare all’autorità del Vescovo;
        2. dovete essere docili nei riguardi dei parroci;
        3. dovete fare vita parrocchiale;
        4. non dovete fare celebrazioni eucaristiche separati dalla comunità parrocchiale;
        5. le vostre celebrazioni devono essere aperte a tutti;
        6. dovete seguire con scrupolo i libri liturgici senza nulla aggiungere e senza nulla togliere al Messale Romano;
        7. etc. … etc. …

        Bem: danze propiziatorie al suono di bonghi, balletti e trenini, rientrano anch’essi in quanto dispone l’Ordinamento Generale del Messale Romano?
        Voi rispettate il tutto?
        Anche il Benedetto XVI del 20 Janeiro 2012 è da considerare superato?

        I video che a suo parere avrebbero violato la privacy delle persone, in verità mostravano come i Neocatecumenali e i preti presi a noleggio e gestiti dagli onnipotenti mega-catechisti come meri consacratori di ostie, dessero la comunione alle persone sedute che si passavano di mano in mano i copponi di vino, fregandosene di tutte le disposizioni data dalla Chiesa.
        Este, vi fece inferocire, i vostri abusi liturgici documentati assieme alla disubbidienza che è insita in voi, che pubblicamente negate e mentitecome fa lei spudoratamente – e, em seguida, chiuse le porte delle vostre salette private, nelle celebrazioni a porte chiuse fate quel che vi pare.

        https://www.youtube.com/watch?v=yyWiBBlMJ_I&t=6s

        https://www.youtube.com/watch?v=rseOn_Ehm9U

        https://www.youtube.com/watch?v=sSXSqgoSk80

        etc. … etc. …

  20. Caro Don Ariel accetto l’invito a leggere la Redemptionis Sacramentum, anzi direi di leggerla insieme, badando però di non la strumentalizzarla.Legga però anche lepistola Ogniqualvolta , di G.P.II, stesso Papa, sotto il cui fu pubblicata la RS.Accenna alle celebrazioni delle comunita:”Sono l’annuncio del Vangelo, la testimonianza in piccole comunità e LA CELEBRAZIONE EUCARISTICA IN GRUPPI (CF. Notificazione sulle celebrazioni nei gruppi del « Cammino Neocatecumenale » in L’Osservatore Romano, 24 Dezembro 1988)….”.Crede che S.G.P.II potesse scrivere queste parole a cuor leggero?La verità è che le celebrazioni del Cammino sono secondo il Rito Romano, approvato da S.Paolo VI, con ridottissimi adattamenti ciò è ampiamente provato, potrei dimostrarlo anche se temo che sarebbe inutile.Non faccio tutto l’elenco ma quello che si fa nelle celebrazioni del cammino è contemplato dal Messale Romano e da altre norme liturgiche, oltre le concessioni contenute nell’art.13 dello Statuto.Pubblichi pure questi video, cosa aspetta?Se posso darle un consiglio da amica però eviti di violare la privacy, pubblicando video che coinvolgono persone, senza la loro autorizzazione, incorrerebbe in un reato, come fece, qualche suo sodale qualche anno fa. Per fare guerra al Cammino, pensò bene di pubblicare un video di una celebrazione, senza autorizzazione, nel quale si violava la privacy e si vedevano anche i visi e anche di minori, disabili. Si affrettarono a toglierlo dopo che li informammo che li avremmo denunciati, la prego non scenda a tali livelli di bassezza e viltà, mi stia

  21. Scusate se mi intrometto ma evidentemente io ero stato troppo ottimista a pensare che mettendo lo sconto del 50% sul libro di padre Ariel O Neocatecumenal Sect il problema si sarebbe risolto😁
    Eu, i neocatecumenali che conosco, io li vedo, e repito, io li vedo così
    poi magari sbaglio, li vedo degli esaltati e presuntuosi e per nulla dotati di spirito umano, non dotati di vera umanità. In generale sono in molti in questo mondo che hanno dimenticato dove abita la vera umanità, tutti trovano sempre il modo di giustificarsi, Eu falo em geral… ed i religiosi forse sono i peggiori, perché con la scusa dime l’ha detto Dio, è Lui che ha scritto le regole, è lui che ha fatto le leggi” , fanno quello che vogliono, interpretando di comodo quello che è scritto nelle Sacre scritture che purtroppo si prestano a diverse e molteplici interpretazioni, e allora ognuno interpreta come vuole 😁 Ovviamente non tutti trovano questo capro espiatorio. Ma è una buona scusante per chiunque professi una qualunque religione, è un modo di giustificarsi.
    Questa è la mia opinione.
    La maggior parte dei neocatecumenali che conosco però sono così, tutto fumo e niente arrosto, nível humano, empatico. Anche dei cattolici tradizionaliclassici” por assim dizer, caro padre Ariel mi dispiace, ma non è che poi io sia tanto soddisfatto anche di loro e per i motivi già detti. I neocatecumenali poi, loro passano il segno.

  22. A Sara, o chi per lei.

    Le sue patetiche contorsioni verbali per non rispondere a nulla, come tutti gli altri neocat sempre fanno, sono storia vecchia, e mi ricordano tanto un ignorantissimo tizio neocat duro e puro.

    Senza parlare della buffonata di minacciare denunce, voi che dovete chiedere perdono a chi vi ha fatto del male. sobre, l’avete detto a Nostro Signore che sulla croce ha sbagliato? Invece di chiedere perdono ai suoi aguzzini ha detto al Padre di perdonarli. Como?

    E l’idiozia secondo la quale lo statuto avrebbe modificato il Messale Romano? Storia vecchia anche questa. Lei non sa o finge di non sapere che lo Statuto è solo un atto administrativo e il Messale è prescrittivo, ovvero si può fare solo quello che permette esplicitamente, tutto il resto è vietato. Gli ubbidite? de modo nenhum, basterebbe la ridicola pantomima manducatoria tutti insieme appassionatamente come Kiko comanda.

    Incapace di argomentare e rispondere, come tutti i neocat che devono circoncidere la ragione. In questo lei dà prova di esserci riuscita benissimo, per la gioia dei suoi catechisti.

    Visto che lei non è stata capace di rispondere ad alcunché, le chiedo un’ultima cosa: perché per difendere il Cammino dovete ricorrere alla menzogna?

    Vada, gentile Sara o chi per lei, vada dal signor Arguello a farsi esorcizzare. Nonostante la logorrea nulla dice: lei sembra posseduta dal demonio muto tanto caro ai catechisti. Come sa bene lo sfoderano ogni volta che un malcapitato non vuole rivelare i fatti suoi dinanzi a tutti.

    Vada a farsi esorcizzare da Kiko, vada

  23. Caro Don Ariel la ringrazio di aver citato quel discorso di BXVI , sembra però che gli sia sfuggito qualche passaggio importante che ricordo:”La Chiesa ha riconosciuto nel Cammino un particolare dono che lo Spirito Santo ha dato ai nostri tempi e l’approvazione degli Statuti e del “Direttorio Catechetico” ne sono un segno”.Come vede per Papa BXVI il Cammino è un dono dello Spirito Santo, non quindi un a setta eretica-protestante?Quindi il suo giudizio è errato o pensa per caso che sia stato il Papa a sbagliare?Anzitutto le celebarzioni delle comunità non sono separate, se legge lo Statuto art.13 dice quanto segue ART. 13 vírgula 2 2. I neocatecumeni celebrano l’Eucaristia domenicale nella piccola comunità, dopo i primi vespri della Domenica. Tale celebrazione ha luogo secondo le disposizioni del Vescovo diocesano. Le celebrazioni dell’Eucaristia delle comunità neocatecumenali al sabato sera FANNO PARTE DELLA PASTORALE LITURGICA DOMENICALE DELLA PARROCCHIA e sono aperte anche ad altri fedeli”.Mi sembra sufficientemente chiaro, quindi lei si sbaglia.Il Cammino è ubbidiente ai Vescovi e anche ai parroci, però i pastori debbono essere paterni, non spadroneggiare sul gregge affidato, como diz São Paulo, nè spegnere i carismi che sorgono nella Chiesa.Dobbiamo seguire con scrupolo ilibri liturgici, ma non essere schiavi del legalismo, perchè la liturgia è per la santificazione dell’uomo, come recita la Sacrosantum Concilium e come i Papi stessi fanno, infatti mettono la croce al centro dell’altare, non prescritta dal Messale.Quindi studi di più Don Ariel, vede che figure che

  24. Caro Don Ariel lei conosce approssimativamente le celebrazioni del Cammino, e comincio a temere che conosca poco anche il Messale Romano il quale non proibisce affatto l’uso di altri strumenti , anche se esorta a privilegiare l’organo, quindi anche chitarra e bongo sono permessi, pur preferendo l’organo come strumento più idoneo.Non ci sono danze propriziatorie nè trenini, forse lei è confuso, o vuole scherzare e ironizzare ma farlo sull’eucarestia è fuori luogo soprattutto per un presbitero.Non mi intrattengo sulla danza nella liturgia, argomento che ha un fondamento storico, le faccio notare però che la danza , nelle celebrazioni del Cammino,avviene a celebrazione terminata, quindi non è un atto liturgico, non danziamo durante la Messa, come forse lei crede.Si informi sembra poco informato e ripete dei clichè dei blog che voglio denigrare il cammino che spiccano in quanto a disinformazione e fake mews.Poi mostra di avere disprezzo dei suoi confratelli, definendoli in quel modo, questo non è certo bello da parte di un uomo che indossa la talare.Lei dice che si passavano la coppa uno all’altro?Mi sembra strano io non ho mai visto nulla di simile, ho visto invece, prima dell’approvazione definitiva dello Statuto ,che il presbitero o diacono o ministro straordinario della comunione , dava il calice e l’ostia al fedele seduto, ma per questo rientrava nei permessi orale concessi da G.P.II come anche Papa BXVI ebbe a dire nel 2005 nell’udienza al Cammino:”Dopo il periodo di esperienza che aveva concesso il Servo di Dio, Giovanni Paolo II..Si informi meglio.

    1. Lamento, io non prendo lezioni di liturgia dagli eretici che non rispondono nel merito, cambiano discorso, eludono in ogni modo le domande e poi accusano l’interlocutore di non rispondere.

Deixe uma resposta

seu endereço de e-mail não será publicado. Campos obrigatórios são marcados *

 caracteres restantes

Este site usa Akismet para reduzir o spam. Saiba como seus dados comentário é processado.