From financial wolves to accumulators and rich in grace: “Poverty is lacking many things, all avarice

Homiletics of the Fathers of The Island of Patmos

FROM FINANCIAL WOLVES TO ACCUMULATORS AND RICH IN GRACE: «POVERTY IS LACKING MANY THINGS, ALL’AVARIZIA TUTTE»

 

«Ma Dio disse all’agricoltore ricco: "Fool, this very night your life will be demanded of you. And what you have prepared, whose it will be?”. Così è di chi accumula tesori per sé e non si arricchisce presso Dio».

.

Author:
Gabriele Giordano M. Scardocci, o.p.

.

PDF print format article

 

.

.

Cari lettori de L’Isola di Patmos,

.

In Vangelo di questa XVIII domenica Ordinary Time, Gesù condanna la cupidigia o avarizia, dunque l’accumulazione smodata di beni. Un tema che può sembrare lontano da noi piccoli e medi lavoratori. L’accumulazione non riguarda solo beni e tesori legati al denaro o alle proprietà. Questa è stata l’esperienza di Jordan Belfort, broker e imprenditore finanziario, la cui storia è stata raccontata anche nel film del 2013, Il lupo di Wall Street. All’inizio della sua carriera inizia con investimenti e guadagno truffaldini, con un legame sempre più disordinato e viziato verso il denaro. Questo lo porterà a distruggere completamente la propria vita riducendolo alla dipendenza dalla droga e alla distruzione dei i propri amici e affetti, fino al carcere.

.

Oggi Gesù vuole offrirci questo insegnamento, lo dice chiaramente in questa pericope:

.

«Fate attenzione e tenetevi lontani da ogni cupidigia perché, anche se uno è nell’abbondanza, la sua vita non dipende da ciò che egli possiede».

.

La vita di ognuno di noi non dipende dal bene-denaro. Ma dipende dal bene primario ed essenziale che è Dio. È Lui che, se ci affidiamo, ci dona tutti gli altri beni e i mezzi per giungere al fine ultimo: la Santità e l’incontro eterno con Lui in Paradiso. Per chiarire questo il Signore racconta la parabola dell’uomo ricco e della sua campagna. Qui richiama di nuovo alla dipendenza reale che abbiamo da Dio, che decide sulla nostra vita e sulla nostra morte. Ma ancora di più: in this parable Jesus says a much stronger phrase, taking up the ending of his narration:

.

«Ma Dio disse all’agricoltore ricco: "Fool, this very night your life will be demanded of you. And what you have prepared, whose it will be?”. Così è di chi accumula tesori per sé e non si arricchisce presso Dio».

.

True wealth to which we are all called is then the wealth in God. A wealth that does not accumulate by shopping on Amazon, playing on the stock market, or buying real estate. It is the wealth of those who truly have and are filled with the presence and grace of God.

.

Jesus does not ask us to live as miserable, like poor people looking for a pauperistic form in which misery is our aim. Ci chiede di ricollocare tutti i beni per ottenere la ricchezza della Presenza di Dio, che a oggi è possibile ottenere come dono gratuito, specialmente nei Sacramenti e nell’Eucarestia. Una ricchezza spirituale che si ottiene per dono gratuito, quando cresciamo nella preghiera e nella meditazione: questo è il tesoro della dottrina insegnata da Gesù che conduce ogni nostra vita. Ottenuto allora tutto questo, il Signore non ci farà mancare anche gli altri beni materiali.

.

Scriveva l’autore romano Pubblio Sirio, nelle sue Sentenze: “Poverty is lacking many things, all’avarizia tutte».

.

We ask the Lord di guarire dall’attaccamento morboso a tutte le realtà materiali ed effimere, per imparare ad attingere ai tesori trinitari della vita eterna.

Amen.

Rome, 31 July 2022

.

.

.

Staff Blog

Father Gabriele

.

.

Visit the pages of our book shop WHO and support our editions by purchasing and distributing our books.

.

News from the Dominican Province Roman: visit the official website of the Dominicans, WHO

.

.

.

______________________

Dear Readers,
this magazine requires management costs that we have always faced only with your free offers. Those who wish to support our apostolic work can send us their contribution through the convenient and safe way PayPal by clicking below:

Or if you prefer you can use our
Bank account in the name of:
Editions The island of Patmos

n Agency. 59 From Rome
Iban code:
IT74R0503403259000000301118
For international bank transfers:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

If you make a bank transfer, send an email to the editorial staff, the bank does not provide your email and we will not be able to send you a thank you message:
isoladipatmos@gmail.com

We thank you for the support you wish to offer to our apostolic service.

The Fathers of the Island of Patmos

.

.

.