VI. Colazione di Catechismo con il Cappuccino – «Il Sacramento della Penitenza, la Confessione» (Parte Sesta)

— Video di Dottrina Cattolica —

Colazione di Catechismo con il Cappuccino

VI. COLAZIONE DI CATECHISMO CON IL CAPPUCCINO – «IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA, LA CONFESSIONE» (Parte Sesta)

La triste realtà è che noi siamo di fronte a due diverse tendenze: o negare il peccato e dire che il peccato non esiste e che si tratta di una favola inventata dalla Chiesa per tenere le persone schiave sotto la sua obbedienza, oppure la tendenza a normalizzare il peccato. Se infatti il peccato lo normalizzo, allora non è più tale, perché si muterà in un elemento accettabile, normale, comune o persino piacente, divenendo così qualche cosa col quale posso tranquillamente convivere.

 

               Autore
    Ivano Liguori, Ofm. Capp..

.

Il Sommo Pontefice in un confessionale della Papale Arcibasilica di San Pietro

Offriamo la sesta delle sette catechesi tenute dal nostro redattore Padre Ivano Liguori. 

.

Riprendiamo da quell’interrogativo con cui ci siamo lasciati la volta scorsa che è un po’ l’interrogativo che fanno i bambini della prima confessione ma anche i grandi che si dimenticano di Dio, che si dimenticano della loro fede e quindi chiedono al sacerdote, o alle persone che considerano invece nella fede: perché devo confessarmi? La triste realtà è che noi siamo di fronte a due diverse tendenze: o negare il peccato e dire che il peccato non esiste e che si tratta di una favola inventata dalla Chiesa per tenere le persone schiave sotto la sua obbedienza, oppure la tendenza a normalizzare il peccato. Se infatti il peccato lo normalizzo, allora non è più tale, perché si muterà in un elemento accettabile, normale, comune o persino piacente, divenendo così qualche cosa col quale posso tranquillamente convivere.

.

I social media possono essere uno strumento portentoso per lo svolgimento delle attività pastorali e per l’annuncio del Santo Vangelo, per incontrare, venire incontro e rispondere ai quesiti dei Christi Fideles e sostenerli nel loro cammino cristiano di ricerca o di ritorno alla fede. Tutto sta vedere cosa le persone cercano in questo oceano dove è possibile trovare di tutto e in tutti i sensi. Questa iniziativa de L’Isola di Patmos è una opportunità offerta a tutti coloro che voglio riprendere o approfondire i temi della fede partendo dagli elementi basilari del Catechismo e del Magistero della Chiesa.

.

dall’Isola di Patmos, 7 maggio 2022

.

.

.

L’ultimo libro di Padre Ivano potere trovarlo nel nostro negozio librario, per accedervi cliccare sopra l’immagine di copertina

.

______________________

Cari Lettori,
questa rivista richiede costi di gestione che affrontiamo da sempre unicamente con le vostre libere offerte. Chi desidera sostenere la nostra opera apostolica può farci pervenire il proprio contributo mediante il comodo e sicuro Paypal cliccando sotto:

O se preferite potete usare il nostro
Conto corrente bancario intestato a:
Edizioni L’Isola di Patmos

Agenzia n. 59 di Roma
Codice IBAN:
IT74R0503403259000000301118
Per i bonifici internazionali:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

Se fate un bonifico inviate una email di avviso alla redazione, la banca non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un messaggio di ringraziamento:
isoladipatmos@gmail.com

Vi ringraziamo per il sostegno che vorrete offrire al nostro servizio apostolico.

I Padri dell’Isola di Patmos

.

.

V. Colazione di catechismo con il Cappuccino – «Il Sacramento della Penitenza, la confessione» (Parte Quinta)

— Video di Dottrina Cattolica —

Colazione di Catechismo con il Cappuccino

V. COLAZIONE DI CATECHISMO CON IL CAPPUCCINO – «IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA, LA CONFESSIONE» (Parte Quinta)

Quando noi sacerdoti amministriamo la confessione, spesso ci rendiamo conto che i cristiani hanno più il senso di colpa che il senso del peccato. Il senso del peccato che cosa è? È essere consapevoli di avere mancato un amore, di avere mancato al sommo bene che è Dio, mancando a questo modo una occasione di amare e essere amato.

 

               Autore
    Ivano Liguori, Ofm. Capp..

.

Figure storiche dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini: Frate Lorenzo da Sardara (1919 – 2016)

Offriamo la quinta delle cinque catechesi tenute dal nostro redattore Padre Ivano Liguori, che saranno pubblicate una alla settimana, per poi passare ad altri temi di dottrina e di fede. 

.

La volta scorsa abbiamo concluso la quarta catechesi dicendo che il Concilio di Trento che aveva rivisto un po’ tutta la disciplina sui Sacramenti, ribadisce in modo chiaro che il Battesimo ― che è la prima forma di conversione del cristiano a Gesù ― è fondamentale e necessario per la salvezza, perché lava la creatura dal peccato originale. Per coloro che invece hanno peccato dopo il Battesimo è necessario, per la salvezza, il Sacramento della Penitenza […] quando noi sacerdoti amministriamo la confessione, spesso ci rendiamo conto che i cristiani hanno più il senso di colpa che il senso del peccato. Il senso del peccato che cosa è? È essere consapevoli di avere mancato un amore, di avere mancato al sommo bene che è Dio, mancando a questo modo una occasione di amare e essere amato.

.

I social media possono essere uno strumento portentoso per lo svolgimento delle attività pastorali e per l’annuncio del Santo Vangelo, per incontrare, venire incontro e rispondere ai quesiti dei Christi Fideles e sostenerli nel loro cammino cristiano di ricerca o di ritorno alla fede. Tutto sta vedere cosa le persone cercano in questo oceano dove è possibile trovare di tutto e in tutti i sensi. Questa iniziativa de L’Isola di Patmos è una opportunità offerta a tutti coloro che voglio riprendere o approfondire i temi della fede partendo dagli elementi basilari del Catechismo e del Magistero della Chiesa.

.

dall’Isola di Patmos, 26 marzo 2022

.

.

.

.

______________________

Cari Lettori,
questa rivista richiede costi di gestione che affrontiamo da sempre unicamente con le vostre libere offerte. Chi desidera sostenere la nostra opera apostolica può farci pervenire il proprio contributo mediante il comodo e sicuro Paypal cliccando sotto:

O se preferite potete usare il nostro
Conto corrente bancario intestato a:
Edizioni L’Isola di Patmos

Agenzia n. 59 di Roma
Codice IBAN:
IT74R0503403259000000301118
Per i bonifici internazionali:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

Se fate un bonifico inviate una email di avviso alla redazione, la banca non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un messaggio di ringraziamento:
isoladipatmos@gmail.com

Vi ringraziamo per il sostegno che vorrete offrire al nostro servizio apostolico.

I Padri dell’Isola di Patmos

.

.

IV. Colazione di catechismo con il Cappuccino – «Il Sacramento della Penitenza, la confessione» (Parte Quarta)

— Video di Dottrina Cattolica —

Colazione di Catechismo con il Cappuccino

IV. COLAZIONE DI CATECHISMO CON IL CAPPUCCINO – «IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA, LA CONFESSIONE» (Parte Quarta)

Per penetrare il senso profondo di questo Sacramento, è necessario partire dalle parole di San Paolo Apostolo: «Vi supplichiamo in nome di Cristo lasciatevi riconciliare con Dio». Questo è il centro e il fulcro sul quale ruota tutta la catechesi sul Sacramento della Riconciliazione. 

 

               Autore
    Ivano Liguori, Ofm. Capp..

.

San Leopoldo Mandic, dell’Ordine dei Frati Minori Cappuccini, protettore degli ammalati di tumore

Offriamo la quarta delle cinque catechesi tenute dal nostro redattore Padre Ivano Liguori, che saranno pubblicate una alla settimana, per poi passare ad altri temi di dottrina e di fede. 

.

Per penetrare il senso profondo di questo Sacramento, è necessario partire dalle parole di San Paolo Apostolo: «Vi supplichiamo in nome di Cristo lasciatevi riconciliare con Dio» [II Cor 5, 20]. Questo è il centro e il fulcro sul quale ruota tutta la catechesi sul Sacramento della Riconciliazione. Il bisogno di riconciliarsi con Dio è un comando apostolico che l’Apostolo esprime agli abitanti di Corinto, ma che percorre i tempi ed è rivolto a tutti noi.

.

I social media possono essere uno strumento portentoso per lo svolgimento delle attività pastorali e per l’annuncio del Santo Vangelo, per incontrare, venire incontro e rispondere ai quesiti dei Christi Fideles e sostenerli nel loro cammino cristiano di ricerca o di ritorno alla fede. Tutto sta vedere cosa le persone cercano in questo oceano dove è possibile trovare di tutto e in tutti i sensi. Questa iniziativa de L’Isola di Patmos è una opportunità offerta a tutti coloro che voglio riprendere o approfondire i temi della fede partendo dagli elementi basilari del Catechismo e del Magistero della Chiesa.

.

dall’Isola di Patmos, 5 marzo 2022

.

.

.

.

______________________

Cari Lettori,
questa rivista richiede costi di gestione che affrontiamo da sempre unicamente con le vostre libere offerte. Chi desidera sostenere la nostra opera apostolica può farci pervenire il proprio contributo mediante il comodo e sicuro Paypal cliccando sotto:

O se preferite potete usare il nostro
Conto corrente bancario intestato a:
Edizioni L’Isola di Patmos

Agenzia n. 59 di Roma
Codice IBAN:
IT74R0503403259000000301118
Per i bonifici internazionali:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

Se fate un bonifico inviate una email di avviso alla redazione, la banca non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un messaggio di ringraziamento:
isoladipatmos@gmail.com

Vi ringraziamo per il sostegno che vorrete offrire al nostro servizio apostolico.

I Padri dell’Isola di Patmos

.

.

III. Colazione di Catechismo con il Cappuccino – «Il Sacramento della Penitenza, la confessione» (Parte Terza)

— Video di Dottrina Cattolica —

Colazione di Catechismo con il Cappuccino

III. COLAZIONE DI CATECHISMO CON IL CAPPUCCINO – «IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA, LA CONFESSIONE» (Parte Terza)

Spesso della Chiesa sappiamo e conosciamo solo tutti i pettegolezzi appresi dalla zia, dall’amica, dalla cugina suora, dai giornali, dalle televisioni … mai però dalle fonti ufficiali, quali sono i Sacri Testi, il Magistero della Chiesa e la voce dei suoi Pastori. Capite bene che così non si cresce nel Cristianesimo e nella nostra fede … 

               Autore
    Ivano Liguori, Ofm. Capp..

.

.

Offriamo la terza delle cinque catechesi tenute dal nostro redattore Padre Ivano Liguori, che saranno pubblicate una alla settimana, per poi passare ad altri temi di dottrina e di fede. 

.

Spesso della Chiesa sappiamo e conosciamo solo tutti i pettegolezzi appresi dalla zia, dall’amica, dalla cugina suora, dai giornali, dalle televisioni … mai però dalle fonti ufficiali, quali sono i Sacri Testi, il Magistero della Chiesa e la voce dei suoi Pastori. Capite bene che così non si cresce nel Cristianesimo e nella nostra fede. 

.

I social media possono essere uno strumento portentoso per lo svolgimento delle attività pastorali e per l’annuncio del Santo Vangelo, per incontrare, venire incontro e rispondere ai quesiti dei Christi Fideles e sostenerli nel loro cammino cristiano di ricerca o di ritorno alla fede. Tutto sta vedere cosa le persone cercano in questo oceano dove è possibile trovare di tutto e in tutti i sensi. Questa iniziativa de L’Isola di Patmos è una opportunità offerta a tutti coloro che voglio riprendere o approfondire i temi della fede partendo dagli elementi basilari del Catechismo e del Magistero della Chiesa.

.

dall’Isola di Patmos, 26 febbraio 2022

.

.

.

______________________

Cari Lettori,
questa rivista richiede costi di gestione che affrontiamo da sempre unicamente con le vostre libere offerte. Chi desidera sostenere la nostra opera apostolica può farci pervenire il proprio contributo mediante il comodo e sicuro Paypal cliccando sotto:

O se preferite potete usare il nostro
Conto corrente bancario intestato a:
Edizioni L’Isola di Patmos

Agenzia n. 59 di Roma
Codice IBAN:
IT74R0503403259000000301118
Per i bonifici internazionali:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

Se fate un bonifico inviate una email di avviso alla redazione, la banca non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un messaggio di ringraziamento:
isoladipatmos@gmail.com

Vi ringraziamo per il sostegno che vorrete offrire al nostro servizio apostolico.

I Padri dell’Isola di Patmos

.

.

II. Colazione di Catechismo con il Cappuccino – «Il Sacramento della Penitenza, la confessione» (Parte Seconda)

— Video di Dottrina Cattolica —

Colazione di Catechismo con il Cappuccino

II. COLAZIONE DI CATECHISMO CON IL CAPPUCCINO – «IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA, LA CONFESSIONE» (Parte Seconda)

Il prete non viene mandato per rovinare la vita alle persone «… ecco, ho parlato col prete e non posso fare più niente, non posso fare il padrino … sì, la Chiesa è oscurantista, è una tiranna». Ma secondo voi, noi abbiamo scelto uno stile di vita per angariare le persone? Il compito della Chiesa è proprio questo: in nome di Cristo lasciatevi riconciliare con Dio.

               Autore
    Ivano Liguori, Ofm. Capp..

.

.

Offriamo la seconda delle cinque catechesi tenute dal nostro redattore Padre Ivano Liguori, che a partire da oggi saranno pubblicate una alla settimana, per poi passare ad altri temi di dottrina e di fede. 

.

Il prete non viene mandato per rovinare la vita alle persone «… ecco, ho parlato col prete e non posso fare più niente, non posso fare il padrino … sì, la Chiesa è oscurantista, è una tiranna». Ma secondo voi, noi abbiamo scelto uno stile di vita per angariare le persone? Il compito della Chiesa è proprio questo: in nome di Cristo lasciatevi riconciliare con Dio.

.

I social media possono essere uno strumento portentoso per lo svolgimento delle attività pastorali e per l’annuncio del Santo Vangelo, per incontrare, venire incontro e rispondere ai quesiti dei Christi Fideles e sostenerli nel loro cammino cristiano di ricerca o di ritorno alla fede. Tutto sta vedere cosa le persone cercano in questo oceano dove è possibile trovare di tutto e in tutti i sensi. Questa iniziativa de L’Isola di Patmos è una opportunità offerta a tutti coloro che voglio riprendere o approfondire i temi della fede partendo dagli elementi basilari del Catechismo e del Magistero della Chiesa.

.

dall’Isola di Patmos, 19 febbraio 2022

.

.

.

______________________

Cari Lettori,
questa rivista richiede costi di gestione che affrontiamo da sempre unicamente con le vostre libere offerte. Chi desidera sostenere la nostra opera apostolica può farci pervenire il proprio contributo mediante il comodo e sicuro Paypal cliccando sotto:

O se preferite potete usare il nostro
Conto corrente bancario intestato a:
Edizioni L’Isola di Patmos

Agenzia n. 59 di Roma
Codice IBAN:
IT74R0503403259000000301118
Per i bonifici internazionali:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

Se fate un bonifico inviate una email di avviso alla redazione, la banca non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un messaggio di ringraziamento:
isoladipatmos@gmail.com

Vi ringraziamo per il sostegno che vorrete offrire al nostro servizio apostolico.

I Padri dell’Isola di Patmos

.

.

Gli scappati di canonica sono peggiori degli scappati di casa: i pretini trendy nel ruolo di star televisive alla scialba insegna del clericamente corretto

— Attualità ecclesiale —

GLI SCAPPATI DI CANONICA SONO PEGGIORI DEGLI SCAPPATI DI CASA: I PRETINI TRENDY NEL RUOLO DI STAR TELEVISIVE ALLA SCIALBA INSEGNA DEL CLERICAMENTE CORRETTO

Non ho nulla contro i pretini social ben ordinati, puliti, instagrammabili, con il sopracciglio ben ridisegnato a dovere dall’estetista. Gel tra i capelli, quattro colpi di sole sbarazzini sulla chioma, sguardo trasognato, malinconico e assente, in cui il misticismo da immaginetta si confonde con la sicurezza di una improbabile Chiesa calda da Mulino Bianco, manca solo la voce dello speaker della Barilla che cambiando soggetto dello spot annunci: «Dove c’è Chiesa c’è casa»

.

Autore
Ivano Liguori, Ofm. Capp.

.

.

PDF  articolo formato stampa

 

.

.

il Servo di Dio Dolindo Ruotolo (Napoli 1882 – Napoli 1970)

Qualche giorno fa, un nostro caro lettore de L’Isola di Patmos mi ha inviato via e-mail una riflessione del presbitero Luigi Maria Epicoco sulla figura del prete con un evidente stile retorico di circostanza, tendente ― a mio personale avviso ― al clericalmente corretto.

.

Se devo essere sincero, mi sento di dire che non vado per nulla pazzo verso il presbitero Luigi Maria Epicoco e la sua recente poesiola sui preti. E lo dico con la consapevolezza di essere un peccatore e forse, non altro per questo, sarebbe meglio non ascoltarmi.

.

Con cattolica franchezza mi sento di esprimere che sebbene oggi questo giovane pretino vada per la maggiore in tutti gli ambienti clericalmente corretti, sicuramente ha trovato un buon “diavolo che lo porti”, tanto da apparire in molti contesti come una sorta di “prete immagine” che si usa come una volta si usava il vestito buono della domenica. Sia chiaro, non ho nulla contro i pretini social ben ordinati, puliti, instagrammabili, con il sopracciglio ben ridisegnato a dovere dall’estetista. Gel tra i capelli, quattro colpi di sole sbarazzini sulla chioma, sguardo trasognato, malinconico e assente, in cui il misticismo da immaginetta si confonde con la sicurezza di una improbabile Chiesa calda da Mulino Bianco, manca solo la voce dello speaker della Barilla che cambia soggetto dello spot annuncia: «Dove c’è Chiesa c’è casa», il tutto con il sottofondo musicale «Scatenate la gioia, oggi qui si fa festa».

.

No, non vado pazzo per queste riflessioni da poesiola languida che mi sembrano estremamente fuori dalla realtà, da quella realtà che tocchiamo quotidianamente con mano in mezzo ai nostri fedeli sempre più refrattari, diffidenti e disamorati per una Chiesa che pareggia nella corsa per stare al mondo, a volte per essere meglio del mondo. Per questo non mi preoccuperei tanto di che cosa pensa la gente del prete, come scrive il caro Luigi Maria Epicoco nella sua struggente poesiola da Baci Perugina, piuttosto mi preoccuperei di che cosa pensa il prete di sé stesso e della sua vita, per che cosa valga la pena vivere e un giorno morire.

.

Spesso vedo sacerdoti diocesani che già dai 40 anni sono in crisi di identità, costantemente in lite con il proprio vescovo, che non riescono ad andare d’accordo con i propri condiocesani, refrattari a trovarsi per pranzare insieme, per pregare insieme, e che a volte hanno la pretesa di voler insegnare ai fedeli quello che loro, con olimpionica faccia tosta, non riescono ancora a fare. Per queste ragioni, prima di pensare a cosa fa il prete, bisognerebbe “ripensare il prete” in toto, fin dal tempo del seminario in cui si cresce nell’individualismo e nel carrierismo più competitivo. Seminari dove non di rado, se un rettore osa rimproverare un seminarista, questi corre a protestare dal vescovo che non esita a rimuovere il rettore del seminario. O può forse, il vescovo, presentarsi alle assemblee con gli altri vescovi e dire che purtroppo si ritrova con il seminario vuoto? Ma che ciò malgrado preferisce avere il seminario vuoto, anziché correre il rischio di portare al sacerdozio soggetti egocentrici affetti da incorreggibile spirito narcisistico?

.

Sì, riflessioni da Baci Perugina emotivamente nutrienti come un cioccolatino della Ferrero, quelle di Luigi Maria Epicoco, dinanzi alle quali è di rigore la domanda: quanto tempo il prete passa in confessionale, a fare direzione spirituale, quanto al capezzale degli ammalati, quanto a trovare i confratelli anziani e soli, quanto a pregare e meditare la Parola e insegnarla al suo popolo anche quando è scomoda, anzi: soprattutto quando è scomoda e pericolosa per il mondo? Perché in cima al Monte Calvario non c’è un barattolo di Nutella in premio per il gioioso scalatore peace and love, ma Cristo crocifisso. E quanto tempo trascorrono, questo genere di pretini trendy, a difendere la Verità anche quando questa può costargli visibilità?

.

Quando questi pretini trendy partecipano ai vari talk show, con quanta e quale conigliesca maestria, evitano di toccare argomenti che scatenerebbero le ire delle soubrette messe in studio nel ruolo di opinioniste? Ne ricordo uno, tempo fa, che dinanzi al tema dell’aborto che fu toccato solo di straforo, dinanzi a una soubrette che prima si dichiarò cattolica credente, poi precisò che proprio come tale non avrebbe mai impedito ad altre ragazze la libertà di poter abortire, il pretino trendy, lungi dal dire all’oca giuliva che poteva proclamarsi cattolica nella stessa misura in cui Jack lo Squartatore poteva proclamarsi pacifista non-violento, non trovò di meglio da fare che ingurgitare il cioccolatino Bacio Perugina e leggere velocemente il pensiero impresso nella cartina: «L’importante è accogliere queste donne senza giudicarle ma stringendole solo al cuore». E tutti in studio applaudirono, la sedicente cattolica abortista per prima in testa a tutte. Superflua la mia domanda: questo pretino trendy, un vescovo ce l’ha? E perché, il vescovo, prendendo atto di quella rappresentazione, si è ben guardato dal dirgli: “Tu, in uno studio televisivo, a partire da oggi non devi azzardarti a metterci più piede”? Ovvio il motivo: ma perché il vescovo sapeva sicuramente benissimo che il pretino trendy gli avrebbe caricato contro i mass media. Dunque coniglio il prete e più coniglio ancora il vescovo, altro che struggenti poesiole!

.

Ammetto che forse sarò demodé. Poi, se essere demodé fosse peccato, ammetto altresì di essere un ostinato nel peccato, perché ai pretini social preferisco quel santo presbitero di Dolindo Ruotolo, che da religioso lazzarista fu cacciato dalla propria congregazione religiosa con accuse pesanti di eresia e finanche di essere indemoniato e che da prete diocesano, con la talare impolverata, sdrucita e un po’ sporca e unta, faceva venire il desiderio di Dio. Al contrario invece, se guardo questi preti 2.0, attenti sempre e di rigore a non urtare la suscettibilità delle masse, disposte al massimo ad accettare un Vangelo annacquato con l’emotività, potrei finire tentato di andare anch’io dall’estetista a farmi la ceretta, alla beauty farm a farmi i massaggi e in palestra a esercitare i bicipiti.

.

Sarò per caso invidioso? Forse, semmai anche bruttarello, ma pure tra il clero è sempre più emergente l’immagine del prete di successo, che non deve chiedere mai, come la vecchia pubblicità di Denim musk. Prete ridotto a ingranaggio di un organismo perfetto – quasi sempre questi preti gravitano dentro a qualche movimento ecclesiale ben strutturato e protetto – che hanno trovato il modo di essere à la page. Forse quando li vedrò presi a urla da atei anticlericali dentro una corsia di ospedale, o presi per pedofili ingiustamente all’interno di una parrocchia, o sbeffeggiati per strada da giovani appena adolescenti, o a sperimentare la solitudine della chiesa vuota come nella parrocchia guareschiana di Montenara in cui il povero Don Camillo fu mandato per punizione dal suo vescovo, allora forse riuscirò ad apprezzare queste riflessioni. Però, come dicevo sin dall’inizio, sicuramente lo strano sono io, il tutto con una aggravante: se rispettare, vivere e praticare il Santo Vangelo, implica essere strani, prego Dio che mi dia la grazia di vivere da strano, quindi da strano di morire, per quant’è vero che in cima al Calvario, non c’è un barattolo di Nutella in premio che ci attende.

.

dall’Isola di Patmos, 18 febbraio 2022

.

L’ultimo libro di Padre Ivano è in vendita nel negozio on-line de L’Isola di Patmos

per andare al negozio cliccare sopra l’immagine

.

.

______________________

Cari Lettori,
questa rivista richiede costi di gestione che affrontiamo da sempre unicamente con le vostre libere offerte. Chi desidera sostenere la nostra opera apostolica può farci pervenire il proprio contributo mediante il comodo e sicuro Paypal cliccando sotto:

O se preferite potete usare il nostro
Conto corrente bancario intestato a:
Edizioni L’Isola di Patmos

Agenzia n. 59 di Roma
Codice IBAN:
IT74R0503403259000000301118
Per i bonifici internazionali:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

Se fate un bonifico inviate una email di avviso alla redazione, la banca non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un messaggio di ringraziamento:
isoladipatmos@gmail.com

Vi ringraziamo per il sostegno che vorrete offrire al nostro servizio apostolico.

I Padri dell’Isola di Patmos

.

.

Colazione di Catechismo con il Cappuccino – «Il Sacramento della Penitenza, la confessione» (Parte Prima)

— Video di Dottrina Cattolica —

Colazione di Catechismo con il Cappuccino

I. COLAZIONE DI CATECHISMO CON IL CAPPUCCINO – «IL SACRAMENTO DELLA PENITENZA, LA CONFESSIONE» (Parte Prima)

«Perché devo raccontare i miei peccati a un prete, che tra l’altro può essere una persona molto peggiore di me?». Domanda antica quanto il Sacramento della Penitenza, la confessione, sin da quando Cristo Dio disse «A chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi».

              Autore
   Ivano Liguori, Ofm. Capp..

.

.

Offriamo la prima delle cinque catechesi tenute dal nostro redattore Padre Ivano Liguori, che a partire da oggi saranno pubblicate una alla settimana, per poi passare ad altri temi di dottrina e di fede. 

.

«Perché devo raccontare i miei peccati a un prete che tra l’altro può essere una persona molto peggiore di me?». Domanda antica quanto il Sacramento della Penitenza, la confessione, sin da quando Cristo Dio disse «A chi rimetterete i peccati saranno rimessi e a chi non li rimetterete, resteranno non rimessi» [Gv 20,23]. Eppure è una domanda che continua a riproporsi attraverso il corso dei secoli.

.

I social media possono essere uno strumento portentoso per lo svolgimento delle attività pastorali e per l’annuncio del Santo Vangelo, per incontrare, venire incontro e rispondere ai quesiti dei Christi Fideles e sostenerli nel loro cammino cristiano di ricerca o di ritorno alla fede. Tutto sta vedere cosa le persone cercano in questo oceano dove è possibile trovare di tutto e in tutti i sensi. Questa iniziativa de L’Isola di Patmos è una opportunità offerta a tutti coloro che voglio riprendere o approfondire i temi della fede partendo dagli elementi basilari del Catechismo e del Magistero della Chiesa.

.

dall’Isola di Patmos, 12 febbraio 2022

.

.

.

______________________

Cari Lettori,
questa rivista richiede costi di gestione che affrontiamo da sempre unicamente con le vostre libere offerte. Chi desidera sostenere la nostra opera apostolica può farci pervenire il proprio contributo mediante il comodo e sicuro Paypal cliccando sotto:

O se preferite potete usare il nostro
Conto corrente bancario intestato a:
Edizioni L’Isola di Patmos

Agenzia n. 59 di Roma
Codice IBAN:
IT74R0503403259000000301118
Per i bonifici internazionali:
Codice SWIFT:
BAPPIT21D21

Se fate un bonifico inviate una email di avviso alla redazione, la banca non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un messaggio di ringraziamento:
isoladipatmos@gmail.com

Vi ringraziamo per il sostegno che vorrete offrire al nostro servizio apostolico.

I Padri dell’Isola di Patmos

.

.

VIDEO – In diretta da “Il salone letterario” de “Il Monito”. Francesco Mangiacapra e Padre Ariel S. Levi di Gualdo

— I video de L’Isola di Patmos —

VIDEO – IN DIRETTA DA IL SALONE LETTERARIO DE IL MONITO : FRANCESCO MANGIACAPRA E PADRE ARIEL S. LEVI DI GUALDO

Questa mattina alle ore 11.30, il direttore editoriale Rosa Criscuolo ha realizzato questa bella intervista di ampio respiro culturale e umano

.

Autore:
Jorge Facio Lince
Presidente delle Edizioni L’Isola di Patmos

.

.

Per aprire il video cliccare sull’immagine

.

.

.

Per accedere direttamente al carrello degli acquisti cliccare sull’immagine

.

Dall’Isola di Patmos, 6 novembre 2021

.

.

.

NEGOZIO LIBRARIO, QUI

.

oppure potete anche richiederlo direttamente alle Edizioni L’Isola di Patmos: isoladipatmos@gmail.com 

e riceverlo in 5 giorni lavorativi senza alcuna spesa postale

 

.

Prossime pubblicazioni in uscita:

.

saggistica (mese di novembre/dicembre):

DAL PROZAN AL PROZAC, Ariel S. Levi di Gualdo — Ivano Liguori, Ofm. Capp.

IL SEGNO DI CAINO, Ivano Liguori, Ofm. Capp.

narrativa (mese di dicembre):

LE ULTIME LACRIME DI GIULIANO, Gabriele Giordano M. Scardocci, O.P.

IL CAMMINO DELLE TRE CHIAVI, Ariel S. Levi di Gualdo 

 

 

.

 

.

.

«Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» [Gv 8,32],
ma portare, diffondere e difendere la verità non solo ha dei
rischi ma anche dei costi. Aiutateci sostenendo questa Isola
con le vostre offerte attraverso il sicuro sistema Paypal:









oppure potete usare il conto corrente bancario:

intestato a Edizioni L’Isola di Patmos

IBAN IT 74R0503403259000000301118
in questo caso, inviateci una email di avviso, perché la banca
non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un
ringraziamento [ isoladipatmos@gmail.com ]




La Sapienza: antidoto al cancro della emotività di preti e laici

— I video delle lectiones magistrales —

LA SAPIENZA: ANTIDOTO AL CANCRO DELLA EMOTIVITÀ DI PRETI E LAICI 

.

Il sentimentalismo emotivo è la negazione della sapienza, perché il sentimentale emotivo è chiuso alla trascendenza nella misura in cui è ripiegato nella dimensione ottusa del … “ma io sento …”. E ripiegando l’uomo nel culto del proprio “io”, in nome di una non meglio precisata apertura, non si creano affatto società aperte, ma società chiuse che finiscono poi col divenire società schizofreniche, all’interno delle quali la emotività diviene elemento di violenza e di ingiustizia.

.

Autore
Ariel S. Levi di Gualdo

.

.

La Sapienza di Re Salomone

In questa lectio spiego che per penetrare gli arcani misteri di Dio e della Rivelazione, si procede attraverso la ragione che ci guida sino alla porta dei grandi misteri di Dio. A quel punto, dalla ragione si procede attraverso la fede. Per questo, alla ragione e alla fede, si è soliti accompagnare la parola sapienza: sapientia fidei, sapientia mentis, sapientia cordis, tutti elementi che danno vita alla giustizia, perché Dio è giusto in quanto misericordioso e misericordioso in quanto giusto. Una misericordia senza giustizia, non è neppure pensabile, salvo trasformare Dio in altro, in qualche cosa di diverso da ciò che egli è e che si è rivelato all’uomo, ad esempio mutandolo in una melassa misericordista […]

.

Dall’Isola di Patmos, 1° giugno 2020

.

.

.

.

CANALE YOUTUBE DE L’ISOLA DI PATMOS

.

CANALE DE L’ISOLA DI PATMOS SU

.

MP3  SOLO AUDIO SENZA VIDEO

 

.

.

.

«Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» [Gv 8,32],
ma portare, diffondere e difendere la verità non solo ha dei
rischi ma anche dei costi. Aiutateci sostenendo questa Isola
con le vostre offerte attraverso il sicuro sistema Paypal:



oppure potete usare il conto corrente bancario:
.1

intestato a Edizioni L’Isola di Patmos

IBAN IT 74R0503403259000000301118
in questo caso, inviateci una email di avviso, perché la banca
non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un
ringraziamento [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

.

.

La pornocrazia clericale e le ordinazioni dei preti omosessuali, che da tempo hanno fatto un golpe all’interno della Chiesa, generando una decadenza irreversibile

— I video delle lectiones magistrales —

LA PORNOCRAZIA CLERICALE E LE ORDINAZIONI DEI PRETI OMOSESSUALI, CHE DA TEMPO HANNO FATTO UN GOLPE ALL’INTERNO DELLA CHIESA, GENERANDO UNA DECADENZA IRREVERSIBILE 

.

Oggi il governo della Chiesa è in mano a ecclesiastici omosessuali: «Non è una mia esagerazione, bensì solo puro realismo, affermare che la Chiesa è una struttura ormai omosessualizzata e che oggi, il primo tra gli Stati del mondo con la percentuale in assoluto più alta di omosessuali, è lo Stato della Città del Vaticano».

.

Autore
Ariel S. Levi di Gualdo

.

.

per andare al negozio cliccare sopra l’immagine

In questa video-lezione torno a documentare che non esiste al mondo aggregazione nella quale, come nella  Chiesa Cattolica, la presenza di omosessuali è così alta; né esiste aggregazione dove, come nella Chiesa Cattolica, gli omosessuali hanno fatto un vero e proprio “golpe”, inserendosi in tutte le “stanze di comando”.

.

Oggi il governo della Chiesa è in mano a queste persone: «Non è una mia esagerazione, bensì solo puro realismo, affermare che la Chiesa è una struttura ormai omosessualizzata e che oggi, il primo tra gli Stati del mondo con la percentuale in assoluto più alta di omosessuali, è lo Stato della Città del Vaticano».

.

Questo problema, che per la Chiesa è decisamente devastante, cominciai a studiarlo nel 2008 e, agli inizi del 2011, detti alle stampe il mio libro «E Satana si fece trino» [Edizioni L’Isola di Patmos, II ed. 2019], nel quale scrissi e spiegai con dieci anni di anticipo la situazione attuale. Vi suggerisco di leggerlo, perché molti troveranno risposta ai tanti quesiti che si pongono.

.

.

INDICE TEMATICO DI QUESTA VIDEO-LEZIONE

I – LA LEZIONE DI ORIGENE. LA VIRILITÀ DEL VIR PROBATO È ELEMENTO IMPRESCINDIBILE PER IL SACERDOZIO CATTOLICO  minuto 04:30

II – NON C’È DIFFERENZA TRA LE ORDINAZIONI SIMONIACHE E QUELLE AVVENUTE PER SCAMBI DI FAVORI SESSUALI PERVERSI E PER CONSEGUENTI RICATTI  minuto 17:30

 III – IL DRAMMA DEL PECCATO DI ACCIDIA E OMISSIONE, IN UNA CHIESA DOVE TUTTI ASPIRANO A DIVENTARE CARDINALI, MA DOVE NESSUNO È DISPOSTO AD ASSUMERSI UNA RESPONSABILITÀ ANCHE MINIMA  minuto 26:58

IV – MOLTI OMOSESSUALI MANCANO DEI REQUISITI MINIMI RICHIESTI PER LA VALIDITÀ DEL SACRAMENTO DELL’ORDINE  minuto 31:52

V – LA “BANDA DELLA MAGLIANA” CLERICAL GAY  COLPISCE ALLA CONGREGAZIONE PER LE CAUSE DEI SANTI  minuto 37:30

VI – IL MISTERO DELLA GRAZIA DI DIO, IL SUPPLET GRATIA ED IL SUPPLET ECCLESIA, NON SONO NÉ UNA SCAPPATOIA NÉ UNA PANACEA  minuto 52:08

VII – APPELLO AI LAICI: NON SIATE VIGLIACCHI COME CERTI VESCOVI E PRETI  minuto 01:00:25

.

CORREZIONE E PRECISAZIONE: al minuto 21:30 Padre Ariel cita S.E. Mons. Mauro Parmeggiani come Vescovo di Albano Laziale. Si tratta di un lapsus calami, questo prelato è infatti Vescovo della Diocesi di Tivoli.

 

.

Dall’Isola di Patmos, 18 maggio 2020

.

.

.

CANALE YOUTUBE DE L’ISOLA DI PATMOS

.

CANALE DE L’ISOLA DI PATMOS SU

.

MP3  SOLO AUDIO SENZA VIDEO

.

CARI LETTORI, 

NON DIMENTICATE DI SOSTENERE LA NOSTRA OPERA

.

«Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» [Gv 8,32],
ma portare, diffondere e difendere la verità non solo ha dei
rischi ma anche dei costi. Aiutateci sostenendo questa Isola
con le vostre offerte attraverso il sicuro sistema Paypal:



oppure potete usare il conto corrente bancario:
.1

intestato a Edizioni L’Isola di Patmos

IBAN IT 74R0503403259000000301118
in questo caso, inviateci una email di avviso, perché la banca
non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un
ringraziamento [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

.

.