– Theologica – La metafisica di Teilhard de Chardin, una metafisica evoluzionista

– Theologica –

LA METAFISICA DI TEILHARD DE CHARDIN, UNA METAFISICA EVOLUZIONISTA

La prima cosa che si potrebbe osservare è che in Teilhard manca la nozione di atto d’essere, sostituto dall’evoluzione. Non esiste, quindi, per lui un essere fisso ed immutabile, indipendente dal divenire e dal mutamento. L’essere o l’essenza, per lui, è l’essere che diviene, come in Eraclito. Tutto evolve, tutto muta, nulla è immutabile, nulla è definitivo. Il divenire stesso è eterno: da sempre e per sempre. Nessuno dubita dell’esistenza di enti mutevoli. Ma per Teilhard non esiste ente che non muti, persino Dio.

 

 

Giovanni Cavalcoli OP
Giovanni Cavalcoli, OP

 

Per aprire l’articolo cliccare sotto

Giovanni Cavalcoli, OP – La metafisica di Teilhard de Chardin

 

 

 

Avatar

About isoladipatmos

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 caratteri ancora disponibili

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.