Das Geheimnis der Freude: „Er stieg in den Himmel;, zur Rechten des Vaters sitzt "

Der Winkel dell'omiletica der Väter der Insel Patmos

DAS GEHEIMNIS DER FREUDE: «ET ASCÉNDIT IN CÆLUM, SEDET AD DÉXTERAM PATRIS »

.

L’Ascensione è dunque la festa liturgica di chi sceglie la speranza come faro della propria vita. Im Gegensatz zu einem Pessimismus, typisch für unsere Zeit, dopo che le grandi ideologie sono cadute, die Hoffnung des Aufstiegs hilft uns Tag für Tag den Glauben zu leben. E l’effetto più evidente di chi è speranzoso nel nome di Gesù, Es ist die Freude. Nicht eine falsche Maske des Glücks, platziert Gesicht glücklich zu sehen, wenn das Herz in der Finsternis ist statt. Nicht, Hoffnung ist die wahre Freude derer, die den auferstandenen Jesus begegnet, und dann stieg.

.

.

Autor:
Gabriele Giordano M. Scardocci, o.p..

.

PDF-Format Artikel drucken
.

.

.

Liebe Brüder und Schwestern,

Salvador Dali: Ascensione del Cristo [1958]

Con la proclamazione del Vangelo del Beato Evangelista Luca [CF. 24, 46-53] Celebriamo oggi l’ascensione al cielo del Cristo Risorto [siehe Liturgie des Wortes, Wer].

.

Nell’omiletica, per illustrare i quadri delle Sacre Scritture a volte mi richiamo a opere cinematografiche interessanti

.

… Qualche anno fa uscì al cinema un bel film intitolato La Teoria del Tutto. Il film narrava la vita del fisico Stephen Hawking, scienziato tetraplegico e delle sue teorie sull’origine dell’universo. Nonostante le sue condizioni fisiche terribilmente debilitate, Hawking non perse mai la voglia di vivere e di ricercare. Alla fine del film, lo stesso scienziato afferma:

.

«Per quanto possa sembrare brutta la vita c’è sempre qualcosa che uno può fare e con successo. Perché finché c’è vita, c’è speranza».

.

Questo esempio introduce il tema delle letture della Santa Messa di Ascensione che oggi celebriamo insieme. L’Ascensione è il momento del ritorno di Gesù, Sohn Gottes, all’Eterno Padre, anch’Egli Dio. Nel momento stesso in cui Gesù ascende ed è elevato in alto, lascia un messaggio importante ai suoi discepoli. In der Apostelgeschichte:

.

«Riceverete la forza dallo Spirito Santo che scenderà su di voi, e di me sarete testimoni a Gerusalemme, in tutta la Giudea e la Samarìa e fino ai confini della terra» [Bei 1,8].

.

Questo è il nucleo centrale dell’Ascensione: la chiamata di Dio a diventare suoi testimoni, der griechischen μᾰρτῠρος [marturos: Märtyrer, testimone]. È una chiamata a testimoniare Gesù e la sua persona fino ai confini della terra. Die ganze, rapportandolo a noi, costituisce la chiamata a testimoniare Gesù in ogni luogo che frequentiamo, Familie, sul posto di lavoro, mit Freunden, o anche durante i momenti di relax.

.

La lettera agli ebrei chiarifica cosa significa essere testimoni:

.

«Manteniamo senza vacillare la professione della nostra speranza» [EB 10, 23].

.

L’Ascensione è dunque il momento in cui Gesù lascia il mandato di proseguire la sua missione visibile agli apostoli e ai discepoli, dunque alla Chiesa. In questo mandato rientriamo anche noi. La nostra speranza non è solo umana, ma anzitutto speranza ultraterrena: è nutrire un sentimento di attesa fiduciosa di essere per l’Eternità con il Signore in Paradiso. Questa attesa risponde alle domande di senso più profonde e offre dunque una risposta esistenziale. Tatsächlich, ist eine eingebaute Erwartung aktiv Zeugen der großen Liebe rechts von Start, dass wir leben, das Ende der Zeit können.

.

Su questo essere testimoni di speranza di vita eterna, Gesù ne parla anche nel Vangelo quando ribadisce

.

«Il Cristo patirà e risorgerà dai morti il terzo giorno. […] Di questo voi siete testimoni”» [LC 24, 46]

.

L’Ascensione è dunque la festa liturgica di chi sceglie la speranza come faro della propria vita. Im Gegensatz zu einem Pessimismus, typisch für unsere Zeit, dopo che le grandi ideologie sono cadute, die Hoffnung des Aufstiegs hilft uns Tag für Tag den Glauben zu leben. E l’effetto più evidente di chi è speranzoso nel nome di Gesù, Es ist die Freude. Nicht eine falsche Maske des Glücks, platziert Gesicht glücklich zu sehen, wenn das Herz in der Finsternis ist statt. Nicht, Hoffnung ist die wahre Freude derer, die den auferstandenen Jesus begegnet, und dann stieg.

.

La gioia di un incontro che è avvenuto per noi, wenn wir Jesus in den Sakramenten treffen. In dieser Eucharistie, Jesus kommt, um uns zu treffen, bewohnen unsere Seele. il suo abitare in noi ha come scopo permetterci già adesso di elevarci con Lui, tramite lo sguardo della fede. Con quello sguardo dall’alto, è possibile gustare ogni giorno della nostra vita in Cristo, vivendo in pienezza e bontà.

.

Chiediamo al Signore il dono di essere testimoni della speranza, alimentando quel sentimento di elevazione al cielo e raggiungere colui che è Sposo Eterno della nostra anima.

Amen.

.

Rom, 2 Juni 2019

.

.

.

.

.

.
«Sie werden wissen, die Wahrheit und die Wahrheit, die Sie wird freigelassen» [GV 8,32],
aber bringen, verbreiten und die Wahrheit verteidigen, nicht nur von
Risiken, sondern auch die Kosten. Helfen Sie uns, die Unterstützung dieser Insel
mit Ihren Angeboten über das sicheres Paypal-System:

PayPal - Die schnelle Methode, zuverlässige und innovative Art und Weise bezahlt zu bezahlen und erhalten.
oder Sie können das Bankkonto verwenden:
Sie waren IT 08 (J) 02008 32974 001436620930
in diesem Fall, Schicken Sie uns eine E-Mail-Warnung, weil die Bank
Es bietet nicht Ihre E-Mail und wir konnten nicht senden Sie eine
Danksagung [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

Der persönliche Blog der Väter der Insel Patmos

theologische Club

der Vater Gabriele Blog

.

.

.

2 thoughts on "Das Geheimnis der Freude: „Er stieg in den Himmel;, zur Rechten des Vaters sitzt "

  1. La sua riflessione mi fa pensare a quella ragazza olandese di 17 anni che ha perso ogni speranza e ha scelto di morire praticando il suicidio assistito. Disillusa, depressa, vittima di un mondo che non le dato le risposte esistenziali di cui ogni anima sofferente ha disperato bisogno. La speranza cristiana è proprio ciò che ho pensato leggendo la sua storia. Portare Cristo ovunque deve essere la nostra missione di vita perché solo lui salva le nostre anime e solo lui ogni dolore ha un senso

  2. Domenica scorsa, nella parrocchia da me abitualmente frequentata, il sacerdote celebrante, che è parroco, ripetendosi rispetto agli ultimi anni, incurante dei testi sacri degli Atti degli Apostoli e del Vangelo di Luca che presentano il fatto dell’Ascensione del Signore Gesù così come è stato attestato dai testimoni oculari, Apostoli e Discepolicioè che essi hanno avuto chiara la percezione sensibile del movimento ascensionale di tutta la figura del Redentore che saliva verso il cieloha negato questa esperienza e l’ha presentata dicendo che Gesù non si è staccato da terra, ma è semplicemente scomparso dalla loro vista, sowie – aggiungo iopossiamo leggere nell’episodio dei discepoli di Emmaus. Io ho dato al parroco il testo di una catechesi di Giovanni Paolo II sull’Ascensione, tenuta nel 1989, in cui viene ribadita la verità dei testi sacri, cioè che i testimoni oculari hanno trasmesso quel che hanno visto: lo stacco da terra di Gesù che ascende verso il cielo, segno di un altro Cielo, quello della glorificazione in Dio Padre.

Lassen Sie eine Antwort

Deine Email-Adresse wird nicht veröffentlicht. erforderliche Felder sind markiert *

 Noch freie Zeichen

Diese Seite nutzt Akismet Spam zu reduzieren. Erfahren Sie, wie Sie Ihren Kommentar Daten verarbeitet.