Leider wird dieses Pontifikat sehr schlecht enden, während die Bischöfe, die der König nackt spielen bitte an “streetwise Priester” wird viel schlimmer am Ende, verlieren Inzwischen legen New Compass…

Diese Wahl ist leider sehr schlechte Ende, Während die BISCHÖFE AN DEN KÖNIG WELCOMETO SPIELT NAKED “PRIESTS DER STRASSE” Es wird enden VIEL SCHLECHTER, INZWISCHEN VERGEBUNG DER LAY NEW COMPASS

.

Bevor die apostolische Würde so tief verletzt, der Schmerz nimmt die Worte weg, sich auf die Taten bestimmten Bischof buffoons …

.

Autor
Ariel S. Levi Gualdo

.

.

.

Wer schon immer verehrt den Bischof als eine heilige Figur apostolischen, heute nur Tränen aus Blut vergießen, vor dem aktuellen Anstieg der Bischofsstühle von Hofnarren und Possenreißer, aber die meisten Emulatoren ohne Würde, Episkopat kam, nachdem er das Bild gebaut von “streetwise Priester” und “Vorort-Priester”.

.

Zusätzlich zu diesen armen Menschen zu beten, die es schon lange nicht klarer apostolische Würde, die sie verliehen wurde, Sie müssen vor allem für ihre Priester beten.

.

Für die sehr wenige guten Priester dort bleiben, in der Bilanz, die mit den Bischöfen zu tun im Bereich zwischen dem Soubrette Vergebens und die Figuren des grotesk komischen Theater Varieté, ist ein Schmerz schwer zu beschreiben: wenn es fehlschlägt Bischof, Es scheitert auch der Priester, weil der Priester Priestertum ganz an die Fülle des apostolischen Priestertum Bischof verbunden. Erinnert sich noch jemand, zu dem in Martha Haus Sancthae begeistert von dem Zylinder des Jongleurs ziehen brütet die verrückten Hasen. Kaninchen sind besonders gefährlich, weil sie eine schnelle und außergewöhnliche Fähigkeit, miteinander zu reproduzieren.

.

Eine seltsame und, offensichtlich, zufällig: Der neue Kompass Tages, Magazin old-Democrat-CL von Riccardo Cascioli durchgeführt, immer so schnell und in schweren Flöhe tun und ziehen die Ohren Bischöfe und Kardinäle, wenn sie aus der Reihe gehen, ein dreitägiges von dem glücklichen Ereignisse weg nicht ein Stöhnen vor dem Schreiber der geäußerte Bischof Wippe. Auf der anderen Seite jedoch muss man verstehen,: es ist ein ciellino Bischof seit Seminar und an den Eckpunkten von Comunione e Liberazione gebunden. Das Schöne ist, dass sie rein katholischen Journalismus authentisch und unvoreingenommene Informationen rufen, abschließend: ein authentischer Dienst an die Wahrheit. Nur der Stil der europäischen Kommunisten, die die Panzer bewaffneten Russen gegenüber, die Prag einmarschiert in 1968, Sie wandte ihr Gesicht ab und tat nicht einmal einen halben Kommentar.

.

die Insel Patmos, 14 Juli 2019

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Besuchen Sie unsere librario Store und unsere Arbeit unterstützen und kaufen unsere Bücher veröffentlicht: Wer

.

.

 

.

.

«Sie werden wissen, die Wahrheit und die Wahrheit, die Sie wird freigelassen» [GV 8,32],
aber bringen, verbreiten und die Wahrheit verteidigen, nicht nur von
Risiken, sondern auch die Kosten. Helfen Sie uns, die Unterstützung dieser Insel
mit Ihren Angeboten über das sicheres Paypal-System:









oder Sie können das Bankkonto verwenden:

zahlbar an Editions Die Insel Patmos

IBAN IT 74R0503403259000000301118
in diesem Fall, Schicken Sie uns eine E-Mail-Warnung, weil die Bank
Es bietet nicht Ihre E-Mail und wir konnten nicht senden Sie eine
Danksagung [ isoladipatmos@gmail.com ]





17 thoughts on "Leider wird dieses Pontifikat sehr schlecht enden, während die Bischöfe, die der König nackt spielen bitte an “streetwise Priester” wird viel schlimmer am Ende, verlieren Inzwischen legen New Compass…

  1. Questa volta non condivido il giudizio. Conosco don Giovanni, cresciuto nel movimento di CL , appassionato di Cristo e della musica. Testimone che l’incontro con Cristo salva la vita, la musica è uno dei tanti mezzi per far incontrare a tutti Cristo, soprattutto nella sua missione tra i giovani

    1. Cara Costantina,

      io invece non lo conosco questo vescovo, proprio per questo non ho neppure menzionato il suo nome, ma solo il fatto in sé.
      Anch’io voglio bene a tanti sacerdoti, ma quando alcuni di loro sbagliano o compiono gesti non opportuni, non mi faccio prendere dal mio affetto personale dando infine giudizi emotivi, ma dico loro che hanno sbagliato.

      Non conoscendolo, mi sono ben guardato dal dare qualsiasi genere di giudizio sulla persona, che appunto non conosco.

      Tutti i sacerdoti, ed in particolare i vescovi, devono «amare Cristo che ci salva la vita», trasmettendo questo messaggio con tutta la dignità propria dell’episcopato e del sacerdozio.

      Io non so se lei vive in un’isola felice dove le chiese sono stracolme, ed in particolare di giovani, dove i seminari ed i noviziati degli istituti religiosi sono pieni di vocazioni e via dicendo.

      Come pretenon emotivo”, io posso parlarle sulla base dei fatti, dass diese:

      1. da quando i preti hanno gettate le tonache alle ortiche per presentarsi in maglietta scollata persino dinanzi all’intervistatore che dentro una chiesa cattedrale intervista il presule appena nominato vescovo, Jugend, le spalle, ce le hanno voltate;

      2. da quando i preti si sono messi a fare i compagni di brigata deicciovaniin jeans e scarpe da ginnastica, Serie “chiamami per nome e dammi del tu perché sono uno di voi”, le chiese si sono svuotate;

      3. da quando i preti hanno incominciato a presentare un Cristo annacquato, per seguire il quale basta il cuore emotivo palpitante, dimenticando completamente le parole sacrificio, lotta interiore, testimonianza autentica e coerenza, le chiese, oltre a essersi svuotate, sono persino finite messe in vendita.

      usw. … usw. …

      Luigi Giussani, pochi mesi prima di morire, a un intervistatore de Der Corriere della Sera, lamentò che «la Chiesa aveva mummificato Cristo e che si stava di fatto vergognando di lui».

      E quando, Die Kirche, si vergogna di Cristo? Esattamente quando presenta un Vangelo emotivo da baci, un Vangelo alla VA’ dove ti porta il cuore, während, das Evangelium, ci porta alla croce.
      Saranno anche bravi, questo genere di sacerdoti, ma di fatto, putacaso, annunciano sempre aicciovaniun Cristo compagnone molto edulcorato, mai il Cristo straziato sulla croce. Quasi come se Cristo, dopo essere morto di sonno, tre giorni dopo sia infine risorto.

      Nessun giudizio sulla personache ripeto non conoscoposso però dirle che come prete, dinanzi a un vescovo del genere, sarei quantomeno molto imbarazzato.

      Durch die Gnade Gottes, sino a oggi sono stato salvato: i due vescovi alla cui autorità e giurisdizione sono stato sottoposto nei miei anni di sacerdozio, non avrebbero mai fatto sceneggiate del genere. E il mio primo vescovo – klar zu sein – non era semplicemente un membro di Comunione e Liberazione, ma è stato, assieme ad Angelo Scola, uno dei primi allievi di Luigi Giussani nel movimento di Gioventù Studentesca, formato personalmente da lui. E non penso proprio che Luigi Giussani, heute, avrebbe gradito il concerto pop di un vescovo, in particolare di uno proveniente proprio dalle file di Comunione e Liberazione.

      Lei può volergli bene quanto vuole e fa bene a volergliene e gliene deve volere, ma ciò non toglie che come vescovo ha data e fatta una pessima rappresentazione.

  2. Es ist richtig, Don Ariel,

    il dolore davanti a tanta decadenza ti toglie le parole. Come madre di un sacerdote sono sempre più preoccupata di cosa sta succedendo nella Chiesa.

    Grazie per il suo impegno a portare avanti la Verità e la dignità sacerdotale. Vivo in diocesi di Treviso dove non è più richiesto ai sacerdoti di portare almeno ilcolletto” und wo, häufig, gli stessi sacerdoti hanno deriso mio figlio perché vesteda preteperché ordinato sacerdote nella Diocesi di Venezia dove, fin dalla prima tappa dell’ammissione agli ordini, portano la talare o l’abito nero rigorosamente con la camicia con il colletto.

    Nel vedere i video di questo nuovo vescovo di Imola mi si è stretto lo stomaco.

    1. Cara signora Adriana, sono addolorata e dispiaciuta ed esterrefatta, ma non mi meraviglia che chi difende la Verità e la dignità sacerdotale venga preso in giro. Sarà bene che coloro che hanno deriso suo figlio continuino a indossare maglioni e felpe e tute colorate. Non sono degni di indossare ladivisadel sacerdote, visto che tanto la disprezzano. Vergogna!!

    2. Adriana Weg,

      comprendo il suo sentire e quello di suo figlio. Però gli dica questo: che ci sono moltissimi fedeli, mich eingeschlossen, a cui solo il vedere un prete ben vestito, e magari in talare, si rallegra il cuore; e sono grati a questi preti perché insistono con questo comportamento virtuoso, a dispetto di tutte le critiche e prese in giro.

  3. I movimenti sono stati l’inizio del disastro. La gente che appartiene o è vicina ad un movimento lo considera più importante della Chiesa, dunque non si può mai criticare; va sempre tutto bene, e semmai si chiude un occhio. La Chiesa può anche crollare, ma non toccatemi la mia conventicola!

  4. Nel video dell’intervista ascolto, poco adeguato, che un neo vescovo arroghi a se stesso il canto del Magnificat (!?). Dalle sue parole sembra di udire: “tutti mi chiameranno beato…” , Dio è usato per analizzare e giustificare un proprio tributo, il contrario di quelscomparireaffinché Egli sia innalzato

    Si avverte una poca umiltà di fronte al vero carico della croce di cui la Chiesa l’ha caricato. Non conosco il soggetto e dunque gli auguro il martirio dello stato del vescovo appena assunto, ma non posso che rimanere basita per l’intervista che sprizza uno tsunami come lo ha definito lui stessodi elogi alla sua storia. ein tsunami non è mai foriero di cose belle, è una tragedia, semmai poteva parlare di doni della grazia (questa sconosciuta), fiumi dello Spirito Santo.

    Capisco il linguaggio giovanile, ma non la puerilità di linguaggio in un neo vescovo. E non sto giudicando la persona, che non conosco, ma ciò che dice sì, come mi insegna il Cristo, riferimento a Gv 7,24.

  5. Benson, penso che sia così. Ovviamente non ce l’ho in generale con forme di aggregazione ed associazione in seno alla Chiesa: in passato ce ne sono state tante, fondate anche da Santi, meritorie e benefiche. È ilmovimentismocosì come si è configurato negli ultimi decenni che è dannoso.

    Don Ariel usa a volte il termineRat egomenico“: hier, magari anche con ottime intenzioni in partenza, si nota una specie di furia di molti che hanno voluto rifare la Chiesa a propria misura, proiezione del proprio ego, dei propri gusti e dei propri desideri; che hanno voluto cambiare certe cose solo perché non le avevano inventate loro (in altri campi questa cosa si chiama sindrome NIH: "Not Invented Here"). Il contrario dell’umiltà evangelica.

    Certo che il tutto è divisivo; la cosa ridicola è che poi frequentemente sono gli stessi membri delle conventicole ad accusare di esseredivisiviquelli che cercano di riportare ordine e sana dottrina

  6. Questi sono i frutti di molti seminari di oggi. Sacerdoti e Vescovi che non hanno la minima idea di cosa sia la dignità del sacerdozio e dell’episcopato. Un tempo, quando si veniva nominati vescovi, i prescelti spesse volte si mettevano a piangere o scappavano sentendosi indegni di tale missione. Se non ricordo male don Ariel proponeva tempo fa una riforma dei seminari per riparare ai danni causati dai rettori, formatori etc. degli ultimi 50 Jahre alt.
    Mi permetto di segnalare una preziosa iniziativa di Aldo Maria Valli sullo stato dei seminari italiani e la “Ausbildung” dei sacerdoti e quindi dei futuri vescovi:
    https://www.aldomariavalli.it/2019/07/12/se-il-parroco-non-crede-alla-presenza-reale-di-cristo-nelleucaristia/amp/

  7. Caro Don Ariel,
    nella situazione in cui ci troviamo noi cattolici sprezzantemente definiti “Traditionalisten”, cioè con tutta la grande stampa (laica, paolina, gesuitica e vescovile) gegen, per me è consolante che esistano dellevoci” (Zeitschriften, blog ecc.) fedeli alla Chiesa di sempre, e ne sono un fedele e riconoscente lettore. Ma rendendomi conto che sono poche, vorrei che, mindestens, andassero d’accordo fra di loro, e non si beccassero come facevano i famosi capponi di Renzo. Perciò non capisco i suoi periodici attacchi a La Nuova Bussola Quotidiana. A meno che mi sfuggano le malefatte sue e del suo direttore. Nel qual caso le sarei riconoscente se mi illuminasse in proposito. Sei Gegrüßt.

  8. Vater Ariel Caro

    condivido in pieno l articolo sui destini dell attuale Pontificato. Le rivolgo una domanda breve e semplicissima che da tempo si faranno milioni di fedeli cattolici. Data la situazione che da tempo state commentando, dove sta attualmente la Chiesa che fu guidata da San Giovanni Paolo II, da Pio XII e da tutti i Papi , dove si trova in questo momento? Vale ancora il famoso detto di S. Ambrogio Ubi Petrus ibi Ecclesia.

    Dato che per ogni cattolico Roma e Magistero devono essere inseparabili qual è la bussola a cui dovranno fare riferimento i poveri fedeli?

    Spero avrà la pazienza di confortarmi con una risposta.
    Dank

  9. Il punto è anche un altro. E se a un giovane non piacesse il rock, le manifestazioni di massa in piazza, il casino (in tutti i significati), le partite di calcio, la spiaggia…? Che fa? Si suicida? Deve “geht das Fach” (come dicono i salesiani dell’UPS e come lasciò capire papa Bergoglio tempo fa)?

Lassen Sie eine Antwort

Deine Email-Adresse wird nicht veröffentlicht. erforderliche Felder sind markiert *

 Noch freie Zeichen

Diese Seite nutzt Akismet Spam zu reduzieren. Erfahren Sie, wie Sie Ihren Kommentar Daten verarbeitet.