Sol obscurabitur, et luna non dabit splendorem suum, et stellae cadent de caelo, …

L'Angolo di Girolamo Savonarola: Nitor in homiliis catholica semper

Sol contenebrabitur,, MORE luna non surget lumen illius, Stellae cadent de caelo …

.

Antequam hoc fit erunt multa quae portenderet, Donec quis lectione sensus relinquitur magis videtur posse constare partim iam legere signa, partim uti videatur, et dixit ad me unus ex nostris nuper recens privata loquitur tui atque Pontificis Cardinal Carlo Caffara.

.

auctor
S Arihel. Levi Tadinensis.

.

PDF Print Article

.

.

"In diebus illis,, post tribulationem illam, sol obscurabitur et luna non dabit lumen suum et stellae caeli decidentes et virtutes quae sunt in caelis movebuntur " [Mc 13, 24-25].

in hoc XXXIII Per annum, Beatus narrationem, per Marcum evangelistam sancti Evangelium dat nobis parabolam est continuo ficulnea [videre illud in liturgia verbi adhibitus fuerit, qUI].

.

Evangelist Et hoc expressit ingrediens et prophetabat style-apocalyptic:

.

"Et tunc mittet angelos suos et congregabit electos suos a quattuor ventis, ab extremo caelorum usque ad extremum terrae " [Mc 13, 27].

.

Evangelista Evangelium conscripserunt olim in hac, paucis decenniis post mortem, resurrectionis et ascensionis in caelum est Verbum Dei factus est homo, credendum est quod in reditu Christi Domini gloriam et prope ad consummationem saeculi. Crediderunt etiam quod beatus apostolus paulus, et initio et nunc, et convictus est, quod non posset esse in hac terra involved in reditu Christi Domini usque ad consummationem saeculi.

.

Circa annum 52, In litteris mittendis ad prima populi Thessalonicensis Octavio, il Beato Apostolo parla del ritorno di Cristo Signore; un ritorno indicato col termine greco di praesentia [Russia], che indica la definitiva e manifesta presenza divina [Ts Ego cf. 4,13-18]. Nuntiare Iudaeis atque gentilibus in Deum Verbi mysterium et mortuus est, resurrexit, et ascendit in caelum,, cum Apostolo necesse est beatus faciem inter dubia, cum de illis et de quibus hic dicitur: denuntiatio, et quod ille scribit:

.

"Si enim credimus quod Jesus mortuus est, et resurrexit:, ita etiam Deus:, per Jesum, eos deducere cum eo qui mortuus est " [ego T 4,14].

.

Deinde secuta est explicare:

.

"Et mortui in Christo resurgent primi, tum, qui nos, qui vivimus et adhuc viveret, Simul rapiemur cum illis in nubibus erimus, obviam Domino in, et sic semper cum Domino erimus ejus ' [ego T 4,16-17].

.

Ut vero explicare in fide Russia, Beatus utitur allegoricus imagines ab Apostolo, quod Christus expressit Deus prophetarum adsimilatus sum, Profunda verba prosunt deferat adsidua: in communionem cum Deo introducit in mysterium in aeternum.

.

In textu secundam epistolam, ut de populo in Thessalonica Beatus ab Apostolo variant substantiam suam, et nuntium satus loquentes circa repercutiebatur terribilium eventuum memoria illius diei qui praecedunt, quod mark ad consummationem saeculi, dicens:

.

"Non deludi quod si essent vere imminenti diem Domini '.

.

Tum explicare:

.

'De adventu Domini nostri Iesu Christi et nostrae congregationis in ipsum, obsecro,, fratribus, mox abire ne terreamini neque per spiritum neque per sermonem mentem confundunt, neque per epistolam tamquam per nos missam, quasi instet dies Domini adpropinquavit. Nemo vos seducat ullo modo!» [T II 2,1-3].

.

Segue a questo punto quel terribile e drammatico racconto che da sempre dovrebbe farci riflettere, forse però in modo del tutto particolare nel presente che stiamo vivendo:

.

'Ante die illa auferet erunt decidentes et revelatus fuerit homo peccati, filium perditionis ut scriptura impleatur, qui adversatur et extollitur supra omne quod dicitur Deus aut quod colitur, usque in templo Dei sedens, sedeat ostendens se quia sit Deus. Memini, cum adhuc essem apud vos, Haec ego dixi vobis? Nunc autem nescit quid facit manifestationem, quae peraguntur horae. Et mysterium operari iniquitatis non iam locum,, Nunc autem dicendum de eo qui tenet. Et tunc revelabitur ille impius, et tantum sit Dominus Iesus interficiet spiritu oris sui et destruet inlustratione adventus sui, Numquid iniquus est, la cui venuta avverrà nella potenza di Satana, Prodigia omnimodis, et signis et prodigiis mendacibus, et in omni seductione iniquitatis his qui pereunt eo quod caritatem veritatis non receperunt ut salvi fierent. Ideo mittet illis Deus operationem erroris Propterea ut credant mendacio, ut iudicentur omnes qui non crediderunt veritati, sed consenserunt iniquitati [T II 2, 4-12].

.

Quella indicata come «uomo iniquo» è figura universalmente conosciuta come Anticristo, de quo narrat beatus Iohannes Apocalypsis Apostolo [vos 13,13-14] in scriptis ejus exsilium in Patmos ínsulam, Quoque notus ut situm est in ultima Revelation.

.

Et beatus Apostolo, in quibus opus evangelizandi, exspectationem fallit meminisse Russia Christus Dominus, in civitate Dei certe non fuit piger accidia, sed maxime activae et industrium et praeficiat, come siamo esortati a fare nella parabola dei talenti, et posuit in nobis data est bonus usus, non per essere sotterrati e poi restituiti tal quali al ritorno del Signore [Cf.. Mt 25, 14-30].

.

Beato Marco Evangelista temporibus ut putabatur Christus glorioso reditu propinqua. A gloriam quae circa duo et dimidium post saecula, Concilium Nicaenum ab anno in impress 325 in professionis fidei, Quoque notus ut Symbolum Nicaenum-Constantinopolitanum, In quo fidei nostrae confessionem indeclinabilem Russia acclamando: «… die venerit in gloria est iudicare vivos et mortuos, cuius regni non erit finis ".

.

Col trascorrer dei secoli l’attesa della imminente Russia Non obscurior fuerit lepra,, non quidem ad hoc quod est subiectum ad tempus et tempus, Obliviscatur saepe, quod tempus est quaestio hominis, non Dei, quae temporalia et aeterna, quod est disputationi, nisi quia Deus dominatur rationem aeternam.

.

Fides nostra sancta Dei Evangelia, quae in sancta et apostolica scripta mandamus memores sumus, una cum Professione Fidei Populi Dei nostri, quod creatio aeterna, nisi quod aeternum est sacramentum et verbum dei creatoris est Christus Dominus verbum Dei, Suo figlio unigenito.

.

De oratione continebat in Evangelium Sancti Natus est ex illis quae ad institutionem catecheticam discipuli Christi, Divini ipsius Magistri, ut egrederetur de templo quod lapidibus aedificatum admirari expetitus. Et responsum est Christus Dominus super omnia in futurum exitio prophetiae de templo Domini: "Ego vero dico vobis,, Non relinquetur lapis super lapidem " [Mt 24, 2]. Giunti poi sul monte degli Ulivi, Gesù seguitò a rispondere attraverso un discorso interamente incentrato sulla escatologia — termine derivante dal greco tandem [Escaton] cuius est 'ultimum rerum "- hoc est, in fine mundi. Istam eschatologicam in sermonibus Dei, habet tres gradus inter quas Christi persecutionem fidelium discipuli [Cf.. Mt 13,5-13]; in tribulatione maxima erunt, quae prius Christo suggesserant Deum confugere cogor in montibus [Cf.. Mt 13,14-23]; espressione evangelica usata cinque anni fa dal Venerabile Pontefice Benedetto XVI che dopo il proprio atto di rinuncia al sacro soglio affermò che si sarebbe ritirato sul monte a pregare per la Chiesa [Cf.. loqui’Amen quod 24.02.2013, text qUI]. tum, Haec consumpsit, Et tollet res Filius hominis in gloria [Cf.. Mt 13,24-32].

.

Christus Dominus,, prodigia multa in nobis beatus Evangelista compellet page, Primum omnium est, quod invitatio vigilanti semper. Et dico quod frequenter in Homiliae et catechesis, speciesque tristia semper, Meminisse non nisi secundum metaphoram seu allegoriam lingua, Non de quadam metaphorica agitur contentus, quae sunt allegorica et nonnulla in loco constituunt,, haud dissimulanda percipitur absoluta et vera fidei,.

.

Antequam hoc fit erunt multa quae portenderet, Donec quis lectione sensus relinquitur magis videtur posse constare partim iam legere signa, in parte pare che ricorrano tutti, et dixit ad me unus ex nostris nuper recens privata loquitur tui atque Pontificis Cardinal Carlo Caffara, assieme al quale meditai nel corso di questo lungo colloquio sulla frase: «Così anche voi: et vos cum videritis haec omnia, scitis quia prope est, è alle porte» [Mc 13, 29].

.

De gratia Dei, per dona Spiritus sancti et fecit nos, nollent cedere pretiosiorem talenta, permetterà sempre di mettere in salvo la nostra anima per la vita eterna, sicut parari ad divini Sponsi, dum nos hortatur ut faciam Parabola de virginibus fatuis atque prudentem [Cf.. Mc 25, 1-13], concluditur quod invitatio specularetur adventum expectare sponsum "nescitis diem neque horam» [Mt 25, 13].

.

Haec ultima monitione, hora ferme diei qui non notum esse potest quam de Divino Patris, Morari non debet fovere rationes schizophrenic catastrophism, Saepe valde dolendum litterae a quaestoribus ex praeclara aliqua aegritudine fimbriarum curam et Pentecostalis et Evangelici vocantur in ecclesia Catholico, tramite il triste e pernicioso cavallo di Troia degli adepti di certi nostri movimenti laicali cattolici che si atteggiano a veri e propri possessori esclusivi del mistero dello Spirito Santo. Quod opus ex elected, quod creare, cum de hac terra sua magnae vitae suae electionem summum prize, tantum ut congregentur colliget a quatuor plagis terræ: et videbunt faciem Dei lumen aeternum, cuius verba numquam perpetua: «Caelum et terra transibunt,, verba autem mea non transibunt " [Mc 13, 31].

.

quodRussia, chiusa quindi nel segreto cuore di Dio Padre, null’altro è che la morte del tempo e la proiezione nell’Eterno Assoluto, dopo che il Divino Giudice, tornato nella gloria, avrà giudicati i vivi e i morti. Et haec, inquam, non è una metafora né un’allegoria poetica — come purtroppo non pochi affermano e insegnano —, ma è una verità assoluta della nostra Santa Fede.

.

in insula, quæ appellatur Patmos, 18 November 2018

.

.
.
«Et cognoscetis veritatem et veritas liberabit vos» [Gv 8,32],
sed adducere, nedum veritatem diffundendam et defendendam
sed metus in costs. Auxilium nostrum commenticium confirmaret Island
cum ratio praebet per secure Coin Paypal:



nec posse in computo:
IT erant 08 J 02008 32974 001436620930
in hoc casu,, mitte nos an email Monitum, quia ripa
Non potuimus mittere email vos praestate
gratiarum actione percipitur [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

LIBER DE SANCTAE MISSAE available in Patmos insula, qUI

.

.

.

.

.

About isoladipatmos

3 cogitationes on "Sol obscurabitur, et luna non dabit splendorem suum, et stellae cadent de caelo, …

  1. Ariel, pater mi

    viviamo già in tempi di apostasia,la Compagnia di Gesù è eretica è noto anche a lei.
    Ci son sacerdoti che benedicono coppie gay,si permette la comunione agli adulteri ogni giorno si sente di ogni genere di abuso, a Napoli hanno festeggiato halloween in una chiesa per non parlare dei numerosi casi di abusi da parte del clero, di preti apostati
    à di Le chiedo: il figlio della perdizione potrebbe essere il papa eretico? Oggi chi difende la sana dottrina è la fsspx [ed. Fraternità di San Pio X] perché l’ha definita eretica quando non lo è?
    gratias ago tibi,.

    1. Caro Fabius,

      in tempi passati, per esempio andando indietro al periodo della grande decadenza tra il IX e il X secolo, si sono verificati episodi ancora peggiori di quelli attuali. La differenza è che in quella, come in altre epoche, per esempio tra il XV e XVI secolo, la Chiesa era aggredita esternamente dal male il quale, dall’esterno, penetrava al suo interno. L’epoca del tutto unica che stiamo vivendo, è data invece dal fatto che oggi, in Ecclesia visibilis, produce il male al proprio interno e lo diffonde all’esterno.

      Quella del «papa eretico» è solo e null’altro che un’ipotesi, invero mai verificatasi nella storia della Chiesa, anche se alcuni storici fanno riferimento alle figure di almeno tre Sommi Pontefici che potrebbero a loro dire essere caduti in eresia, tra i casi più citati quello del Pontefice Libèrio e del suo non chiaro rapporto con l’arianesimo.

      In tutti i casi, a partire da Liberio, i fatti non sono noti in modo chiaro, perché vi sono sovrapposizioni di storie contraddittorie e anche leggendarie.

      Sul Pontefice Marcellino [296-304] incombe ad esempio un’accusa gravissima riportata da varie cronache, smentita da altre e mai provata, ossia che egli fece atto di abiura durante le persecuzioni consegnando all’Imperatore i testi sacri.
      Il Pontefice Marcellino è venerato come santo ed è ricordato nella Prima Preghiera Eucaristica (Canon Romanus).

      in brevi … se noi ci mettiamo aspilluzzicaredi blog in blog, mangiando come fosse cibo sano quello che certi storici e teologi improvvisati dalla sera alla mattina ci offrono, l’unico risultato può essere solo l’avvelenamento della nostra anima.

      Il «Figlio della perdizione» potrebbe essere chiunque, sempre ammesso che sia una persona, perché potrebbe essere anche un movimento, un gruppo costituito, un tragico momento storico
      Il Demonio, satanas, è invece persona. Quando però nelle Lettere Apostoliche e nell’Apocalisse parliamo ad esempio di Anticristo, siamo dinanzi a immagini allegoricheo per intendersi parabole, quelle attraverso le quali parlava Cristo Signoreche celano complessi significati, in parte da svelare. Bene, tra tutti i potenziali candidati alla carica di Anticristo, ci vogliano proprio mettere il Successore di Pietro, colui sul quale Cristo Signore ha edificata la sua Chiesa?

      tandem, per quanto riguarda la Fraternità Sacerdotale di San Pio X, più che averla in passato accusata di eresia, l’ho accusata dell’evidente ovvio:di scisma. E il fatto che i cosiddetti lefebvriani siano scismatici, non lo affermo io, o perlomeno solo io, ma lo afferma un insigne canonista, già Presidente del Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica, amante del Vetus Ordo Missae e non certo tacciabile di progressismo, modernismo e secolarismo mondano: il Cardinale Raymond Leo Burke.

  2. Caro pater Arihel,

    ho dei seri dubbi che siamo di fronte alla fine dei tempi. Più probabile che siamo di fronte alla fine di un tempo o di un mondo, del nostro mondo. Dubito anche fortemente che sia prossima la parusìa, anzi inizio a dubitare che avverrà prima o poi. Del resto sembra che anche l’Apostolo si sia sbagliato, pensando in un primo momento che il ritorno di Cristo fosse imminenete e poi correggendo il tiro successivamente. Siamo proprio sicuri che non abbiano preso uan cantonata tutti quanti?
    La mia confusione aumenta, di pari passo con l’incertezza e con i dubbi. Le fonti di luce in questa oscurità sono sempre più fioche, e il vostro sito rappresenta una delle poche luci ancora accese.

    Cari saluti e grazie per il servizio che offrite.
    A.

Leave a Reply

Tua inscriptio electronica non editis. Velit sunt insignis *

 reliqua characters

Et hoc site utitur ad redigendum Akismet spam. Disce quomodo data est processionaliter vestri comment.