Aprite, anzi: spalancate le gambe alla ginecologia estetica!

– Lettere dei Lettori dell’Isola di Patmos

APRITE, ANZI: SPALANCATE LE GAMBE ALLA GINECOLOGIA ESTETICA!

.

[…] neppure un soggetto sessualmente incattivito, notoriamente dissacrante e aggressivo verso la Chiesa Cattolica e il Cattolicesimo, tale da sempre notoriamente è il regista spagnolo Pedro Almodovar, sarebbe riuscito a dare vita, attraverso le sue fantasie perverse, ad una immagine grottesca come I dialoghi sulla vagina in Vaticano.

.

.

Autore Padre Ariel
Autore
Ariel S. Levi di Gualdo

..

.

.

Caro Padre Ariel.

Sono una suora infermiera ormai non più in servizio. Ho svolto i miei ultimi anni di lavoro, o meglio di cristiana missione, in un ospedale, dove per 10 anni ho fatto la caposala. Non le nascondo che in un primo tempo, leggendo il materiale che le invio, ho pensato ad uno scherzo, ma la notizia è risultata autentica. Le giro la locandina e la brochure che pubblicizza questo convegno sulla chirurgia estetica ginecologica che si terrà presso una istituzione accademica della Santa Sede. Più che conoscere il suo pensiero (che leggendola da alcuni anni posso bene immaginare) le domando: ma che cosa sta accadendo?

Lettera firmata  

            

.

.

ginecologia 1
I Dialoghi sulla vagina all’ombra della Tomba del Principe degli Apostoli

Tutti abbiamo ancora nelle orecchie e nel cuore l’amorevole monito di San Giovanni Paolo II che nel 1978 dette inizio al suo pontificato con la celebre frase: «Aprite, anzi: spalancate le porte a Cristo e alla sua salvatrice potestà» Cf. QUI, QUI].

Che la decadenza sia brutta ci è noto da un punto di vista antropologico, filosofico, storico e anche teologico; e siamo altresì consapevoli di vivere un momento di crisi di fede e di decadenza intra-ecclesiale che non ha precedenti storici. Nei suoi venti secoli di vita la Santa Chiesa di Cristo ha attraversato momenti di grande crisi, ma quello odierno è di fatto senza antecedenti. Mai infatti era accaduto ― neppure nei tempi più infausti ― che la Chiesa favorisse la crisi di fede al proprio interno. Mai come oggi era accaduto che al proprio interno il bene diventasse male, il male bene, la virtù vizio e il vizio virtù, la sana dottrina eresia e l’eresia sana dottrina. Mai era accaduto che presbìteri profondamente mediocri, deboli nella fede, lacunosi nella dottrina e presi a piacere alle mode di questo mondo ed a conformarsi ad esse, fossero promossi in gloria all’episcopato, ed il tutto con grave danno recato a numerose Chiese particolari, danni che a breve diventeranno irreversibili, considerando che questi vescovi immetteranno nel Sacro Ordine Sacerdotale dei nuovi sacerdoti fatti a immagine propria; a immagine del mondo per piacere al mondo, non a immagine di Cristo per piacere a Cristo e, all’occorrenza, per dispiacere al mondo.

ginecologia 2
lettera d’invito del presidente della Società di Estetica Ginecologica, il Dott. Alexandros Bader

Sicché sorge spontaneo chiedersi: cosa direbbe al presente San Giovanni Paolo II, vedendo trasformato in modo grottesco, quasi buffonesco-circense, il suo amorevole monito? Perché oggi, il monito di questo Santo Pontefice, per di più in pieno Anno Santo, è stato mutato in … «Spalancate le gambe agli specialisti della ginecologica estetica» !?

Ma veniamo al fatto: il 20 e 21 aprile 2016 presso L’Institutum Patristicum Augustianianum [cf. QUI] — pontificio istituto con sede di fronte a San Pietro, dipendente dalla Santa Sede e aggregato alla Pontificia Università Lateranense ―, si svolgerà il primo convegno mondiale di estetica ginecologica. Gli specialisti presenti sono tutti clinici di fama e gran parte di essi rappresentano quanto di più distante possa esistere dal mondo cattolico, ma anche dal più generico mondo cristiano, fatto di tante aggregazioni nate principalmente dallo scisma prodotto dall’eresia di Lutero; eresia che, oggi come oggi, per come le cose stanno andando rischia di figurare davvero poca cosa a confronto della nostra realtà.

All’ombra della Cupola di San Pietro sulla quale di recente sono state già proiettate scimmie e scimpanzé nella Solennità della Immacolata Concezione della Beata Vergine Maria [cf. video di Ipazia gatta romana, QUI] tra pochi mesi potremo finalmente essere illuminati su un grande arcano: come stimolare il misterioso cosiddetto “Punto G”, affinché il tutto possa generare una vita sessuale più creativa ed elettrizzante?

ginecologia augustinianum 3
alcune delle tecniche di ringiovanimento vaginale

Molti orizzonti saranno aperti in questo convegno, ad esempio per quanto riguarda le tecniche di ricostruzione vaginale, od attraverso quale tecnica plastico-chirurgica aumentare le labbra del sesso genitale femminile, oppure come ridurre quelle troppo “slabbrate” a causa di un uso eccessivo che ha prodotto comprensibile usura. Sarà poi chiarito e spiegato come procedere chirurgicamente al ringiovanimento vaginale. Nel programma del convegno ampio spazio è dedicato alla spiegazione scientifica sulle nuove tecniche del lifting alla clitoride, per seguire con le tecniche più all’avanguardia sulla cosmetica vaginoplastica.

Insomma, una Chiesa che resasi ormai consapevole di quanto sia obsoleto il messaggio «aprire le porte a Cristo e alla sua salvatrice potestà», pare invitare ad «aprire le gambe al chirurgo specializzato in ginecologia estetica». Ciò di cui ringrazio Dio è che diversamente dalle scimmie proiettate su San Pietro nel giorno della Immacolata Concezione, questa nuova trovata non si svolgerà perlomeno nella solennità dell’Annuncio dell’Angelo alla Beata Vergine Maria.

ginecologia augustinianum 6
sede del convegno: Institutum Patristicum Augustinianum, Stato della Città del Vaticano (Roma)

Una così massiccia presenza di luminari della ginecologia presso la Santa Sede è comunque cosa buona e giusta, ma soprattutto comprensibile. Ci è infatti noto da tempo che all’interno delle mura leonine sono sempre di meno i prelati a rischio di malattie alla prostata, mancando, non pochi di essi, della materia prima necessaria e imprescindibile per potersi ammalare: gli attributi maschili.

Non è pertanto da escludere che svariati prelati saluteranno con gioia questo convegno, cogliendo in tal modo la felice occasione per apprendere come ed attraverso quali tecniche prodigiose sia chirurgicamente possibile procedere al “restauro” di non pochi orifizi usurati; quegli orifizi che hanno portato taluni di essi all’episcopato, nelle sedi di varie nunziature apostoliche in giro per il mondo, sulle cattedre di varie diocesi, alla dignità cardinalizia … il tutto stando sempre fedelmente a quanto dimostrano i vergognosi fatti degli ultimi anni, non di rado anche sfociati in atti giudiziari e processi penali che hanno gravemente leso la dignità della Chiesa, soprattutto a causa di tutte le Autorità ecclesiastiche che, pur sapendo, per anni hanno taciuto anziché agire, sprofondando così sempre di più nel tremendo peccato capitale dell’accidia …
… come infatti è noto e risaputo ormai da svariati decenni: una carica ecclesiastica val bene un orifizio usurato, specie poi se la ginecologia estetica ti corre in soccorso direttamente in casa tua per spiegarti in che modo farsi il lifting ed eliminare i segni dell’usura dovuti a ragioni di carriera ecclesiastica da parte di quei prelati che, la bocca, per tutto l’hanno usata fuorché per pregare.

ginecologia 3
tutte le specialità estetico chirurgiche, sino al trattamento estetico della clitoride, riportate in grande a fondo di pagina

Dobbiamo prendere atto, in modo serio e oggettivo, che neppure un soggetto sessualmente incattivito, notoriamente dissacrante e aggressivo verso la Chiesa Cattolica e il Cattolicesimo, tale da sempre è il regista spagnolo Pedro Almodovar, sarebbe riuscito a dare vita, attraverso le sue fantasie perverse, ad una immagine grottesca come I dialoghi sulla vagina in Vaticano.

Il prossimo convegno sarà forse promosso dalla società degli urologi per discutere sulle tecniche di allungamento del pene maschile e di aumento della sua circonferenza in soggetti affetti da micro-pene congenito? In tal caso, questo eventuale nuovo convegno, potrebbe essere organizzato presso il Pontificio Ateneo Sant’Anselmo, con ospite d’onore l’Arciabate emerito di Montecassino, già membro della Conferenza Episcopale Italiana, il quale potrebbe parlare ai presenti della sua ricca esperienza con gli escort ed i marchettari professionisti pagati a botte di soldi centimetro dietro centimetro, serata dietro serata, con i soldi provenienti dal gettito dell’Otto per Mille e destinati alla Caritas della Diocesi da lui governata? E anche in quest’ultimo caso non pochi, all’interno dei sacri palazzi, dovrebbero chiedersi: da quanti anni le Autorità ecclesiastiche erano al corrente della vita dissoluta di questo prelato, incluso l’uso di droghe pesanti? Perché non hanno agito per tempo, attendendo con omissiva impotenza che a prendere le doverose iniziative fosse la legge penale dello Stato dinanzi a varie malversazioni a fronte delle quali sono stati poi ravvisati diversi reati? Cosa sta accadendo in numerose abbazie e monasteri benedettini e cistercensi sparsi per l’Europa, non pochi dei quali simili a dei veri e propri lupanare, retti da abati che sembrano languide dame incipriate, ai quali va ascritto il merito di avere reclutato tra i propri monaci un vero e proprio esercito di omosessuali in cerca di quieto rifugio e di sicuro sfogo? Anche in tal caso, si attenderà che ad agire siano le leggi penali degli Stati, quando alcuni di questi vizi e malvezzi si trasformeranno in figure di reato?

ginecologia augustinianum 4
data e sede del convegno …

Espressi con sofferenza questi fatti, spero che qualche veste paonazza non si azzardi a prendersela col sottoscritto Reverendo Signore, perché si tratta appunto di dati di fatto; e tra pochi mesi saranno atti di un convegno sulla vagina celebrato all’ombra della Tomba del Principe degli Apostoli, con inviti agli specialisti di tutto il mondo stampati sullo sfondo della Papale Arcibasilica di San Pietro e con la garanzia già data a tutti i partecipanti di poter beneficiare anche di una udienza a loro riservata dal Romano Pontefice, sempre come indica il programma. Ora, prego Dio di salvarmi sempre da qualsiasi forma di inopportuna volgarità, ma dinanzi a questo fatto mi è tornato a mente il titolo di un filmetto ameno d’inizi anni Ottanta, di cui conosco solo il titolo, non avendolo mai visto, ed il titolo sembrerebbe in tal senso cadere come suol dirsi a pennello: «Viva la foca … e che Dio la benedoca» [cf. QUI]. Pensate: all’epoca quel film — che al presente potrebbe essere proiettato nei cinema parrocchiali per i suoi contenuti oggi pudichi — fu sequestrato da due pretori dietro segnalazione ecclesiastica a causa del suo titolo, ed il regista rischiò l’arresto. Ma eccoci infine servito il conto a distanza di tre decenni, dopo tanto moralismo clericale a fronte del quale bastava che un monsignorotto telefonasse al capetto democristiano di turno per far cancellare un programma dalla televisione di Stato. E conseguenza dei logici e inevitabili risultati del moralismo clerico-democristiano rimane, qual orrido paradigma, quella povera anima dell’Arciabate emerito di Montecassino, che non è l’unico, ma solo uno dei diversi che preso da delirio di onnipotenza e accecato dalla certezza di essere intoccabile, quindi al di sopra del bene e del male, ha superato ogni misura umana e morale.

ginecologia augustinianum 7
il logo della Società Europea di Ginecologia Estestica

Questo è purtroppo lo stato odierno della povera Sposa di Cristo che io intendo difendere, non certo gettare sul marciapiede, come stanno invece facendo molti “prudenti” ed “opportuni” Eminenti ed Eccellenti Signori che, nelle loro dissociazioni dell’umano e cristiano reale, temo ormai irreversibili, potrebbero avere persino l’ardire di rimproverare me per avere osato dire null’altro che il palese e solare orrido vero: I dialoghi sulla vagina all’ombra della Tomba del Principe degli Apostoli, con tanto di benedicente udienza del Sommo Pontefice a fine convegno. E chiunque abbia da smentire, Padre Federico Lombardi in testa, portavoce ufficiale della Sala Stampa della Santa Sede, si faccia avanti; ma lo faccia però con solide e chiare argomentazioni, perché ormai, le scalate sugli specchi scivolosi, riescono ad annusarle da lontano persino gli ingenui, non più disposti a credere a tutte le trovate a effetto dei “cattolici adulti”, che mirano a scristianizzare e ridicolizzare la Chiesa dall’interno, rendendola agli occhi del mondo comica, grottesca e caricaturale. E tutta questa è abile e devastante opera del Demonio. Pertanto, si faccia la guerra a Satana, anziché mostrare stizza verso di me, “colpevole” solo di dire che «il Re è nudo” e che «la Regina langue». 

.

.

.
Per esaminare tutto l’intero programma su I dialoghi della vagina stampati sullo sfondo della Papale Basilica di San Pietro, i quali si terranno presso il Pontificio Institutum Patristicum Augustianianum cliccare QUI e QUI

.

ginecologia augustinianum 0

.

________________________________________________

NOTA DEL 19 DICEMBRE 2015, ore 12.00

.

Un amico giornalista vaticanista ha avuto la bontà di inviarmi la nota di smentita della Santa Sede a cura del Padre Federico Lombardi, S.J. Una nota che pubblichiamo subito ed anche con estremo piacere.

vedere QUI

Stando le cose come informa il Portavoce ufficiale della Santa Sede, prendiamo atto che una associazione riconosciuta dalla società scientifica internazionale avrebbe coinvolto la Santa Sede ed una sua istituzione accademica in un convegno del quale «nessuno era stato informato».

Speriamo quindi che quanti hanno coinvolto la Santa Sede a sua insaputa, stampando inviti e brochure con l’immagine di sfondo della Papale Arcibasilica di San Pietro, peraltro agli inizi dell’Anno Santo e alle porte del Santo Natale, ne rispondano presso le adeguate sedi. E ciò non certo per avere parlato di quel nobile organo della vagina alla quale dobbiamo la nascita verginale dello stesso Figlio Unigenito di Dio, ma per avere diffuso notizie con tutti i crismi della ufficialità e seminando comprensibile sconcerto tra i fedeli cattolici che, con i tempi che stanno correndo, giorno dietro giorno sono pronti ormai ad aspettarsi di tutto.

Di una cosa rimango però perplesso: possono gli organizzatori di questo evento essere stati così stolti da inventarsi un convegno sull’estetica della vagina al Pontificio Istituto Augustinianum, indicandolo nell’invito ufficiale già da tempo stampato su carta e inviato a numerosi specialisti, oltre che riprodotto in elettronico e diffuso sulla rete telematica? Sicchè mi chiedo: non sarebbe stato meglio chiarire che presso quel Pontificio Istituto, qualcuno dei numerosi incompetenti che popolano oggi le nostre strutture ecclesiastiche, ha messo a disposizione una sala-convegni senza essersi premurato di verificare prima e con attenzione di che cosa trattasse questo convegno clinico? Perché forse, il tutto, dipende ancora una volta dalla superficialità della persona sbagliata messa nel posto sbagliato. E in tal caso, la colpa, sarebbe “nostra”, non degli organizzatori del convegno sull’estetica della vagina in Vaticano.

.

.

.

.

.

.

.

 

 

About isoladipatmos

Lascia una risposta