Amoris Laetitia: pensavamo fosse amore, invece è una drammatica spaccatura all’interno della Chiesa. I forti dubbi del canonista newyorkese Gerald Murray

AMORIS LAETITIA : PENSAVAMO FOSSE AMORE, INVECE È UNA DRAMMATICA SPACCATURA ALL’INTERNO DELLA CHIESA. I FORTI DUBBI DEL CANONISTA NEWYORKESE GERALD MURRAY

.

« La Amoris Laetitia era già stata formulata dal Cardinale Jorge Mario Bergoglio all’epoca che era  arcivescovo di Buenos Aires. Se all’epoca egli l’avesse inviata a Roma, la Congregazione per la Dottrina della Fede, dopo averla esaminata, avrebbe risposto: “Questo testo non è conforme al magistero autentico insegnato dal Diritto Canonico, da Giovanni Paolo II e da Benedetto XVI” »

Autore
Redazione dell’Isola di Patmos

.

.

«Pensavo fosse amore, invece era un calesse»

Massimo Troisi [Napoli 1953 – Roma 1994] 

.

.

.

il compianto Massimo Troisi

Dopo le dichiarazione del Padre Thomas G. Weinandy, insigne teologo cappuccino di Washington [vedere precedente articolo QUI], in questi giorni altre precise e dettagliate dichiarazioni sono state rilasciate ad un seguito programma televisivo americano da un nostro confratello americano, il canonista Gerald Murray, presbìtero dell’Arcidiocesi di New York ed insigne studioso.

.

A segnalarci il video è stato un presbìtero dell’Arcidiocesi di New York che per alcuni anni ha vissuto a contatto a Roma col Padre Ariel S. Levi di Gualdo, all’epoca in cui questo sacerdote statunitense risiedeva presso il Collegio Nord Americano durante i suoi studi specialistici svolti in una università pontificia romana. 

.

Coloro che vivono nella loro realtà soggettiva, che in quanto tale pare davvero sempre più avulsa dal reale ecclesiale e pastorale, con uno spirito ormai in bilico tra accidia e indifferenza omissiva, possono anche fingere che tutto vada bene, mentre dovremmo prendere atto che l’ambiguità del Pontefice regnante non ha nulla da spartire con le riforme. Né nulla ha da spartire col fatto che nel corso della storia della Chiesa, molte importanti riforme hanno generato nei secoli discussioni e malumori a non finire, prima di essere accettate.

.

La evidente rottura oggi drammatica all’interno della Chiesa, è dovuta al fatto che a dei problemi nati da espressioni ambigue, ambivalenti ed a doppio senso interpretativo, come risposte sono state fornire parole ancor più ambigue e confuse. E questo, a coloro ai quali non fosse ancora evidente, ricordiamo che sta generando il caos intra ed extra ecclesiale.

.

Non abbiamo potuto tradurre dall’inglese il video segnalato dal presbìtero newyorkese ma possiamo sintetizzare che in esso, l’insigne canonista intervistato, precisa e ricorda:  

.

«La Amoris Laetitia era già stata formulata dal Cardinale Jorge Mario Bergoglio all’epoca che era  Arcivescovo di Buenos Aires. Se all’epoca egli l’avesse inviata a Roma, la Congregazione per la Dottrina della Fede, dopo averla esaminata, avrebbe risposto: “Questo testo non è conforme al magistero autentico insegnato dal Diritto Canonico, da Giovanni Paolo II e da Benedetto XVI” […] Oggi ci troviamo invece di fronte  ad un qualche cosa definito dal Papa come suo magistero autentico, ma che mai sarebbe stato riconosciuto come tale  in armonia con l’insegnamento cattolico, nel caso in cui egli lo avesse diffuso come Arcivescovo di Buenos Aires […] Dottrina e disciplina procedono assieme in modo inscindibile, ecco perché questa situazione è preoccupante […] Credo quindi che i Cardinali che presentarono i loro dubia abbiano ragione. Se l’insegnamento morale della Chiesa non è proposto e presentato in modo deciso e preciso, allora cadiamo nel caos».

.

Rimandiamo alla visione del video nel quale Padre Gerald Murray espone e spiega il grande e pericoloso problema che oggi stiamo vivendo.

.

.

.

.

NOTIZIE PER I LETTORI SULLE NOSTRE PUBBLICAZIONI

.

Cari Lettori,

sono già in fase di preparazione diversi articoli dei Padri de L’Isola di Patmos, inclusa la presentazione di un libro di recente uscita nel quale il Padre Giovanni Cavalcoli tratta il problema di Martin Lutero. Domani pubblicheremo il video di una lectio tenuta dal Padre Giovanni Cavalcoli nell’ambito di un master sulla filosofia tomista.

In questo periodo dobbiamo prenderci un momento di pausa dalle attività de L’Isola di Patmos, perché il Padre Ariel S. Levi di Gualdo, assieme al suo collaboratore Jorge A. Facio Lince, saranno in viaggio in varie città italiane, dove Padre Ariel sarà impegnato per le celebrazione delle solennità del Natale e poi per la predicazione dell’Ottava di Natale.

A tutti voi, cari Lettori, giunga il nostro più sincero e caro augurio di un felice Santo Natale. E se potete, con l’occasione, ricordate che L’Isola di Patmos ha bisogno del vostro sostegno economico per sopravvivere e portare avanti il suo lavoro apostolico e che a inizio di anno nuovo dovremo rinnovare tutti gli abbonamenti di servizio per un importo di oltre 6.000 euro.

.

«Conoscerete la verità e la verità vi farà liberi» [Gv 8,32],
ma portare, diffondere e difendere la verità non solo ha dei
rischi ma anche dei costi. Aiutateci sostenendo questa Isola
con le vostre offerte attraverso il sicuro sistema Paypal:



oppure potete usare il conto corrente bancario:
IBAN IT 08 J 02008 32974 001436620930 
in questo caso, inviateci una email di avviso, perché la banca
non fornisce la vostra email e noi non potremmo inviarvi un
ringraziamento [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

.

.

.

.

About isoladipatmos

2 thoughts on “Amoris Laetitia: pensavamo fosse amore, invece è una drammatica spaccatura all’interno della Chiesa. I forti dubbi del canonista newyorkese Gerald Murray

  1. Il vaticanista Sandro Magister ne aveva ampiamente parlato oltre un anno e mezzo fa. Da allora nessuno lo ha mai contraddetto. Il 25 maggio 2016 Magister scriveva:
    “Amoris laetitia” ha un autore ombra. Si chiama Víctor Manuel Fernández
    Impressionanti somiglianze tra i passaggi chiave dell’esortazione di papa Francesco e due testi di dieci anni fa del suo principale consigliere. Un doppio sinodo per una soluzione che era già scritta

    http://chiesa.espresso.repubblica.it/articolo/1351303.html

Lascia un commento