nouvelles publications de Edizioni Leonardo da Vinci

NOVITÀ EDITORIALI

offriamo ai lettori dell’Isola di Patmos alcuni interessanti novità editoriali delle Edizioni Leonardo da Vinci, toujours engagé dans la diffusion du son et de la doctrine catholique solide

 

EDITORIAL Auteur
auteur
RÉDACTION

 

GIUSEPPE SIRI

libro Giuseppe SiriLa consapevolezza di uno stretto rapporto tra dogma e liturgia ha guidato i Pontefici che dai primi decenni del Novecento a oggi hanno provveduto ai necessari aggiornamenti in materia liturgica: si pensi al venerabile Pio XII, che ristrutturò i riti della Settimana Santa; a san Giovanni XXIII, che volle inserire la memoria di san Giuseppe nel Canone romano; a Paolo VI, che provvide all’attuazione delle nuove direttive pastorali emanate dal Vaticano II con la costituzione liturgica Sacrosanctum concilium; infine a Benedetto XVI, che ampliò l’ambito di discrezionalità nell’uso del Vetus Ordo Missae. Anche tra i vescovi residenziali numerosi sono stati quelli che hanno impostato la loro azione pastorale in modo da assicurare nella propria diocesi l’osservanza delle norme liturgiche, sia tradizionali che nuove, desiderando che l’adeguata conoscenza e la personale interiorizzazione dei misteri rivelati servissero a incrementare nei fedeli lo spirito di adorazione e la fruttuosa partecipazione all’azione liturgica comunitaria. Tra questi vescovi, un posto di rilievo va riconosciuto a Giuseppe Siri, pubblicamente elogiato, pour ce, da san Giovanni Paolo II in visita pastorale a Genova nel settembre del 1985. I criteri teologici che guidarono la sua azione pastorale possono costituire un prezioso sussidio formativo per esercitare anche oggi il necessario “discernimento degli spiriti”, ossia per interpretare rettamente i “segni dei tempi” alla luce della Rivelazione. Questo è il motivo per cui il Curatore ha qui raccolto alcuni tra i suoi più significativi interventi dottrinali e disciplinari; essi vanno dal 1955 Al 1972 e sono intesi ad animare con un continuo aggiornamento catechetico la vita liturgica del popolo di Dio nella sua amatissima diocesi di Genova.

Cliccare sotto per leggere la scheda del libro

Giuseppe Siri

LUIGINO ZARMATI

Libro Luigino ZarmatiNella Presentazione, il direttore della collana, Antonio Livi scrive: «Luigino Zarmati ha affrontato in questo libro il vero problema della nostra epoca, quello del riscatto della coscienza dalle ideologie – apparentemente opposte l’una all’altra, ma in realtà accomunati dalle medesime false premesse gnoseologiche – del razionalismo e del fideismo , arrivando così a mettere in luce, come dichiara già il sottotitolo del suo libro, che la fede nella necessaria testimonianza altrui e alla fine la fede in Dio stesso che si rivela è la più grande risorsa della quale l’uomo dispone per realizzarsi come persona, ossia come essere intelligente, libero e responsabile, dotato della possibilità di mettersi proficuamente in relazione con il mondo naturale e con la società umana per comprendere il senso della propria vita e gestire sapientemente il proprio
destino».

Cliccare sotto per leggere la scheda del libro

Luigino Zarmati

LO STATUS QUAESTIONIS

La verità in teologia

MARCO BRACCHI e GIOVANNI COVINO: Quale statuto epistemologico
per la teologia
GIUSEPPE BRIENZA, La teologia sotto la “dittatura del relativismo”
Esposizione della tesi di LIVI
FRANCESCO PISTOIA, lan esempio di carità intellettuale
FABRIZIO RENZI, Il discorso sulle istanze epistemologiche
della “scientia fidei”
ALESSANDRO BEGHINI, La teologia come “scienza rigorosa”
MASSIMILIANO DEL GROSSO, La teologia tra metafisica e fantasia
SERAFINO LANZETTA, Un contributo alla fondatezza
della teologia come scienza
CHRISTIAN FERRARO, Le premesse epistemiche della
“scientia fidei”

SVILUPPI DOTTRINALI

PIERO VASSALLO, La scienza della fede e la sua filosofica
parodia
DARIO SACCHI, “Vera e falsa teologia”. Un contrappunto
philosophique
NICOLA BUX, Lo stato della teologia, “periferia” in cui
urge intervenire
GIOVANNI CAVALCOLI, Perché è necessario che si torni a
parlare di “eresia”

NOTE CONCLUSIVA

MARCO BRACCHI e GIOVANNI COVINO, La teologia tra
senso comune e metafisica
ANTONIO LIVI, Qualche chiarimento, in dialogo con
estimatori e critici

Cliccare sotto per leggere la scheda del libro

La verità in teologia

GIUSEPPE BRIENZA

Figura esemplare di pastore che sempre opera per il bene comune e la salvezza delle anime, PietroLibro Giuseppe Brienza Fiordelli (1916-2004), qui ricordato nel decimo anniversario della sua morte (2004), sembra corrispondere alla visione di vescovo che, deuxième Papa Francesco, la Chiesa “vuole avere”: determinato a compiere scelte libere da «condizionamenti di scuderie, consorterie o egemonie», a imitazione di quei vescovi santi che vivono come «seminatori umili e fiduciosi della verità» (cfr Discorso alla Congregazione per i vescovi, 27 février 2014). Mons. Fiordelli si è adoperato per riportare Prato, di cui è stato pastore per 37 âge, alla piena pratica della vita cristiana. Attivamente presente in tutti gli ambienti sociali, et è fatto quindi strenuo difensore della vita e della famiglia, a cominciare dall’indispensabile restaurazione della dignità del matrimonio e dalla resistenza alla legalizzazione dell’aborto. Noncurante dell’intollerazna di quanti avversano la dottrina sociale cristiana, Fiordelli è stato uno dei più coraggiosi sostenitori dei valori sociali della famiglia. A lui si deve, entre autre, la definizione teologica della famiglia come “Chiesa domestica”, recepita dal Concilio Vaticano II (cfr costituzone dogmatica Lumen Gentium, n. 11) e oggi comunemente utilizzata nella pastorale della famiglia. La prima parte del volume è dedicata ad un inquadramento storico della vita e dell’attività ecclesiastica di Fiordelli, specie a capo del Comitato Episcopale per la Famiglia della CEI (oggi Commissione Episcopale per la famiglia e la vita). La seconda parte, plutôt, esamina la sua produzione pubblicistica, mostrando come le proposte di riforma sociale avanzate da questo vescovo siano state davvero lungimiranti e coraggiose. aujourd'hui, un contesto religioso e sociale ancora più degenerato di quello nel quale Fiordelli fu chiamato a operare, è auspicabile che il suo esempio sia seguito dall’intero epicopato italiano, rinunciando a comportamenti che sembrano dettati dettati più dalla paura che dalla virtù della prudenza.

Cliccare sotto per leggere la scheda del libro

La protection sociale de la famille

______________________________________________

PER ACQUISTI ON-LINE CLICCARE SULL’ICONA SOTTO

Leonardo da Vinci

À propos de isoladipatmos

Laisser un commentaire