L'amitié intime du berger avec ses moutons: « Mes brebis entendent ma voix, et je les connais, et ils me suivent "

Le dell'omiletica angle des Pères de l'île de Patmos

L'AMITIÉ INTIME SHEPHERD AVEC SON MOUTON: « MON écouteront ma voix: MOUTONS ET JE SAIS LE, ET ILS ME SUIVRE "

.

Tout comme dans un voyage de transhumances, chacun de nous est appelé à être brebis du troupeau de Jésus, à savoir que nous sommes appelés à vivre en tant que croyants dans l'Eglise de Jésus. En tant que croyants, D'abord, nous entendons sa voix: Jésus nous parle dans la Parole de Dieu et par les bergers, in particolare oggi lo fa attraverso l’insegnamento ufficiale cattolico della Chiesa espresso dal Successore di Pietro e dal Collegio degli Apostoli, chiamati a custodire integro e quindi diffondere il deposito della fede.

.

Gabriele Giordano M. Scardocci, o.p.

.

.

Format PDF Imprimer l'article
.

.

.

Chers frères et sœurs,

Pastore sardo, opera del pittore Antonio Piras

molto probabilmente tutti conosciamo la poesia I Pastori di G. D’Annunzio:

.

«Settembre, andiamo. È tempo di migrare / Ora in terra d’Abruzzi i miei pastori lascian gli stazzi e vanno verso il mare / scendono all’Adriatico selvaggio che verde è come i pascoli dei monti».

.

Un’immagine di pastorizia, la transumanza, cioè il cammino verso territori selvaggi e verso alture che danno serenità, riposo e senso di completezza.

.

Questa immagine verso una pace tanto cercata, forse l’abbiamo persa: un po’ perché viviamo in città con luci e suoni che ci distraggono, un po’ perché non capiamo più l’idea di un cammino che, dopo tante fatiche, può darci invece molte soddisfazioni. mais, questa immagine di pastorizia, può farci addentrare nelle letture di questa domenica.

.

Negli Atti degli Apostoli [cf. 13, 46] leggiamo come Paolo e Barnaba si rivolgono agli ebrei:

.

«Era necessario che fosse proclamata prima di tutto a voi la parola di Dio, ma poiché la respingete e non vi giudicate degni della vita eterna, ici: noi ci rivolgiamo ai pagani».

.

I due Apostoli rivolgono l’annuncio della vita eterna superando la presenza ebraica e ponendo l’attenzione ai pagani, che erano romani e greci, con una cultura intrisa di filosofia ellenistica. Il messaggio di Cristo allora esce dallo “steccato” giudaico, mostrando come l’annuncio cristiano non è legato un singolo popolo o nazione. Il messaggio di Gesù è universale: tutti siamo chiamati alla vita eterna. Questo implica entrare in un amore più grande, quello del Padre, le Fils et l'Esprit Saint, pour l'éternité.

.

La chiamata alla vita eterna attende una risposta da noi. Il Signore ci lascia liberi anche di rifiutarla, come fecero gli ebrei nel testo degli Atti che abbiamo ascoltato. Ma se invece rispondiamo positivamente, possiamo ora capire in che modo arrivare alla vita eterna.

.

Il Vangelo ci dà una risposta chiara sul cammino da percorrere verso questo traguardo. Leggiamo infatti in San Giovanni:

.

«Le mie pecore ascoltano la mia voce e io le conosco ed esse mi seguono» [cf. 10, 27].

.

Tout comme dans un voyage de transhumances, chacun de nous est appelé à être brebis du troupeau de Jésus, à savoir que nous sommes appelés à vivre en tant que croyants dans l'Eglise de Jésus. En tant que croyants, D'abord, nous entendons sa voix: Jésus nous parle dans la Parole de Dieu et par les bergers, in particolare oggi lo fa attraverso l’insegnamento ufficiale cattolico della Chiesa espresso dal Successore di Pietro e dal Collegio degli Apostoli, chiamati a custodire integro e quindi diffondere il deposito della fede.

.

Ascoltiamo la voce di Gesù quando facciamo intimamente nostri gli insegnamenti cattolici: credere nelle verità di fede, vivere i precetti della morale o impegnarsi in momenti di preghiera diverrà un ascolto che aprirà il cuore verso il Suo Grande Amore. Dio entrerà nella nostra anima e insieme con Lui ogni momento della vita quotidiana diventerà una gioia.

.

en second lieu, come credenti noi seguiamo Gesù: soprattutto lo seguiamo nei momenti di fatica della nostra vita, sapendo che il primo ad aver faticato per noi portando la Croce sul Golgota. Seguire Gesù è sapere che anche quando le miserie della vita sembrano sprofondarci sulle spalle, Lui sarà a sorreggerci.

.

Dall’ascolto e dal seguire Gesù, viene che il fatto che Lui ci conoscerà: questo verbo nel linguaggio originario indica un’intimità profonda, quasi corpo a corpo con Dio. Questo contatto intimo corpo a corpo noi lo viviamo ogni volta che viviamo l’Eucarestia, che infatti è un anticipo della vita eterna, una grandissima amicizia con Dio. E proprio riguardo l’amicizia scriveva Susanna Tammaro:

.

«L’amicizia è uno dei sentimenti più belli da vivere. Ad un tratto ci si vede, ci si sceglie, si costruisce una sorta di intimità».

.

Il Signore ci doni la sua amicizia di entrare nella vita eterna, in una intimità che dona gioia senza fine e capacità di cogliere il senso profondo di ogni giorno.

Ainsi soit-il.

.

Roma, 12 mai 2019

.

.

Avviso della Redazione ai Lettori

In questi giorni stiamo ultimando la lavorazione delle bozze di stampa dei primi libri che a breve saranno stampati e distribuiti dalle Editions L'île de Patmos. Essendo assorbiti da questo lavoro, au cours des trois dernières semaines, nous avions seulement ralentir momentanément la publication d'articles dans la revue L'île de Patmos.

.

.

.

.
«Vous connaîtrez la vérité et la vérité vous affranchira» [Gv 8,32],
mais apporter, répandre et défendre la vérité non seulement
les risques, mais aussi les coûts. Aidez-nous à soutenir cette île
avec vos offres via le système sécurisé Paypal:



ou vous pouvez utiliser le compte bancaire:
Ils étaient IT 08 J 02008 32974 001436620930
dans ce cas, nous envoyer un avertissement par courriel, parce que la banque
Il ne fournit pas votre e-mail et nous ne pouvions pas vous envoyer une
action de grâces [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

Le blog personnel des Pères de l'île de Patmos

club théologique

le blog Père Gabriele

.

.

.

avatar

À propos de isoladipatmos

Une réflexion sur "L'amitié intime du berger avec ses moutons: « Mes brebis entendent ma voix, et je les connais, et ils me suivent "

  1. Cher Père Gabriele, grazie per le sue riflessioni. Il problema oggi è capirequale Gesùseguire, viste le tante immagini poco evangeliche che circolano nella Chiesa, come mai è accaduto in passato. In questo mese mariano la Nostra Mamma ci aiuti, con san Giuseppe, une “ritrovareprima il vero Gesù nel Tempioe poi magari anche nelle periferiementre oggi si spinge a cercare Gesù altrove, ribaltando le priorità. Un caro ricordo nel Rosario per lei e i Padri dell’Isola, Dorotea (terziaria domenicana), Ave Maria.

Laisser un commentaire

Votre adresse email ne sera pas publiée. les champs requis sont indiqués *

 caractères restants

Ce site utilise Akismet pour réduire le spam. Découvrez comment vos données de commentaire est traité.