Quandoquidem divina poena coronavirus? Reputatio novissimis temporibus: spem metus? De die autem illa et hora …

- Ecclesia subitis coronavirus et gravi -

DE SEDE HABENTES DE DIVINA TRINITATE coronavirus castigo? Deliberationes nostrae fine temporum: Timeamus sive speremus? A die illa et EQUIDEM illa hora

.

Non oportet quod ad divinam reverentiam ad Deum Patrem propter adversos casus poenas temporales, perussi est intrinsecus latebat sola satisfactio, et in omni sensu vindictae his qui nondum Deo, et qui resistunt veritati,. Sic dies illa arcana manere.

.

auctor
Ivano Maria de 'Liguori, oFM. Capp.

.

.

PDF Print Article

 

.

Audio LECTIO Art

Patres referri de In insula, quæ appellatur Patmos, non enim vasa includitur in omnibus autem legentibus usum audio-Lectio ad illos affectus et defectus ne Lectio, simul etiam ad illos qui possunt ad proprium exemplar ministerium utilis, et iter legere poterat, de condicionibus facile abuti, audio-Lectio

.

.

.

Masaccio, Brancacci capella (Florentiae), Adamus et Eva de paradiso terrestri

In San est ille locus de euangelio Matthaei velut aenigmaticum sententia legitur verbum, quod Christus Dominus,: De die autem illa et hora, sed, nemo scit,, neque angeli caelorum neque Filius, sed solum Patrem, [Cf.. Mt 24, 36].

.

In metu et incertae clima quod, sicut periti in XIX-quarentenam propter Covid, peculiariter ad hoc quod aliquis blandiris signum temporis actu viral infectionis. In hac ratione distinguitur Profile socialis ex multis, alii credentes ex eis, ed è per questo che è necessario fare un poco di chiarezza. Idque nobis pro variis nuntiis visionaries, et prophetas mysticis, quod ad officium est ut is principatum tribuat Evangelium verbo quod Apocalypsis germano et consummato.

.

Dicitur "signum temporum" ac ne quis dolor excitat animam credentis, Etiam sit amet neque synonymum finem mundi, proprio perché è riconducibile all’insegnamento di Gesù e alla sua opera evangelizzatrice. In Evangelio secundum Matthaeum Cap. 16 Vers 3 we find these words: «Vos nesciunt distinguere - Iesus Ihesus interrogat Pharisæos, et Sadducæos - signa et tempora,?».

.

In ante ipsum audientium quæ postulavit, ut essent signum identitatis confirma sua auctoritate divina atque - aliquid quod in solitudinem daemonium iam postulavit - Dominus quaestionem, quae quaerit directs operam suam ad opus salvationis per mediationem a Filio Patri.

.

Haec epistula est manifesta. Non opus est scire, quod Deus colitur simul ad producendum externa signa,, Gesù è il segno definitivo del Padre con cui è possibile leggere i tempi. Curiosum Est - sed si Evangelium analyze itur ad res bene - Intellego quam habemus ad eum pharisæi et sadducæi Iesus autem amplius circa trahendum in iaccam et conversatus cum eo, reliable clava, pro agnitionem quod iam inceperat regnum Dei revelare inter se in potestate et libertate Spiritus sancti.

.

Messianicae venit hora Israel autem non cognovit et magistri - immo potius - In ipsa hora qua salus libertatem populi Romani occupandum provocatur. Germana omnibus pie in blasphemias filiorum Israhel!

.

Hodie enim non est libertas amissa an propter populum accinctum, invenimus eam ipsi amissis ad virum. de loqui Signa temporum Significat autem opus de medio populi sui, hoc est dicere, quod Iesus sit salvis me, In hac pestilentia, dum essemus in domo tristificatos, dum nos sollicitos esse futurum ex carorum nostrum.

.

dedit, His temporibus coronavirus, facunda loquitur per signum surréxit, poena vindicativa vel lingua non. Ipsam dico edicere mihi et omne periculum audientium divinam punitionem pestilentiae permutandis.

.

Ego vero Pontificis Ioannis XXIII placet verbis iisdem ad spem vita Christiana in his diebus nostris in exsilium ab coactus orbem terrarum:

.

«Non amo a valde locus plenius confidens Virg […] hortatur ut signa temporum recognoscere ", ita ut «in tenebris tenebras videamus numerosis clues, et praeco Ecclesiae melius videntur hominibus " [Cf.. A.A.S. 1962, p. 6].

.

Iesus non ventilabis homines morbosi curiositatibus distrahitur ad usque ad diem reversionis eius in terra nec quod dies exit tempus praesto est nobis. Non oportet quod ad divinam reverentiam ad Deum Patrem propter adversos casus poenas temporales, perussi est intrinsecus latebat sola satisfactio, et in omni sensu vindictae his qui nondum Deo, et qui resistunt veritati,. Sic dies illa arcana manere. "Non est vestrum nosse tempora vel momenta quae Pater posuit in sua elegit ..." [Cf.. In 1,7]. Comment in hoc locus de actus apostolorum S. Hieronymus exponit,: «Per hoc autem ostendit quod [Iesu] et sa, Scimus autem non competit Apostolorum, ut, semper incerta de adventu iudicis est, quasi singulis diebus iudicari die ».

.

Signum videmus, quod est Christus, in quo videtur animabus nostris in superiore virus, nobis fidem, necnon traditionibus religiosis hominum nostram, videmus Christum, Hodie est dies primus de subitis Maior videtur esse Transierunt, si male habita metu trepidus; antiquis aqua abjicimus, sed vultus parumper novus aqua, hoc est, aqua Evangelium vivi, agitur etiam congressio cum Christo, quae nobis pluviam: «Caelum et terra transibunt,, verba autem mea non transibunt " [Mt 24, 35].

.

De die autem illa et hora … Non tibi videatur asperum lets ', videmus Jesum, solum datur ad iudicium suum cum hae attamen significationem trahunt omnia amor, omnia denique tandem erit.

.

Laconi, 27 May 2020

.

.

.

.

.

 

Sostenete la nostra opera acquistato i libri delle Edizioni L’Isola di Patmos

 

 

.

.

.

«Et cognoscetis veritatem et veritas liberabit vos» [Gv 8,32],
sed adducere, nedum veritatem diffundendam et defendendam
sed metus in costs. Auxilium nostrum commenticium confirmaret Island
cum ratio praebet per secure Coin Paypal:









nec posse in computo:

solvendorum Pathmos insulam Editions

IT IBAN 74R0503403259000000301118
in hoc casu,, mitte nos an email Monitum, quia ripa
Non potuimus mittere email vos praestate
gratiarum actione percipitur [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

.

Avatar

About isoladipatmos

6 cogitationes on "Quandoquidem divina poena coronavirus? Reputatio novissimis temporibus: spem metus? De die autem illa et hora …

  1. Sempre Matteo 24 o Luca 21

    1 Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. 2 Gesù disse loro: «Vedete tutte queste cose? Amen dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata».
    3 Sedutosi poi sul monte degli Ulivi, i suoi discepoli gli si avvicinarono e, in disparte, gli dissero: «Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno della tua venuta e della fine del mondo».
    4 Gesù rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; 5 molti verranno nel mio nome, dicens:: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. 6 Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. 7 Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; 8 ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori. 9 Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. 10 Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. 11 Et multi pseudoprophetae surgent et seducent multos; 12 Quoniam abundabit iniquitas,, refrigescet caritas multorum. 13 Qui autem sustinuerit in finem, sarà salvato. 14 Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine.
    15 Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santochi legge comprenda

    1. care Lector,

      in questo suo messaggio non c’è né un commento all’articolo né una domanda o richiesta di spiegazioni o chiarimenti.
      A meno che lei non ritenga che i Padri de In insula, quæ appellatur Patmos,, che pure hanno ricevuto dalla Chiesa il mandato di annunciare e di predicare il Santo Vangelo per il sacro ministero a loro conferito, il Santo Vangelo non lo conoscano.

    2. Lo so che conoscete il Vangelo caro Padre
      Non mi permetterei mai di dire il contrario.
      Vorrei solo un suo commento su questo passaggio
      Non mi riferisco al Covid-19 ma a tutto quello che sta succedendo.
      Sono iniziate tribolazioni….

      Non sono polemico vorrei solo una spiegazione

      1. Mi permetto di risponderle io, anche se l’articolo in questione non è mio.

        Le suggerisco di collegarsi a Radio Maria e di ascoltare le catechesi di Padre Livio Fanzaga, lui è specializzato a parlare di catastrofi, punizioni divine, segreti tremebondi che incombono sull’umanità e via dicendo. tum, inter orationem et alter, le fornisce pure il numero di conto corrente, perché quello che importa è fare versamenti prima che siano rivelati i terrificanti dieci segreti della Madonna di Medjugorie.

        Quando infatti eravamo in piena emergenza coronavirus e a Bergamo giunsero a morire 800 persone in un solo giorno, lui non trovò di meglio da fare che ricordare che gli anziani, arrivati a una certa età, con i problemi che stavano incombendo, avrebbero potuto pensare anche alla benemerita Radio.

        A lui deve rivolgersi per certi quesiti, non a noi.

        1. ???

          Mi sa caro Padre che lei stiascangiannu minchiuni pí lampiuni”Graeco “cazzi per lanterne
          La capisco la quarantena è stata dura per tutti
          Piccola scheda personale
          1)mai seguito radio maria
          2)non seguo don Minutella
          3)non credo ne a ufo ne a terre piatte
          4)non sono un sedevancantista
          5)Papa Francesco è il papa leggittimo (fino a prova contraria)
          6)non credo ad apparizioni se non approvate dalla Santa Chiesa Cattolica
          7)tra La Santa Vergine Immacolata e San Giuseppe mi è più simpatico San Giuseppe
          8)l’ultima donazione l’ho fatta all’isola

          Il padre nell’articolo ha scritto
          Gesù non ci dice nel il giorno ne l’ora
          In questo passaggio del Vangelo Matteo 24
          Gesù ci esorta a leggere i segni dei tempi(non so se é corretto non sono un teologo né un studioso)
          Vorrei solo una analisi Cattolica per capire il periodo che stiamo vivendo(mi piace ascoltare più campane)

          Buona giornata vado a faticare

          1. Caro amico,il periodo che stiamo vivendo è simile ad altri momenti ,un cattolico praticante deve vivere ogni giorno affidandosi al Signore e accostarsi ai Sacramenti per il bene della propia anima!! …..Quelli che vogliono interpretare eventi naturali,(epidemie,motus) ,come misteriosi disegni divini,sono coloro che per il prurito di udire cose nuove,rinnegano la sana dottrina e si volgono alle favole!!

Leave a Reply

Tua inscriptio electronica non editis. Velit sunt insignis *

 reliqua characters

Et hoc site utitur ad redigendum Akismet spam. Disce quomodo data est processionaliter vestri comment.