A crabronis fuga usque ad molam colli circumligatam

- homiletica exercenda -

Homiletica exercenda et ad Sanctorum Patrum perscrutanda de Patmos Island

A Fuga CALABRONIS AD MOLENDUM CONLIGATIO

cornu crabronis structura, ad pondus, non est idoneus ad volatum, Sed nescit et usquam volat". Il calabrone, secundum hoc legenda, volat secundum arcanum vi. Nescit se habere.

.

auctor:
Giordano M Gabrielis. Scardocci, o.p.

..

PDF Print Article

 

.

.

Meditationes in sanctum Evangelium XXVI Dominicae temporis ordinarii

.

.

.

Dilecti Fratres et Sorores,

clarissimus physicus Albert Einsten explicavit that "Pala crabronis structuram", ad pondus, non est idoneus ad volatum, Sed nescit et usquam volat". Ssecundum hanc opinionem, crabro volat secundum arcanum vi. Nescit se habere. Haec fabula adiuvat me introducendam hodiernae lectiones in hac XXVI dominica temporis ordinarii.

.

Quisque nostrum robur gratiae a Deo accipit. Etsi infirmi sumus et longe a Deo, semper nobis offert donum, ut cum Eo communicemus. Videmus:

.

Ad quod tempus,, Dixit iohannes ad iesum:

.

«Maestro, Vidimus quemdam in nomine tuo eicientem daemonia et voluimus eum prohibere, quia non sequitur ".

.

Jesus autem dixit:

.

"Noli prohibere eum, quia non est qui faciat miraculum in nomine meo et possit statim de me male loqui: qui non est adversum nos , pro nobis est. Nam quicumque dederit vobis potum aquae in nomine meo, quia Christi estis, Amen quippe dico, non perdet mercedem suam.

.

Haec est una multiplicissima et maxime pertractata ab exegetis paginis. in aliis locis, Iesus explicaverat quomodo discipuli fierent; tolle crucem suam, eum sequere ideoque consilium Dei excipite. Hic loco videtur altior quaestio oriri: quicumque non est coetus apostolorum bene facere potest.

.

Hoc autem uno loco potest intelligi: qui bene facit in nomine Christi iam est Christi. Iesus ergo iam laborat etiam in his qui longe sunt; quia fortasse fides eius nondum fortis est, aut si iter conversionis. Dominus solus est qui novit corda. Solus vere potest singula nostra opera aestimare. Hinc est quod centrum huius doctrinae est: ne quis impediat quominus iter spirituale exerceat, iudicans prepackaged consilia. Hoc etiam intendit nos. Non sentiamoci giudicati se anche il nostro cammino di fede è pieno di dubbi, ansie, an fragilitas, arrabbiature e anche peccati. Se pian piano ci orientiamo in un cammino di essere con Cristo, ogni momento critico è un momento di crescita e viene superato con l’aiuto della grazia che è una forza che ci aiuta ad essere sempre più di Cristo.

.

Per arrivare a questo è bene purificarsi da tutto ciò che appunto ci porta fuori dalla comunione con Dio. Primum, non bisogna scandalizzare i piccoli che credono. Coloro cioè che hanno una fede sincera e umile: quando qualcuno gli pone uno scandalo, li ostacola nel credere. Scandalizzare è porsi contro Dio. Gesù in questo è molto chiaro:

.

«Se la tua mano ti è motivo di scandalo, tagliala: è meglio per te entrare nella vita con una mano sola, anziché con le due mani andare nella Geènna, nel fuoco inestinguibile. E se il tuo piede ti è motivo di scandalo, taglialo: è meglio per te entrare nella vita con un piede solo, anziché con i due piedi essere gettato nella Geènna. E se il tuo occhio ti è motivo di scandalo, gettalo via: melius est tibi claudum introire in regnum Dei quam duos oculos habentem, anziché con due occhi essere gettato nella Geènna, dove il loro verme non muore e il fuoco non si estingue».

.

Questo richiamo al tagliare la mano, il piede e gettare via l’occhio sono delle immagini, unite a quelle del fuoco della Genna, che simboleggiano un grande lavoro su noi stessi: purificare il nostro sguardo e la nostra azione. Dunque Gesù, affinché arriviamo in comunione con Lui, ci chiede di purificarci, di metterci, cioè di prendere uno sguardo sulle realtà delle cose da credenti e non da atei. Dunque di cambiare il nostro modo di vivere non solo in senso moralistico, ma da una prospettiva di fede con cui guardare a tutte le cose. Et hoc modo:, potremo vedere il nostro prossimo con cuore sincero e aperto, donargli delle grandi opere di carità. Anche questa purificazione avviene con l’aiuto della grazia, indispensabile perché tutta la nostra vita sia elevata e divinizzata.

.

Rogamus Dominus, il dono della grazia santificante, per incrementare il nostro cammino di fede, et discas amare Deum et proximum amore caritatis.

Sic fiat.

Roma, 26 September 2021

.

NICOLAI RIMSKY KORSAKOV "Fuga Calabronis"

 

 

.

.

EDICTUM

carus lectores,

habuimus to “pone praecepta” ut explanare vasa, valde simplex regula: sicut subscribere sursum. Nam, ut expositum est in nexu, quem referimus, habens in mediocris in duo decies visitationes per mensis In insula, quæ appellatur Patmos, pronus est ad accepto centenis spam nuntiis generatae a robots. Ut subscribe, iustus log in qUI sequere mandata quae edidimus minus experta.

.

.

.

.

.

Staff Blog

Pater Gabrielis

.

.

Visita nostrae paginae libri tabernam qUI et emebant et sternebant in nostris libris tolerandum edition.

.

Dominici de provincia Romana nuntius: visitare rutrum Dominicanorum, qUI

.

.

«Et cognoscetis veritatem et veritas liberabit vos» [Gv 8,32],
sed adducere, nedum veritatem diffundendam et defendendam
sed metus in costs. Auxilium nostrum commenticium confirmaret Island
cum ratio praebet per secure Coin Paypal:









nec posse in computo:

solvendorum Pathmos insulam Editions

IT IBAN 74R0503403259000000301118
in hoc casu,, mitte nos an email Monitum, quia ripa
Non potuimus mittere email vos praestate
gratiarum actione percipitur [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

.

.

.

.

About Pater Gabrielis

Giordano M Gabrielis. Scardocci Dell'Ordine dei Frati Predicatori Presbitero e Teologo ( Omnia vasa ejus in nomine Click to read )

In una cogitatione "A crabronis fuga usque ad molam colli circumligatam

  1. L’aquila non sa perché vola né il pollo sa perché non vola.
    Il Creatore ha fatto le ali del calabrone con delle piccole increspature e le ha fatte muovere come se, attorno ad un asse, tracciassero degli otto: queste particolarità creano un differenza di pressione sulle ali che genera la portanza la quale permette al calabrone, o meglio al bombo, di volare.

Comments sunt clausi.