Et malefici, et pie fideisticae mulieribus Pro Quo socialis media in quae insanimus? Relicto ad fatum est defectus caritatis, aliquid: a quo factum est Iesus in Evangelio Christi,

- Ecclesia News -

Ex sexu feminino, veneficas et pii discipulis FIDEIST discurrit AMICABILITER INTERVENTUS? Maesta pectora de eis fatum abesse defectum ipsius caritatis,, QUISQUAM: A Iesu Christo data est ordo in Evangelio

.

Si autem sint verae sacerdotes pugnam contra cancer oncologists. Quia in pugna esse effective, quamvis, est aegris noster accipere treatments indicant,, therapies interdum anxius et,. Quod si audire nos certus non pro aegris, et noluerunt dare cura incompetents, Conticuere omnes intentique ora nos inde excutite pulverem de pedibus nostris, habere privatam, ne periculum salutis, et cura salutis, qui securi erant spatio aperto, sacerdoti uti extraordinaria exspectare oncologist donum Dei.

.

auctor
S Arihel. Levi Tadinensis

.

.

PDF Print Article

.

.

.

Qui hodie tam atrox coalescerent annos, ut aliqui somniant de traditionalistae … qui cum magnae vere annis mulieres in ecclesia loqui liceat, cum capite demisso, cum capite atque psallendi’Ave Maria

abhinc annis dum verborum vim interpretantur Epiphaniae - illustris / superficiem - a Mega-Neocatechumenal baptismus confert catechista erudierunt me dicens hoc est magis accurate intra theophaniam proferuntur Dei loqui. Cum primum quaerebam ab eo de omnibus in praesenti significatione intra theophaniam proferuntur, Hinc consequens est contingens et orationibus. Ad quos respondi: «Quae est medium intra theophaniam proferuntur?». Adiuvent eum qui sunt in loco conatus sum: «Lets 'satus a termino Deus, quod factum est?». Et exposuit quid dixerit ei Deus id est Deum,, quae posita est ad radicem manifestationem divinitatis θεοφάνεια. Hoc reactionem eius: rationi presenti non posse dicebat illis tamquam «Superbi sacerdotem, et adversum clausa ' (!?). In arduis relationes, multis meis et cum confratribus Neocatechumenals, maxime cum eorum Mega-christianae doctrinae quae cogitant in nos uti elit inferioris ut `sacerdotes ', Habeo aliud addere, Quae non resolvitur et scripsit in libro de 2019 ad quod quis referatur ut et inquiratur altiore ratione velit topic [videre, qUI].

.

Quod unum exemplum de filio etiam ipse solus in multis qui duxit me ad animadverto post annos experientia constare potest, quod valde dolendum est, quam ut quaedam et, ut Chrysostomus fideles catholici,. Non quod non vis, sed quia discipuli Christi qui, cum ad sancti indicat Evangelium Dei, ut fiat quidam homines ad exprimendas. Quod Illustrabo hoc per secundam ultima parte articuli, quia illud prius est ut satus a analysis de humana sociali et tragoedia expertus nos, ampliatum per maiorem socialis instrumentis et obtulerunt sermocinare solebat populo maledicere exercitui Dei amentes, ut dicitur in III 2015 et ultra Umberto Eco cum expressio morum profanorum expressi in principium libri Orientalium Ecclesiarum coronavirus [Cf.. qUI], repraesentatum a sanctis Patribus de published In insula, quæ appellatur Patmos, mense Octobre 2020:

.

"EGO socialis instrumentis da ius ipsi dicere legionibus in amentibus, qui est ante solum in bar post vitrum vinum, salvo civitatis. Cum non statim perii, dum modo eodem iure pro praemio Nobeliano. Est tumultus in amentibus ".

.

Hoc includit etiam legionem-et dicitur catholica vel Catholicos Tortores in theologica maxime ramos complexa. Est quod qui doctrinam in vita sua, Qui postquam migrauit ad discipulos magistris non solum formatio, sed potissimum a studio modum, sed omnes ibidem qualificatur acquirit magnum Academiae Facebook, Twitter, Instagram et ita in. Hi sunt consequentiae certae: homo enim hodie non demens in publish YouTube et fallacia ad video, repente confestim a decem milia homines, qua maxime iniuria contumeliaque astrophysicists negat mundo ostendere scientias prorsus omnes sphaericae sed revera non plana terra. Et parum post sequitur video alterius persona demens, adamasset nomen apud se constituit,, visitati autem users super centum, quorum nonnulli ad hunc nugas audire facies eandemque quis orci denegent prima fundamenta scientiae status refert, non ut vaccinated contra XIX Covid, quibus inseruit vaccini quia fortia potestates microchip necesse est ut totum sub potestate population. Et beautician non defuit, iratus est quia illa ex opere destitutorum manet in tempus, clausura, Quisque ac firma in scholis mediis ad finem quatuor testimonium consecuti sunt iter faciunt artifices,, est dare se in optimis socialis instrumentis clarissimi virologists expugnabat, viribus fortis et terribilis ut servitia necessaria multinationals, quibus casibus occultis quam ante fuerant de vaccina autism. Beautician ad explicare antivax circiter milia users et bibens de his video perampla ligula audientium, ut scias quia de vaccina autism est causa per annos orbis terrarum pro scientific civitatem negavit, et eum qui seminat illa est finita disbarred præjudicatis et ab actis mandare primum ex medicis autem manipulated investigationis notitia et falsificatur, quia non habent effectus, quia non est responsum: "Sed suus 'obvious, qui inventor atque heroicis priscis necessitudine et autism vaccina fuerit condemnatus, Semper fortis viribus destrui multinationals qui loquitur veritatem ". Et quia multi manent certe non una tantum re Boeotorum est: quia in furore erat beautician in opere destitutorum clausura et fas et nefas est civitas mundi scientific, quia fortia vires dominaretur serviat pharmaceutical multinationals.

.

Nunc quis insitum, qua provide autem exemplar rideat, nam si actu prime fletum ducere nisi abscondet illud. In principium 2000 in Spanish quadrigis medici - non idem est componi ex quo conversus ad omnium medicorum -, cum publicanis et resilit in ínsulis domicilium Magni Ducatus Lucemburgensi, coepit vendere fabrica ut tractu parva masculum applicantur ad colem, elongatio a varietate cursus 3 ut 5 centimeters. Est aestimari quod est a parva INSTRUMENTUM quod productio valorem sumptus est 2,50 et cura sit potentiale sumptus de proxime commercial 25/30 Euro. Instead venundatus est ut in figure stratospheric 850 Euro. In numerosis usque ad commercia continued urologists dispersi sunt per regiones Europa invenitur in se habent interveniendi demonstret satis paucis aegris, maxime iuvenes, tam atroci iniuria quae fit per artem venis, donec ingrediaris illuc, quidam autem ex eis, ad dampnum verus permanens. Itaque ex relatione ad Europae imperium coepi corporum varii urologists. Si loci omnia, et nos non invenire quod huiusmodi casibus in quibus Speculum hominis tertii millennii dirigeretur. Virum qui non credit in Deum et transcendentia ex elementum respuit omnis, tamen credit vates peregrina; non credit in scientia et de scientia hominum, sed credit in eum terrapiattisti de fraudibus ac antivaccinists. Ducunt hominem superstitiosum est tertii millennii Technologist posse decipi, aut graviter laeseris, Prima illi qui credunt in seductores inguini Potest tractu paucis parum digitis ferramentum. Prius quam hypothesi, Homo rationalis ex illustratione sunt ac de medio aevo esse ut amens consternatus, deriserunt, si aliquid, Giovanni Boccaccio, absurda hypothesi hoc fingere vellet ascendere mansissent talitati saeculis supervenientibus litteris historia. Sed hoc est quod plerumque homo meretur hic in novum millennium, qui non credit in Deum, et qui non credit in scientia, qui fidem respuit, et qui rationem spernit,: Primo modo meritos scammer ingentem invenimus eum qui transit in platea vendentium genitale non faciunt, dum cerebrum questus brevior.

.

Et haec degeneravit et nulla ratio ex notitia imperium, certe non erit illic possunt indigentiam et exercitus qui sunt in populo gravi ignarus intervallaqua in Catechismo Catholicae Ecclesiae quotquot sunt, non habebunt sacerdotes rejiciunt sicut, Mandatum prorsus immemor a nobis recipi ab Ecclesia instituta est nobis magistris ac ducibus, qui in Populi Dei ad sacramentum institutum est a Christo gratia Dei: e sacerdotio ministeriali.

.

Sicut semper, est necessarium ad vigilandum exempla vigebat in quaestionem a severitate. Ego tamen non obliviscar hominem carissimi quia unus dies quibus incorrigibilis, amore et amicitia, Et ostendit quod non recte uenienti Deiparae Virginis ad proclivia ad fidem devotionemque, Marianis autem maxime pondus spectris nuntiique, sicut sunt elementa fidei founding. Et affectio est a patre, qui curat amicum, et multum curat ut filios Dei, qui subiecerat illi, Et exposuit ei Salomon et non stabit virtute mysterii revelationis visiones Lapurdi ac Fatimae Domina Nostra, nec datur tres pastores arcana, nuntiis neque Dñi, nec verbis nec dari tres fontes revelationis Bruno Cornacchiola … et praeest quoque "Gospa mendacium ', Vivaldi-dicuntur de ipso ex Medjugorje [Lectio video video meum, qUI]. Fundatur nostra fides in Verbum Dei in mysterio incarnationis (Cf.. Gv 1, 1-18) et die videlicet Christi resurrectionis mysterium (Cf.. I Cor 15,17), cui ipsi nihil addere, in subsidium vel in subsidium peregerint exercitium marianae cum admiratione nimia perturbati, et qui vident visiones et mystici sunt locutiones, cui nulla omnino adhaerere tenentur in fide catholica,. Haec cum dixisset, adiecit non erat ut subsisto et agitans et appropriare, de imminenti announcements triumphi de Foederatio Immaculati Cordis Mariae, quod beata virgo non est nisi quia Fata Morgana, in Symbolo fidei Symbolum Nicaenum Constantinopolitanum, Dei protestamur fidem in Christo, qui "in una die reditus est cum gloria iudicare vivos et mortuos", faciemus nec praedicare fidem in 'dubio triumphi Foederatio Immaculati Cordis Mariae de', ex omnibus quantum ad aliqua superficie hijackers et Theologi, Qui providebit firmamentum subsunt res quarum habent ad hi fanatici exaltaciones Deiparae Virginis de magicis paganus, fai te, da,. Tamen datum est ut nusquam esse possint fideist fideist, etiamsi desit condita duobus principiis quae summa superbia blindness, in responsio, te pia Mulier autem illa respondit amicum se elo- quioiutelligimus bouum opus Sancti Ludovici Mariae Grignion de Montfort a triginta annis et ut scivi enim quid dixit nimis. Et hoc clarificatus est autem, cum mihi terminum peremptorium invitationem ad studere in opere De vera devotione erga Deiparam et ad Deiparae Virginis discite quid re vera esset. (!?).

.

Sacerdotes nostri theologi nunc vitae genus plerumque rerum. ut patet,, Non autem experimur nos quibusdam, ad opprobria, quod 'impetus insidiarum', sed sicut per moventes ecclesialium, quae non semper est peccatum attribuitur ad nos Episcopos et sacerdotes eorum, "non amplius" - in sententia gravibus accusatio ex his hominibus - "evangelizare". Lacta culpa in episcopis et presbyteris dictum, sed nemo ex qua intendit agere de re aliqua gravi et atroci sine misericordia fugere criticis, quia illa realitas idemque continget, haec: numerus fidelium ad quae non modo ullo animo ut nempe mundus evangelizetur, et semper superiore formatae, ut diutius gerant sacerdotes adeo ut nulla confusio cognosco specificati audire possunt, nimirum ad sese graviter erroneae rationes universales veritates transformamur. Et omne rationabile monendi estis a nobis pastores eorum, magistris ac ducibus,, et magis in promptu contumeliose agere ecce pugnax, lere pastorali habitu proiiciens, magistris ac ducibus,.

.

Amicum iustus et carus in usus paradigma, sed tamen nihil vel parum intellegens Deiparae Virginis fundamenta theologiae studere invitarent, cogitando maerore istorum multi caruisse, deificat, qui est in sancto sanctorum et Missalis sancti Pii V quote rursus ad figuras propheticas de omnibus Beati Katharina Emmerick. Et in hoc etiam quod est non dignum memoria calamitatis huius fuit, quod Ecclesia est igitur passo in viam provolarunt fideists quaedam beatitudinis Emmerick, numquam germanis praedicta dicantur cognoscens, proinde non. Nimirum quia vera tamen nonnullis, quia in omnibus quae ad voluptates formula semper; quorum oratio ante omnia prophetas Israhel, comparari Emmerick, re ipsa cheap junk, vestietur pannis dormitatio foras mittetur in pulicem foro armenti. Hic est magicae in qua sententia, haec sententia, manifestum enim factum est ut referat ad 'novis missa', Ex quibus verbis concludunt quod scriptum est Editor Clemens Brentano et non Beati highly fictionalized textus in appellatos de se prophetiam,: "Et missa est brevis et non legitur Evangelium S. Ioannes in fine '. Hoc satis acriter ad quaedam mulieribus, pie credere quod non est pars, sed ipsa statione ad impetum hoc modo tota liturgica instauratione maturescerent, erroribus adhærere, et dicent continebat in concilio, Concilium Vaticanum II,, quod sine dubio non theologiam dogmaticam et pastoralem, Non perfectus etiam wanting. Sed hoc non potest dicere scholarium, atque aestimare potestis portare ex ad in-profundum investigationis et praeparatoria opus, et omnia recta methodo scientifica sibi constituit,, cum incipere, historical socialium et ecclesialium recta in context. Non enim scholarium capta annis primi discere legere et annos, ut in documentis Concilii Vaticani II,, tamen quamdiu, articulata, complex, requiritur non pauci locis ancipiti redundans sociologisms, in sequenti decennia, et declarando species variis documentis et res ipsas clarius explanare, est ultimum, in quo series Declarationem Dominus Jesus quod 2000.

.

Nunc operam dant ad hoc quod negari non potest,, quia ipsum: nostris ducibus, et condite hominum, aversantium se orationem itemque officium magistrorum populi Dei, contra omnium opinionem, eundem non sunt praeteriti temporis, et quia somnium de ritus participandi sanctam Missam iuxta ritum Missalis sancti 1571 usque ad promulgationem novi Missalis S. Pauli Sexti ut volueritis recipere disciplinam 1969. Et gentem, otium cum ignorantia similis, qui loquuntur de sacro Concilio Tridentino citari, et, e converso, est inconueniens ratione Concilii Vaticani II,, Cum autem omnis superficies est modus melior quam tunc affirmat montem maris et e converso;. Infeliciter non obliviscar autem, quod a Concilio Tridentino decretum est ita sanctum sanctorum est, et summa duo et tria saecula post eius Agricola, Canones de elementis quibusdam nondum, praeter difficultates de post Concilium Vaticanum II,! Et cum in 1869 ad omne opus ex Concilio Vaticano pervenit, congregati sunt Patres justo maesta turba ad invicem: "… sed quomodo, plus quam tria saecula post Concilium Tridentinum de Agricola, Convenerunt autem non nova dicuntur canonici fideliter priore?». sed, AGNUS DEI unum, In sententia, qui pie feminarum ad studium invitare uates ac theologos exspectantes dum sententiam definitivam in triumphi Foederatio Immaculati Cordis Mariae, sacrosancta erat, omnium sanctorum, in quo erant omnia Ecclesiae devoti, mysticae, denegatio trascendentium,, sacris institútis …

.

Vanum es in specificare, cum facie: Theses fautores peregrina, Nunc plerumque mulieres intellexerunt qualiter, nisi femina propter Psychology, cum opus fuerit, ad procurat, rationalis affectus, per passionem suam,, perditio ad rem pessimi. Ideo quod male, rationem motus appellant feminae piae, suus 'iustus et vastata vastata spiritus. aliquot tempora, tamen superflue, ho cercato di spiegar loro delle innegabili evidenze coi dati storici alla mano, exempli gratia postulando: cum in temporibus beatus tu tantum laudatur, in aurem locuti sacerdos coram Deo per 'divinum' in Verba Latina domus interioris sancti sanctorum Missalis sancti Pii V, si quid habes futurum "dementia femina» proferre ausus de media gemitumque dissensionis adversus puerum sacerdotem 25 manum ejus, et ante mensem a predicto episcopo tanquam in parochum paroeciae adiutor? Et auferetur explicare iustum, quod praeteritum nunquam mulierum Pia inventa, eventum, haec: senes parochum assumatur, cum te vellet patrio alapis tria metris super altare balustrade, in memoriam vos reducens tua erat loco, et in capite ejus,, dimittesque ante illam velum laciniarum in caput eius et in manu mariale rosarium prosequantur. tum, parentes, uiri tui, et dedisset tibi reliquum extremum provocare ausus dose adulescens clerus ab Episcopo dioecesano Vicarius consecratum est parochus.

.

Vos intellexerunt, mulieribus, pie mea, hodie gero, ut sibi solis episcopis et presbyteris, praesertim quoties increpare audeat Romano Pontifice nequam scholis agitata aperire os suspirio? EGO have ut indicarem tibi,, Si quid futurum ausus reprehendere Pontifex Pius Pontifex hodie regnantis modo petis? Factum esset, nec sacerdotes vexarunt, quia fidelis, praesertim feminarum, sequenti autem die non venerit nec super te juxta cimiterium. Fieret: vestri autem vobis facio, quod fuit in ecclesia munus ad nihilum deduces areæ, ipso autem candelabro sua ornabit, lava a Graecis et amylo ut mappae, ut te iudices constituere non regnantis Pontificis, Episcoporum conferentiae, uates ac theologos:. Quare hoc nemo, quia nunquam data est tibi per aetates, in quo sanctissima Missalis sancti Pii V et canonicis de Sancta Romana ecclesia utitur erant ex aequo viribus. Tum quia cum esset in effectum, tibi, Mulieribus, pie Domine mi hodie invehitur,, et non licere cantabo in templis,, quod licet feminam voces erant non fuerunt in choris, in his quae sunt mira temporis et tanta hodie, quod tu somnias. Et si quidem liceat mulieres hymnos cantare per choros laudantium sacris, licet tu numquam attollere reprehensionem fuisse, accusationes contra episcopos et diffamationes, uates ac theologos:, omni tempore quo tot sanctissimos videritis Missalis S. Pii V Concilii Tridentini canonibus et sanctorum valerent, Clemens Brentano Katharina Emmerick dum fiunt Beati whimper ad Missam in futurum mirabilem ...?

.

hodie, ex his exercitus pinzochere it rabidus diaria et in coetibus socialis instrumentis ubi desunt sacerdotes fiunt et in his decennis argumentum spectat ad theologos de ministerio pastorali explendo post tergum eorum, et animam consumptam et in studiis investigationis. Et aliam inter se acriter reprehendi, ad laudem cum ingrederentur tectum rosari pinzochere drogatelli-fans circa dogma maria cursor, ratus agendo dogmatica de Pina similem parant Nonnae tagliatelle.

.

Tragoediam populo isti - quia est et aliud malum - quod numquam habuit duces ac magistros. Tamen praesumit ad faciem possit haberi potest universa doctrinam Magisterium Ecclesiae in ipso quod docuit,, apud eundem dogma ease loqui de quibus agit de hoc quod de client cinerarius imperdiet in. Periculosum est magus sic nascimur discipulis, sacerdotes quoque qui sciunt plures indoles sit et, sed, Et si fecerit per quamdam analytica methodo scientifica sibi, altius perscrutari scriptor, omnium primum loqui variis cum confratribus committatur, nos invenies extra quam sunt capaces reddantur universum populum qui numquam fuerunt in gravi necessitudinem cum cura animarum pastore uno, apud Theologum, aut sacerdos. Et in singulis paroeciis, ubi non fuisse, ac prater creata sunt et semper sursum having problems ending confligit apud parochum suis et collaborators. confratres mei, praestantiam theologicam praesertim sacerdotibus, quomodo mulieres pia, et semper exercitia, ad certum punctum in conflictu veniunt in praesenti condicione theologo sacerdos. Quod autem non potest non sed mitterent in absurdum ineptias, exempli gratia, nunc incongruenter sumpta de testimoniis captus nemo, aut depromptas ab contextualized et Sancti Patres constanter, sicut, variis rebus in complexu, Erat enim rudi incumbunt Patrolog iocus amat, ludicras. Obiter: annos, qui possunt vitae meae, quae tunc erat in me magister patrology, si autem convertit se ad me, ut octoginta dimidium saeculum de research et studiis gessisset Cappadoces Patres fusius exponitur de quarta saeculum, et memoria dignis quae sunt quattuor: S. Ephraem Syri (306-373), S. Basilii Magni accessisse (330-379), San Gregorio Nazianzieno (329-390), Sanctus Gregorius Nissa (335-394). Quæ est contra pios, qui inscribitur libellus pietatis invenit flavescunt Collectione ad cogitationem de Ecclesiae Patribus dici potest, post quae incipit ad virga ineptias in adsensu succlamatum esset nactus est una specialis patrology proten de via ad illam quae ducitur a porta usque ad eius computatrum foro tincidunt Portese. Manifesto ignarus quod, tractant tantum historiam complexus est historicae theologicae ordine S. Maximus Confessor, necessarium est studiis ipsis ad paucos annos, quae erat implicitus, et universa panorama de rationibus agendi in Oriente et Occidente, de confligit inter Romam et Byzantiis. Necesse est cor tuum quia ex primis quinque consilia Ecclesiae, et postea integrated related adultis et non dedit ad Concilium Nicaenum I extruatur fundamento., in Constantinopolitanum, in determinatione Concilii Chalcedonensis, in illud Concilium Constantinopolitanum II. Infeliciter loco, perdiderit confusionem derelinquet homo, hoc est, minus commune expertes pudoris, quasi miraculum a Maga Ameriam tractantem manual alchimiae, incipit ad virga ... in erumpit «De Ecclesiae Patribus dici potest dicere ah ..., et cave ne ultra loquaris: in Patrum Ecclesiae contionibus dicere, ut, et factum est in nigri coloris!». Et si vos et ad illam explicet, quod Patres de Ecclesia prorsus non dicam male intellectis et tum ea quae circa nigrum et album, Conticuere omnes intentique ora, et pie mulier, ille tibi ad studere patrology, nuntium ad se de hoc quaeritis sicut apud Cappadoces Patres fusius in medium diem Vicipaedia.

.

iterum, access to quaedam documenta, ex acquiratis libris editis, aut ad te faciam investigationis archival collections. Hodie, instead, iustus vado omnibus aditum ad rutrum et in Consiliis Sanctae Sedis documentis magisterii consideratur atque available records quoniam in mane undeviginti century. Et sic, Veneficus scriptor TIRO mox omnem religiosam grande et inquisitorem. Unde et discipulis pestem Elymas magus natus est scriptor exemplum gluers et maxime a mulieribus, pie copiaincollatrici professional. Omnia cum illis proventibus: Litterae Encyclicae quas de saeculi XIX primum decennium, instituts socialia-politica, suapte natura socialem et intendebant re pastorali temporis, quod hodie non exstat, Ilium in Italiam complexa disiunctos historia Europae temporibus, et male intellectas, Transierunt et ludibrio habitæ off veluti fidei dogmata tamquam «... EH, Ego supremum magisterium!». Supervacuum dicere,: aut quis dogmaticus historiam dogmatum, in facie talia, Si bonum est in mente erit in derisum etiam ipse, sed, etiam si usque adeo insistit religiosa fatali sententia deducere: «Vos non ad documenta universalis Synodi magisterio, et erit, si studere bonis et ', aliter accipit, quam theologus insanire, sicut asinus in scholis tractari quasi mulier amens consternatus ab pauper exemplum gluer texts ut ne quidem sciunt quid aperire et legere eis. In praesenti condicione theologo esse punctum sacerdos, auferat eum recte et pie superbus salutant usque ad femina, acceptis injuriis injuriam propter iustitiam quoniam non est servus neque caritatis officium.

.

Transibo ergo Sanctus Thomas Aquinas pauperibus, nescio quod horrendum placuit ei qui ignoratis quis mauris legendo paucos quaestio. Sed puto quod ea possunt uti, et tamquam de Aquino tandem abutere fuerunt sarcina HOMEOPATHIC pillulas caule cum saccharo et pineapple exaruit. Istis cum infirmis solidamentum partim inscitia, partim, eo quod non esset transiens praeter sustentetur et considera non a S. Thoma ... hastae et improprie dicuntur ex hodiernis traditionalism, quis est qui exponit quod dixerat ei quid levels, quod Doctor Angelicus, erat animo, ut dicat hodie,, progressivo penitus, in speculativa gradu philosophico-theologicorum audax amet? Sancti Thomae Aquinatis Doctoris si essent genera improprium potest definiri, sed, in current usus hodie,, ponatur in principiis ultra Progressivism. In eo, bonum sacerdos et theologus, primo conabor quicquid probatam doctrinam salutaris humilitas, tum mente omnino pastorali interesse provocatione, Sententia debet esse manifestum vagantem, qui est super omnia autem illis Elymas magus est discipulus super pie pie mulier, Quid quod inconvenienter, quid est quam proxime, unde recte ponere possit et quod Thomas, et quare non magis speculativa quam expertes modum philosophico-theologicae et basis, est quaedam documenta Magisterii legere potui sed non intelligere non eos in errorem eorum qui eam audire neque in legem socialis instrumentis Sed ..., si cum animo theologiae pastoralis Dedicatio, Nihil melius quam pia femina Theologus peritus ad res esse non dicit, levari peccatum auxilium eius ineptias locos doctrinae catholicae Ecclesiae Magisterio commendata magni faciant et male intellectas non intellexerunt, et tunc concludere - quod mihi accidit, ut me et alios fratres - cum tam quaedam invitatio studere, hic autem eo puncto, non iram, pressius tamen exquistissimis Christiana caritas, regionem mitti postulat pia femina, ut sic intellegamus spe contumelia non potest accipere injurias ius officium minime debet theologus et cui nulla.

.

Episcopus auctoritate ecclesiastica indictis sive a falsis sedet in mundo scire volebat ad quem illa res frustrating et ignominia sua uates ac theologos ex experientia die hodie, sufficeret parum dicare paulo minus Musulmanus damnatosque sacerdotibus qui ex nostris dioecesibus Tunisian carceribus recipientibusque Caritas enim quasi fugientes evaserunt fame, Bella fames. Qui igitur vult scire magis de topic est, se habet hoc legere omnia facere tardus libro meo:: Moderatus Islam aspirin [videre, qUI].

.

Veneficus scriptor solum lumine rationis amiserint discipulis piis mulieribus, quod deterioratur: qui ne quidem volunt invenire e illud,, si facere voluerit recuperabit, quod impotenti gravissimo exitus qui sunt in irascibilem et contumelias socialis instrumentis, quo - usque ad Umberto Eco scriptor iocus - ultimum etiam de amentibus ius habet eiusdem loqui quasi victor Nobel. Aut peius maybe, Ut addere, quia non plana terra propugnatur doctrinam sphaericam, quanto magis hoc erit quod super audite YouTube Quot autem non semper habebitis disciplinam in Physicis particulam sub-nuclei concipiuntur, peculiari modo pro posse in publico, quod Prof.. Antonius Zichichi.

.

Suscipe exercere virtutem exprimit humilitatis et mortificationis, tamen non sit intelligentia et sapientia mortificationem, quae dona gratiae Spiritus Sancti, in qua nulla sit pie auctoritate mulieri ad purgandum se in calceamenta in doormat, quia in eo casu esse factum ut statim vere eam appropriare illa tempora somnos suspiria tanta est a blog blog, et dabo duobus ei alapas, non repercutit tres metris super balustrade cum licio plexueris, et mariale rosarium prosequantur supra caput in manibus, et post invitationem peremptorium: "Hic vos can tantum aperiam os tuum, et respondere ex media alterum extremum orationis: ... ora pro nobis peccatoribus, nunc et in hora mortis nostrae, amen!».

.

Nos coepi ad exemplum ut de Deiparae Virginis, adduci possem exemplis multis, incipiendo ab Evangeliis synopticis comes et Biblicarum, Theologia dogmatica sacramento remanere methaphysicus pertransiens, est moralis, et immobiles: abundantes in propria cuncta quæ ad ... Iuris Canonici socialis instrumentis elit - sed potissimum elit - Lectiones paratus est dare nobis non tantum uates ac theologos:, sed, si necesse est, ne nos pauperes habetis patents de orthodoxia, peior haeresis non. Sed ad statum initialem exempli gratia lets 'lignum unum,: Deiparae Virginis. In eo, si vere volo ut gravissime dicam de Deiparae Virginis, procul ab urbe proficisci mecum fieri: Καὶ ὁ λόγος σὰρξ ἐγένετο καὶ ἐσκήνωσεν ἐν ἡμῖν (Gv 1, 14) patet,, elit quis dicat se habere elo- quioiutelligimus bouum variis tractatibus devotionis per multos annos,, Primum omnium est, quod possumus interpretari necesse est ut et qui loquitur circa mysterium Dei, qui est verbum caro, alio modo migratorum hanc rem convenientem ex verbo transferre Καὶ ὁ λόγος σὰρξ ἐγένετο καὶ ἐσκήνωσεν ἐν ἡμῖν: «Il verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi».

.

quidem, esse bonum ad petere postea, ita ut elit, cur in textu Graeco vocabulo utitur Iohannes Beati Apostolo carnes, ut indicant cibum. In facto, hoc est ex debilitate indicat terminum et mortalis homo invalidus, et hoc quidem est infigo logos, generatae persona divina in Deum, facite carnes.

.

Hinc incipere possumus loqui de gravissime Deiparae Virginis, tractatus de Monteforti quidem pietatis, qui pro re relinquit, quibus incipit Evangelium Ioannis de illo tempore invenit,, In quaestione salva pace sanctus est. Quod sit nihil aliud quam iudiciis astrorum, ad Deiparae Virginis theologia trinitaria, ad sacramentum Dei Et Verbum caro factus, in Verbi incarnatione singulariter completur Dei. Sic in incarnatione verbi, quod omnia dogmata illorum continebat quattuor Mariali vertente: Maria Mater Dei, perpetuam virginitatem, Immaculata Conceptio eius, captivitatis suam ad caelum. Omnia certo fine concluditur quod mysterium Verbi Dei, quia, ea quasi certa sive non malus fideists, Virgin inclusum est: Beati qui ad mysterium Christi Deus, genitum, non creatum qui ex eadem substantia Patris, autem, Maria, a creatura creata et genita est et, quamvis a peccato originali praeservatam, Quartum est in Trinitate persona Spiritus sancti:, nisi primum, siquidem aliqui transeat. Posuit ergo et Christo dei in eodem gradu Beati Virgin, obsessive-compulsive et testificor in via et terminus, a tergo cooperatores redemptrix, semper creatum quod est immensum problems christologica mysterium et Dei verbum Dei, voces imperitorum nisi fructus proclivia, esset blasphemia;, genuinum esset blasphemia, idolatriae nolle adquiescere pro paganus. Et hoc, inquimus,, ad populum pauperem superbum, Virgin Beati qui ad vitam non dabit Deo, sed ad vitam dedit, qui factus est homo,? Quia multi non satis intelligere basic de conceptu Dei Mater Dei, Unde ea quae realiter est divinae maternitatis Mariae sociatur, Quis est homo, qui est mater Dei,.

.

Cum Deiparae Virginis Deiparae Virginis nos sumus, et cepit ut iam tum coepi, contristatus est enim cor populi hujus quæ a fidelibus oratio, experiri cogitur a presbytero theologo, ut multis aliis confratribus committatur, ex summa impotentia, in sensu a facie exercitus huius catholicorum superbus et non specificatae. Quid est quod facere, ista adversus, et sacerdos in praesenti condicione theologo? Potest fortasse gradiens ad errorem deserens. Quid agere, in conscientia, sacri ministerii praesertim conformiter, Memor esto nobis praegustatum Admonitio addressed: "Cui multum datum est,, multum quæretur ab eo; et cui commendaverunt multum,, Et plus petent ab eo "? (Lc 12, 48).

.

Et responsum est, Christum a Deo per hoc se observavit:: 'Quisquis autem civitatem aut castellum intraveritis, Si quis est homo indicant me dignus, et manent ibi usque ad occasum quando egressus es. Intrantes domum, salutaret eius. Si fuerit domus illa digna, pacem ei superveniet; sed si dignus sit, pax vestra revertetur ad vos. Et quicumque non receperit vos, neque audierit sermones vestros:, exeunte foras de domo vel de civitate excutite pulverem de pedibus vestris. Amen dico, et Gomorraeorum in die iudicii quia terrae Sodomorum remissius erit, qui fata urbi, (Mt 10, 11-15).

.

Quamdiu articulus iste meus, qui autem iustus non intelligere,, et inter episcopos, qui de exercitu hodie migrantium et vehementer angebat in sermone adulationis, non multum interest ad eorum curam sacerdotibus, responsum datum est mihi omnis confratribus committatur, qui de die in diem suum semper Disputatio de me maius difficultatibus utar oratione multitudinem fidelium, qui sunt magis immodicamque censuram non specificatarum, ultro inferrent, contaminavit errat et errorem cor tuum,.

.

Ut enim frater meus de prope septuaginta annis hic status illustratur qui multos, nuper respondi: "Si memini me recte, vobis omnem Solis, in limine 70th natalis tui, Sanctam Missam celebrare in vobis per tribus parochiis, in qua usque ad dimidium ante saeculum erat in parochum assumatur eorum, statim post bellum tempus non fuit in parochum et vicarium in parochum assumatur. Ad hoc situ, tempus terere putas qui non audiat, noluerunt audire, et non accipit nec non de errore corrigendo?». Et dixit autem hoc non diceret,: "Nunc, sacerdotes non sunt vera in pugnam cancer oncologists. Quia in pugna esse effective, quamvis, est aegris noster accipere treatments indicant,, therapies interdum anxius et,. Quod si audire nos certus non pro aegris, et noluerunt dare cura incompetents, Conticuere omnes intentique ora nos inde excutite pulverem de pedibus nostris, habere privatam, ne periculum salutis, et cura salutis, qui securi erant spatio aperto, sacerdoti uti extraordinaria exspectare oncologist donum Dei.

.

Et propter hoc invitare mea tristis confratribus committatur exemplum sequi me, Principio insequentis anni cum terminavi omnium magus est consanguinitates et cum discipulis, pie mandendo coronas cum universa feminarum ad insaniam convertunt sedes sapientiae et ita in. Im 'vultus occupatus iuxta est Christi fideles, a labe peccati cancer, bonum tempus terere apud illos qui dicunt quod habuit ad cancer potest homeopathy, aut non satis est iusta triumphi exspecta imminenti MARIA, qui propter nos ex intemerata cor descendit de caelo sicut in Puteulanus Fairy, et figere quae ad Baculum magicum de duobus ictibus debilitarentur. Felicior essem necessitudine privata populo, Non omnia per defectum ipsius caritatis,, sed eo ipso quod est ex illis quae conscientiam hodie, duces ac magistros sunt carius est semper. Non vis ad quasdam obeundas, quia Christus Deus populum monet: «Nolite dare sanctum canibus: neque mittatis margaritas vestras ante porcos, ne forte conculcent eas pedibus suis et conversi sunt ad disrumpant vos " (Mt 7, 6).

.

Haec sunt quae answering atque increpans multis iam menses in confratres cordi meo verba et opera in Elymas magus ex discipulis a patiens et indurantur pie feminarum ad insaniam convertunt: dimittes vesania. quidem, lere pastorali habitu corda nostra fores nostros, et semper aperta, non dolores simultates, sicut bonus pater in parabola de filio prodigo,, dum conveniunt ut hi qui a errata corrigi, quod secus esset amissum tempus est typical loqueris ad surdus. et hodie, sacerdotes autem et Theologi,, nisi in omnibus nos afferre tenuissimis historico terere caeca surdi.

.

in insula, quæ appellatur Patmos, 7 January 2021

.

.

.

Insula quae appellatur Patmos occasione empcionis FIRMAMENTUM IN LIBROS nostris edd, qUI

.

Quam ad nostrum auxilium operis:

«Et cognoscetis veritatem et veritas liberabit vos» [Gv 8,32],
sed adducere, nedum veritatem diffundendam et defendendam
sed metus in costs. Auxilium nostrum commenticium confirmaret Island
cum ratio praebet per secure Coin Paypal:

.

nec posse in computo:

ad reddendas Editionibus Pathmos insulam

erant: IT 74R0503403259000000301118

CODICE PRAECEPS: BAPPIT21D21
in hoc casu,, mitte nos an email Monitum, quia ripa
Non potuimus mittere email vos praestate
gratiarum actione percipitur [ [email protected] ]

.

.

.

.

Avatar

About isoladipatmos

29 cogitationes on "Et malefici, et pie fideisticae mulieribus Pro Quo socialis media in quae insanimus? Relicto ad fatum est defectus caritatis, aliquid: a quo factum est Iesus in Evangelio Christi,

  1. Genericamente e al di fuori del tema di oggi, le ricordo caro p. Ariel che se “l’insulto non è un diritto e ricevere insulti non è un dovere né tanto meno un vincolo di carità cristiana”vale anche per lei..seppur colto presbitero ..raffinato teologo..ecc. etc..

    Ormai le sue lunghe e colte “omelie” sempre più auto celebrative e supponenti sono piene di insulti e si arriva alla fine della lettura ricordando praticamente solo quelli.
    Peccato..perché lei è davvero intelligente, brillante e molto preparato; qualità con le quali ha certamente attirato a se il suo pubblico di estimatori tra i quali me.
    Tra queste sue qualità non ci sono evidentemente ne l’umiltà ne la carità (sarebbe troppo) ma da un po’ di tempo sta andando davvero oltre

    Ricordo con nostalgia i raffinati,brillanti, schietti e pungenti articoli ( che con piacere diffondevo) attraverso i quali l’ho conosciuta 2/3 years ago.
    Letture che arricchivano lasciando attraverso il suo pensiero insegnamenti e piacereora rimane un amaro senso di aggressività lontano da quelle vecchie letture.
    Benedicat te Deus,.
    Benedictus Iesus Christus,
    Silvy

    1. Evidentemente lei non ha mai avuto a che fare, sia come confessore sia come direttore spirituale, con sacerdoti fatti invecchiare di dieci anni in un anno solo da certi ingestibili fedeli senza macchia e senza peccato.

      Sa come mai i confessionali sono vuoti? Perché sempre più numerosi sono i “catholici” convinti che gli unici a peccare siano i vescovi e i preti, di cui i soggetti come lei si ergono a supremi giudici e bastonatori.

      Forse lei non ha mai avuto a che fare con sacerdoti sessantenni, con trent’anni e più di devoto ministero alle spalle, piangenti dinanzi al vescovo al quale dichiaravano sconsolati di non sapere più come gestire catechiste, “animatriciparrocchiali e pie donne varie che si sentivano papesse, imperatrici e regine.
      Perché di questo parla il mio articolo.

      Siccome mi rivolge un’accusa gravissima, ossia quella di «pubblicare omelie auto-celebrative piene di insulti», lei ha il dovere morale di fornire l’elenco completo e dettagliato di questi insulti a me attribuiti in questo suo infelice commento pubblico.

      Li elenchi tutti, a novissimis usque ad primos.

      Se non è in grado di elencarli, perché di fatto io non insulto proprio nessuno, allora la smetta di parlare a sproposito e cerchi piuttosto di applicare il santo monito del Beato Apostolo Paolo:

      «Non concedo a nessuna donna di insegnare, né di dettare legge all’uomo; piuttosto se ne stia in atteggiamento tranquillo» [I Tim 2, 12]

      «Come in tutte le comunità dei fedeli, le donne nelle assemblee tacciano perché non è loro permesso parlare; stiano invece sottomesse, come dice anche la legge. Se vogliono imparare qualche cosa, interroghino a casa i loro mariti, perché è sconveniente per una donna parlare in assemblea» [I Cor 14, 34-35].

      E adesso se la prenda pure con quell’essere insultante del Beato Apostolo Paolo, mentre io resto in attesa che lei invii l’elenco degli insulti che a suo dire avrei rivolto nelle mie «omelie insultanti auto-celebrative»

      1. Confesso che non ho letto tutto l’articolo. Purtroppo sono fuori allenamento, non riesco a seguire argomentazioni che si dilungano, anche se gli esempi proposti sono alquantogustosi”. Ma poiché in questa risposta lei fornisce un sintetico riassunto:
        Forse lei non ha mai avuto a che fare con sacerdoti sessantenni, con trent’anni e più di devoto ministero alle spalle, piangenti dinanzi al vescovo al quale dichiaravano sconsolati di non sapere più come gestire catechiste, “animatrici” parrocchiali e pie donne varie che si sentivano papesse, imperatrici e regine.
        Perché di questo parla il mio articolo.
        mi permetto una timida osservazione. Essendo nata a metà del secolo scorso, ho conosciuto da bambina la Chiesa preconciliare, quando le Parrocchie non erano ancora Comunità di fedeli. La Catechesi si chiamava Dottrina e veniva impartita dal Parroco o dal Cappellano, che evidentemente avevano il tempo di farlo, non dovendo gestire una pletora di riunioni, incontri, attività pastorali di vario genere. Non tutto era bello: le prediche erano noiose , ripetitive, parlavano di Madonne e inferno e peccati mortali….. della Dottrina non credo di aver capito molto, avevo nove anni e apprezzavo soprattutto il fatto che si facesse una bella festa tutta per me….. tuttavia credo che quel poco di fede che conservo gelosamente venga da quel piccolo seme gettato a suo tempo dalle parole di don Armando Berna e dal suo cappellano don Giuseppe.

    2. Sig.ra Silvy,

      lei è in grado di comprendere le sofferenze, le delusioni e i tradimenti vissuti da noi sacerdoti a causa di non pochi fedeli, dopo anni e anni di ministero, nelle stessa misura in cui un rinoceronte può muoversi senza recare danno in una fabbrica di cristalli, salvo sentirsi e quindi presentarsi come una libellula.

      1. p mi. Arihel, lei si è veramente superato quando scrive che S. Tommaso d’Aquino ora sarebbe catalogabile nella schiera degliultra-progressisisti”, praticamente in compagnia dei vari card. Kasper, Danneels, Martini… Di stupidaggini ne ho sentite molte in vita mia ma questa le batte tutte con gran distacco!

        1. Lei non conosce San Tommaso d’Aquino e meno che mai è in grado di collocarlo nel suo contesto storico-filosofico-teologico del XIII secolo. Lo dimostra il fatto che, come tutti gli asini professionisti, lei non trova di meglio da fare che dare dello stupido a chi l’Aquinate lo conoscono bene e a fondo.

  2. Da applausi. Ho riso e pianto insieme. Non serve arrivare al Concilio di Trento; il mio vecchio Parroco non avrebbe permesso a nessuna di oltrepassare la Balaustra e farela preta”.
    Anche se era agosto e si moriva di caldo, calze e maniche lunghe.
    Pater gratias ago tibi Ariel

  3. Bellissimo Articolo Padre Ariel, gratias ago. Letto con attenzione, ma dovrò rileggerlo con calma.
    Certo che quando recita “… Est quod qui doctrinam in vita sua, Qui postquam migrauit ad discipulos magistris non solum formatio, ma soprattutto un metodo di studio..fa molto pensare nel momento in cui vi sono sacerdoti (cui non voglio fare i nomi, ma trattasi di figure molto esposte in TV) che hanno sicuramente studiato, ma trasmettono un messaggio tutt’altro che in linea con gli approfondimenti che lei fa, Pater Ariel pretiosa.
    A noi fedeli non resta , come in ogni famiglia, di vedere in ognuno il bicchiere mezzo pieno e andare avanti con spirito di comunione fraterna nella Chiesa.

  4. Mia nonna, che era stata educata secondo lo stile preconciliare, aveva rispetto e venerazione per i sacerdoti, anche con quelli disprezzati che avevano addosso delle colpe. Ricordo di un sacerdote punito e allontanato dalle parrocchie piùimportantie sbattuto a dire messa negli sperduti paesini di montagna. Mia nonna veniva apostrofata in malo modo, ma lei non desisteva: preparava la chiesa, accoglieva il sacerdote, gli preparava qualcosa da mangiare ed andava a richiamare escocciareil popolo rinchiuso nelle proprie case affinché partecipasse alla messa. Sicuramente era una rompiscatole, ma non era superba. Ne sapeva di più rispetto alle summenzionate molte pie donne. Pregava tantissimo, leggeva anche, sebbene non avesse potuto studiare oltre la quinta elementare poiché proveniva da una famiglia di contadini. Manteneva comunque un atteggiamento di umiltà. Questo è un problema dei nostri tempi che anch’io, come insegnante, ho dovuto affrontare. Piuttosto che spendere soldi, tempo e fatica a studiare per conseguire lauree, corsi di specializzazione e via dicendo, mi sarebbe bastato farmi istruire dai genitori.

  5. Esiste anche un altro gruppo di fedeli, anch’esso costituito da una netta prevalenza femminile, che rifugge la dogmatica e la teologia in generale, ma si arroga diritto/dovere di reinterpretare la morale alla luce del “pastoralismo” del CVII.
    Se ne trovano esemplari accalcati attorno a sacerdoti progressisti, trepidanti all’ascolto di omelie infarcite di buoni sentimenti, “misericordismo” e altruismo alla moda. Cifra di una simile compagine è la riproposizione dell’insegnamento evangelico alla luce del rinnovamento impresso dal CVII e accelerato dall’attuale pontificato tutto chiacchiere e riformismo.
    La scorsa estate, durante un soggiorno vacanziero a Cesenatico, mi sono sorbito le amenità di tali fedeli e sacerdoti pastoralmente aggiornati. Libero dal lavoro, ho partecipato alla S. Messa ogni giorno e, sebbene non sia io un biblista, mi sono accorto di veri e propri maltrattamenti alla Parola di Dio atti a conformarla al nuovo corso; forzature e torsioni del messaggio evangelico che sarebbero state palesi anche a un ateo dotato di minima capacità di comprensione del testo.
    Anche in altre città ho trovato ammodernamenti simili: innovazioni a tutto campo che definirei in tempo reale e Covid compliant, fino a raggiungere gli alti livelli di sconsolante ironia dello “scambiatevi uno sguardo di pace”: esortazione che anima i partecipanti a lanciarsi a vicenda occhiate compiacenti, ammiccamenti e sorrisi mascherati, nel rispetto del metro di distanza socialmente consentito.
    Reverende pater, le chiedo come possiamo difenderci da tali storture che dilagano nei nostri

  6. A tacer d’altro, il p. Ariel richiama più che opportunamente noi laici a un dovere tanto sacrosanto quanto sottaciuto: obsequio, la benevolenza e in certe materie la doverosa obbedienza che si deve ai sacerdoti. Per quanto possano essere limitati o umanamente deludenti talvolta, è per mezzo loro che abbiamo i Sacramenti e la predicazione del Vangelo. La cura delle anime spetta ai presbiteri in comunione con i vescovi successori degli apostoli, non certo a catechisti/animatori/capi scout e laici più o meno strepitanti. Invece pare di essere tornati agli eccessi di certi movimenti ereticali del tardo Medioevo.

  7. Anche alcuni siti su internet stanno cambiando pelle in senso negativo. Qualche anno fa potevo ancora leggere e intervenire suchiesa e post concilioOra è diventato un covo di settari. Mic è irriconoscibile! Cosa ne pensi? gratias ago

    1. Anch’io ho avuto la medesima esperienza. Fino a qualche anno fa leggevo e seguivo con grande interesse blog di vaticanisticontrocorrente”, siti di informazione a sfondo cattolico, professori di storiacontrorivoluzionarie medievisti. Non parliamo poi di certo associazionismo pro-life. Poi mi sono svegliato, anche grazie alle flagranti bufale e ai fastidiosissimi ammiccamenti a varie teorie cospirative su covid e compagnia che giravano su tali siti. Paenitet, anche perchè alcune di queste persone erano molto valide e (videtur) preparate nel loro campo, ma con certe prese di posizione fanno più danni che benefici all’evangelizzazione.
      ut dicunt,, sono riusciti a lasciarmi una tale delusione che ormai sono diventato un convinto sostenitore della necessità di fare politiche serie di contrasto a fake news e teorie della cospirazione, anche se ci dovesse sfuggire qualche “censura” di troppo.

  8. Niente da eccepire e la citazione (Mt 7, 6) calza a pennello.
    Aggiungo che la misericordite che imperversa in quel di Roma servirà solo a fare dei danni incalcolabili .

    Un paio di pensieri personali:

    Ci vorrebbero prelati coraggiosi come quelli che hanno scomunicato i templari nel 1312, consci del loro potere e responsabili delle loro azioni e non succubi dell’opinione pubblica e dei media.

    Oggi gli eretici vivono tranquilli e i santi vengono scomunicati.

    L’ex Theodore McCarrick è rimasto cardinale per anni con il rischio (magari remoto) di diventare papa prima di essere smascherato ed è stato estromesso anche se con riluttanza, tralasciando però i contagiati del suo male che in decenni di attività chissà quanti saranno.

  9. Però non è peregrino, magis, il fatto che nei vaccini vi siano cellule di bambini abortiti. Paenitet, ma il fine non giustifica mai i mezzi. Grazie per lo scambio!

  10. Grazie infinite Padre Ariel. Ho la grande grazia di vivere con i miei genitori, cerco di rimanere fedele alla fede dei nonni con la coerenza di tutta una vita. Rispetto per il Santo Padre e tutto ordine sacerdotale, Sanctum Rosarium, Santa Messa. Ho il messale in latino di nonna e per ritrovarla decisi di seguire la messa in rito antico senza mai tralasciare quella in italiano. Era bellissimo, conoscendo il latino capivo letture e vangelo. Per me era una grande opportunità di unità per tutti i cristiani. Non racconto epilogo perché mi fa male ancora ricordare. La ringrazio per invitarci al silenzio orante e ricordarci il valore assoluto di spazzare e lavare il tempio del Signore gratuitamente, ritenuto da tutte le donne della mia famiglia un onore immenso. gratias ago

  11. Bellissimo articolo Padre Ariel. Mi fa pensare ad un episodio brevissimo di ieri sera in cui ho fatto un breve intervento in un social affermando semplicemente la falsità degli eventi di Garabandal, conoscendo tutta la storia, le manifestazioni avvenute, marcie estatiche in avanti e indietro per il villaggio, anche nel cuore della nottetutto opera della Santa Vergine, ovviamente.. , profezie di Conchita rivelatesi false ecc….giudizio negativo della Chiesa; in tutta risposta ho ricevuto un applauso derisorio con occhi iniettati di sangue dalla “ presidentessa del blog” e,con tono sarcastico, l’appellativo “ abbiamo un nuovo teologo!” Segue poi “ caro Andrea questa è una tua opinione personale “come se per discernere il vero dal falso sia necessario essere per forza teologi, basta invece informarsi bene sugli eventi, mettere in moto il cervellino ed illuminati dagli insegnamenti del Vangelo saper discernere il vero dal falso, seguono i consigli di Sacerdoti e teologi , poi il giudizio definitivo della Chiesa che va seguito ed accettato. Come ha ben affermato lei, meglio chiudere definitivamente con questo genere di maestri teologi improvvisati che continuano a serpeggiare su Facebook e YouTube che danno lezioni a tutti, dormivitque, sacerdotes,, episcopis,, Patres cardinales….Appena butti la miccia ti attaccano e mostrano la loro vera natura. Sono sepolcri imbiancati.
    Ut benedicat tibi Dominus
    Benedictus Iesus Christus,

  12. illustre padre Ariel
    questo articolo non è altro che la rappresentazione plastica della crisi della chiesa cattolica e questiapprendisti stregoni e pie donnenon sono che una conseguenza dello stato di confusione che regna sovrano

  13. Verbum Caro Factum patrem,. C’è anche un altro fattore a mio avviso di cui lei spesso ha accennato. Posso assicurarle che questapsicologia femminile”, per semplificare, è presente anche in molti sacerdoti che hanno più o meno evidenti problemi di identità sessuale, e tali sacerdoti amano circondarsi di bizoche devozioniste con le quali organizzare a più non posso processioni e rosari di riparazione al Cuore di Maria. La progressivasvirilizzazionedel clero ha fatto sì che le donne iniziassero a comandare nelle parrocchie. Non è un accusa ai sacerdoti, raccolgo semplicemente un dato di fatto da lei documentato. Trovare oggi un prete virile, homine, che sappia essere padre, e che sappia mettereognuno al proprio postoè un terno all’otto. Parlo per esperienza personale e diretta purtroppo. magis, in alcune parrocchie sembra quasi che faccia comodo lasciare il comando ai laici e in particolare alle laiche. Questo è spesso la situazione. Laiche tutto fare e preti stanchi, tristi, assonnati, che per quieto vivere lasciano correre tutto. In parrochia (gestita da religiosi) ci sono addirittura casi opposti. Laiche che chiedono insistentemente ai preti di fare i preti. Di prendere decisioni. Di coordinare la comunità. Di dare indicazioni. Di non lasciare tutto in mano a quattro parrocchiani. Ma niente da fare. Spero di essere stato chiaro ma penso che possa capire cosa dico.

  14. Pater gratias ago tibi Ariel. Purtroppo la mancanza di umiltà e il ripudio della competenza sono tra i peggiori cancri della nostra società. Tutto ciò che Lei ha descritto avviene ormai in tutti i campi. Basta pensare agli antivaccinisti, convinti di capire tutto di epidemiologia dopo un videotutorial su youtube, che riempiono i social di commenti allucinanti. Ormai qualunque “opinione”, per quanto farlocca e infondata, ha diritto di cittadinanza e vale quanto qualsiasi altra opinione formulata da esperti del settore. Se la stragrande maggioranza degli esperti di un certo campo del sapere concorda su una certa valutazione, si grida lapensioro unicoo almainstrem”. Siamo preda di un delirio collettivo, di teorie complottiste, basate sull’abbandono del principio di realtà e della razionalità, che sarà molto difficile eradicare. Il fatto più stupefacente è che purtroppo questo atteggiamento irrazionale sembra essere percentualmente più presente tra i cattolici che tra la popolazione generale, e questo dovrebbe interrogarci su cosa ( e come) è stato trasmesso ai fedeli in questi ultimi anni. Temo che le teorie millenaristiche, il pensiero “magicae”, abbiano preso piede anche a seguito di molte presunte rivelazioni private, la cui diffusione è stata ampiamente sottovalutata dalla Chiesa. Ormai citare una qualunque di queste “locutiones” private è diventata Parola di Dio tanto quanto il Vangelo. Come ne verremo fuori?

    1. Concordo con lei Cristina . Resto basito nel vedere che complottismi di tutti i tipi attecchiscono proprio tra i cattolici , e mi chiedo sempre (ut) da dove derivi tutto questo e cose c’entri Gesù Cristo con il fatto che il vaccino sia efficace o meno o che quella certa cura sia utile. Forse come dice lei estato colpevolmente per troppo tempo sottovalutato l’effetto sociale e psicologico delle varie Medjugorie .

  15. O Ariel Caro,
    da bambino fui cacciato da una catechista; poi a un’altra sfuggii perché fortunatamente il vescovo aveva deciso di anticipare la cresima di alcuni mesi. Al mio parroco (non gran predicatore né teologo, ma mi insegnò molto) sono ancora affezionato dopo tanti anni che è morto.
    Dopo le catechiste però conobbi i laici “catechetae”, gran professori che pontificano in TV, che di me diffidavano perché (a differenza del loro produrre libelli) io studio veramente: genia in sé assai peggiore delle catechiste, perché più presuntuosa e (in itinere suo) inscius, che però per fortuna nessuno capisce, salvo qualche intellò che nulla sa di cristianesimo e li prende per colleghi (forse lo sono). mihi credite,, praesumptionis, ignoranza e disprezzo si annidano anche in questi catechisti, e dall’alto le loro castronerie filtrano verso il basso tramite generazioni di preti (proprio quelli che poi insegneranno nei seminari e nelle università ecclesiastiche), vescovi e laici inseriti nelle accademie statali secondo gli usi italici..
    sicut est hodie, scorrendo la stampa, ho scoperto che, non contenti di catechizzare papa e vescovi, vogliono insegnare anche l’islam! https://lanuovabq.it/it/paghiamo-anche-gli-islamologi-il-lauto-ristoro-alla-scuola-di-bologna
    Chissà se gli imam li sopporteranno con pazienza come i preti cattolici.
    d.E.

  16. etiam, allora che facciamo adesso con lettrici e accolite di fresca pontificia autorizzazione? 🙂
    Vorrei però dire che questo tipo di personaggi che giustamente danno fastidio a don Ariel e confratelli emerge poiché ormai nessuno si preoccupa più di insegnare la sana dottrina e ci si limita invece a incitare a un attivismo pseudosociale a base di pappette agli immigrati e pacche sulle spalle e strizzatine d’occhio a bulletti, sodomiti e sinistrorsi vari. Mentre nei cosiddetti Istituti di scienze religiose e nelle grottesche Università pontificie si dicono spesso fesserie o autentiche eresie.
    Inoltre non condivido gli attacchi a Medjugorje e non direi che la Chiesa non ha approvato le rivelazioni della Emmerich: semplicemente non ha emesso un giudizio su di esse. Non sono Parola di Dio ma non per questo sono da buttare. Uno p. haec. può anche non venerare un certo santo, ma ciò non toglie che costui sia santo.
    A parte ciò, concordo sulla condanna degli pseudotradizionalisti e per concludere con ironia chiedo a don Ariel: che succede se queste cose le va a dire, scio, alla Pellicciari, alla Siccardi, ai Pliniani assortiti, ai Lefebvriani…? 🙂 O a Socci? Quando ci proverà? 🙂 Io l’ho fatto.

    1. Affermando quanto segue, lei sta scherzando, vero?

      «non direi che la Chiesa non ha approvato le rivelazioni della Emmerich: semplicemente non ha emesso un giudizio su di esse»

      Quid: o lei scherza, o lei parla a sproposito con una pressoché totale mancanza di conoscenza in materia. Pertanto provvedo ad aggiornarla:

      «La beata (Anna Katharina Emmerick, 1774-1824) ci ha lasciato di sicuro solo tre lettere. Gli altri scritti, che le vengono erroneamente attribuiti, hanno diversa origine: le “visioni” della Passione di Cristo furono annotate, rielaborate con grande libertà e senza alcun controllo, dallo scrittore tedesco Clemens Brentano (1778-1842) e vennero pubblicate nel 1833 con il titolo: “L’acerba passione di nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo”. igitur, le opere in discussione non possono considerarsi né scritte né dettate dalla Emmerick e neppure autentiche trascrizioni delle sue affermazioni e delle sue narrazioni, ma un’opera letteraria del Brentano e con tali ampliamenti e manipolazioni che è impossibile stabilire quale sia il nucleo vero e proprio da potersi attribuire alla beata. Ne consegue che gli scritti in questione non sono lo specchio verace del pensiero e delle esperienze mistiche della monaca agostiniana. Le singole affermazioni, sia quelle che esprimono una sana religiosità, sia quelle che presentano stranezze e sentimenti antisemiti, sono scaturite dalla creatività e dalla fantasia artistica del Brentano»

      Cardinale Jose Saraiva Martins
      Prefetto della Congregazione per le cause dei Santi
      L'Osservatore Romano,, edition 7/10/2004.

      alla sua domanda:

      «per concludere con ironia chiedo a don Ariel: che succede se queste cose le va a dire, scio, alla Pellicciari, alla Siccardi, ai Pliniani assortiti, ai Lefebvriani…? 🙂 O a Socci? Quando ci proverà? 🙂 Io l’ho fatto».

      responsum: io l’ho fatto prima di lei, in modo molto serio:

      http://isoladipatmos.com/non-e-francesco-antonio-socci-svela-al-mondo-che-il-regnante-pontefice-e-un-papocchio-ariel-s-levi-di-gualdo-replica-con-un-breve-saggio-sul-papato-contemporaneo/

      e in modo molto ironico:

      http://isoladipatmos.com/voci-miagolose-del-cinema-erotico-anni-settanta-presunte-eresie-papali-sulla-comunione-ai-divorziati-risposati-la-sabauda-cristina-siccardi-il-vaticanista-andrea-tornielli-alla-gogna-e-altre-va/

  17. C’est une blague ? Les pires Catholiques que j’ai vu son tous du bord modernistes ! Pardon mais dans les canons du Concile de Trente nous ne trouvons pas les erreurs pouvant être trouvée dans le Concile Vatican II et d’ailleurs si de telles erreurs avaient été trouvé dans le Concile de Trente jamais les Souverains Pontife de l’époque ne l’aurait ratifié ! De plus cher abbé, même moi qui ai un grand amour pour le Pape ne peut ne pas être troublé par ses paroles et actes comme étant aux antipodes de ceux que nous devons attendre du Pape. Malheureusement la rectification qui a été apportée par Dominus Iesu à une des pires erreur du Concile, est pour beaucoup une rectification nul ! Pourquoi ? Parce que le texte Conciliaire lui n’a pas été changé et donc quand nous lisons Nostra Ætate et ainsi de suite, Les ambiguïtés y sont toujours et même je doute que même beaucoup d’évêques d’aujourd’hui ont lu le Concile. Vous ne pouvez pas reprocher auxfemmes pieuseset je le regrette croyez moi de rejeter pour une grande partie d’entre elles la Sainte Messe offerte dans sa Forme Ordinaire, après avoir vu tous les abus liturgique, les très mauvaise traduction, les retournement des Autels et tous opérés par des prêtres ! Vous rendez vous compte de ce que les Catholiques ont dû subir ? et le pire c’est que les Évêques gardiens de la Liturgie dans leur Diocèse n’ont jamais mise en œuvre correctement le Concile et encore moins célébré la Sainte Messe correctement. Dites, où puis je trouve la FO appliqué correctement ? En France il y que la Communauté Saint Martin et

  18. Caro Pater Arihel, la ringrazio di questo articolo che leggo purtroppo con molto ritardo.
    Fateor me, pur sapendo le sue critiche al Cammino Neocatecumenale, sono sorpreso che lei lo abbia citato in questo caso, ben sapendo che tutto si può dire del cammino meno che sia tradizionalista , affezionato al Concilio di Trento e nostalgico dei tempi dove le donne venivano costrette al silenzio. Le posso garantire che persone che sono entrate nel cammino con una iper-devozione mariana ed una passione anomala per veggenti ed apparizioni dopo qualche anno hanno di molto concentrato la loro attenzione su Cristo e sui Vangeli. Ma non importa.
    Il tema che lei denuncia è palese, ed io frequentando alcuni blog “auto-dictus” cattolici lo rilevo tutti i giorni. Con frequenza si trova chi cita questo o quel veggente o queste o quelle parole di un papa lontano, ma non conosce bene ne il vangelo e ne le lettere degli apostoli.
    magis…citare il vangelo e le lettere (come da lei fatto in un commento) sembra essere un delitto. Molto meglio citare le parole di questo o quel veggente , con precisione talmente millimetrica che evidentemente il veggente stesso la ha registrate su supporto digitale mentre le udiva dalla bocca della Madonna o di qualche angelo.
    Non so se leggerà questo commento, ma le vorrei porre una domanda : Come mai i medesimi siti e blog e commentatori che iniziano e finiscono la storia del cattolicesimo col concilio di Trento, sono poi anche negazionisti sul covid e assertori della pericolosità dei vaccini ? Che ci azzecca Cristo con con Vaccini ? gratias ago

Leave a Reply

Tua inscriptio electronica non editis. Velit sunt insignis *

 reliqua characters

Et hoc site utitur ad redigendum Akismet spam. Disce quomodo data est processionaliter vestri comment.