O caso do Cardeal George Pell: primeiro, não nascemos sacerdotes, segundo, heresia é um crime pior de pedofilia

O CASO DO CARDEAL GEORGE PELL: PRIMEIRO, Nós não nascemos SACERDOTES, SEGUNDA, Heresia É UM CRIME PATROL O PIOR

.

"Se eu acabar em pilloried velhos para deboche da minha vida passada, allora è giusto che con me ci finiscano anche Sant’Agostino e Sant’Ignazio di Loyola. E che tutti e tre si finisca pure condannati alla condenação de memória per la vita dissoluta condotta prima della nostra conversione»

.

.

Autor
John Cavalcoli, o.p.

.

.

PDF artigo formato de impressão
.

Filtrate il moscerino e ingoiate il cammello

[MT 23,24]

.

.

não nascemos sacerdotes – retratado: il futuro Padre Ariel S. Levi di Gualdo ripreso col teleobiettivo sulla sua moto Honda 1000 al circuito da corsa [ano 2001]

Quando nella nostra visione della realtà e più specificamente della morale, la nostra scala di valori non corrisponde alla verità, succede che sottovalutiamo i delitti più gravi e diamo eccessiva importanza ai minori. Notiamo peraltro che anche quelli meno gravi possono essere peccati mortali, meritevoli di essere puniti severamente. Ciononostante esistono peccati ancora più gravi, meritevoli di una pena maggiore.

.

Ne consegue il problema che nel valutare l’entità dei peccati noi non ci basiamo su criteri oggettivi, ma ci lasciamo ingannare dalle apparenze soggettive. È un po’ come valutare la dimensione delle stelle. Chi lo direbbe che esistono stelle migliaia di volte più grandi del sole, stelle che non vediamo neppure ad occhio nudo, ma che sono visibili solo mediante potenti telescopi?

.

não nascemos sacerdotesil futuro Padre Ariel sulla moto da strada Honda 600, quella da corsa la usava solo al circuito o sulle autostrade ben asfaltate [ano 2001]

Assim, come in campo scientifico, per non restare ingannati, occorrono potenti mezzi di indagini, altrettanto e ancor più nell’indagine filosofica, teologica e morale, occorre un intelletto penetrante, capace di INTUS-leitura, che sappia andare al di là delle apparenze sensibili, penetrare nell’essenza delle cose, librarsi al di sopra del tempo e dello spazio, andare a fondo, elevarsi alle altezze, intuire i princìpi, scoprire le cause prime, apprezzare i fini ultimi.

não nascemos sacerdotesil futuro Padre Ariel nella foto pubblicitaria di un azienda produttrice di maglie per uomo [ano 1987]

Allora scopriamo la vera gerarchia dei valori e ci accorgiamo che “non di solo pane vive l’uomo, ma di ogni parola che esce dalla bocca di Dio” [LC 4,4]. Ci accorgiamo che la vita spirituale è più importante di quella fisica, e pertanto questa dev’essere ordinata e anche sacrificata a quella.

.

E per converso ci accorgiamo che i peccati contro la verità sono più gravi dei peccati contro la giustizia, che i peccati spirituali sono più gravi dei peccati carnali, que orgulho e impiedade são mais graves da luxúria ou ganância, que a heresia é o pecado mais grave de pedofilia, que justamente desperta terror, desdém para o culpado e, especialmente pena para a vítima, mas não alcança o dano incalculável, que a heresia é para nós e para a Igreja.

não nascemos sacerdotes – il futuro Padre Ariel nella foto pubblicitaria di un azienda produttrice di maglie per uomo [ano 1987]

Heresia é que o orgulho para que rejeitam a verdade da Palavra de Deus, que nos salva e é a luz da vida, e escolher o caminho da falsidade, que leva à morte eterna. A pedofilia é uma grave ofensa contra Deus, mas apenas indiretamente, como resultado da desobediência às leis que Ele nos deu para ajustar nossa sexualidade.

Lembremo-nos que o pecado original, a fonte de todos os pecados e todas as nossas desgraças, não era um pecado da luxúria, mas de orgulho. O pecado da luxúria é muitas vezes um pecado frágil, o que pode ter atenuante, ver, por exemplo o que o Papa diz em"A alegria sobre o pecado divorciados novamente casados.

não nascemos sacerdotes – o futuro padre Ariel na foto de um folheto publicidade de uma empresa suíça de cosméticos masculinos [ano 1994]

Cristo é inclusiva para a puta penitente, mas é terrível contra a arrogância e hipocrisia dos fariseus e mestres da lei, não em todos arrependido, e de fato, ligado a trifles, eles querem ser seus mestres. O orgulho ea heresia são pecados diabólicos. O diabo não tem problemas sexuais, mas apenas interessado em mentir e desobedecer a Deus. Na verdade os pecados do orgulho estão comprometidos para o cálculo, lucidamente, com deliberada. Lust é o pecado em vez da pobre filho de Adão, ignorante e um escravo das paixões.

A insistência obsessiva em pecados sexuais, mais típico do passado, mas também presente hoje [CF. Quem], com a subestimação correspondente dos pecados espirituais, É o índice de uma concepção moral dualista e gnóstico, o que coloca a origem do mal na matéria e não no espírito e na vontade.

não nascemos sacerdotes – o futuro padre Ariel na foto de um folheto publicidade de uma empresa suíça de cosméticos masculinos [ano 1994]

Ele concebe o espírito tão puro e inocente - um bom aviso - e dá o assunto toda a culpa do mal que fazemos. Cristo é muito severo contra esta hipocrisia, quando ele nos lembra que o pecado não é do homem fora, mas seus corações [MT 15,19].

O erro e do pecado na esfera moral eles têm suas raízes filosóficas em erro, metafísica e teológica, em última análise, heresia. Nós remover a causa e também irá remover o efeito. Por isso, é hipócrita ferroviário contra a pedofilia e não se preocupar em identificar e refutar as heresias.

.

não nascemos sacerdotes – um colegiado piada de mau gosto: o futuro padre Ariel fotografado por amigos sem perceber que ele estava acordando. A foto foi impressa e sem o seu conhecimento no quadro de avisos público dos anúncios Universidade dizendo: “pobre estudante de sono tenta acordá-lo”

Você pode ter uma excelente preparação teológicas como ele teve Mons. Krzysztof Charamsa, e ser um sodomita [CF. Quem, Quem]. Mas isso certamente não depende da aplicação de princípios éticos de St. Thomas. Non ci sarebbe invece da meravigliarsi che una condotta di un pedofilo sorgesse dalla messa in pratica dell’etica liberal-esistenzialistica di Karl Rahner [1].

.

Dopo il periodo delle cannonate contro i pedofili, il rischio è adesso quello di un’esplosione di ipocrita misericordismo, che scende a patti con quello schifoso peccato. Qualcosa del genere sembra di poter leggere nell’infelicissima qualifica di “santo” data dal Cardinale Gualtiero Bassetti a Don Lorenzo Milani [veja Quem, Quem], quando è trapelata purtroppo la notizia della sua simpatia per la pedofilia. Bene allora ha fatto il Cardinale Giuseppe Betori, in sua qualità di Arcivescovo metropolita di Firenze, ad affermare la sua netta opposizione all’eventuale apertura di un processo di beatificazione di Don Lorenzo Milani. Isso, porém, não deve ser interpretado como uma negação das suas qualidades como um educador, bem trabalhada levantada pelo Santo Padre.

.

não nascemos sacerdotes – o futuro padre Ariel mar no dia da realização do seu 35º aniversário [ano 1998]

espetáculo mais nojento de hipocrisia sobre o tema da pedofilia, é a contínua perseguição contra o Cardeal George Pell por supostos pecados da juventude comprometida cinquenta anos atrás - ele admitiu que foram cometidos -, e de qualquer maneira agora expiou, como se a psicologia, experiência humana e da história dos santos não tinha nada a nos ensinar sobre a possibilidade de resgate por um passado pecaminoso [ver o serviço de L'Espresso, Quem].

.

Por esse critério hipócrita e cruel então devemos julgar Sant'Agostino, St. Paul e St. Peter por ter iniciado sua jornada com o pé errado, mas se deve tentar sentença ainda mais o Pai Ariel S. Levi Gualdo, que a leitura de uma prévia destas minhas linhas, eu comentei:

.

" ... Eu nunca fiz nenhum segredo de ter liderado em sua juventude uma vida dissoluta, antes de cair a minha Estrada de Damasco e, mais tarde tornar-se padre também. Não só eu admito alguns dos meus erros e excessos do passado, mas muitas vezes, especialmente quando eu falar com alguns homens e mulheres jovens, ou, por exemplo, quando eu explicar-lhes que a coabitação é uma paródia-capacitação de de um casamento baseado em não-prestação de contas, muitas vezes também adicionar ... "e você mente, Falo por experiência, porque certos erros, na vida, Eu fiz-los antes de você, e talvez até pior do que você "».

.

não nascemos sacerdotes – o futuro padre Ariel mar no dia da realização do seu 35º aniversário [ano 1998]

Ouvindo o que já sabíamos, Perguntei ao meu irmão padre se ele tinha medo de assumir o risco de, Cheguei na minha idade, algum grupo coalesced de suas ex-namoradas pertencente a uma vida passada morto e enterrado, constituiu a A.F.S.A [Associação foram seduzidos e abandonados], colocando assim em algum tipo de problema.

.

Mas, por Man of Faith, ele respondeu:

.

"Se isso aconteceu, Eu não hesitará em me puxar de volta, neste caso, também Santo Agostinho e Santo Inácio de Loyola, como um adolescente, já era o pajem em um tribunal; porque naquela época, juventude brinquedo do menino, pajem é chamado. E se eu acabar na velhice me envergonhar, é certo que vamos acabar com me dois deles: Agostinho e Inácio. E che tutti e tre si finisca pure condannati alla condenação de memória per la vita dissoluta condotta prima della nostra conversione».

não nascemos sacerdotes - o futuro padre Ariel no dia da conclusão de seus 41 anos de idade [ano 2004], depois de alguns meses vai começar a treinar para o sacerdócio

Este diálogo privado entre o Pai Ariel e me, tornado público para a nossa escolha medido e calculado, com muitas fotos antigas transformados de cor para preto e branco, só para dar a idéia do "velho", o "passado", por trás do trágico ao cômico, porque procura esclarecer que este ataque ao Cardeal George Pell tem todo o sabor em vez de ser um dos vingança modernistas de repreensão severa dele, muito fiel à sã doutrina, Ele se dirigiu ao Cardeal Walter Kasper em um sínodo sobre a família por sua lassidão e do relativismo moral. Questo è infatti il perfido metodo dei modernisti, que, non avendo ragioni per difendere le loro eresie, contrattaccano con la calunnia e con la diffamazione.

em maio 2009 Ariel Stefano Levi di Gualdo è consacrato sacerdote da S.E. Mons. Luigi Negri in una antica chiesa di Romanão nascemos sacerdotes, lo siamo diventati.

Questa vicenda dimostra tutta la loro meschinità e che ciò che brucia alla loro coscienza non è il dramma della pedofilia, ma la vergogna di essere degli eretici.

.

.

Varazze, 4 Julho 2017

.

.

.

.

.

.

.

_____________________________

.

[1] Vedi un’acuta critica all’etica rahneriana nell’opera di Tomas Tyn “Saggio sull’etica esistenziale formale di Karl Rahner" [Ele. Fé&Cultura, Verona 2011].

.

.

L’AZIONE MAFIOSA CONTRO IL CARDINALE GEORGE PELL, QUALCUNO LA CHIAMA ANCHE … PEDOFILIA?

.

Il giorno che come Cardinale mi accingerò a entrare nella Cappella Sistina per il Conclave, semmai pure con un alto margine di probabilità d’essere eletto, spero che non scappi fuori qualche mia ex amante a dichiarare alla stampa che mezzo secolo prima l’avevo sedotta e abbandonata

.

.

Autor
Ariel S. Levi Gualdo

.

.

PDF artigo formato de impressão
.

Ó feliz culpa, che meritò tale e così grande Redentore

[Preconio Pasquale]

.

.

cari ricordi romani, Padre Ariel e Suor Giovanna, Catacombe di Priscilla, 2013

Le foto che accompagnano l’articolo di Padre Giovanni Cavalcoli o.p. le ho messe a disposizione io alla Redazione. Spero che queste immagini — per non parlare di immagini goliardiche molto peggiori —, non finiscano col pregiudicare la mia elevazione alla dignità cardinalizia, perché tutti i nostri Lettori sanno quanto nella berretta rossa io ci speri dal profondo del cuore. E, queste foto, sono la palese conferma di tale aspirazione.

.

Richiamandomi ad un mio precedente articolo, nel quale parlo dell’abito del prete [veja Quem], è presto detto come mai, chi ha vissuto una vita intensa e “Allegra”, non solo indossa sempre la propria veste sacerdotale, ma non si fa vedere in pubblico neppure con una camicia a mezze maniche, perché per un prete dovrebbe essere cosa disdicevole. E sia ben chiaro, casomai proprio non lo fosse: a dir questo non è San Luigi Gonzaga, mas uno che dinanzi agli obbiettivi fotografici ebbe a posare sia vestito sia semi-vestito, finendo nel secondo caso anche su qualche cartello pubblicitario, ai tempi che furono

.

Roma 2009, rito della sacra ordinazione sacerdotale di Ariel S. Levi Gualdo

chi ha vissuto una vita passata intensa e “Allegra”, hoje, nel suo ruolo di sacerdote, si guarda bene dall’andare in giro a tarda sera sulle passeggiate, od a bivaccare nei locali na moda e nei pub, come purtroppo sono abituati a fare non pochi miei confratelli usciti dal seminario con lo stesso spirito del soldato di leva che finalmente si congeda dal servizio militare. E, a fine congedo, ricordo che c’era l’apoteosi dello sfogo: vestiti alla moda trasgressivi, orecchini alle orecchie, tinture di capelli dai colori più improbabili e via dicendo. Quelli che invece finita la leva mettevano firma e rimanevano nell’Esercito, si mantenevano ligi, semmai invidiando in cuor loro gli ex commilitoni, all’incirca come i seminaristi divenuti preti che entrano nella curia romana. É por isso, sia i primi sia i secondi, quando poi decidono di sfogarsi, giungono a fare in una giornata di dissolutezze tutto ciò che gli altri non hanno fatto in una vita intera [tra i molti episodi, vedere l’ultimo, Quem].

.

Roma 2009, rito della sacra ordinazione sacerdotale di Ariel S. Levi Gualdo

Anche in piena egaudenteestate, quanto io ho adempiuto a tutte le mie sacre funzioni, rientro in casa e non esco fino al mattino, perché sono un prete e come tale devo dare testimonianza di vita al Popolo di Dio ed anche alla comunità dei non credenti, perché il mio gaudio è il Verbo di Dio incarnato, morto, ressuscitou e ascendeu ao céu. Se volevo darmi ad altri gaudî, non dovevo che restare a suo tempo dov’ero, perché disponevo di tutti i necessari mezzi psicologici, fisici ed economici pergodermi” a vida. O forse qualcuno pensa che in età adulta sia divenuto prete perché il sacerdozio è stata l’ultima spiaggia di un fallimento esistenziale e sociale, o per la mancanza di vita sentimentale? Preti si dovrebbe diventare dopo avere avuto dalla vita mille altre possibilità, non perché privi di possibilità. Ecco perché me la rido quando vedo i più mediocri dei miei confratelli intraprendere le più alte carriere ecclesiastiche. Solo delle persone stolte e fuori dal reale come certi nostri superiori possono non capire — o nella migliore delle ipotesi fingere di non capire — che nel competitivo mondo secolare, certi soggetti che si pavoneggiano nella Chiesa di questi tempi in vesti paonazze e rosse, non sarebbero riusciti ad avere neppure un posto di usciere in un comune di provincia. Tutt’altre storie quelle di diversi di noi, che abbiamo avute ben altre concrete possibilità a livello sociale, professionale e sentimentale, a partire da Padre Giovanni Cavalcoli, entrato trentenne nell’Ordine dei Frati Predicatori dopo gli studi filosofici, il quale si mostrò, antes, da bimbo, uno straordinario prodigio nel disegno; depois, dopo l’adolescenza, una mente filosofica sopraffina. Chi gli avrebbe impedito, hoje, di essere marito e padre di più figli, o di essere magnifico rettore di una università italiana, o di essere un rinomato professore ordinario di filosofia alla Scuola Normale Superiore di Pisa?

.

E novembro, non dovremmo forse ridercela, con profondo dolore interiore, nel vedere oggi soggetti che, pur non conoscendo il greco e il latino, escono dall’Augustinianum dottori in patristica, dopo avere studiato sulle dispense e sulle traduzioni, anziché sui testi originali dei Padri della Chiesa? E fatto questo tornano come pavoni nelle proprie diocesi per millantare alpessoas de boila cultura e la scienza che non hanno, con il povero vescovo che si dibatte su quale incarico di rilievo dare a un così degno e siffatto dottore. E tutti questi soggetti, ammantati oggi di refugiados e arredores de existência, sono lanciati in grandi carriere in virtù del fatto che, nella Chiesa visibile contemporanea, o “doutrina” eo “rigorismi” teológico, la prima orticaria sembrano crearla proprio al titolare della Cattedra di Pietro.

.

Roma 2009, rito della sacra ordinazione sacerdotale di Ariel S. Levi Gualdo

Essere passati dall’allegra dissolutezza alla naturale ricerca della strada verso la santità, ma soprattutto essere divenuti preti in età adulta, dopo molte esperienze di vita, ha dei risvolti più positivi che negativi. Proverò a fare un solo esempio trai tanti

.

… uma vez, un confratello mi rimproverò di avere seccamente allontanato da me una giovane Signora, tra l’altro sposata e madre di una creatura. Incidentalmente: fosse stata anche libera, avrei agito altrettanto. Dinanzi al rimprovero del confratello, tagliando corto risposi: «Ascoltami bene, io una donna innamorata che non trova coraggio per dichiararsi tale, la riconosco da lontano. Quindi chiudiamo il discorso e non venirmi a parlare delle tue amenità imparate presso quei corsi di fantascienza applicata, tali sono le lezioni di teologia pastorale tenute nei seminari, perché a confronto è più realistica la serie televisiva di Star Trek » …

.

Roma 2009, rito della sacra ordinazione sacerdotale di Ariel S. Levi Gualdo

dinanzi a quella risposta il confratello si arrabbiò ancor di più, salvo venire da me un mese dopo a dire: «Ammetto che avevi ragione. Quella Signora s’era proprio invaghita di te. Lo ha confidato a me, che mi sono trovato in difficoltà anche e solo a risponderle, tanto “era cotta”. mas diga-me, come hai fatto a capirlo, senza che lei ti abbia mai detto niente?». Eu respondi: «L’ho capito perché non sono entrato in un seminario a undici anni, né sono diventato prete a ventiquattro/venticinque anni dopo avere vissuto in un mondo fatto di una castità eterea e di un celibato surreale; un mondo nel quale, formatori senza esperienza umana e con grandi carenze di maturità e spiritualità, presumono di guidare i futuri preti nel mondo del concreto, del reale. Adesso capisci come mai è molto difficile che la prima catechista che mi fa un sorriso, mi faccia cadere a terra dall’albero come una povera pera immatura? Porque antes, em mim, hanno fabbricato l’uomo, e, em seguida, sopra l’uomo, hanno costruito e formato il prete».

.

Essere divenuti preti in età adulta, anche dopo una vita “Allegra”, può avere molti vantaggi umani, ter, spirituali e pastorali, specie dopo avere capito a fondo che cos’è bene e che cosa è male, quindi comportandosi di conseguenza nell’annuncio del Vangelo e nella guida pastorale del Popolo di Dio.

.

Roma 2009, rito della sacra ordinazione sacerdotale di Ariel S. Levi Gualdo

E siccome credo di essere un uomo adulto — da non confondere con i “Cristãos adultos”, perché quelli sono altra cosa —, nutro a dir poco forti dubbi su una presunta vittima che denuncia un Cardinale dopo mezzo secolo, soprattutto se questo Cardinale si trovava a gestire, in modo risoluto e con tanti nemici che s’era fatto attorno, lo spinoso problema dello Ior

.

a questa gestione si aggiunga anche altro: il Cardinale George Pell ha duramente contestato, dall’alto dei suoi due metri e tre centimetri di statura, le teologie protestantiche ed a dir poco ardite del Cardinale Walter Kasper durante le prime riunioni sul Sinodo della famiglia.

.

Roma 2009, rito della sacra ordinazione sacerdotale di Ariel S. Levi Gualdo

E tudo isso, me la chiamate pure pedofilia ?

.

Eul giorno che come Cardinale mi accingerò a entrare nella Cappella Sistina per il Conclave, semmai pure con un alto margine di probabilità d’essere eletto al sacro soglio, forte del fatto che dopo l’ultimo conclave tutto è più o meno possibile, spero che non scappi fuori qualche mia ex amante a dichiarare alla stampa che mezzo secolo prima l’avevo sedotta e abbandonata, também porque, conoscendo le desolanti limitatezze che circolano nel basso e soprattutto nell’alto clero, dubito che certi ecclesiastici capirebbero che non esistono donne sedotte attraverso ipnosi suggestiva e lavaggio del cervello, esistono invece donne che si lasciano sedurre, spesso anche molto volentieri. Mas ser, la seduzione felicemente accolta, non segue poi i loro progetti e la loro volontà, eccole sbraitare

.

Mamma, mamãe! Cecco mi tocca

Cecco, tocca tocca, che adesso mamma non vede.

E dopo che Cecco ha toccato e semmai se n’è andato:

Babbo! Cecco mi ha sedotta e abbandonata

.

Não há dúvida, Cecco è solo uno sporco maschilista e, mentre lui “toccava”, lei non c’era, se poi c’era non sentiva e non capiva; e se doveva capire, per farlo ci ha impiegato cinquant’anni, giungendo infine alle sue conclusioni prima che io entrassi come Cardinale nel Conclave con alte probabilità di essere eletto al sacro soglio, se quella sciagurata in procinto di essere definitivamente sedotta dal Professor Alzheimer, non si fosse svegliata dopo mezzo secolo per svergognare il suo vecchio seduttore.

.

.

Da ilha de Patmos, 4 Julho 2017

.

.

.

.

«Você saberá a verdade, ea verdade vos libertará» [GV 8,32],
mas trazer, difundir e defender a verdade não só de
riscos, mas também os custos. Ajude-nos a apoiar esta ilha
com as suas ofertas através do sistema Paypal seguro:



ou você pode usar a conta bancária:
Eram TI 08 (J) 02008 32974 001436620930
neste caso, envie-nos um aviso de e-mail, porque o banco
Ele não fornece o seu e-mail e nós não poderíamos enviar-lhe um
ação de graças [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

.

.

Acerca de isoladipatmos

6 thoughts on "O caso do Cardeal George Pell: primeiro, não nascemos sacerdotes, segundo, heresia é um crime pior de pedofilia

  1. Racconto un episodio che piacerà a don Ariel, Una volta un papavero dell’università salesiana, che rientra pienamente nella categoria di cui sopra, uno che si vantava di farsi fare le traduzioni dalla sua ex con la quale e col marito della quale andava in viaggio (!), mi disse che aveva visto per la prima volta da me cedere il passo alle donne prima di varcare una porta. Em outras palavras: ninguém, in anni di seminario e di sacerdozio (per non dire prima, Evidentemente), gli aveva insegnato come comportarsi in pubblico. Eppure costui poi ha fatto carriera.
    Querido don Ariel, não se preocupe com isso: non la nomineranno mai vescovo, per paura che in tal caso qualcuno tiri fuori le fotografie e monti su una campagna scandalistica sui giornaletti. L’apparenza è tutto, per i mediocri (che sono la maggioranza, infelizmente).

    C’è però un altro aspetto da considerare.
    Premesso che ormai da decenni chi diventa prete lo fa dopo essere entrato in seminario tardi, almeno dopo la ventina, spesso senza aver svolto buoni studi liceali e con alle spalle la solita trafila di ragazze ecc.
    Quando uno di costoro incontra un (sia pur rarissimo) ragazzo laico che è serio, morigerato, studioso e posato, come credete che lo accolga? Con simpatia? Con amicizia? Errore. Lo accoglie con fastidio e invidia, prendendolo in giro perché non ha la macchina nuova o non ci sa fare con le ragazze, sparlando di lui alle spalle e così via. Credo che siano episodi come questo a fungere da test per vedere se uno è un bravo sacerdote oppure un mediocre carrierista.

  2. Non mi sembra che si possano mettere sullo stesso piano delle scorribande di gioventù, magari anche una certa libertà sessuale, con la pedofilia. La pedofilia è un reato, ma soprattutto è un peccato contro l’innocenza dei piccoli che viene violata e causa nelle povere vittime dei danni psicologici spesso indelebili. Si tratta di violenza, stupro, non semplicemente di vita disordinata. por favor, non scherziamo.

    1. Cara Mariella,

      nessuno paragona le scorribande sessuali alla pedofilia, il tema centrale dei due articoli è il fatto che nellaclassificadei peccati, l’eresia è peggiore della pedofilia. Come lo è la superbia, che non a caso è il primo dei peccati capitali, ed è da sempre indicata, dai Padri de L’Isola di Patmos, come molto peggiore della lussuria, etc. …

      Che la pedofilia sia un abominio è fuori da ogni discussione, però quando si tratta di ecclesiastici affetti da gravi turbe psichiatriche, viene anzitutto chiamata pedofilia ciò che non è affatto pedofilia.

      Deixe-me explicar: avere rapporti sessuali con certi ragazzi di 14/15 anos, oggi vuol dire avere rapporti sessuali con soggetti molto più navigati di quanto non lo fossero all’età di 25 anni i nostri padri oggi ottantenni. E non parliamo delle ragazzine: 60/70 anos atrás, ad una tredicenne la madre regalava una bambola, oggi molte mamme regalano alle figlie tredicenni la pillola anticoncezionale, mas, quando accade loro qualche cosa di spiacevole, tutta la stampa e l’opinione pubblica urla allinnocenza violata. Ma come, viaggiava con la pillola anticoncezionale nello zainetto! Non importa, era comunque una creatura innocente.

      Spesso, come hanno provato sia gli specialisti in psicologia clinica sia gli investigatori, sia soprattutto i giudici di vari tribunali del mondo nelle loro sentenze, mai però pubblicizzate dai giornali, estes “innocentiadolescenti erano dei veri e propri adescatori di persone adulte turbate e disturbate da disordini sessuali e da grandi fragilità umane. E questevittimehanno poi ricattato i loro adescati per anni, dopo avere ottenuto da loro regali e danaro. E spesso li hanno denunciati per pura vendetta quando, alzando di volta in volta la posta, sono giunti a chiedere quasi l’impossibile. E queste non sono opinioni mie, ma risultati di lunghe e dettagliate indagini giudiziarie, ed infine di sentenze, alle quali però, la stampa laicista e anticlericale, non da mai spazio.

      Certe malattie gravied un pedofilo è una persona gravemente ammalata che va messa anzitutto nella condizione di non nuocere a nessuno -, non possono essere trattate sulla scia dei sentimenti emotivi; perché dalla emotività non è mai nata la giustizia, ma sempre le ingiustizie peggiori.

      Sussiste il gravissimo problema ed il reato di pedofilia, quindi si può parlare di pedofilia e di pedofilo, quando la vittima è un bambino in fascia di età al di sotto della pubertà. Ma non si può parlare di pedofilia quando la presunta vittima, Não depilo, Repito, è invece unadescatore professionista”, è un adolescente. In questo secondo caso si può parlare di efebofilia o di molestie sessuali.

      Cosa accade invece? Se l’adulto è un membro della pia confraternita della potente cosca LGBT, em seguida, egli ha compiuto la meritoria opera di aprire all’adolescente la strada verso le meraviglie dell’amore Homo, se però si tratta di un prete che violando tutte le basilari regole morali ha avuto un rapporto con un giovane di 17 e anos 11 meses, in tal caso si urla al pedofilo.

      Você entende que, para o teste, c’è qualche cosa che non torna.

      Per appurare quanto vero e quanto realistico sia ciò che affermo, basti andare in una discoteca e vedere la fiumana di ragazzi in fascia d’età 14-16 anos, i loro atteggiamenti, il loro frasario, il loro abbigliamento, il loro esibizionismo a sfondo prevalentemente sessuale a tratti patologico, i preservativi usati che gli addetti alle pulizie raccolgono la mattina del giorno dopo disseminati per il locale ecc

      Chi ha visto tutto questo, dubito se la senta di parlare dicreature innocenti”.

      Uma vez, nos padres, con questi e altri generi di adolescenti, cercavamo di fare azioni pastorali di recupero, oggi invece stiamo loro alla larga, molto alla larga, avendo tutte le più prudenti ragioni per esserne terrorizzati. De fato, se uno di costorocome più volte accadutoaccusasse il buon pastore in cura d’anime d’avergli palpeggiato la patta dei pantaloni, il prete finirà alla pubblica gogna. E quando dopo qualche anno, il tribunalecome più volte accaduto -, stabilirà che il prete è stato ingiustamente accusato, la macchia calata comunque su di lui rimarrà indelebile; e l’opinione pubblica non parlerà mai di un prete ingiustamente accusato da un adolescente malizioso e cattivo, ma dirà che … “il prete se l’è cavata”.

      Este é o mundo real, nel quale noi, infelizmente, abbiamo dovuto prudentemente rinunciare a certe preziose opere pastorali, porque hoje, un San Filippo Neri od un San Giovanni Bosco, se tentassero di recuperare adolescenti difficili, correrebbero il rischio di finire alle sbarre dei tribunali con delle accuse infamanti, frutto della vendetta degli stessi adolescenti, ai quali un uomo di Dio ha osato dire: «Tu hai preso la strada sbagliata, con il serio rischio che questo strada ti conduca un giorno all’Inferno».

      E fu così che Padre Filippo Neri e Padre Giovanni Bosco, em resposta, si ritrovarono ad essere accusati di molestie o di violenza sessuale, ed additati sulla pubblica piazza come pedofili. E una volta che gli inquirenti ed i giudici hanno stabilita la loro totale innocenza, gli anticlericali a tutti i costi e costi quel che costi, hanno affermato e diffusa voce: «A Filippo Neri ed a Giovanni Bosco, è andata bene solo perché non hanno trovato le prove giuste per incastrarli».

      1. Fratello carissimo e stimatissimo,

        Deus te abençoe, Dio ti preservi, Dio ti dia sempre forza e soprattutto voce!

        em resumo: un ragazzo di 14 anni con evidenti turbe psicologiche, proveniente da una famiglia disastrata, trascurato dai genitori separati e dalla madre che cambiava un compagno al mese, si avvicinò alla parrocchia, dove io lo accolsi veramente come un figlio.
        Aveva grossi problemi a livello scolare, spesso passava mezzi pomeriggi con me a fare i compiti, o a imparare quel che mai era riuscito ad apprendere a scuola.
        etc. .. etc. …
        Una volta lo rimproverai duramente perché si era messo a frequentare ragazzi più grandi di lui che si facevano di spinelli a tutto spiano, e dal mio rimprovero duro e paterno, rimase sicuramente ferito nell’orgoglio.
        Una settimana dopo mi chiama il vescovo che mi domanda che genere di rapporto avessi con quel ragazzo. Capii subito che al vescovo era stato detto qualche cosa di grosso, ma lui era reticente a parlarmi, e non mi disse niente.
        Trascorre un’altra settimana e mi viene notificato il mio trasferimento dalla parrocchia, con l’obbligo di andare fuori diocesi per un mese a riposarmi prima di spostarmi nella nuova parrocchia.
        Vado dal vescovo a domandare che cosa è accaduto, ma il vescovo tace.
        Solamente dopo altre due settimane vengo a sapere, da dei parrocchiani, che il ragazzo mi aveva accusato d’averlo molestato, che due persone lo avevano portato a parlare con il vicario foraneo il quale senza nulla chiedere e dire a me, si era messo a interrogare varie persone vicine alla parrocchia, con il risultato di seminare un sospetto.
        Su suggerimento del mio avvocato, che non finirò mai di ringraziare, presentai immediatamente denuncia.
        Non si arrivò mai ad alcun processo, perché dopo pochi giorni, gli investigatori, avevano verbalizzata la dichiarazione a loro fatta dal ragazzo in presenza dei genitori, che si era inventato tutto e che non era vero niente.
        Fui spostato lo stesso dalla parrocchia, e arrivando nella parrocchia nuova, sono stato indicato e chiacchierato come … “ci hanno mandato un nuovo parroco che ha molestato un ragazzo ma che l’ha fatta franca”.

        Tu hai espresso delle sacrosante verità, possano ascoltare e capirle chi dovrebbe capirle e ascoltarle.

        Un sacerdote lombardo

  3. I due Padri qui hanno messo alcuni spunti fecondi e brillantemente esposti, ma ben sanno che la trattazione potrebbe andare assai più avanti senza con ciò esaurire i temi.
    Un errore comune è quello di considerare i comportamenti sessuali come peccati in sé, a prescindere dalla vera radice di ogni peccato, che è fondamentalmente la superbia di non riconoscere Dio come Creatore e nostro unico e Sommo Bene.
    Ma se dimentichiamo questo fondamento ultimo, come di fatto il pensiero (!) oggi dominante dimentica, allora non solo è impossibile parlare di peccato, ma come logica conseguenza non è possibile nemmeno sanzionare civilmente alcun comportamento sessuale o altro.
    Pedofilo. Então o que ?
    Prostituta. Então o que ?
    LGBT pluripromiscuo . Então o que ?
    Monsignore dedito a orge e droga. Então o que?
    Trafficante di organi umani. Então o que ?
    Non voglio continuare fingendo una competenza che non ho. Ma dico: in tutto ciò e in tutto il resto che nemmeno sono capace di dire, che male c’è ? Se non esiste il Bene, non esiste neanche il Male, e ogni sanzione è solo sfrontata ipocrisia.

  4. La defenestrazione del Cardinale Mueller è ancor più clamorosa ed inquietante: non era accusatonemmenodi pedofiliaa ciascuno le riflessioni del caso.
    Licio Zuliani

Deixe uma resposta