Video Ariel S-cogitationibus. IN PSALMUM in levi Tadinensis

— I video dellInsula, quæ appellatur Patmos -

VIDEO-MEDITAZIONI DI ARIEL S. Festivus Adventus Domini in LEVI Tadinensis

.

Dopo le due lectiones tenute a Roma dal Padre Ariel S. Tadinensis Levi ad sanctum Sepulcrum hanc de Immaculata, vari lettori hanno chiesto di mettere a disposizione altri video-materiali dei Padri dellInsula, quæ appellatur Patmos. Cominciamo con l’offrire queste Meditazioni d’Avvento dedicate a due letture tratte dal Vangelo e da una lettura biblica tratta dal Libro della Genesi, nelle quali sono illustrati principalmente tre concetti chiave: quod volontà del Padre, quod si di Maria, quod compassione di Cristo.

.

.

Paperback Author Patmos Island,
auctor
conficiendis
Insula, quæ appellatur Patmos

.

.

carus lectores.

Quanto prima il Padre Ariel e il suo Collaboratore si recheranno presso il convento in cui vive il Padre Giovanni Cavalcoli per stare un poassieme e registrare delle lectiones dell’insigne accademico domenicano da pubblicare in video sul Canale Vos Tube Dell’Insula, quæ appellatur Patmos.

.

.

FROM CURSUS tE TUBES DELLInsula quae appellatur Patmos

Per aprire i video cliccare sopra le immagini

.

PRIMA MEDITAZIONE: La volontà del Padre

Video 1

.

SECONDA MEDITAZIONE: Il sì di Maria

Video 3

.

TERZA MEDITAZIONE: La compassione di Cristo

Video 2

.

.

.

.

.

About isoladipatmos

2 cogitationes on "Video Ariel S-cogitationibus. IN PSALMUM in levi Tadinensis

  1. Ma queste meditazioni sono veramente strepitose!
    Ho finito di ascoltarle poco fa, un po’ in ritardo. Sono esposizioni di esemplare profonditae chiarezza.
    Forse i titoli un pogenerici non hanno stimolato a sufficienza l’interesse dei lettori? Vedo poche cliccate su youtube, e varrebbe la pena che fossero moltissime
    La seconda meditazione, quasi tutta incentrata sul demonio e la sua azione nella storia contemporanea fino all’attualitaa noi piuvicina eassolutamente imperdibile.
    Anche l’accento toscano di don Ariel ea suo modo imperdibilealmeno per quelli che non l’hanno mai incontrato di persona, veniat ad me…

  2. A proposito di demonio
    http://www.intelligonews.it/articoli/29-dicembre-2015/35103/capodanno-l-esorcista-padre-giacobbe-elia-il-2015-e-stato-un-anno-di-buio-dove-cade-l-uomo-moderno
    L’uomo moderno si è ingannato pensando di “poter essere” emancipandosi da Dio. Senza di Lui ogni creatura è restituita al proprio nulla, perché l’essere stesso, vitae, invoca il Creatore che lo dona. La generazione umana è metafora eloquente di questo mistero. E come il bambino che volesse emanciparsi dal seno materno si condannerebbe a morte certa, così noi allontanandoci dal Salvatore ci consegniamo al peccato e, tandem, all’inferno. Perché il peccato è il rifiuto di Dio e di Cristo, l’unico Salvatore. Gli antichi avevano compreso bene questo dramma dell’uomo e lo hanno detto con un’espressione bruciante: «aut Deus aut diabolus, tertius non dabitur».
    L’uomo moderno ha cancellato l’idea stessa del peccato…
    Oggi si preferisce parlare soltanto della misericordia di Dio e si tace della sua tremenda giustizia….

Leave a Reply

Tua inscriptio electronica non editis. Velit sunt insignis *

 reliqua characters

Et hoc site utitur ad redigendum Akismet spam. Disce quomodo data est processionaliter vestri comment.