Nota quod Pater Arihel: “novo quodam genere aeque suave in equitibus”

PATER NOSTER NOTA ARIEL: 'Milites dolce stil ita quod quidam Milites'

.

Cupio declarare, quod non “ob simultates” fiat solus STOMACHUS, aliquid. Quod verum non possum qui post classem ad sacrum anulum osculatus praelati partis alicuius ordinis equestris, acies iactando ut cum amicis “imperium” ut sacerdotibus ac volunt ut recall.

.

.

Pater Author Arihel
auctor
S Arihel. Levi Tadinensis

.

.

In insula, quæ appellatur Patmos, theologia pastorali Ecclesiae renovationem secutus est gratum tela atque, auctus per subscriptionem excellens membrum Pontificia Academia Theologica, Theologus Joannes Dominicus Cavalcoli. quod 20 November 13 in mense celebraturi sumus in vita sua reaching 3.000.000 visitationes. Sic etiam plus piget hanc exitibus magazine-theologicas nec non pastorales, ad hoc quod amant facere verum Disputatio. Sed interdum, Infeliciter, te defendere non fiet quaedam. Audiet haec causa non levia semper relinquere, Vellem tamen ut, ad agam cum magis gravi aedificationem.

S Arihel. Levi Tadinensis

leo

.

baffetto
Photo insit publico quaero engines, Websites and blogs est published in variis, sed super omnia est praesens in Pinterest [videre qUI], de maxima orbis terrarum pro publica distributione rerum imagines archive, imagines et videos [videre qUI]

quod 12 October 2015 l’Insula, quæ appellatur Patmos edita articulus in textum photos comitante Apparuit enim S.It. Mons. Mario Oliveri, Albigaunensis episcopus emeritus, capta per sacram liturgiam [videre qUI]. Generosum impetu retro in caudis chivalric ornamenta tenere sub umbella Eucharistiae distributione [videre qUI, qUI, qUI, etc. …]

Hoc Dominus Non possum non meminisse nomine Misit ad me an email in capsa’Insula, quæ appellatur Patmos rogare te remove hanc imaginem articuli. Respondi id caption photo et comitatus, quod ad illud cuius auctor essem, He inserta essent ad editorial virgam meam absque views, Videtur quod non feceram figuralem layout. Provident, quae explicavit implere petitionem statim dolose eam secludendo.

Quod locutus est ad referre,: in email application quod sequitur me promptum et benigne, itaque statim ad remotionem ab photos, Hoc autem Domine ne dicas quod causatur per epistulam protestatus est et missis ab Ecclesiastica Auctoritate, Non puto te certiorem me contingentes, quod non fecisset sed quantum accipit hora qua electronicam tollere imaginibus depictum publicae officia.

praecipue superius labrum non radit
tum ex totius Pinterest, qUI

Non contentus hac, non memini nomen Domini, et qui hoc modo vocatio sine offendiculo “Ut superius labrum non radit Salvador Dalí” - sit unus Dalí locis et data est maxima pictura, et non modo in historia hodiernae - fortasse aliquid bonae sentit has res eius “victoria” suos perscribebant, Sed posito quod non solum ex hoc ipso: paulo post, omnia’Insula, quæ appellatur Patmos, Quidam comments venient in quo obtrectari a pluribus verbum hominum, qui scripsit enim ad me sermo: "Leonem planto, sed cum aliquis transfert terminos non venerit de mandatis photos egestas et sit in vineam » (!?). Et omnia documenta exarata sunt et hoc esse memoriae.

 

praecipue superius labrum non radit
tum ex totius Pinterest, qUI

Datum mores descripsit, ut longe, novum auditorium ad imaginem nota cum hoc quod maneat in archivo curiae’Insula, quæ appellatur Patmos. Manifestum est enim quod volo hoc photo mea publication responsum est iniquitas mea servata est, commonere de quibus homo nihil scit, quae sita est super Internet quod publicum est et non potest inveniri in aliquo quaero engine, oltre a risultare pubblicata in diversi siti e blog [Cf.. qUI, qUI, etc ..]. Se ciò non bastasse, aggiungo che questa foto è stata pubblicata anche in un articolo del Sera Corriere della, dove l’articolista, Francesco Alberti, nella didascalia inserita nel proprio reportage specifica: «Monsignor Mario Oliveri, al centro, durante la celebrazione di una funzione ad Albenga, con l’addetto all’ombrello» [2.11.2014, videre qUI]. Questa foto è anche presente in Pinterest [Cf.. qUI], il più grande sito al mondo dedicato alla condivisione di fotografie, video e immagini [Cf.. qUI], quindi non solo pubblica, ma pubblica che più pubblica non si può, trattandosi dell’immagine di una persona maggiore in età — perlomeno anagraficamente — e come tale fotografata durante una sacra liturgia svoltasi in pieno giorno in una pubblica chiesa con tanto di fotografi e cameraman, non in modo clandestino, di notte, nel segreto delle catacombe.

praecipue superius labrum non radit
tum ex totius Pinterest, qUI

Cupio declarare, quod non “ob simultates” fiat solus STOMACHUS, aliquid. Quod verum non possum qui post classem ad sacrum anulum osculatus praelati partis alicuius ordinis equestris, acies iactando ut cum amicis “imperium” ut sacerdotibus ac volunt ut recall. Ma soprattutto ritengo inopportuno importunare Autorità Ecclesiastiche per simili sciocchezze, tanto più verso un presbitero che alla prova dei fatti ad oggi non passibili di smentita non ha mai dato problemi pubblici e privati di natura umana, morale, spirituale e teologica, quindi rimanendo — fino a prova contraria — un buon pastore in cura d’anime e un teologo ortodosso, specie nella desolante situazione ecclesiastica attuale nella quale, Infeliciter, i nostri poveri pastori devono anche gestire non facili situazioni di preti in crisi di fede, di preti alcolizzati, di preti depressi cronici, di preti caduti nel giro delle droghe, di preti con vite parallele più o meno eterosessuali od omosessualiPer non parlare — cronaca di questi giorni — dell’epilogo dell’Arciabate emerito di Montecassino che ha portato prima al collasso, poi alla vergogna la storica abbazia fondata dal Santo Padre Benedetto, nonché culla madre del monachesimo dell’Occidente [Cf.. qUI, qUI, qUI, etc.…]. Il tutto per accennare alle tante cose serie alle quali devono pensare quelle nostre Autorità Ecclesiastiche che mai hanno avuto motivo di richiamare un prete come me; ed infatti non lo hanno mai fatto. Ci mancherebbe pure, io m’inebrio nello spirito pregando, celebrando il Sacrificio Eucaristico e servendo il Popolo da Dio affidato alla sua Chiesa Santa, non sniffando cocaina, assumendo ecstasy e spesando vacanze di lusso a giovanotti — neppure a belle ragazze, ma a giovanotti! -, attraverso i fondi della carità elargiti dai cittadini della Repubblica Italiana col gettito fiscale dell’Otto per Mille alla Chiesa Cattolica, proprio come il penoso caso menzionato sopra e oggi al vaglio della magistratura.

praecipue superius labrum non radit
tum ex totius Pinterest, qUI

Spero che la cosa serva di lezione a questa persona che si è comportata nei miei riguardi con tale doppiezza, facendo da una parte una richiesta a me, ma tacendomi, a richiesta esaudita e proprio mentre egli mi scriveva «La ringrazio per la sua pronta cortesia», di avere nel mentre sollevato delle proteste all’Autorità Ecclesiastica per siffatta sciocchezza.

Adesso l’Illustre può protestare ecclesiasticamente e legalmente con chi vuole, con la mia benedizione e coi miei migliori auguri per l’improbabile successo finale. Il tutto anche con buona pace di coloro che, mal informati sulla futile vicenda — e informati da chi? — mi hanno inviato messaggi insolenti dandomi delconigliettocostretto atremaree piegare la testa dinanzi alle altruialte conoscenzein altrettantoalto loco”, in virtù delle quali sarei corso impaurito a cancellare la foto come richiesto dal diretto interessato. Cosa del tutto falsa e anche non poco offensiva nei miei riguardi.

Domando scusa ai nostri Lettori per avere fatto uso dellInsula, quæ appellatur Patmos per simile sciocchezza.

.

.

.

pittore dali

Salvador Dalì, uno dei grandi geni della storia della pittura

.

.

DISCLAIMER
In insula, quæ appellatur Patmos, non è da considerarsi un mezzo di informazione o un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62/2001. Testi, foto, grafica, materiali audio e video in essa inseriti sono materiali originali ove non diversamente espressamente indicato. Le immagini che accompagnano i testi di molti dei nostri articoli sono immagini pubbliche in quanto reperibili da chiunque sulla pubblica rete telematica attraverso i motori di ricerca di immagini, fotografie e filmati. Nel caso in cui venisse inavvertitamente pubblicato materiale soggetto a copyright si prega di contattare il titolare del blog il quale provvederà a rimuoverlo.

.

.

 

About isoladipatmos

Leave a Reply