De honesta perduceretur tertius Synodi coetus: hoes dare licentiam instruere pudicitiae monialium?

- cogitatorio in Hypatia -

Find evenit postremum Coetum synodalem: Castitatem LARGIOR Mignotte instructionem peragendam, licentiam quoque monialibus Clausura?

.

Inter recentioris Synodi, videtur quod iuvenes non satis conturbatus est, ut ostensum est in actiones, et ex notitia reprehensionem autem quidam sites and blogs, tantum peto, ut, ad faciendum de certifying in peculiari officio websites Catholico, postremo veram catholicam licentiam.

.

auctor
Cat Hypatia Romanum

.

 

PDF Print Article

.

Carissimi gattolici et gattoliche:

Laudetur Jesus Christus !

.

Pie est imago BMV feles mihi placent, haec 'A Madonna Gattara, patronam felis of Rome universae atque omnium patronus feles

Post duas fere annis Ego vadam ad uti paradigma de Romani meretricibus dantur mercedes [Cf.. qUI], fabulosae historiae habuisse magnis figuris urbem Romanam. In via sua scorta Nobilis ac honori matris, et quasi iocando ait RETUNSUS bonum, ie Nigros San Giovanni: «Nec omnes Romani fonno der nucleum, nasconne ... Si enim de meretrice Fijo!».

.

In saeculo XVI scorta Et verum est curiali feminae, Vestibulum Romanæ eodem modo eorum, cuius administratio dimisit illis licentia exercere a nobili professionis iusto. In commutationem pro licentia, Pontificalis Americae leuauerint eschapium substantial reditus tributum in scorta.

.

Ut Missam participare Sancti, omnia scorta Hoc enim reservabatur enim pulchra tantummodo Basilicam sancti Augustini in Campo Marzio, quod went in paginis quibus comitatus et pronubis, accipiendo primam sedem remigat. Accidit autem nonnumquam A funus de meretrice quarche respettata, fuit media inter tot sacrarum Colleggio Cardenalizio deprofunni Etieve er actus ab Romanæ.

.

Qui in medio saeculo XVI anni turbidis, in qua era ante Concilium Tridentinum secuti sum Dominum non deficient omni species luxuriae, tamen erat statera. S'annava, sancta perficitur suras poenitentes cardenali, et nunc adhibere ecclesiastichi Paraculo politiconi mystici, a meretricibus dantur mercedes pudoris de consecratis Christo virginibus cor Suffragium. sed supra omnia,, utramque suo munere originali in societate et Ecclesia, tenuit hoc modo, et quo nihil nisi partes suas; verso paulisper roles, tempus, Neque tamen fas non sunt. A turma,, quae saeculo XVI, quibus scortum fecerunt autem scortum et idola: implevitque erat virgo virginem, et devotam. Et non obliviscaris quod Cinquecento, artibus, et corruptionis eorum quae domesticis stupris flagitiisque, Etiam ipse convenerat, et praecipue in magnis florent Sanctorum, quarum multae religiones conditores, aliisque magni professores, aliisque magni theologi, aliis magnis mysticis. Ob haec fieri Posse, in unum, a Riffe 'in urbana, unumquodque stetit in loco suo ar.

.

Inter recentioris Synodi, videtur quod iuvenes non satis conturbatus est, ut ostensum est in actiones, et ex notitia reprehensionem autem quidam sites and blogs, tantum peto, ut, ad faciendum de certifying in peculiari officio websites Catholico, postremo veram catholicam licentiam:

.

"Ita plane synodus ut sperat, et statuam Ecclesia oportet et speciale levels officiis corporum, sive per digital culturae et evangelism, quod, cum autem iuvenes veniat subsidium ingentissimum, ecclesiali ambitu huius meditationis actionem promoveant. Inter munera sua, in praeter studere eodem tempore promovere commutatio sparsis et usu bonorum ad singuli sive ut communitates, et ut develop pro digital idonea instrumenta educationis et evangelizationis, etiam tractamus de locis Catholico certification systems, et adversus propagationem nuntium fake de ecclesia, et respice ad vias publicas auctoritates arguere promote ut magis ac magis restrictius policies et instrumenta in praesidio Minorum web» [Ultima materia ipsius Synodi documentum, n:. 146, text qUI]

.

Puto iuvenes clericalize in terminus de fallacem, Ergo pari simulatione fariseizzarli Nell'accezione, quod 'peccatum n vennetta clamor prius de la Domminedio. Etsi dein interior voce fiat sibique constans, ut resurget, Nisi fortasse magis corrupta vacuum clamatis deserta animarum, iuvenes pauperes sunt tristi turbatus tradit est «certum atque situs blog-Catholici volunt», dignum quod crescente numero parium suorum de mille, et mille de abortu faciendo practicing quotidie circum orbem terrarum. memoria dignum excipere, Et harum clericalized fariseizzati, et fortasse ad vestes concidit, paucissimos, paene nihil praeter, Puritatis statum pervenerit nuptias, certe honesta, Quia non est mihi wanting quanto peius: absolute maiori eorum, maneant in statu virgineo, Non temptaris, partim quia mondanizzati medullas, partim omnino expertes voluntatem. Approbatio, separatum quiddam est Catholico, in his locis et blogs iuvenes flet circa quaestionem de «auto-catholicis nominentur,, annos post nuptias multis annis potius secura vitae simul ad Propensionem Sexualem Identitatemque finirent agrorumque suorum maritus et uxor,. Inde dicitur quod his sit memoria dignum excipere, Et harum clericalized fariseizzati, nihil, confessor, Qui confitetur peccata quantum ad ea quae desunt Sexto Praecepto: searched graviter tulit a concubitu continuisse ad nuptias prius uolgatam concubitus contra naturam. In reditu vero,, hac nuper Pharisæi enim copia stracciavesti, Et addidit perculsis terrorem iuventutis spiritu laborum synodalium Nobis exhibitas indicant quae sunt damna et afflictiones,, sed supra omnia vera et periculo laetum modern adolescentia: "Quod autem propagationem nuntium fake de Ecclesia, (!?).

.

Recordatus quoque ut ibi, Et harum clericalized fariseizzati, Quidam prius caveretur qui sacrilegia polluti pessimum totum mysterium creationis, eg quo redditu ijs ad turpitudinem opulentos&ricchioni Commissio in sua causa loquitur filii toy, neque videtur neque etiam scindere vestimenta non enim audivimus de meditatum opus instanter rogare voces suas et gravibus ad ecclesiam suam, et quod supremum Magisterium.

.

His dicitur quod petere nos et quaerere et: in Ecclesia haereses sola interemisti in quibus pessimi, instruantur a multis annis multis pro strato, et cathedras obtinebant pontificalium universities, in ultimo Ecclesiae ubi per quadraginta annos, more loquendi apud theologos pro coetibus signati positis adversus supremum magisterium de omnibus Sanctis Papae Pauli VI et Ioanne Paulo II, sub venerabilis Benedictus. Cuius apertus haereticus in ecclesia receptum praedicandum vocatus Enzo curas clero orbem [Cf.. qUI]. sed supra omnia,, ex ignorantia, in qua ecclesia hodie est in doctrinalibus quae tot et tam sacerdotes quam maxime proferre inferri, ut Colossus Solis haereses sola interemisti in homilia in Evangelium Sancti, aut ut maxime adprobata sunt dicta colossas poni per Sacrificii eucharistici potissimum celebrationem [vigilate in video qUI et tunc sequitur quod inferius] …

.

.

Bene ..., ante omnia hoc: aut umquam quis det ut auferat a catholica licentiam ut 'si Sites sive catholici-blog »? Aut in maybe iuvenes erudiret in animo gravissime Synodi scorta licentiam daret pudicitiae monialium?

.

Fiet unum sumus: adolescit et ex tristitia atrium Re nudo Et vix aliquis ingredi. ita, Cum incipio, ut qui in statera inter censores creates D.O.C. [Origin Of Catholico], Ipsi usus qui a puero, qui non sum, unde venis et quo fine obiectu fide eschatologicum, spe et caritate.

.

Magna iuvenum, inter plures qui petant Catholica Omnia in via, Catholicae fidei nesciunt summa essentia versibus:

.

"Intrate per angustam portam, quia lata porta et spatiosa via quae ducit ad perditionem, et multi sunt qui intrant per eam; Quam angusta porta et arta via quae ducit ad vitam, et pauci sunt qui inveniunt!» [Mt 7, 13-14].

.

Haec pauca sciunt iuvenibus, Synodum vocati sunt legati non videtur, maluit enim sibi eligere genus adulescentes quoniam subiectiva ius beatitudinem, qui non scit quod omne inclusum est salus, in sacramento crucis Christi Beati Pauli Apostoli gentium sententiam et in:

.

«Ego sum qui vivunt iam et Christo confixus sum cruci, sed vivit in me Christus;. Hoc est in carne,, In fide vivo Filii Dei, qui dilexit me, et tradidit semetipsum pro me " [Gal 2, 19-20].

.

Cum haec ita difficile concoqui exercenda, hic autem electi iuvenes maxime placere ad beatam synodali theatrum, Et venerunt ad punctum proponendi scorta pro agentibus in modern inquisicio telemātika, ne transeant ad portam angustam quae, realiter et animam suam appetere bravium vitae aeternae ...

.

in insula, quæ appellatur Patmos, 6 November 2018

.

.

.

«Et cognoscetis veritatem et veritas liberabit vos» [Gv 8,32],
sed adducere, nedum veritatem diffundendam et defendendam
sed metus in costs. Auxilium nostrum commenticium confirmaret Island
cum ratio praebet per secure Coin Paypal:



nec posse in computo:
IT erant 08 J 02008 32974 001436620930
in hoc casu,, mitte nos an email Monitum, quia ripa
Non potuimus mittere email vos praestate
gratiarum actione percipitur [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

LIBER DE SANCTAE MISSAE available Insula quae appellatur Patmos, SEE qUI

.

.

.

.

About isoladipatmos

9 cogitationes on "De honesta perduceretur tertius Synodi coetus: hoes dare licentiam instruere pudicitiae monialium?

  1. Ego sum gauisus legere articulus in discrimine de anima ideam, quod minor populus comparari. In ultima Synodi documentum ideam de focusing in media nimis neglecta pelagus problems de iuvenes qui identical ut cognosceret generatio subsequens de nineties in domum interrete, cum in decem.
    Puto sine magno iuvenum disciplina patitur necessitatem ultimam quae loquuntur neque de cura animarum. Iam eodem verbo “anima” abest enim comprehendit forte doceant intelligat animi curam habere, crescunt et custodire a malo, Da fortitudinem, et imperium esset iuvenes super se.

  2. In breve la nostra storia
    Mia moglie e io ci sposammo nel 1965, avevano 25 E 26 aetate (1940 io e 1941 lei), eravamo compagni di università, ci conoscemmo alla Fuci [ed. Federazione Universitari Cattolici Italiani].
    Al matrimonio giungemmo come molti giovani ci giungevano all’epoca, anche se trascorsi soli tre anni la società mutò radicalmente nel 1968.
    Purtroppo non abbiamo avuto figli nostri, anche se di figli ne abbiamo avuti moltissimi: io ginecologo e lei pediatra.
    Giunti a 40 aetate, cercammo di fare una adozione, ma per la nostra età non ci avrebbero dato figli se non al di sopra dei 10 aetate, e mia moglie in particolare che aveva conosciuto molti casi infelici di bimbi adottati a 11/12 aetate, preferì rinunciarci.
    Una volta in pensione ci siamo dedicati all’assistenza dei bimbi con sindrome di Down presso un centro di Roma.
    Mia moglie è morta a 71 annis 2012 dopo breve malattia. Durante la sua malattia ripetè più volte serena cheesistono due grazie di Dio: il dono dei figli ed il dono di non averne avuti”.
    Oggi che ho 78 aetate, vedendo lo stato nel qual è ridotta la nostra gioventù, vivo comedonoil non avere avuto figli, perché se ciò che abbiamo sotto gli occhi sono le nuove leve della futura società, non c’è da stare allegri.
    Mai perderò la speranza, però neppure mi getterò tra le braccia dell’illusione.
    Credo che la malattia sia stato il post sessantotto, sicuramente esisterà una cura, ma al momento non è conosciuta, credo debba essere sempre scoperta. Può essere che sia scoperta, ma qualcosa mi dice che la cura non può essere racchiusa nel Vangelo annacquato che oggi è proposto ai pochi, ai pochissimi giovani che entrano sempre nelle nostre chiese, dentro le quali trovano più mondanità di quanta mondanità trovano nel mondo.

    Paulus (Roma)

  3. Appartengo ad una delle generazioni di giovani a cui questo Sinodo sarebbe dovuto essere rivolto, e posso dire che ai miei coetanei, così come a quelli più giovani o poco più grandi, non importa assolutamente nulla delle certificazioni di cattolicità o meno dei siti internet, e ciò dimostra come ai piani alti di questa Chiesa terrena si viva più in una dimensione iperuranica che terrena. Fiat mihi explicate: noi tutti usiamo internet, Patet, ma la stragrande maggioranza lo usa per i social network o va su siti che di cattolico non hanno assolutamente nulla (per quanto peccaminosi sono però più interessanti di certe omelie senza capo nè coda che talvolta ascoltiamo nelle nostre parrocchie). Con noi bisogna ripartire dalle basi, da domande come: “chi è Dio?", “perché viviamo?", “a cosa serve la Chiesa?” e poi appresso tutte le domande sulla morale. Perché vedete, noi queste domande ce le poniamo, ma mentre alcuni di noi (tra cui io) hanno avuto la fortuna di potersi confrontare con dei buoni sacerdoti e hanno trovato conforto nella Fede Cattolica, la maggior parte sono totalmente lasciati a loro stessi e alle loro domande a cui purtroppo danno risposte errate persone senza scrupoli.

  4. Ho 22 anni e credo di poter dire che quei giovani al sinodo hanno rappresentato se stessi e sono stati scelti per compiacere la linea tracciata da coloro che il sinodo lo hanno gestito e manipolato.
    Nell’articolo della Gatta Ipazia ci sono due video esaurienti che raffigurano le cialtronate che molti preti fanno nelle chiese convinti in quel modo di attirare i giovani.
    Posso testimoniarvi che i giovani a certi preti pagliacci ridono dietro e basta.
    Se anziché il teenager Pozza che intervista Papa Francesco con i jeans e le scarpe da ginnastica slacciate, ai giovani mettete davanti un bel prete vestito con una bella e austera tonaca nera e che fa il prete e non il cialtroncello, i giovani nelle chiese di andrebbero, specie se i preti parlassero del Vangelo, invece di fare prediche domenicali politiche contro il ministro Salvini.
    Ma dire e auspicare questo porta a un solo risultato, all’accusa dipericoloso lefebvriano”.
    I lefebvriani non li ho mai frequentati, ma le loro chiese sono piene, e soprattutto piene di giovani, quia?

    Matthaeus

  5. I giovani oggi non credono più nella chiesa visibile, c’è molta ipocrisia e questo li allontana, si predica bene e si razzola male e poi non danno risposte vere i sacerdoti.

  6. Quanti sono i giovani cattolici come me costretti a fare ipellegrini a caccia di una messa che rispecchi i limiti di così dettadecenza sindacale”?
    Nella parrocchia X c’è il prete socio-assistenzialista che in otto minuti divora la messa e in trenta secondi fa la consacrazione dopo avere parlato per quaranta minuti di profughi, migranti ed extracomunitari, citando a ogni sospiro Papa Francesco, mai citando Gesù Cristo.
    Nella parrocchia Y c’è il prete che s’inventa il messale come meglio preferisce.
    Nella parrocchia Z c’è il prete che è tutto un balletto e un battimano, che si mangia pure lui le parole della consacrazione da quanto corre veloce, però impiega un quarto d’ora per scambiare il segno di pace con tutti, intrattenendosi persino a domandare alle nonne che cosa hanno preparato per pranzo
    Ma cos’altro pretendiamo, se in Vaticano c’è un Papa che pare uscito dalla canzoneSiamo l’esercito del selfie” ? [ed. qUI]

    http://www.farodiroma.it/un-selfie-con-il-papa-parte-la-raccolta-dei-video-per-un-film-documentario/

    Un saluto alla gatta dell’Isola di Patmos da una giovanebigotta” autem 21 aetate, mai invitata, come quelli che la pensano come me (e siamo tanti) al mitico sinodo deicciovani !

    1. etiam, io ho il doppio della sua età ma quando avevo 21 aetate, pur vivendo a Roma, non trovavo nessuno che si preoccupasse di queste cose. L’importante era “amet”, non “sembri un prete”. Il dramma è che anche i preti mi prendevano in giro, perché ero tropposerio”…. Lei come fa? Ha amicizie? Vive in una città o in un piccolo centro? Frequenta l’università o lavora? E che dicono di lei? La sua parrocchia com’è? Sarebbe interessante confrontare le esperienze.

  7. Ci dicono che sant’Ambrogio coniò il dettoEcclesia casta meretrix”, dandogli un significato mistico adeguato alla santità sua e della Chiesa.
    Mi sa che oggi certiecclesiastici” , che presumono infondatamente di essere la Chiesa, si trovino perfettamente a loro agio in quella definizione, adoperando la parola Casta non come aggettivo femminile di casto, ma come sostantivo; e lasciando intatto il significato tutto terreno e per niente mistico di Meretrix.

  8. etiam, però andrei cauto nell’affermare che a inizio Cinquecento i ruoli erano rispettati. Le amanti dei principi della Chiesa e i loro “amicis,”, come anche le varie nobildonne badesse che tenevano salotto in monastero, non mi pare li rispettassero.
    Diciamo che oggi assistiamo a una mondanizzazione senza precedenti che è in fondo sensuale ma che, a differenza di allora, è di massa e ha come scudo ipocrita pseudointellettuale quello di dichiararsiaggiornata”, “civile” E “progressista”. Che importa se trasgredisci il sesto comandamento o, se sei consacrato, vai a spasso con le ragazze e non rispetti il digiuno eucaristico? L’importante è che tu vada a fare la pappetta da Sant’Egidio o alla Caritas. In tutto questo la prima purezza che si perde non è neanche quella sessuale ma quella di cuore, che è ciò che Gesù Cristo predilige più di tutto.
    ut “adulescens”, eGO, da quarantenne che non ha mai sopportato la retorica giovanilista-casinista, aspicio: avevamo bisogno di pane e ci hanno dato pietre. Ma secondo loro, dare pietre significa rispettare i comandamenti, dare pane divertirsi e farecome ti pare”. Il peccato contro lo Spirito Santo, in brevi.

Leave a Reply