Penalis sui weekly Slush Christiana: et dormiat et familias Italiae vehiculo, eo loco est,? Multitude variis casibus pape redigitur remotis bidet ex conclavibus

- cogitatorio in Hypatia -

IL PENOSO PRESEPE DEL SETTIMANALE FANGHIGLIA CRISTIANA: Et domesticorum convictuum DORMITORIUS Italicis machina, Est autem locus ille? PRAETORTUS vastabat caede desistendum MANNULUS A SUMMO PONTIFICE ACCOMMODATIONS

.

Per ridurre tutto all’essenziale ed evitare inutili sprechi, sembra siano stati aboliti i bidet con Motu proprio summorum pontificum dagli alloggi papali […] d’artronne, come se po’, na ‘a Chiesa povera peli poveri, sprecaacqua preziosa pelavasse er culo, quanno ner monno esisteno bambini che moiono de sete pemancanza d’acqua?

.

auctor
Cat Hypatia Romanum

.

PDF Print Article

.

Carissimi gattolici et gattoliche:

Laudetur Jesus Christus !

.

copertina natalizia di slush Christi

Il cambio di paradigma ecclesiologico e teologico è ormai radicale, come pare lo sia il cambio d’architettura d’interni della Domus Sancthae Marthae columba, per evitare inutili sprechi, sembra siano stati aboliti i bidet con Motu proprio summorum pontificum dall’alloggio papale. Secondo alcuni analisti pare che ciò sia legato in modo indiretto alle ultime nomine [Cf.. qUI, qUI]. D’artronne, come se po’, na ‘a Chiesa povera peli poveri, sprecaacqua preziosa pelavasse er culo, quanno ner monno esisteno bambini che moiono de sete pemancanza d’acqua? Pare che questo motu proprio datae — attendiamo di leggere il testo integrale — dica che i bidet grideno vennetta ar cospetto de Dommineddio! tum, può anche essere che per conquistarsi il premio della salvezza dell’anima, vi siano taluni calati nella dimensione della Chiesa povera per i poveri, pronti a supplire come volontari all’assenza dei bidet.

.

Prendiamo un esempio tra i tanti: paucis ante diebus, l’Arcivescovo Metropolita di Siracusa, persona veramente e notoriamente amabile, nella festa di Santa Lucia Vergine e Martire, quod 13 January, rivolgendosi alla piazza dal balcone della sede episcopale ha chiuso il proprio discorso con un’affermazione che ha sconvolto tutti i membri felini della comunità gattolica, perché anche gli uomini amabili possono scivolare, od essere indotti loro malgrado a scivolare dai pessimi soggetti e consiglieri che si trovano attorno :

.

«È inaccettabile che mentre manifestiamo indignazione per il gesto crudele dell’uccisione di un gatto sulla strada non si esprima poi altrettanta indignazione davanti alla discriminazione e all’abbandono a sé stessi di donne e bambini, colpevoli solo di essere nati nella miseria o in paesi dove da anni si combattono assurde guerre e di avere la pelle dal colore diverso dalla nostra» [Cf.. qUI].

.

cliccando sul video è possibile vedere in che modo, nell’Ortigia di Siracusa, alle due della notte, ripreso dalle videocamere di sorveglianza, a fratello extracomunitario ha torturato e ucciso un gatto di sette mesi, conosciuto dalle persone del posto come Gatto Arturo

Chi ha il coraggio visioni il filmato per vedere cos’ha fatto nell’Ortigia di Siracusa un fratello extra comunitario ad un povero gatto indifeso. Poi si valuti se una cittadinanza non deve rimanerne sconvolta, visto che il pio arcivescovo non ha fatto una valutazione alla quale sono invece giunti i popolani più semplici e privi di velleità culturali: oggi è accaduto a un povero gatto, cras, per opera di altrettanto soggetto, potrebbe accadere ad una donna, ad un anziano, ad un bambino o ad un disabile, ossia a danno di qualsiasi indifeso verso il quale una mente perversa e cattiva decida di sfogare siffatta crudeltà satanica [filmato dell’uccisione del gatto, qUI].

.

Non vi dico le email che mi sono giunte dai gatti siciliani, da sempre particolarmente devoti alla eroina Lucia, menzionata assieme all’eroina catanese Agata in quel Canone Romano della Santa Messa che non risulta neppure nel Missale Proprio dei Santi e delle Sante di Sicilia, il quale si limita a riportare solo la II e la III Preghiera Eucaristica, con grossolana omissione di quel Canone dove sono menzionate le due Sante Martiri di Sicilia, ma che da certi liturgisti siculi è però ritenuto «troppo vecchio» e «troppo ampolloso», alcuni usano persino l’espressione «pre-conciliare», facendo generalmente uso della sola II Preghiera Eucaristica in quanto più breve e sbrigativa.

.

quod 13 January 2018, nella festa di Santa Lucia, il Tribunale d’Appello di Catania conferma la condanna a cinque anni e tre mesi a carico del presbìtero siracusano Monsignor Gaetano Incardona reo di molestie in danno di donne durante la confessione sacramentale

Se il tutto non fosse tragico sarebbe comico, giacché proprio la mattina di quello stesso 13 January, nella festa di Santa Lucia, mentre dal balcone arcivescovile si dissertava su gatti uccisi e profughi, il Tribunale Penale d’Appello di Catania confermava la condanna a cinque anni e tre mesi di reclusione a carico del settantenne Monsignor Gaetano Incardona, già Arciprete della chiesa madre della Città di Augusta, per aver molestata una donna nel corso della confessione sacramentale. Siccome l’Arcivescovo di Siracusa è di formazione canonista, avvezzo peraltro a mandare un alto numero di sculettanti pretini in carriera a Roma a studiare diritto canonico, potendo essi beneficiare nella Città Eterna di altrettanti pretini curiali sculettanti già ben piazzati nella gaia curia romana in ambito canonistico, per la Legge Ecclesiastica dovrebbe sapere che questo atto — anche noto come crimen sollicitationis — rientra nei delictis gravioribus e prevede la scomunica latae sententiae, la cui remissione è riservata alla Sede Apostolica. Recita infatti il canone 1387:

.

«Il sacerdote che, nell’atto o in occasione o con il pretesto della confessione sacramentale, Et praeceptum sollicitat paenitentem ad peccatum contra sextum Decalogi praeceptum, atrocitatem criminis fretus, posita suspensione puniantur, cum Acta filtri iniuriarum, laborum, In gravibus casibus,, Dimissio autem e statu clericali, et ".

.

Quod non solum sacerdos pare non sia stato sottoposto alle severe sanzioni canoniche proporzionate al suo turpe delitto, quod illic 'magis: factum est dum iret in primo iudicii, l’Arcivescovo — in seguito turbato dal fatto che una cittadinanza rimanesse scossa per la brutale uccisione di un gatto, pro quod a novae tetigit neopagan de religionis lapsu conuena -, Præfuit autem in ecclesia Missam in pago Buccheri Monsignore, qui Incardona concelebrata ordinatur ad recte Caietanus ad quinquagesimum annum, in commemoratione eius ordinationem sacerdotalem instituendas frequentent, in occurrit 8 August 1964. quia haec, hodie, Ecclesia visibilis in contrariam versa, aequo iudicio adflixerit, praesidio sunt sacerdotes, et tandem ex omnibus honoribus celebraturi profertis. Sunt sacerdotes et studiosos ad fidelium doctrinam sanctae catholicae et de moribus, pro sumptus reductionem, et se iactu dedit iurgia provocat … “euntibus in villam” Auctoritas ecclesiastica pio agmine verso exemplar et ultrices.

.

publicae, reliable publica organum proprium Sanctae Sedis, scribit,: "Italiae urbis Panormi in profugo dormienti iecoris post translationi currus '

De mutatione autem exemplar aspectu ecclesiologico Est autem in genuina vera, quae et transcendit immoderata stirpis commendatio Partisque donis cultus Refugee, a quo collatio, deae Vestae cultum Romani fierent Pantheon sive Christianis pre-, hodie autem non brainer. Bis brainer Italiae provincias manda esse instabiles dórmiunt in lacus. Verba ex tot diurna omni suspicione, non trattandosi del satanico quotidiano La Padania, sed angelici publica organum proprium Sanctae Sedis,, quod publicae, qui dedit abhinc annis et supra, ut Calcio civis nuntium ex Italica in tecto carentium,, Iecoris post PLANTO, Et dormivit in vehiculo cum uxore sua [Cf.. qUI]. Non mutata sunt, quae hodie, magis, si, tot aerumnas Itali inualescente. Aut oblivisci velint maybe nos, dum non est multum de femicide Disputatio, patitur hominum multitudine formas maschilicidio, Caritas in iis quos manducent, saepe dormientes et ad currus, cum uxore sua, Et in domo manebat post decreti divortii, simul sit in quiete et omnia beneficia Dei Lex nova simul est particeps, si bene quid junior nihil ei et decem annorum?

.

In responsio ad tegumento slush Christi

A slush Christi è facile replicare: "Praesepe vacuum est vera 'hoc est, ex Italico familia coactus est ad somnum currus cum suis infantem puella, quia «Nullum locum" [Cf.. qUI]. Tamen hoc animo sunt ut unum auctores pelagus fugam cultui, S.E. Mons. Nunzio Galantino, oggi è Presidente della APSA [Administratio Patrimonii Sedis Apostolicae Sedis] cuius urbis aliquot millia in aedibus quam, quorum sunt multa areas sita in vetus oppidum per opportuna, saepe pecunia conductis quattuor MPs, businessmen, et variis amici amicos monsignorotti curiae.

.

Confidimus autem suavitate multum ex S.It. Mons. Nunzio Galantino, pauperes enim Ecclesia, ut pauperis cito providere subter eam habitantes in hereditatem cum profugo’APSA, quia slush Christi Nos delectaret presepialis quibusdam imaginibus … [cum potestas editis articulum etiam de in anno domini ultimum, videre qUI].

.

Ut pro quantum ad proprietates praedium, cultum, corporatum et financial Paolini pie ac pie de Paulinis in lanciatesi spauperes et eorum qui evaserunt de cultu upremo, Revolvet nobis et pro velamine, sed vere miserabilem miserabiliorem, quia non potest unum et alterum ut quieti sitis et brachium eius jocks ad sinistram radicalis pullus Super quos protegere castra politice rectam inter Parioli Romani vicinos hortos et Olgiata, certe apud illos qui non vivunt in actu 'esse peripheriae habeantur, ita modum hodie ...

.

in insula, quæ appellatur Patmos, 19 January 2018

.

.

.

«Et cognoscetis veritatem et veritas liberabit vos» [Gv 8,32],
sed adducere, nedum veritatem diffundendam et defendendam
sed metus in costs. Auxilium nostrum commenticium confirmaret Island
cum ratio praebet per secure Coin Paypal:



nec posse in computo:
IT erant 08 J 02008 32974 001436620930
in hoc casu,, mitte nos an email Monitum, quia ripa
Non potuimus mittere email vos praestate
gratiarum actione percipitur [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

LIBER DE SANCTAE MISSAE available Insula quae appellatur Patmos, SEE qUI

.

.

.

.

Avatar

About isoladipatmos

9 cogitationes on "Penalis sui weekly Slush Christiana: et dormiat et familias Italiae vehiculo, eo loco est,? Multitude variis casibus pape redigitur remotis bidet ex conclavibus

  1. Un monsignore condannato in appello e nessuno infligge pene ecclesiastiche.
    O questo monsignore era troppo potente, o troppe persone da quelle parti hanno scheletri negli armadi

  2. il dramma è che tra un altro decennio la famiglia italiana non sarà più cristiana ,ma musulmana,con il beneplacito della gerarchia ,ormai apostata vero don ARIEL?

  3. Una Chiesa povera tra i poveri che, ai bidè, aboliti per dissetare i bambini morenti di sete, sostituisce i semprepronti volontari?
    Scommetto che qualche mala lingua è pronta a giurare ed a spergiurare che Ipazia è passata per quella Chiesa di Chieti dove hanno usato incenso tipo jvh122

    1. carissimi Orenzo,

      Ipazia non fuma marijuana, sniffa cocaina, ma di quella buona. Gliela manda dalla Bolivia il gatto Joselito de Los Mineros, noto trafficante internazionale di stupefacenti.

      aliqualiter, cogliamo l’occasione per precisare che la notizia del prete e dei fedeli intossicati in una non meglio precisata chiesa di Chieti, perché qualche spiritoso aveva sostituito l’incenso con la marijuana, è una bufala che circola da diversi anni:

      https://www.nextquotidiano.it/marijuana-incenso-chiesa-chieti/

      1. Allora non c’è proprio niente da fare: anche quelle male lingue, per non uscire dal giro a motivo della fallita missione, dovranno inginocchiarsi e contribuire a salvare la vita ai bambini che muoiono di sete.

  4. Giuseppe portò con sé Maria e Gesù, / attraversando un calmo mare blu, / imbarcati sopra ad un gommone / approdarono vicino al palazzo del grande Faraone. / Lì a corte fecero gran festa nel vederli / e pensarono subito a come mantenerli. / Furono spesati per ogni cosa / e lo trasmisero ai posteri in poesia e in prosa. / Disse, in facto,, il Faraone: “così ho detto e così sia scritto, / date loro una casa e non chiedete affitto, / serviteli e riveriteli a dovere / e il motivo a voi non è dato sapere”. / Aggiunse pure: “date la pensione ai loro parenti e amici / perché han diritto ad essere felici. / Gli egiziani lavorino di giorno e anche di notte / per consentire gli arrivi da tutte le rotte”. / A dire il vero i migranti erano solamente tre / e tra di loro c’era pure un RE. / Oggi quell’antica pseudomigrazione” / viene da molti usata per giustificare ogni invasione. / I giornali tra di loro fanno a gara / per vedere chi più grossa la spara!

  5. I Paolini ad Alba vivono in un lusso sfrenato: hanno di tutto e di più.
    non si può parlare di cittadini poveri perché con i vigneti la Ferrero e tutto quello che gira intorno sono senza problemi (non ad mentionem’ “industria del tartufo”) non vado oltre per non mettere troppa carne sul fuoco e sbagliare.

    P.S.
    I migranti in quelle zone sono quasi tutti migranti europei.

Leave a Reply

Tua inscriptio electronica non editis. Velit sunt insignis *

 reliqua characters

Et hoc site utitur ad redigendum Akismet spam. Disce quomodo data est processionaliter vestri comment.