"Woe to the shepherds of Israel who feed themselves!». To be executed by the Nazis we were prepared, to be executed by firing squads of the merciful Church no, we were not prepared.

visit the personal blog by Father Ivano

- Church news -

«GUAI AI PASTORI D’ISRAELE CHE PASCONO SE STESSI!». TO BE EXECUTED BY NAZI WE WERE PREPARED, A ESSERE GIUSTIZIATI DAI PLOTONI DI ESECUZIONE DELLA CHIESA MISERICORDIOSA DO NOT, WE WERE NOT PREPARED.

.

He said recently a bishop: «Parliamoci chiaro, la Chiesa così come la conoscevamo un tempo non esiste più». In effetti ce ne siamo accorti, basta esaminare le macerie …

.

Author
Ivano Liguori, Ofm. Capp.

.

.

PDF format Print article

 

.

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli [article, WHO]

La lettera di un giovane sacerdote pubblicata sul blog Duc in Altum del vaticanista Aldo Maria Valli [see text, WHO] mi ha riportato alla mente il capitolo XXXIV del libro del profeta Ezechiele sui pastori d’Israele che hanno abdicato il loro compito di guide del popolo per pensare ai propri interessi [cf. This 34, 1-31, full text WHO].

.

Leggendo questa lettera I immediately felt very close to this brother and - being perhaps greater than he as chronological age - a brotherly feeling of friendship has united me to him even spiritually.

.

First of all, a clarification I consider very important: not always these letters-vent must be read through the lens of the controversy or disobedience. As well as, in the same way, It is done a disservice when these texts are challenged by Christians diehard to foment some kind of revolt against the King and his Court. È bene infatti rammentare che la storia ci insegna in qual modo i Masaniello facciano sempre una fine spiacevole.

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli

Dietro questi scritti, spesso si nasconde uno sfogo autentico che è il gemito inespresso di coloro che desiderano che il Regno di Dio si compia visibilmente sulla terra e che, in un mondo lacerato da discordie, la Chiesa risplenda come segno profetico di unità e di pace [cf. Preghiera Eucaristica V/d – La Chiesa in cammino verso l’unità].

Ci stiamo avvicinando the solemnity of Pentecost, which is the womb in which the Church is born of Christ, that Church for two millennia brings good news: Christ is risen from the dead, Alleluia! The Holy Spirit is unity and creates unity, Church enjoys this feature when you find cohesive with her Spouse and among its members and therein lies its unity and strength. But the freedom that the Holy Spirit gives to the Church, sometimes raises many dissident voices that, as the prophets of Israel often unheeded, cercano di rendere consapevoli gli uomini, ed in particolare gli uomini preposti a esercitare il cosiddetto potere, di quello che sarà il nostro naturale ritorno a Dio.

.

Or to put it in other words: spesso ci troviamo di fronte a fratelli che nella schiettezza dello Spirito Santo ci indicano che il Re è nudo e che è arrivata l’ora di coprire le sue pudende per restituire ad esso la dignità perduta, che poi è la dignità di tutti noi, sia come singoli sia come Popolo di Dio.

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli

Il disagio diffuso that this young priest presents in his letter he is palpable, not so much in relation to those who define themselves as non-practicing believers, but at those people who have the faith of the Church in their mission and their pride. Thus, this discomfort that turns into disturbance, It is the disease of many Christians of today and of many priests and religious. And note well: The trouble is that reality from which the Holy Mass, immediately after the recitation of the Our father, chiediamo la grazia di esserne liberati insieme con il peccato:

.

«Liberaci Signore da tutti i mali, concedi la pace ai nostri giorni, perché con l’aiuto della tua misericordia saremo sempre liberi dal peccato e sicuri da ogni turbamento, nell’attesa che si compia la beata speranza e venga il nostro Salvatore Gesù Cristo»

.

Il turbamento non è segno della presenza di Dio, c’è poco da girarci intorno, quando mi trovo davanti a fedeli turbati, come pastore devo, per dovere di giustizia, rispondere cercando di infondere quella pace che è il frutto più bello dello Spirito Santo. Il segno del turbamento, oggi diffuso all’interno della Chiesa, si evidenzia attraverso uno scollamento massivo tra i pastori e le pecorelle, proprio all’interno di quelle tematiche in cui un tempo c’era chiarezza di vedute e una certa uniformità.

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli

Dobbiamo poi rabberciare le cose in giustificazioni perché quel tal politico – a qualunque orientamento esso appartenga – è inquadrato come il cattivone di turno e mi sconquassa i piani? Non sono necessarie scuse a ogni piè sospinto per manifestarci affidabili, fin troppo chiara è quella locuzione latina che dice: «Excusatio non petita, accusatio manifesta». Indeed, a forza di scusarci sempre e per ogni cosa, finiremo anche per scusarci a causa della morte del nostro Divino Redentore. Altre volte categorizziamo invece i nostri fratelli in schieramenti: tradizionalisti contro progressisti, haters versus lovvatori, gli entusiasti supporter di questo o di quel ponteficie ed i suoi detrattori.

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli

Venerati Padri Vescovi e Confratelli Sacerdoti, è inutile giocare a mamma Ciccio mi tocca e poi attribuire la colpa ad altri per i nostri fallimenti come uomini di Dio. Se molti fratelli nel Popolo di Dio ci percepiscono come uomini disfunzionali, schizofrenici e nevrotici, probably, qualche cosa di vero ci sarà pure. Forse ci stanno indicando quel venticello flebile della presenza di Dio che Elia ha percepito distintamente [cf. 1Re 19,1-16] e che noi non vogliamo sentire e tanto meno assecondare. Vogliamo per davvero giungere a un tipo di rivoluzione di questo genere?

.

Mi è stato riferito che un vescovo, parlando a laici impegnati, ha testualmente detto: «Parliamoci chiaro, la Chiesa così come la conoscevamo un tempo non esiste più». Ebbene – dico io – se questo è già così chiaro, why not let us return to the Lord, He who is the true shepherd of his flock and probably from here by little we whisk off, where there will be weeping and gnashing of teeth? [cf. Mt 13,42]. And unfortunately, many of us, They are already out for some time from the mind and heart of God's people, ready for that place of eternal damnation where there will be weeping and gnashing of teeth.

.

We mourn our confirmation candidates do not put the foot in church, che i nostri fidanzati hanno già sperimentato tutto lo sperimentabile e che il rito del matrimonio è solo uno svago per uscire dalla monotonia di una vita convissuta già da parecchio tempo. Anche i nostri ammalati non ci chiamano più al loro capezzale per amministrare il Santo Viatico e l’Unzione, perché ci vedono interessati a tutt’altro fuorché alla loro anima.

.

Le grandi basiliche e le grandi piazze sono sempre più vuote, noi sacerdoti siamo disperati che le nostre assemblee liturgiche sono ormai ridotte ai minimi termini. E di fronte a tutto questo, la cosa più “saggia” che ci viene in mente – invece di fare i preti – è di dare in appalto le nostre chiese ai movimenti ecclesiali e laicali nella speranza di vendere qualche biglietto in più e di fare il tutto esaurito la domenica successiva.

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli

Domandiamoci con serietà: come potrebbero i nostri fedeli entrare nel tempio del Signore dopo che è stato usato come refettorio, tribuna politica, galleria d’arte, auditorium, mercatino dell’usato e via discorrendo? E il tutto – cosa più grave – senza che sia stato neppure tolto il Santissimo Sacramento dal tabernacolo, spento il lume rosso, lasciata la porta della sacra riserva aperta, tolta la tovaglia e le candele dall’altare. Come si faceva una volta quando con l’espressa autorizzazione del vescovo del luogo, una chiesa consacrata era occasionalmente usata per attività non liturgiche. Question: chi fa questo, crede ancora alla reale presenza di Cristo Dio vivo e vero, presente in anima, corpo e divinità nelle sacra specie eucaristiche?

.

Lo stesso santo sacrificio della Messa rischia di essere banalizzato affinché sia più friendly e – credetemi – non serve essere un devoto di Marcel Lefebvre o di Gricigliano per migliorare le cose. Le nostre omelie sono intrise di umanesimo ateo che ha tra i suoi dogmi la promozione di presunti diritti incompatibili con la nostra fede, tanto da farci dismettere il sacro abito talare o religioso per indossare la tuta dell’elettricista, dell’attivista verde, dell’assistente sociale, del politico o del disk jockey.

.

Mi viene in mente il film Nel nome del Papa Re girato da Luigi Magni del 1977, in cui il personaggio di Monsignor Colombo da Priverno – interpretato dal grande Nino Manfredi – dice una frase a mio parere decisiva:

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli

«Brothers, semo vecchic’avemo l’ore contate. Volemo fa‘na b’bona azione, prima de mori’? Una sola: mannamo er boja in pensione e chiudemo in bellezza. Cercamo d’esse preti, d’ esse preti, che nun ce perdemo gnente!».

.

Che bello, cerchiamo di essere preti, sacerdoti e pastori così con le nostre debolezze, mancanze, incongruenze ma preti. È questo che la gente semplice ci chiede e che Dio si aspetta, facendo così non ci perderemo niente, ma c’è di più: at that point, il buon Popolo di Dio, still seeing our commitment, will forgive us with great magnanimity also all our human weaknesses, our faults and our faults.

.

In calling the apostles Christ did not choose the best course of his time but he chose the most suitable for his purposes. This should get into the heads and hearts, we are here to further the purposes of the Savior that the feast of the Ascension reminds us:

.

"Go therefore and make disciples of all nations, baptizing them in the name of the Father and of the Son and of the Holy Spirit, teaching them to obey everything I have commanded you. And here, I am with you always;, until the end of the world " [cf. Mt 28,19-20].

.

Scrive un giovane sacerdote ad Aldo Maria Valli

The alleged waves of new ecclesial, if they do not come from the Holy Spirit who gives peace, They know old, There is nothing new under the sun, also alleged novelties are already old, stink of mothballs, Christ alone is modern, because it is the living, One who was, that is, What will be, as acclaim during the Easter Vigil.

.

Let us send retired the disturbance Executioner and he too modern Executioner's mercy. The one and the other their toll and cut so many innocent heads in our ecclesial communities performing their death sentences by order of the worst culprits. Via, that the Executioner, while she is dressing a luxurious and elegant red hood up at the foot, is constantly dripping with the blood of the innocent martyrs who, as in the time of Christ, pay their testimony to King Herod which claims to be revolutionary in his being the Messiah and Savior of the chosen people who never loved and who used to enrich themselves and to tighten connivance: via!

.

Cagliari, 4 June 2019

.

.

Drafting

To be executed by the Nazis we were prepared, to be executed by firing squads of Church merciful No, that we were not prepared …

.

.

.

.

«You will know the truth and the truth will set you free» [GV 8,32],
but bring, spread and defend the truth not only of
risks but also the costs. Help us supporting this Island
with your offers through the secure Paypal system:

PayPal - The quick method, reliable and innovative way to pay and get paid.

or you can use the bank account:
They were IT 08 (J) 02008 32974 001436620930
in this case, send us an email warning, because the bank
It does not provide your email and we could not send you a
thanksgiving [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.







Avatar

About isoladipatmos

16 thoughts on ""Woe to the shepherds of Israel who feed themselves!». To be executed by the Nazis we were prepared, to be executed by firing squads of the merciful Church no, we were not prepared.

  1. prendo un solo spunto, confine the minimum wage, the administration of the Sacraments. Baptism, First Communion, Confirmation, Wedding, ordination, obsequies, They were contracted in toto to the organizers of events Companies, tailors, restaurants, locations ecc. The sacramental moment is just a moment, a parenthesis fleeting, useful subject for photographs and filming.
    Yet it would be enough to make clear a simple consideration: the Sacrament is FREE (grace,ae), They pay the LUSSI.
    The Confession escapes a bit ', both in the sense that it does not arouse great tours Business, both in the sense that escapes its, very few priests who administer, very few times when they do, and very few believers who ask, but then Semel to year make a nice collective liturgy in which all cows are black.

  2. Writes Father Ivano:

    «Le nostre omelie sono intrise di umanesimo ateo che ha tra i suoi dogmi la promozione di presunti diritti incompatibili con la nostra fede, tanto da farci dismettere il sacro abito talare o religioso per indossare la tuta dell’elettricista, dell’attivista verde, dell’assistente sociale, del politico o del disk jockey.»

    E Don Luigi Ciotti lo rivendica pure:
    https://www.repubblica.it/dossier/la-repubblica-delle-idee-2019/2019/06/02/news/don_ciotti-227800515/

    1. in 2013 in occasione dei funerali di Andrea Gallo padre Ariel scrisse e spiegò che Andrea Gallo, Luigi Ciotti e Paolo Farinella erano delle vergogne del sacerdozio cattolico, e ne spiegò i motivi, a cominciare dalle prostitute accompagnate personalmente da Gallo al consultorio per abortire, etc.…
      Per quell’articolo padre Ariel ebbe problemi, perché fu giudicato come un attentato di lesa maestà al card. Bagnasco che celebrò il “funeral porcini” del Gallo, lasciando apposta l’assemblea della Cei per tornare a Genova, celebrare il funerale e tornare a Roma.
      Molti nostri confratelli (and I repeat many), They are competing to invite Luigi Ciotti in their churches for some comizietto, and I tell dear Zamax, no one dares to give thanks in an envelope with less than 1.000 Euro …

  3. Dear Father Ivano,

    first of all those assembled in your writing this article with these photos and the final movie, anyone who is a genius.
    Reading the article I thought that very often most of us priests, We afflicted the priest who accompanies Don Pietro Pappagallo in front of the firing squad, She comforts him and then walks away while he is shot.
    Instead, we should ask all of the chairs and sit around Don Pietro Pappagallo for shooting.
    But if we live the situation that we live this is due to the lack of courage of us priests, e soprattutto alla mancanza pressoché totale di coraggio dei vescovi.
    It … voi Padri dell’Isola di Patmos vi siete seduti sulla sedia con le spalle voltate al plotone di esecuzione, e attendete tutta la sua misericordia
    Non dovremmo limitarci, a pregare solo per voi.

  4. «come potrebbero i nostri fedeli entrare nel tempio del Signore dopo che è stato usato come refettorio, tribuna politica, galleria d’arte, auditorium, mercatino dell’usato e via discorrendo? E il tutto – cosa più grave – senza che sia stato neppure tolto il Santissimo Sacramento dal tabernacolo, spento il lume rosso, lasciata la porta della sacra riserva aperta, tolta la tovaglia e le candele dall’altare. Come si faceva una volta quando con l’espressa autorizzazione del vescovo del luogo, una chiesa consacrata era occasionalmente usata per attività non liturgiche. Question: chi fa questo, crede ancora alla reale presenza di Cristo Dio vivo e vero, presente in anima, corpo e divinità nelle sacra specie eucaristiche

    Bravissimo Padre Ivano!
    Devi sapere che con parole diverse ma identica sostanza è quel che dissi al vescovo.
    Essendo infatti parroco di una parrocchia in pieno centro storico, vicina al comune, alla prefettura, alle sedi dell’espiscopalpartito amico” (per chiarirsi il PD), Christmas in the church entrusted to me was to be turned into a media showcase with lunch for poor and migrant. The bishop was in fact show that they are perfectly in line with His Holiness Kim Jong.

    I said to the bishop that I never changed a '700 Church in a tavern, and that if he wanted to do it he had to come in person to arrange everything.

    When he told me that we had to be in line with His Holiness Kim Jong I answered that I had not become a priest to do the restaurants manager.

    I made him jump “communion media” that was pleasing to Kim Jong PD.

    Just past the eighth Christmas I received a polite letter …

    Today I am pastor of three rural parishes that all three together have less than 1000 inhabitants.

    A Pasqua nella mia ex parrocchia si è mangiato, si è fatto festa, si è suonato, fatte danze tribali africane … then in May he has invited an imam to say four words from the pulpit and to receive good wishes for Ramadan.

    You know why I do not sign?
    Mica because they are coward (if I had been I would have acted in any other way with the bishop), but because of the various prohibitions I got to write anything without first public has been given the script and performed.

    I remember more or less liturgical chant saying … "I am, mercy"

    1. First of all congratulations to Father Ivano for his fine article, where pictures already and final movie speak just as if.
      That said …

      Dear brother and companion of fortune (or misfortune?),

      They have given three remotest parishes in rural areas with less than a thousand souls in total?
      You went well, We have to say, anyway, all in all, “meno peggio”.

      This is because: assemblea del clero, il vescovo dice di attenersi alle disposizioni pastorali dettate da love joy, also known as Amoris Tristitia.
      Tutti tacciono.
      Tre di noi, a partir da me, domandano: “che vuol dire attenersi?”.
      And Bishop (anzi arcivescovo e cardinale fino a ieri woytiliano e poi ratzingeriano): “sono stato chiaro, dovete attenervi al testo”.
      Un altro di noi domanda: “per noi parroci una delle principali questioni è questa ed è semplice: dobbiamo o non dobbiamo dare la Comunione ai divorziati risposati che vivono in stato di adulterio?”.
      Preciso io: “already, who says love joy, dobbiamo o non dobbiamo, è permesso o proibito? Noi abbiamo bisogno di risposte e di direttive certe”.

      sentite cosa dice il vescovo (anzi arcivescovo e cardinale fino a ieri woytiliano e poi ratzingeriano): “io non dico che dovete o non dovete, I say you have to be welcoming and merciful”.

      Will I wrong, perhaps, but at that point an air of courage and say: “Eminence, until the Church does not tell me you can / have to give Communion to remarried divorcees, I will not and I will stick to the discipline by St. John Paul II, and if that discipline is outdated, you have to tell me in writing, and with a clear document, not with an ambiguous little note at bottom of page”.
      In total silence, the other two say: “we too, and, we too”.

      Three months after they are relieved from pastor. It was not possible to have a lodging property of the diocese, I live at home with my elderly parents, I celebrate Mass in an institute of nuns and in a nursing home.

      In my diocese, the clergy is on in ages, and the two previous bishops have been buying up African priests, Latin American, Indian, All parish administrators, those who still are not Italian citizens, or parishes, those who had citizenship. 15 years ago it was received a fake Romanian priest, and only after almost a year it was discovered that the papers and presentation documents were false and that he was not a priest but a former seminarian, and there had to intervene with sanatio canon etc.. etc..

      forgot! A few days ago the Pope went to Romania where he asked for forgiveness for Roma.
      But you know what? Don Sebastian said the Marchese del Grillo “if I turn even doing my bishop”, Instead I make my gypsy, so if anything to me asks for forgiveness!

      Don David (priest of mom and dad)

      1. It does not cease to bless God for the fact that I made 82 year old, for so (Dio is always blessing) from time to reach my deserved Purgatory, where those who have loved me certainly will pray for me, and I do not cease to pray for the young priests in particular and for priests in general, for you too, dearest David.
        I hope that your bishop, God can grant pardons from purgatory, I hope for him …

  5. Reverend Father Ivano,

    little it's worth, please accept my thanks for his writing. From his photographs I see is young, I have 74 years and I could be his mother. I am the mother of 4 children, two of which became priests.
    One left the priesthood, the other was able to overcome the crisis, after the dear Father Ariel took care of him years ago (Padre Ariel sa chi le sta scrivendo questo commento e può dirle come era messo male e sofferente il mio figlio pretesopravvissuto”). Crisi superata, ma bene non se la passa, di questi tempi di grande amore, accoglienza e misericordia verso tutto ciò che èmigrante” and “non cattolico”.
    Cosa hanno lamentato, i miei figli preti, quello che ha lasciato, e quello che, con enormi difficoltà, è rimasto? Il completo, total, assoluto abbandono dei vescovi che non vogliono problemi, si scocciano ad ascoltare, e non danno risposte a questi preti.
    Sa cosa osò dire il vescovo, a mio figlio, quello che poi chiese la dispensa e la dimissione dallo stato clericale, quando andò a spiegargli che stava vivendo un momento di crisi, e che per questo aveva necessità d’esser aiutato? Osò rispondere, Bishop, che lui non era un psicologo, e gli dette il nome di una sua amica psicologa, sì una donna, che avrebbe dovutotrattare un prete in crisi !?
    Questo vescovo, today, è tutto un parlare di accoglienza dei migranti. Certain, l’importante è non accogliere e custodire i propri preti!
    L’uomo che sappiamo, cioè l’uomo della misericordia, e i suoi uomini attorno, i dolori che hanno dato a tanti preti, a tanti loro genitori, ai loro famigliari e ai loro amici, sono molto profondi.
    Ma solo una cosa conta: abbattere i muri e lanciare i ponti ai migranti!
    Non creda Padre, anche io, per mantenere la fede, ho dovuto fare tanta fatica, tanta, tanta.

    Mom of two priests (Letter Signed)

  6. Cara “mother”,

    Ho già risposto poco fa a don Davide, può leggere, if he wants.
    When 57 anni fa uscii prete dal seminario arcivescovile di Milano (il seminario che fu), il vescovo ordinante, Card. Giovanni Battista Montini (un anno dopo divenne Papa Paolo VI), fece tutta una prolusione rivolta ai vescovi e ai presbiteri anziani, sulla importanza della cura dei sacerdoti in generale, dei giovani sacerdoti in particolare.
    Forse qualche cosa, deve non avere funzionato, because, solo pochi anni dopo, a partire dalla nostra grande diocesi, le domande di dispensa dei preti che chiedevano di lasciare il sacerdozio erano alquanto alte; quelli che la chiedevano, because, and then, c’erano quelli che se ne andavano e basta.

    Quando fu avviato il processo di beatificazione di Paolo VI, io mandai una relazione alle cause dei santi, e chiesi anche di essere ascoltato; nessuno mi rispose, e nessuno mi ascoltò mai. Nulla di che, volevo solo fare alcune serene precisazioni e basta.

    Appena compiuti 75 year old, sono stato messo in pensione.

    Confesso molti preti, and, often, mi capita anche di ascoltare mamme e papà come lei.
    Che dirle, way “mother”: se in me, priest, c’è una fetta di chiesa, per la fetta di chiesa che è in me, domando io perdono a don Davide (above), ai suoi figli, e a lei, way “mother”.
    Il male peggiore, è quello che viene fatto con spirito di totale indifferenza.
    Questa schizofrenica chiesa odierna, è come un padre che trascura i figli propri, per andare a riversare premure e attenzione sui figli degli altri, convinto di avere più obblighi e doveri verso i secondi, non verso i primi.

    1. Caro father, ma quel che dice nel finale non somiglia alle lamentele che nella parabola del figliol prodigo pronuncia il fratello ‘buono’?
      That said, figuriamoci, il blog di don Ariel è straordinario perché mette in luce le frustrazioni, i dolori, le angosce e, above all, la solitudine di una parte del clero d’oggi. E non sempre solo dei più vecchi. Il papa regnante non se ne occupa perché intento in un’altra battaglia che conduce con le poche truppe scalcagnate che ha. Del resto anche il nostro pontefice sembra soffrire quella solitudine e vede la Chiesa di Cristo minoritaria in un mondo cinico. Per questo fa appello anche alle altre ‘fedi’, perfino a quei tristi luterani che rischiano di scomparire (e con loro il cristianesimo delle regioni ricche d’Europa). Insomma la situazione è pessima, la cultura sudamericana di Bergoglio complica le cose. Ben venga a galla il borbottio di certi parroci. Purché non produca contrapposizioni al papa e ai vescovi.

  7. Dear Priests,

    non scoraggiatevi perchèse mollate voi, per noi laici è finita e vi ricordiamo che fa più rumore una foresta che cade, del sottobosco che cresce e questo sottobosco c’è.

    In quanto madre di famiglia, sposa da 35 anni e quasi nonna, catechista da 33 anni e terziaria domenicana, le cose per noi non sono più facili, anche noi subiamo isolamenti, accuse, ostracismi vari, noi i vescovi non li possiamo neppure avvicinare e spesse volte teniamo tosto anche per voi, col Padre Ariel ne parliamo, ci si sostiene, ci si aiuta, si prega… because, alla fine della fiera, la sola che conta è che manteniamo tutti la preghiera e la certezza che tutto prima o poi finirà, l’importante è rimanere fedeli a Colui che solo può darci la vera pace e la vita eterna.

    Ricordiamoci di quel centuplo ma anche di quel grido d’amore di santa Maddalena: «L’amore non è amato; l’amore non è amato; l’amore non è amato…».

    Pensiamo a Lui e tutto potremo fare con vittoria certa.

    Coraggio, vi abbraccio uno ad uno, e Voi dateci la vostra benedizione.

    Dorotea Lancellotti

  8. The problem, in my opinion, è quello di rapportarsi col proprio vescovo, come se questi dovesse essere quello che dovrebbe essere, ossia padre, pastore, etc.

    And’ from the seminar times that I totally disillusioned and subsequent experience 23 years of priesthood has done nothing but confirm this bitterness and this cross-loathing.

    Think of having help or comfort from their bishop or even more so a guide is utterly unrealistic. We priests are alone in the most radical sense of the term; We must go on, Following each have their own conscience (obviously informed and formed).

    Certain, if the contrast becomes inevitable, as in the case of a priest who would not give his church inopportune events, there are two cases: or it is made open resistance, forcing the bishop, if he has the courage, to seek assistance from law enforcement to get rid of the pastor (and there is also a little fun ', con i mass media) oppure si va nelle parrocchiette a testa alta.

    Ma non ritengo opportuno entrare in conflitto negli altri casi, perché non serve a nulla, come l’altro sacerdote ha potuto sperimentare.

  9. Pensavo di essere solo io, povera laica in forte crisi di fede, a sentirsi abbandonata e negletta dai pastori, invece ecco che sento la voce di preti che soffrono più di me. And’ una situazione drammatica ma pure imbarazzante. Ogni volta che ho provato ad approcciare il mio parroco per condividere le mie preoccupazioni spirituali, mi son state voltate le spalle. Quando però sono stati presentati i catecumeni della nostra parrocchia, and’ stata invitata all’altare (I was going to say “palcoperché ormai salgono in tanti arecitare”!!) the “wife” di una donna!!! Qualcuno mi spiega che tipo di messaggio sarebbe? Non c’estato bisogno di parole circa l’accoglienza del diverso e bla bla bla.
    And’ bastato questo diretto, semplicissimo gesto a spiegare tutto. E a me, che presa dalla disperazione per la malattia di mia figlia e conseguente crisi di fede, che sarebbe bastato unpregherò per lei”, neanche una pacca sulle spalle. Capite che ci vuol davvero fede e perseveranza per continuare ad essere Cattolici!!

  10. Capisco sempre di più come sia stato possibile che il “Neocatechumenal way” abbia preso piede nel mondo. Con i Vescovi latitanti, cosa potevano fare i preti da soli, senza una guida, senza un aiuto.
    Questi spacciatori di fede adulta, hanno rimpiazzato San Pietro con la Domus Galilee, le chiese con le salette parrocchiali, tutte le liturgie importanti con incontri privati nelle salette degli alberghi, i monasteri con i Redemptoris Mater, i sacerdoti con i catechisti, il Papa con Kiko Arguello. Il tutto sotto gli occhi di una Chiesa che fa finta di non vedere. Ma come ci vede bene quando a farne le spese sono sacerdoti che pretendono risposte e prese di posizione.
    Cari sacerdoti, se non facciamo come Gesù che entrando nel tempio buttò all’aria tutto quello che non doveva esserci, la chiesa sarà sostituita dal primo imbroglione che saprà ingannarci meglio degli altri….

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

 characters remaining

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.