From football matches to the Holy Gospel: the most difficult commandment is to love one's enemies

catechesis & pastoral -

FOOTBALL MATCHES FROM THE HOLY GOSPEL: THE HARDEST COMMANDMENT IS LOVE IS YOUR ENEMIES

.

The enemies that we must love, They may be terrorists Isis, Masons, Mafia or false progressives. Just to name a few. An enemy that is a person but that unleashes violence, ideological and physical, against our being faithful to the Church of Jesus Christ.

.

Author
Gabriele Giordano Scardocci, o.p.

.

.

PDF format Print article
.

.

tefferugli of hooligans

In the Gospel of St. Matthew we find the famous warning that urges us to love our enemies:

.

«… you have heard it said: You shall love your neighbor and hate your enemy; but I tell you: Love your enemies and pray for those who persecute, that you may be children of your heavenly Father, He makes his sun rise on the evil and on the good, and it sends rain on the just and the unjust. For if you love those who love you, what reward have ye? Do not even the publicans? And if you greet only your brothers, what do ye more? Do not even the Gentiles? Be perfect as your heavenly Father is perfect " [Mt 5, 43-48].

.

Before becoming a monk I always had different hobby artistic and sporting nature. I have always loved football and I also practiced until they are entered the Order of Preachers. I remember an incident related to football, I was very surprised that. It happened during a match of Serie B.

.

The fans of Ternana and Perugia, given the geographical proximity, ordinarily do not love. Quando le loro squadre si incontrano, i rispettivi supporters generano sempre incidenti e tafferugli e c’è bisogno delle forze dell’ordine per evitare il peggio. Durante una di queste partite, ci furono degli scontri. Un tifoso perugino si trovò riverso a terra, pronto per essere linciato dagli avversari. Ma in quel momento giunse una ragazza ternana che lo abbracciò e gli mise al collo una sciarpa della propria squadra. In this way, salvò l’avversario dal prendere tante botte. Non si seppero mai i nomi dei protagonisti di questa storia. And yet, questo episodio, mi portò a riflettere sul tema dell’amore dei nemici.

.

Anche il brano che ho scelto di meditare oggi on The island of Patmos torna su questo tema: Amate i vostri nemici! For me, esso rappresenta il nucleo centrale del messaggio di Gesù sull’amore. La richiesta che il Signore esprime nei confronti dei suoi ascoltatori sembra veramente impossibile. Indeed, il greco evangelico esprime questo amore con ἀγάπαω [agapao], che assurge a verbo tipico dell’amore del Cristianesimo. Un amore, i.e., che porta a donare tutto sé stesso al servizio del prossimo.

.

In questo passaggio del Vangelo di San Matteo, the agapé [ἀγάπη] è portata alle sue massime conseguenze. Occorre però stare attenti alla distinzione che il Nuovo Testamento pone nei confronti del termine nemico. C’è infatti il temibile Nemico di cui parla San Paolo: the devil. Vari sono i riferimenti che San Paolo fa al Diavolo, uno di questi in una delle lettere indirizzata al discepolo Timoteo, proprio laddove illustra quelli che devono essere i requisiti del vescovo [cf. The Tm 3,6].

.

È impossibile pregare e donarsi per il Diavolo. Gesù non chiede di donarci per lui. Il Diavolo sin dal momento della sua creazione ha fatto una professione eterna di disobbedienza a Dio ed a tutto il creato. Stupende sono le parole del Faust di Marlowe, in cui Mefistofele, un diavolo, states:

.

«Sono lo spirito che nega continuamente: ho ragione; perché quello che sussiste è degno di essere distrutto: e sarebbe stato pur meglio che nessuna cosa fosse mai uscita ad esistenza. Or dunque tutto ciò che voi uomini dite peccato, distruzione, quel che in somma chiamate male, è mio elemento speciale».

.

Il Diavolo odia profondamente e continua a odiare in primo luogo tutto il creato. E in primo luogo noi, Religious. Ci odia perché vede nella nostra professione d’obbedienza a Dio una opposizione diretta a lui. Il Diavolo, che è il grande divisore, continua e continuerà a istigare le sue suggestioni degeneri: il relativismo, i totalitarismi, modernism, il falso progressismo … tanto per citarne alcuni. But, accanto al Diavolo, vi sono altri nemici: men. A questi uomini-nemici si riferisce il Signore quando ci chiede di amarli. Thus, se si decide di amare, occorre amare tutta l’umanità.

.

L’amore che Cristo chiede a noi, sua Chiesa, è un amore universale. Non è quindi un caso se la Chiesa di Cristo si chiama Chiesa Cattolica, that is: Universal. Ricordiamo per inciso che il termine “cattolica” deriva dal greco κατα ολων [kata olon], una categoria neoplatonica del filosofo Plotino che con essa indica «secondo il tutto». Questa definizione non era di tipo spaziale-geografico ma di tipo qualitativo. Indeed, per i primi grandi Padri della Chiesa, essere o divenire cattolici voleva dire che «nulla è umano».

.

Nella dimensione cristiano cattolica è quindi necessario amare i propri nemici ed essere al di sopra di una delle mode del tempo attuale: la moda della vendetta. O anche un’altra delle mode che purtroppo ha infettato alcuni cattolici che si riferiscono di altri cattolici come nemici usando verso di questi espressioni come «li aspettiamo al varco, preghiamo Dio che muoiano presto» edelicatezzesimili

.

Siamo nella Chiesa Cattolica o nel Colosseo come gladiatori? È forse questo l’atteggiamento che Gesù ci ha chiesto e continua a chiederci di avere? Therefore, i nemici che dobbiamo amare, possono essere i guerriglieri dell’Isis, Masons, Mafia or false progressives. Just to name a few. An enemy that is a person but that unleashes violence, ideological and physical, against our being faithful to the Church of Jesus Christ.

.

Com’è possibile amarli? Solo con uno sguardo under the form of eternity è possibile cogliere con pienezza l’insegnamento di Cristo. Gesù ci dice amate i vostri nemici e sarete figli di Dio, e sarete perfetti.

.

Nella nostra offerta incessante di preghiera per loro, proveremo a convertirli, a renderci figli di Dio per loro. Figli di Dio per quelli che ci odiano. Essere perfetti come il Padre nostro nei cieli, implica mostrare Dio sul proprio volto al nemico, come stanno facendo i martiri di oggi. Allo stesso tempo significa accogliere ciò che Dio sta permettendo nell’azione del nostro nemico. Basti pensare agli effetti cruenti della Passione. I centurioni provocano violenza e morte su Gesù. Gesù lo permette e allo stesso tempo si dona a loro. L’effetto è la stessa redenzione di quei romani pagani.

.

Se davvero allora vogliamo essere, with the grace of God, suoi consacrati, ed un giorno futuri sacerdoti, non possiamo esimerci dal comandamento dell’amore per i nemici. Davvero allora saremo sale della terra [cf. Mt 5, 13-16] ogni atto di inimicizia si schiuderà in un’unica preghiera universale verso il Dio morto sulla croce per amore.

.

È nella nostra essenza di frati domenicani, essere infine croce da cui sgorga amore. Otherwise, la prostrazione a croce che abbiamo fatto il giorno della nostra professione, rischia di essere solamente un’azione teatrale. Uno splendido atto scenico. Saremo stati perfetti attori, che detta in greco equivale a perfetti ipocriti [the greek ὑποκριτής, hypokritēs, deriva la parola attore].

.

A ognuno di noi sta di scegliere se aver professato da hypokritēs o da veri figli di Dio e, as far as I'm concerned, da figli di San Domenico, consacrati per Cristo nei diversi stati di vita.

.

Gesù dolce, Jesus love! [cf. St. Caterina da Siena]

.

Rome, 17 November 2018

.

.

.

«You will know the truth and the truth will set you free» [GV 8,32],
but bring, spread and defend the truth not only of
risks but also the costs. Help us supporting this Island
with your offers through the secure Paypal system:



or you can use the bank account:
They were IT 08 (J) 02008 32974 001436620930
in this case, send us an email warning, because the bank
It does not provide your email and we could not send you a
thanksgiving [ isoladipatmos@gmail.com ]

.

.

.

.

About isoladipatmos

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

 characters remaining

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.