è terminato l’embargo per Padre Giovanni Cavalcoli. Ma voi boicottate la LUMSA, università pseudo cattolica che accoglie le “serpi in seno” che sputano poi sul piatto dove mangiano – (trilogia: articolo n. 1)

È TERMINATO L’EMBARGO PER PADRE GIOVANNI CAVALCOLI, MA VOI BOICOTTATE LA LUMSA, UNIVERSITÀ PSEUDO CATTOLICA CHE ACCOGLIE LE “SERPI IN SENO” CHE SPUTANO POI SUL  PIATTO DOVE MANGIANO

.

Dopo le polemiche montate in seguito a un articolo pubblicato su L’Espresso da Simone Alliva, giovane appartenente alla cordata più radicale della suprema “neo-chiesa” dell’omosessualismo e della cultura del gender, in via “cautelativa” il teologo domenicano Giovanni Cavalcoli era stato sottoposto a dure e umilianti restrizioni canoniche dai superiori dell’Ordine Domenicano, che adesso le hanno revocate.

.

.

Autore Padre Ariel
Autore
Ariel S. Levi di Gualdo

.

Trilogia: articoli seguenti N°2 e N°3: QUI e QUI

.

PDF  articolo formato stampa

.

.

In appendice: risposta a una lettera di protesta di Simone Alliva inviata alla redazione dell’Isola di Patmos dopo la pubblicazione del presente articolo

.

.

Simone Alliva 1
Vi presentiamo il giovane iper genderista “dogmatico” Simone Alliva, colui che ha causato ogni peggior disagio e sofferenza ad un anziano uomo di Dio come Giovanni Cavalcoli, ospitato dalla “cattolica” Università LUMSA per un master di giornalismo [foto dell’autore dell’articolo pubblicato il 3.11.2016 su L’Espresso, tratta dai pubblici motori di ricerca Google e Yahoo ]

Simone Alliva lancia il 3 novembre 2016 su L’Espresso la notizia che Radio Maria aveva affermato che i terremoti in Italia erano la conseguenza dei castighi divini per le unioni civili [vedere articolo QUI]. Il tutto non era attribuibile a un discorso del direttore di Radio Maria, come sul primo momento si disse, ma ad una catechesi del teologo domenicano Giovanni Cavalcoli. La risposta data “a braccio” dal teologo domenicano a un ascoltatore, era anzitutto inserita in un articolato discorso sulla catechesi del peccato originale. E pur ammettendo poco dopo che egli «forse non si era spiegato bene nel botta e risposta radiofonico con l’ascoltatore», disse da sùbito che mai avrebbe attribuito certi eventi sismici alla legge dello Stato sulle unioni civili, confermando che il concetto di  “castigo di Dio” fa parte delle verità di fede, non certo delle opinioni soggettive dei teologi. Mentre il teologo domenicano cercava di spiegare il concetto di castigo divino del Dio che castiga e usa misericordia [cf. QUI e QUI], la stampa laicista e vari intervistatori che in quei giorni lo raggiunsero telefonicamente seguitano ad attribuirgli d’aver «confermato» con ostinazione che il terremoto «era stato un castigo di Dio», sino a ricorrere — come nel caso del programma radiofonico La Zanzara su Radio24 — a disonesti taglia e cuci praticati sulle risposte date dal teologo domenicano che tentava di chiarire ciò che proprio non aveva inteso dire. E polemica fu, una polemica partita e poi fomentata da circoli legati alla lobby gay, come i fatti dimostrano [cf. QUI], il tutto a partire dal genderista ideologico Simone Alliva che questa polemica l’ha innescata [cf. QUI].

.

Per chiarire che nulla di simile affermò Giovanni Cavalcoli, vi rimandiamo a due nostri articoli molto addolorati che potete leggere QUI e QUI.

.

Dopo le polemiche nate dalla notizia lanciata da Simone Alliva, appartenente alla cordata più radicale della “religione” omosessualista e del supremo “dogma” del gender, in via “cautelativa” il teologo Giovanni Cavalcoli è stato sottoposto a restrizioni canoniche dai superiori dell’Ordine Domenicano, con proibizione di predicare, confessare, celebrare la Santa Messa fuori dal suo convento e pubblicare scritti. Provvedimento ritirato in questi giorni dal Superiore della Provincia Domenicana di San Domenico in Italia.

.

Simone Alliva 2
Vi presentiamo il giovane iper genderista “dogmatico” Simone Alliva, colui che ha causato ogni peggior disagio e sofferenza ad un anziano uomo di Dio come Giovanni Cavalcoli, ospitato dalla “cattolica” Università LUMSA per un master di giornalismo [foto dell’autore dell’articolo pubblicato il 3.11.2016 su L’Espresso, tratta dai pubblici motori di ricerca Google e Yahoo]

Ma veniamo a Simone Alliva che sputa sul piatto dove mangia, dato che questo iper-omosessualista, nonché genderista “dogmatico”, sta svolgendo il proprio master post laurea in giornalismo in una università non solo cattolica, ma di proprietà della Santa Sede. L’università in questione è la LUMSA: Libera Università Maria Santissima Assunta, ateneo di cui è Presidente il Cardinale Attilio Nicora, designato a questo ufficio dal Vicario Generale di Sua Santità per la Diocesi di Roma, Cardinale Agostino Vallini [cf. QUI]. In pratica il Gatto e la Volpe, mancano solo Pinocchio e Lucignolo.

.

I dirigenti della LUMSA e le sue eleganti suorine manager in tailleur, sono liberi di aprire le porte a chi vogliono, ma noi siamo altrettanto liberi di reputarci esterrefatti al pensiero che questa istituzione ospiti un ideologo del gender e dell’omosessualismo radicale, a causa del quale un devoto sacerdote e insigne teologo domenicano membro della Pontificia Accademia di Teologia, è stato prima messo alla gogna dai mass media e poi sottoposto persino a restrizioni canoniche, grazie ad un “religioso” della suprema “neo-chiesa del gender ” che scrive forse i propri articoli aggressivi vagando da un localino gay all’altro della Capitale — cosa che ovviamente è libero di fare —, facendo al tempo stesso il master post-laurea in giornalismo presso un ateneo cattolico di proprietà di quella Chiesa Cattolica alla quale questo soggetto lancia contro delle vere e proprie autobotti di sterco.

.

Sia chiara una cosa, visto che a toccare un omosessuale dichiarato e praticante piovono all’istante accuse di omofobia: in questione non sono le libere scelte sessuali di Simone Alliva, che è libero di esercitare e praticare la sessualità che meglio reputa opportuna, in discussione è il suo spirito malvagio forse unito anche all’intima gioia d’aver recato grave danno, dolore e disagio a un uomo timorato di Dio che per età potrebbe essere suo nonno. Sino al vero e proprio paradosso: questo genere di “giornalista”, trova spazio e accoglienza in istituzioni cattoliche, quelle stesse istituzioni cattoliche che sottopongono poi un devoto sacerdote ed un teologo di raffinata e alta scuola a ristrettezze canoniche rasenti quasi la sospensione a divinis.

.

Simone Alliva 3
Vi presentiamo il giovane iper genderista “dogmatico” Simone Alliva, colui che ha causato ogni peggior disagio e sofferenza ad un anziano uomo di Dio come Giovanni Cavalcoli, ospitato dalla “cattolica” Università LUMSA per un master di giornalismo [foto dell’autore dell’articolo pubblicato il 3.11.2016 su L’Espresso, tratta dai pubblici motori di ricerca Google e Yahoo]

Invitiamo pertanto i danarosi genitori che a caro prezzo mandano i propri figli alla LUMSA, convinti della sua natura cattolica e del suo prestigio, a non iscriverli in questa università nella quale ci si scaldano le serpi direttamente in seno; le serpi che poi ci lanciano addosso delle vere autobotti di sterco, mentre le eleganti suorine in tailleur riscuotono manco a dirsi fior di quattrini, sulla base del principio — ovviamente “cattolicissimo” — che … pecunia non olet !

.

BOICOTTATE LA LUMSA

ISCRIVETE I VOSTRI FIGLI ALTROVE, SENZA FARVI ABBINDOLARE DA UNA PSEUDO UNIVERSITÀ CATTOLICA. E SOPRATTUTTO: CHE I BENEFATTORI INDIRIZZINO IL LORO DANARO A ISTITUZIONI DAVVERO CATTOLICHE.

.

.

.

Per capire chi è Simone Alliva, che è stato fonte originante delle peggiori umiliazioni alle quali è stato poi sottoposto per mesi il teologo domenicano Giovanni Cavalcoli; per appurare quali sono i suoi livelli di ideologia omosessualista e genderista, potete visionare i link riportati sotto, sono tutti pubblici scritti suoi, non certo opinioni soggettive nostre. Quindi valutate voi …

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/01/05/news/convegno-omofobo-le-associazioni-lgbt-pronte-a-boicottare-l-expo-1.193729

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/02/24/news/matrimonio-gay-come-l-is-smentito-il-prof-che-ha-mentito-sulla-carica-accademica-1.201011

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/04/20/news/suicidi-gay-spingiamoli-all-eterosessualita-la-strana-teoria-del-neurochirurgo-anti-gender-1.208907

.

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2015/08/05/news/unioni-civili-il-ddl-cirinna-slitta-a-settembre-nuova-sconfitta-matteo-renzi-1.224279

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/09/01/news/unioni-civili-le-associazioni-lgbt-smentiscono-la-cirinna-con-noi-concordata-nessuna-modifica-1.227164

.

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2015/10/26/news/le-famiglie-arcobaleno-a-renzi-credevamo-in-te-non-abbandonare-i-nostri-figli-senza-diritti-1.236137

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/10/28/news/sentenza-nozze-gay-la-polemica-continua-uno-dei-giudici-e-legato-all-opus-dei-1.236344

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2015/12/09/news/omofobia-e-razzismo-ecco-perche-minacce-e-insulti-sul-web-restano-impuniti-1.242753

.

http://espresso.repubblica.it/palazzo/2016/05/10/news/quando-marchini-era-a-favore-delle-unioni-civili-1.264781

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2016/06/13/news/strage-di-orlando-tra-quei-ragazzi-potevo-esserci-anch-io-1.271876

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/2016/08/05/news/unioni-civili-al-nord-solo-di-mercoledi-1.279630

.

http://espresso.repubblica.it/inchieste/2014/06/06/news/anche-a-scuola-e-caccia-ai-gay-1.168482

.

http://espresso.repubblica.it/attualita/cronaca/2011/06/10/news/gay-e-no-in-marcia-per-i-diritti-1.32276

.

illuminante anche la pagina Facebook del giornalista, dove si manifesta una aggressività ideologica non indifferente :

.

https://www.facebook.com/simonesasha.alliva/posts/10208415151837587

.

E CON QUESTO ABBIAMO DETTO TUTTO, CHIARENDO CHI E STATA LA VITTIMA E CHI IL SATANICO CARNEFICE

__________________________________

.

.

RICEVIAMO, PUBBLICHIAMO E RISPONDIAMO A QUESTO MESSAGGIO DELL’IPER-GENDERISTA SIMONE ALLIVA

.

.

Da: Simone Pasquale Alliva <XXXXXXXXXX>
Inviato: sabato 4 febbraio 2017 18.31
A: isoladipatmos@gmail.com
Oggetto: è terminato l’embargo per Padre Giovanni Cavalcoli

.

.

In riferimento all’articolo «È terminato l’embargo per Padre Giovanni Cavalcoli», invito la redazione a cancellare quanto pubblicato. Il sottoscritto non essendo un personaggio pubblico, è l’unico ad essere in possesso dei diritti per i propri dati personali, incluse le foto, questi si possono divulgare solo con la dovuta autorizzazione. 
Autorizzazione che non è stata concessa. 
In caso contrario sarò costretto a procedere legalmente. 
.
Simone Alliva 

.

.

RISPONDE IL DIRETTORE RESPONSABILE DELL’ISOLA DI PATMOS

.

Egregio Signore Simone Alliva.

.

L’articolo su L’Espresso del 3 novembre 2016 [cf. QUI] lei l’ha forse scritto come “personaggio privato “?

Le sue foto inserite nel mio articolo per indicare ai lettori la persona di cui stiamo parlando, sono reperibili sui pubblici motori di ricerca; intende forse «procedere legalmente» contro le società multinazionali Google e Yahoo per avere divulgato sue immagini [cf. QUI, QUI]? E ritiene altresì «dato personale» anche il Quotidiano on-line della scuola di formazione al giornalismo LUMSA, con tanto di pubblica redazione e di articoli pubblicati in rete? [cf. QUI, QUI].

Come vede, dei «dati privati» da lei paventati non c’è nulla, quelli da me riportati sono tutti dati rigorosamente pubblici e da chiunque reperibili sulla pubblica rete telematica.

In mia qualità di cattolico e di presbìtero le esprimo invece che la sua presenza alla Lumsa non è compatibile con una università cattolica, come non lo sarebbe — comprensibilmente e giustamente — quella mia in una università luterana, in un centro accademico islamico, o anche nel Centro di cultura omosessuale Paolo Mieli, dove non credo proprio mi permetterebbero mai di fare corsi specialistici sia nella mia qualità di eterosessuale sia nella mia qualità di prete. A meno che le Autorità Accademiche non dichiarino che la Libera Università Maria Santissima Assunta è totalmente laica, ed al suo interno sono quindi ben accetti e graditi i sostenitori più radicali della cultura omosessualista e della cultura del gender, come lei.

La informo con l’occasione che sono in procinto di inviare una lettera al Presidente della Lumsa, Sua Eminenza il Signor Cardinale Attilio Nicora [cf. QUI], perché sarà dovere di questo Alto Prelato rispondere, quindi chiarire soprattutto ai genitori cattolici che inviano i propri figli a studiare in questa istituzione — non di rado anche a prezzo di molti sacrifici economici —, se l’Università Maria Santissima Assunta è una istituzione cattolica come pensano e credono molti di loro, o se invece è una istituzione ultra-laicista che ospita per i master di giornalismo i sostenitori più radicali della cultura omosessualista e della cultura del gender.

E detto questo sia chiaro: la domanda che a breve formulerò in via ufficiale e pubblica alle Autorità Accademiche, è del tutto legittima e legalmente ineccepibile, scevra da qualsiasi spirito di discriminazione e meno che mai di omofobia. Basterebbe che lei riflettesse solo sul nome di questa università cattolica, nella quale ha scelto di entrare, pur essendosi ripetutamente vantato ateo, anticlericale e via dicendo, il tutto nel sacrosanto esercizio delle sue libertà riconosciute e costituzionalmente garantite e tutelate. Così come resta pacifico il fatto che la istituzione in questione è una università cattolica che si chiama appunto Maria Santissima Assunta, non si chiama né Università Paolo MieliFondazione Accademica LGBT Vladmir Luxuria.

Pertanto, se vuole, faccia piuttosto un esame di coscienza su quello che è il livello della sua umana coerenza di ateo, di genderista e di omosessualista dichiarato, che però si iscrive ai master in una costosa università cattolica intitolata alla Beata Vergine Maria, ed eviti di cadere ulteriormente nel ridicolo paventando di «procedere legalmente» a carico della evidenza dei fatti, perché poi, i fatti, le si potrebbero ritorcere anche contro.

.

Ariel S. Levi di Gualdo, presbìtero 

dall’Isola di Patmos, 4 febbraio 2017, ore 21,30.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

About isoladipatmos

3 thoughts on “è terminato l’embargo per Padre Giovanni Cavalcoli. Ma voi boicottate la LUMSA, università pseudo cattolica che accoglie le “serpi in seno” che sputano poi sul piatto dove mangiano – (trilogia: articolo n. 1)

  1. Deo gratias.

    Non sempre condivido quel che scrivete, ma questo sito resta comunque una boccata d’ossigeno nel mare delle voci cattoliche presenti in rete. Divise tra una fastidiosa papolatria e il suo altrettanto fastidioso contrario.

  2. Stiamo sereni. Nell’affaire Cavalcoli – Radio Maria, il vero responsabile non è Alliva, che ha fatto le sue scelte, delle quali si tiene la responsabilità davanti al Creatore, come peraltro L’Espresso nei suoi dirigenti. Ma sono piuttosto gli alti esponenti della gerarchia cattolica, in primis Becciu e Galantino, che hanno colto la palla al balzo per pugnalare alle spalle il teologo domenicano. Che, sul tema in questione, aveva pienamente ragione.

    La LUMSA?… e che dire allora della Pontificia Università Gregoriana, che si cova belle calde le più pericolose serpi in seno liberali:

    https://lafilosofiadellatav.wordpress.com/2014/04/14/flavio-felice-su-avvenire-insiste-a-proporre-limpossibile-connubio-tra-cattolicesimo-e-liberalismo/

    O dello stesso Becciu di cui sopra, che è stato appena nominato da papa Francesco commissario dell’Ordine di Malta?…

    D’altronde, tutto ciò fa parte di questo momento storico, nel quale vediamo tanto mondo cattolico andare a male. Specie, come dicevo, nella gerarchia. Dobbiamo farcene una ragione, questa è l’ora delle tenebre. Quindi lottiamo pure, ma consapevoli che ora c’è poco o punto ascolto alla nostra voce. Sappiamo che…
    “Non praevalebunt”.

  3. P. Ariel,
    grazie perchè la Vs/ comunità ha reagito con compostezza ed obbedienza sulla vicenda incresciosa che ha colpito p. Cavalcoli. Grazie per la precisione degli interventi, la pacatezza, come pure la decisione e la determinazione con le quali portate avanti un messaggio di verità in questo mondo cristiano impregnato di viltà, menzogna, mancanza di amore ed infedeltà a Cristo ed alla Sua chiamata battesimale. Grazie.

Lascia un commento