Die männliche Zärtlichkeit des Kriegers des Lichts, Mandate wie Schafe mitten unter die Wölfe

Homiletik der Väter der Insel Patmos

DIE MANLY ZÄRTLICHKEIT DER KRIEGER DES LICHTS, MANDATE wie Schafe mitten unter die Wölfe

.

Als Lämmer von Jesus gesandt hat, ist ein bisschen’ dies: sein Krieger des Lichts, der Lage, die Wölfe zu besiegen, od ammansirli, durch die Kraft der Gnade dessen, der schickte uns wie Lämmer unter Wölfen.

.

Autor:
Gabriele Giordano M. Scardocci, o.p.

.

.

PDF-Format Artikel drucken

.

.

.

Liebe Brüder und Schwestern,

Krieger des Lichts

Dieser XIV Sonntag im Jahreskreis Evangelium bietet uns ein dichtes Bild, das die Apostel anvertraut durch Christus der Mission spricht [CF. Texte der Liturgie des Wortes, Wer].

.

Während dieser Ferienzeiten kann es oft passieren Erinnerung an machen, als wir jünger waren. Quando le vacanze al mare erano con i nostri genitori, e si trascorreva molto tempo in spiaggia fra scherzi, giochi e tanta dolcezza e tenerezza. Schon jetzt, se trascorriamo del periodo coi nostri genitori, ringraziamo Dio per il dono del loro amore e della fede: questo infatti ci ha portato fino ad oggi e fino a qui, ad essere chi siamo nella via del Signore.

.

Die heutigen Lesungen vogliono farci addentrare in questo grande mistero di Dio nella sua consolazione e tenerezza che ci invia ad essere creature nuove, e dunque inviati del suo grande amore.

.

Nei testi profetici vetero testamentari lesen:«Come una madre consola un figlio, così io vi consolerò; a Gerusalemme sarete consolati» [Ist 66, 13]. Si noti che il terzo Isaia scrive nel post esilio ebraico del VI a.C., quindi la Città di Gerusalemme, in questa precisa circostanza, è il luogo che richiama simbolicamente la consolazione materna di Dio. Questo ci insegna che Dio non sta rinchiuso nei cieli ma ci consola, ci è vicino con affetto di una mamma. Di questa tenerezza parla spesso Papa Francesco, e questo ci deve far porre attenzione: la tenerezza consolatrice è uno degli elementi caratteristici propri di Dio, quasi fosse il DNA stesso di Dio. Noi non siamo lontani da questa mano tenera del Signore, eterno innamorato di noi. Siamo consolati quando veniamo assolti nella confessione e quando riceviamo la fragranza della Eucarestia. Oppure nella misericordia amichevole di qualche amico e familiare.

.

Questa consolazione ci rende nuovi di zecca. In un brano delle sue lettere apostoliche San Paolo scrive:

.

«Non è infatti la circoncisione che conta, né la non circoncisione, ma l’essere nuova creatura» [CF. Vielleicht 6, 15].

.

Ricevere la consolazione e tenerezza di Dio ci fa sentire immensamente amati. Cambia tutto il nostro modo di essere da testa a piedi. E nonostante i nostri difetti, peccati, vizi, debolezze noi siamo continuamente amati da Dio. Nel suo amore, ogni giorno siamo resi nuovi, ricostruiti, riprogettati ogni volta che ci sembra di fallire. Ognuno di noi è chiamato a un progetto più grande da Dio stesso: per questo siamo resi incredibilmente nuovi dal Signore, forti e ad un tempo tranquilli e sereni nella Sua Verità.

.

Consolati e resi creature nuove, finalmente Dio ci invia. Come ha fatto con i Settantadue discepoli qui descritti nel Vangelo di Luca. A questi discepoli Gesù dice: «Andate: hier, vi mando come agnelli in mezzo a lupi» [LC 10,3].

.

Anche noi siamo mandati, come creature nuove per portare quella consolazione e tenerezza che abbiamo ricevuto. Questo ci permette di trasmettere anche la gioia e la comunione con Dio. Ci permette di essere suoi missionari di pace nelle sofferenze e nelle difficoltà della vita, di tutti coloro che incontreremo. Questa è l’ottica di essere agnelli fra i lupi. Il lupo è l’immagine biblica di chi è rapinatore rapace che viene nella notte. È l’immagine della cultura attuale che non rispetta chi ha bisogno di cure. Si pensi a tal proposito alle terribile sofferenze che sta soffrendo ora Vincent Lambert [CF. Wer]. L’agnello invece è l’immagine di chi è mansueto e buono. Appunto di chi è ripieno della pace di Dio e si fa missionario della luce e della consolazione di Dio.

.

Ricordo di aver letto a 16 Jahre alt un bellissimo libro di Paulo Coelho, da un titolo altrettanto splendido: Manuale del Guerriero della Luce.

.

Essere agnelli mandati da Gesù ist ein bisschen’ dies: sein Krieger des Lichts, der Lage, die Wölfe zu besiegen, od ammansirli, durch die Kraft der Gnade dessen, der schickte uns wie Lämmer unter Wölfen.

.

Il Signore ci conceda la Luce della Sua Grazia e della Sua consolazione, weil wir am Leben und authentische Tradition seiner Liebe geworden, gab sich bis zum Ende.

.

Amen.

Rom 6 Juli 2019

.

.

.

Es ist nun das erste Buch Editions Die Insel Patmos, besuchen Sie unseren Shop Seite Wer

.

Nachrichten aus der Dominikanische Provinz Roman: „Das Recht auf Leben und das Recht, nicht zu leiden: living wills', Riccardo Lufrani, o.p. [Text, Wer].

.

.

«Sie werden wissen, die Wahrheit und die Wahrheit, die Sie wird freigelassen» [GV 8,32],
aber bringen, verbreiten und die Wahrheit verteidigen, nicht nur von
Risiken, sondern auch die Kosten. Helfen Sie uns, die Unterstützung dieser Insel
mit Ihren Angeboten über das sicheres Paypal-System:









oder Sie können das Bankkonto verwenden:

zahlbar an Editions Die Insel Patmos

IBAN IT 74R0503403259000000301118
in diesem Fall, Schicken Sie uns eine E-Mail-Warnung, weil die Bank
Es bietet nicht Ihre E-Mail und wir konnten nicht senden Sie eine
Danksagung [ isoladipatmos@gmail.com ]

.





Lassen Sie eine Antwort

Deine Email-Adresse wird nicht veröffentlicht. erforderliche Felder sind markiert *

 Noch freie Zeichen

Diese Seite nutzt Akismet Spam zu reduzieren. Erfahren Sie, wie Sie Ihren Kommentar Daten verarbeitet.